Creato da ninograg1 il 16/01/2006

XXI secolo?

Vivere e sopravvivere nel nuovo medioevo italiano

Get the Radio DgVoice verticall no autoplay widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

STO LEGGENDO E RACCOMANDO

 

 

siti

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ninograg1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 57
Prov: MS
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 197
 
 

SHINY STATS; TROLLS

DIRECTORY

 

TCPA;OIPA

 
Leggi a questo link

 

      aumenta page rank

 

MOTORI

 immagine Best blogs ranking

 

 

XML, PULIZIA

 Basta! Parlamento pulito  Feed XML offerto da BlogItalia.it  immagine immagine Iscriviti I heart FeedBurner 

 

LIST

  Blogarama - The Blog Directory Powered by FeedBurnerIscriviti a RSS aggiornamenti dal titolo: Powered by FeedBurnerSono membro della AM Blog directory

 

GREENPEACE & ARCOIRIS

immagine immagine BlogGoverno    Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini  

 

 

MATRIX 1

un mondo senza regole e senza confini 

Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/

Scudo della Rete

BlogNews

 

NESSUNO TOCCHI CAINO; PACS

immagine   immagine

 

VARIA GRAFICA

immagineDirectory dei blog italiani

 

BLOGITALIA

          BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Sotto attacco (suicida)

Post n°4029 pubblicato il 27 Giugno 2017 da ninograg1
 

Cos’è questa?
Insipienza? Miopia? Incapacità di leggere il presente? Cosa..
PD: Renzi sotto attacco

Da chi di grazia?
Dagli elettori di sinistra che hanno abbandonato la ditta?
Dagli elettori di centro destra che dovevamo inseguire per vincere (perché vincere è tutto)?

Proviamo a ribaltare il modo di vedere le cose.
Non è Renzo sotto attacco.
E’ il suo ex elettorato, è il PD, sono i valori della sinistra (le bandiere rosse di cui parlava ieri sera Blob) ad essere sotto attacco.
Poi se uno nemmeno adesso vuole vedere le cose come stanno.

Da unoenessuno.blogspot.it

 
 
 

Breve storia delle elezioni

Post n°4028 pubblicato il 26 Giugno 2017 da ninograg1
 

E si finiamo subito il commento sui ballottaggi:

Chi li perde:

  1. Il PD; senza se e senza ma sia dove arrivava avanti che dove rincorreva. E dove vince, Lucca, lo fa per pochissimi voti. Una debacle vera e propria negata dal suo segretario che da un lato dice che non è una sconfitta (porta numeri che se scomposti mettono insieme realtà differenti l'un dall'altra) e dall'altro nega che sia il suo stile a farli perdere.. come a Genova dove il trauma è forte e nessuno a livello locale si sogna di pensare che sia solo un problema locale. Di questi tempi si sa che la non negazione è affermazione assoluta del suo contrario... nnon è un caso che il Segretario non si è fatto vedere in giro altrimenti nemmeno i voti di scuderia avrebbero preso.
  2. La sinistra in generale. Anche qui siamo all'anacronismo perchè divisasi in cespugli e incapace di legarsi dietro un idea da spettacolo di se di come NON si deve vincere e NON si deve combattere non dico per vincere ma per affermarsi... ormai è passata dalla storia al cestino e non ci si rende conto che l'atto finale del riciclo di essa non può che portare i suoi, pochi, voti altrove... dalla lega ai 5 stelle.

Chi vince:

  1. La destra. Berlusconi, da gran furbone qual'è, si è fatto riciclare come alleato e pattista nel futuro governo anti-5 stelle lavandosi in questo modo la coscienza (di questi tempi non vanno molto per il sottile nel PD) e la faccia e ripresentandosi sul palcoscenico come alternativa riuscendo a riprendersi parte dei voti in libera uscita in precedenza verso i 5 Stelle.... è il vero vincitore!!!
  2. La Lega. Già proprio la  Lega; versione 2.0. Stile lepenista che guarda con un occhio a Putin e con l'altro a Trump e.... vince. Senza essa la destra non va da nessuna parte e nememno si fanno i futuri governi!!! Anch'essa ha recuperato voti dai 5 stelle e dal pd ma non ha disdegnato quello operaio... insomma un contenitore nel qale si scaricano le frustrazioni di quella parte d'Italia che è stufa di farsi prendere per i fondelli o degli 80 euri...

Fuori dai giochi:

  1. M5S. A parte Parma, ma non è più parte del moVimento (Pizzarotti visto il buco di bilancio lasciato dai suoi predecessori non se l'è cavata così male.... soprattutto ha vinto stando lontano proprio dai 5 stelle) vince sempre ai ballottaggi.. cui è arrivato. Però l'impressione che da è che la storia d'amore fra 5 stelle e la parte del paese frustrata sia già finita o stia finendo: lasciandosi anche nel peggiore dei modi.... Grillo se n'è accorto e ha già suonato la campanella della fine della pausa pranzo ai suoi e ha già detto che o si fa squadra o si finisce: non potrebbe avere più ragione!!!!

.... insomma siamo alle solite. Gli italiani ondeggiano e a ogni spallata l'edificio s'incrina ma non crolla, purtroppo!!!

 
 
 

Breve identikit dei signori del mondialismo

Post n°4027 pubblicato il 25 Giugno 2017 da ninograg1
 

di | 25 giugno 2017

Il Fatto Quotidiano

Con un’espressione in bilico tra l’onesto riconoscimento della realtà fattuale e l’arroganza propria del potere, così ebbe modo di affermare nel 2011 uno dei massimi miliardari del pianeta, esponente dell’oligarchia ribelle e globalista, Warren Buffet: “La lotta di classe esiste e la mia classe la sta vincendo”. Si tratta, in effetti, di una chiara e ludica analisi del rapporto di forza quale si è venuto riconfigurando nel tempo della ribellione dell’aristocrazia finanziaria ai danni del Servo (classe media e classe lavoratrice) precarizzato, disarmato, riplebeizzato e privato di ogni rappresentanza.

La nuova classe dominante è composta da una masnada di miliardari ultraliberali, petrolieri plutocratici, banchieri apolidi, finanzieri delocalizzati e signori indicussi dell’investment banking e dell’attività di lobbying: tra i quali si possono ricordare Rockefeller, Rupert Murdoch, JP Morgan, Rothschild e la Open Society Foundation del banchiere filantropo George Soros, generoso promotore di molteplici rivoluzioni colorate neo-coloniali made in Usa.

La Open Society Fundation, in particolare, figura come una rete di fondazioni “senza scopo di lucro” (in cui, cioè, Soros stesso può agevolmente investire parte dei suoi profitti sottraendoli al prelievo fiscale). Fu fondata nel 1976, con il dichiarato scopo di “favorire la transizione alla democrazia” dei paesi dell’ex Patto di Varsavia, ossia per combattere il comunismo storico novecentesco come potenza frenante il dilagare del capitalismo americano-centrico: dopo il 1989, il suo scopo resta coerentemente la lotta contro ogni forza reale e simbolica in grado di contrastare l’avanzata mondiale del capitale finanziario (Stati sovrani, eticità, religioni della trascendenza).

Il progetto del gruppo neo-oligarchico mondialista sta nel mantenimento, nella difesa e nell’incremento del proprio interesse privato individuale e, dunque, nell’intensificazione dello sfruttamento e della pauperizzazione delle masse neoschiavili e nell’estensione infinita dei princìpi della crematistica del capitale: perché lo sfruttamento delle masse proletarie e borghesi confluite nella nuova plebe post-proletaria e post-borghese possa avvenire in forma compiuta, esso deve farsi planetario. Deve, cioè, superare ogni confine e trasformare il mondo intero in un immenso “sistema dei bisogni” senza eticità e, dunque, senza più le fonti dell’etica comunitaria, dalla famiglia come sua cellula originaria fondata sull’immediatezza del sentimento allo Stato come completamento supremo dell’eticità regolante l’economia.

 
di | 25 giugno 2017

 
 
 

Quando Rodotà non ci fece sentire soli

Post n°4026 pubblicato il 24 Giugno 2017 da ninograg1
 

di | 24 giugno 2017

Stamani (24/06/2017) Il Fatto Quotidiano pubblica l’intervento di Stefano Rodotà alla serata che organizzammo a Roma il 2 dicembre per il “No” al referendum – indecente – voluto dal pokemon tontolone. C’erano tante belle persone e un clima strano. Bello, ma strano. Temevamo eccome la vittoria del giglio babbeo. C’ero anch’io. Sul palco, insieme ad amici, lessi un pezzo di Calamandrei. Accanto a me, dietro le quinte, tutti gli ospiti. Attori, registi, scrittori, giornalisti, cantanti.Avevamo la sensazione di fare la cosa giusta, anzi giustissima, ma anche di essere destinati a perdere. Ficarra e Picone sdrammatizzavano, Sabrina Ferilli provava a dare fiducia, Moni Ovadia infieriva sul niente (cioè su Renzi). Marco (Travaglio) non voleva sentir parlare di pronostici (e io glieli dicevo apposta, ovviamente ferali, soprattutto a cena dopo la serata a teatro). L’unico ottimista era Freccero, che aveva in mano sondaggi fatti da non so chi: avrebbe avuto ragione lui, per la fortuna di questo scombussolato paese. Anche Tomaso Montanari si mostrava moderatamente ottimista.

Il resto sul Fatto Quotidiano

::::::::::::::::::::::::::::::::



Oggi Stefano Rodotà è passato fra i più.. siamo davvero soli


 
 
 

Il renzismo in breve

Post n°4025 pubblicato il 22 Giugno 2017 da ninograg1
 

Andrea Scanzi su Facebook

Un giorno gli storici si porranno anche domande stupide. Molto stupide. Per esempio: "Cos'è stato il renzismo?". Possiamo rispondergli in tempo reale. Il renzismo (cioè niente) in breve? Una "classe dirigente" di sconfinata pochezza. Anche nei suoi elementi "meno" improponibili. Prendete ieri mattina Omnibus, La7. Fiano, uno di quelli che il Pokemon Tontolone di Rignano manda in tivù nei casi disperati, ammette candidamente all'eversivo Marco Lillo che Marroni (mai indagato) è stato fatto fuori perché ha confermato le accuse. E che probabilmente, qualora si fosse rimangiato tutto contro Lotti, papà Pokemon e derivati, non sarebbe stato rimosso. Poi, resosi conto dell'enormità asserita, abbassa lo sguardo ed elemosina l'aiuto della Sardoni: scena leggendaria e assai emblematica di questi tempi mesti. È davvero torcida imperitura. Lo avesse fatto/detto Berlusconi o un berlusconiano, e lo facevano/dicevano ogni giorno o quasi, certa gente oggi iper-renziana avrebbe marciato su Roma in un parossismo di girotondi, Internazionali intonati da Gad Lerner in babbucce e post-it gialli appiccicati di persona da Don Zucconi. Si vola.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Qualcosa da aggiungere?

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

paperinopa_1974Silvanas52swala_simbajigendaisukeninograg1massimocoppamaracicciamaresogno67woodenshipfiumechevagioia731amici.futuroierimonella0dglaren.13Stolen_words
 

I MIEI BLOG AMICI

- The BoNny
- piazza alimonda
- considerazioni
- Giovani e politica
- vivazapatero
- montagneverdi...
- melodie dell'anima
- bruno14
- *Serendipity*
- Di tutto, di piu'
- Ali Rosse...
- La dea Artemide
- ora ci penso..
- solo per satira; ogni tanto guardo e nn c'era il tuo profilo....
- sterminatore1986
- ossevatorio politico
- blog dedicato ai fumetti: wow!
- neverinmyname
- SOLI CONTRO LA MAFIA
- Gira e Rigira
- Prodi vs SilvioB 3-0
- (RiGiTaN's)
- Job interview
- l'edicolante
- ricambio generazione
- BLOGPENSANTE
- Geopoliticando
- Frammenti di...
- EARTH VIRTU'
- Reticolistorici
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Lapiazzarossa
- Il mondo di Valendì
- Italia democratica
- piazza carlo giuliani
- In Equilibrio..
- PENSIERI IN LIBERTA
- MOSCONISMO
- GIORNALE WOLF
- ETICA & MEDIA
- siderurgika
- Il mondo per come va
- lecosistema...
- MONDO NOSTRUM
- IlMioFavolosoMondo
- *STAGIONI*
- LA VOCE DI KAYFA
- NO-global
- hunkapi
- Writer
- alba di nina ciminelli
- imbrogli i
- ippogrillo
- PENSIERO LIBERO
- Perle ai Porci
- ROBIN HOOD
- Un blog demo_cratico
- Aderisci al P.G.M.I.
- rinnegata
- RESPIRA PIANO
- Anima
- Cose non dette
- PersoneSpeciali
- diario di un canile
- Sassolininellascarpa
- disincanto.....
- Dolci note...!
- STAIRWAY- TO- HEAVEN
- vivere è bello
- bijoux
- mecbethe
- my goooddd....
- ...riflettendo.
- BOBO E ZARA
- la Stella di Perseo
- forever young
- ECCHIME
- Regno Intollerante
- io solo io
- MONICA
- coMizia
- Femminilita
- @Ascoltando il Mare@
- nel tempo...
- Non vinceranno!
- Doppio Gioco
- cigarettes & Coffee
- MOONCHILD
- Avanguardia
- Il Diavolo in Corpo
- Angolo Pensatoio
- Assenza di gravità
- cera una volta
- DI TUTTO E DI PIU
- ORMALIBERA
- FATAMATTA_2008
- TUTTOENIENTE
- ZELDA.57
- Triballadores
- club dei cartoni
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

NON LASCIAMOCISOLI & CHE

O siamo Capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, O DOBBIAMO lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza,perchè questo blocca il libero Sviluppo dell'intelligenza "
Ernesto Che Guevara
  

XXI secolo?

↑ Grab questo Headline Animator

 

IDEOGRAMMA DI PACE; EMERGENCY

GRILLO

  No TAV