Un po’ di pausa sui vaccini….PROPRIO STAMANE UN CASO DI CUSHING.

Sindrome di Cushing (ipercortisolismo): come riconoscerla, come curarla.

Se  ne  può  parlare….qualora  lo  desideriate….

Come  potete  osservare,   pubblico  l’immagine che  mostra le sedi dove  la S. di Cushing si manifesta e come si manifesta. SE PUO’ ESSERE DI CONSOLO SI TRATTA DI UNA PATOLOGIA RARA.

La  Sindrome  di  Cushing  sarà  quella  che  segue.  E  tuttavia,  mi  limito   ad  esporla  con  brevissimi  cenni  eziopatogenetici.  Sarete  voi,   qualora  desiderate  avere  idee  più  chiare  a  stimolarmi   all’approfondimento,  ovviamente   in  ordine  alle  mie  limitate  conoscenze. 

Inizio  col  dire,  che  trattasi  di   una  sindrome  caratterizzata  da  una  serie  di  manifestazioni  cliniche  causate  dalla  Ipersecrezione  di  Cortisolo   da  parte  della  ghiandola  surrene,  oppure  da  una  stimolazione  del  corticosurrene;  ovverosia,  la  zona  corticale;  quella  esterna,  della  ghiandola  da  parte  dell’ormone  ACTH (  Corticotropo). 

Il  soggetto,  manifesta   segni  clinici  causate ,  indipendentemente  dall’origine  della  malattia,   dalla  cronica   ipersecrezione  del  cortisolo.  Nelle  pazienti  femmine,  si  sovrappongono  talora  segni  clinici  di   iperaldosteronismo; cioè, dell’ormone Aldosterone: Cos’è ?  E’  un  ormone  prodotto  dallo strato  esterno  della  corteccia  del  surrere.  Molto  attivo  sul  ricambio  minerale  dell’organismo,  e  favorisce  l’eliminazione  del  potassio  e  il  riassorbimento  del  sodio  a  livello  dei  reni.  E  non  solo, ma  ha  parte  attiva  sul  metabolismo  degli  zuccheri,  quindi  nei  processi  patologici  che  provocano  diabete.  Quando  la  ghiandola  surrene  produce  eccesso  di  questo  ormone,   accade  una  eccessiva  deplezione( diminuzione )  di  potassio   e  ritenzione  di  sodio   nei  reni,  quindi,   responsabile  di  numerose  malattie.

Bene,  mi fermo  quì,  e  qualora  v’interessa  sono  a  vostra  disposizione.

L’argomento,  data  la  sua  complessità,  non  mi  ha  consentito  di  fornirvi   in  modo  esemplificato   l’intero  quadro.

Un po’ di pausa sui vaccini….PROPRIO STAMANE UN CASO DI CUSHING.ultima modifica: 2021-09-24T14:47:33+02:00da un_uomonormale0

10 pensieri riguardo “Un po’ di pausa sui vaccini….PROPRIO STAMANE UN CASO DI CUSHING.”

  1. Questa sindrome deve essera molto pesante da sopportare da parte degli eventuali pazienti, sia per le malattie che si trascina dietro che per i problemi estetici che procura a chi ne soffre, specie se donna. Il corpo di una donna ancora giovane e che assuma, per la malattia ,una simile trasformazione non dovrà essere proprio accettato con assoluto stoicismo… Ma come arriva l’organismo umano a produrre un eccesso di cortidolo e, poi, dell’ormone aldosterone? C’è una tendenza ereditaria che origina la malattia ? E perchè, di solito, una donna con questa sindrome presenta un assottigliamento delle gambe?
    Interessante saperlo, perchè molte donne piuttosto corpulente, hanno gambe piuttosto esili . Grazie, dott. Ciao.

    1. Scusami cara, da me è andata via la luce, e già avevo cominciato ad innervosirmi. Adesso è tornata e leggo il tuo interessante – come al solito – commento. Mi hai posto 3 domande, il che mi indurrebbe a rispondere breve e in forma cronologica. Ebbene, le tue domande richiedono d’obbligo di essere complete e non simil quiz. Parto, perchè breve la risposta dalla tua domanda se questa sindrome è ereditaria. Ebbene, talvolta riconosce l’ereditarietà se riferita alla “malattia di Cushing “, mentre per la “Sindrome di Cushing ” non si riconosce ereditarietà.Ti chiederai qual’è la differenza tra questi due termini. La malattia di Cushing è basata direttamente a una neoformazione in sede della ghiandola Ipofisi che produce autonomamente l’ormone ACTH ( corticotropo ) che a sua volta, da questo suo eccesso stimola fortemente la ghiandola surrenale ad eccedere nel produrre l’Ormone Cortisolo. Nella Sindrome invece, il problema Cushing è dovuto a influenza esterne, come ad esempio, per prolungate terapie cortisonici e non solo.Il Cortisolo, dunque. Di norma e fisiologicamente la produzione dell’Ormone Cortisolo da parte dei surreni, avviene ed è controllato da un regista dell’encefalo; cioè, l’Ipotalamo e anche dall’Ipofisi, la ghiandola che amo definire il direttore d’orchestra che dirige tutte le ghiandole che abbiamo nel nostro organismo. La causa, dunque, è di sovente dovuta alla presenza di un adenoma nell’Ipofisi, se la patologia inizia centralmente, e nei Surreni se la patologia inizia da queste ghiandole. tengo a precisare che il soggetto con questa patologia ha un tumore assolutamente benigno nella Ipofisi, che viene definito ” Ormone ACTH secernente, il che come detto poco sopra, provoca l’eccesso di Cortisolo prodotto dai surreni. L’obesità che si rileva è detta centripeta; cioè centrale in quanto interessa solo il tronco. Le gambe sottili vedono come causa, la conseguente miopatia che si sviluppa con questa patologia; cioè, perdita di massa muscolare. Spero di non averti confusa di più. Ciao

  2. Ciao Pippo, mi fa impressione la foto, figuriamoci avere questa malattia. Ti volevo chiedere che sintomi porta ? Te lo chiedo perchè una mia amica di parrocchia, ha la faccia rotonda e rossa e un po’ di pancia. Non so altro. Mi è venuto in mente leggendo quello che hai scritto. Ti lascio un sorriso. Rosina

    1. Ciao Rosì, posso soltanto descriverti la sintomatologia che non è uguale per tutti, perchè sono multifattoriali. Ad esempio, il grado di durata del Cortisolo eccedente, oppure dei livelli di ormoni surrenalici, quali oltre al Cortisolo e l’Aldosterone vanno visti anche l’Adrenalina, la Noradrenalina, gli ormoni sessuali. Le pazienti che hanno l’adenoma nel surrene; peraltro benigno ( adenoma ) la sintomatologia può essere anche lieve nella pazienti over 50. Come, aumento del peso lento ma progressivo, e questo peso colpisce il collo, l’addome, ma non gli arti che invece si assottigliano. La stessa cute si assottiglia, diventa sensibile facilmente vulnerabile alle infezioni. Una ferita non si rimargina con facilità. In ultimo, per accorciare, le strie sull’addome; come li vedi in foto. Per la tua amica, quanto mi riferisci è poco e privo di riferimenti clinici. Ciao Rosì

Lascia un commento