Creato da Akilleys il 11/06/2006

SUPPOSED TO BE WHITE

(... un blog che non trova una sua natura...)

 

 

« TRADIZIONI NATALIZIEÉ CHE NON LO CONOSCO »

LA NUOVA PRECARIA

Post n°198 pubblicato il 02 Gennaio 2008 da Akilleys
 

Viviamo in un'epoca in cui il tema della precarietà è quanto mai pressante sulla nostra società. Molti si trovano in situazioni di assoluto disagio a causa di un sistema legislativo che non è basato sulle normali necessità di ogni persona, bensì sugli interessi economici.
E che questi ultimi siano enormi, lo si capisce quando Panorama mette in copertina una giovane e ruspante fanciulla accompagnata dal titolo a caratteri cubitali "Vi sembro precaria?", sottotitolato "Storie di chi con il contratto a termine ha imparato a vivere bene"

Ma la logica di Panorama è tutta speciale, sulla copertina del prossimo numero ci sarà una foto di Tanzi sullo sfondo della sua magnifica villa titolata "Vi sembro un fallito?", sottotitolato "Storie di chi ha saputo investire bene nella sua vita". L'importante è saper comunicare un'immagine, che sia o no rispondente alla verità non importa poi molto.

Comunque, anche la mia azienda naturalmente non ha potuto, anzi non ha voluto sottrarsi a questo trend, ovviamente in proporzioni rapportate ai personaggi in gioco.

Il mio direttore è impegnato costantemente con queste tematiche. Quasi tutti nella mia azienda vengono assunti con un contratto a termine, almeno all'inizio. A certi questo poi viene prolungato di sei mesi in sei mesi, anche per oltre un anno.
Mi vergogno a dirlo, ma la causa di ciò all'inizio è stata mia. Infatti dopo i miei primi tre mesi di prova l'azienda mi aveva proposto subito il contratto a tempo indeterminato, e io -che notoriamente sragiono con una certa facilità- avevo chiesto invece un ulteriore contratto a termine, più sostazioso dal punto di vista economico ma che fornisse loro garanzie di poter sbarazzarsi di me in caso non soddisfacessi le loro aspettative.
Loro allora rifiutarono, e adesso forse memori dell'errore fatto ci pensano davvero bene prima di assumere qualcuno in modo definitivo...

Ad ogni modo c'è a chi va bene. Uno degli ultimi arrivati, il cactus aziendale, è stato fortunato perchè è stato preso subito in via definitiva. Per lui il direttore ha butt... ehm, investito 1500 euro, direi una equa somma quando poi si perdono ore e ore a discutere con i dipendenti del fatto che le trasferte vengono pagate in modo solo parziale. E' noto infatti che il cactus non polemizza sui rimborsi, è un bravo dipendente, lui.

Peggiore è invece la situazione della sua collega Clelia (è un nome di fantasia, per via della privacy...), di cui allego la foto qui a lato, che -poverina- è stata presa solo in prova.

Come rappresentante dei lavoratori, mi son sentito in dovere di parlarle un pochetto, per capire meglio la profondità del suo disagio. Deve essere ben profondo, dato che non mi ha detto niente, evidentemente scossa: mi pareva quasi in stato vegetativo.

Immagino che sarà stata una delle trattative più dure e delicate dell'anno quella del direttore col vivaista, estenuante forse quasi quanto quella col piastrellista (ma questa è tutt'altra storia, che racconterò un'altra volta...)
Infatti il vivaista secondo me è un drittone, e poteva giocare la carta dell'aver la libertà di piazzare le sue candidate anche altrove. Invece di solito il direttore è abituato a contrattare direttamente con gente che ha bisogno di lavoro, e di proporre loro un contratto base, tanto questi non hanno scelta. E' scomodo trattare con intermediari, per quello forse al mio direttore non piacciono molto.

Comunque probabilmente il direttore puntava ad avere sia il cactus che Clelia in prova, e alla fine si son trovati a metà strada, accordandosi sul fogliame della povera Clelia, che tuttora non sa se dovrà cambiare ancora oppure no il suo habitat.

Sì, purtroppo è così che va oggi il mondo del lavoro, proprio per tutti. E questo è sicuramente a causa del sistema eh, non delle persone che lo interpretano. Le persone non sono mai colpevoli, si adeguano solo all'andazzo.


(Per chi non ci credesse, dichiaro che DAVVERO il direttore ha preso in prova la povera Clelia. Siamo ormai di fronte ad un atteggiamento contrattualistico ossessivo compulsivo.)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

AkilleysausdauerMartinoTVgischiovallllinafatamorgana790aciern.antonellafrancesca.gastoldiadequattroTOVARlSHrom3105ansa007nozomi1987SONIA.94luma76
 

TAG

 

Nessuno tocchi Clementina

 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

ULTIMI COMMENTI

 

CONTATTO MSN & MAIL