Creato da Kastania il 07/06/2006

Sex&City 2013

sempre io

 

 

« Questione di lealtàEuforia alcoolica »

Dismorfofobia

Post n°216 pubblicato il 20 Luglio 2007 da Kastania
 

Non c'è stagione più azzeccata di questa per rendersi conto di quanto la dismorfofobia si sia fatta strada nelle nostre vite.

La dismorfofobia è definita come l'ossessione per un difetto immaginario dell'aspetto esteriore.
L'eccessiva preoccupazione comporta una significativa tensione emozionale, isolamento sociale e una deficitaria funzione nella vita di relazione, nel lavoro e nell'istruzione.
I pazienti sviluppano comportamenti ritualistici ripetitivi e ossessivi, come il guardarsi alla specchio, l'acconciarsi in modo eccessiva e il porre frequenti domande per ottenere rassicurazioni dalla famiglia, dagli amici e dai medici.
L'autoconsapevolezza può essere di grado elevato, inesistente o variabile nel tempo. La comparsa del disturbo avviene generalmente durante l'adolescenza ma la patologia può diventare cronica.

Dopo aver letto questa breve definizione, direi che è superfluo chiedervi quante volte, guardandovi intorno, abbiate visto persone affette da questo disturbo. O meglio, da entrambe le forme di questo disturbo.

Perchè, se nella definizione classica rientrano tutte le ragazzine che per un brufolo vorrebbero un trapianto di pelle stile Face/off, che si venderebbero la mamma per un paio di protuberanze alla Pamela Anderson e che credono che il paio di etti superflui che hanno sulle cosce le faccia assomigliare a moderni pupazzi dell'omino Michelin, è altrettanto vero che ultimamente si sta affermando un disturbo parallelo, opposto e non meno inquietante.

Le Gnocche Sempre (e Gnocchi Sempre, per carità, nessuna discriminazione sessual in questo blog.)

Donne convinte che le loro trippette molli di sessantenni ( o di betoniere) siano incredibilmente sexy, così tanto da sentire il bisogno di sottolinearle con piercing inguinali e tatuaggi ruggenti, rigorosamente esibiti fra il top e la minigonna in jeans. Oppure convinte che il triplo mento sparisca magicamente se al di sopra si erge un caschetto color platino stile Carrà.

Uomini che si mettono canotte da basket da atleta ventenne, sebbene la loro misura di reggiseno sia superiore a quella della loro dolce metà. O che si mettono l'orecchino, nonostante col riporto aperto e spaziato del capello ormai rado non faccia esattamente pendant.

Mi agghiaccia l'idea di un adolescente che si vede brutta anche quando non lo è , e non vuole uscire di casa per questo motivo. Ma mi agghiaccia di più la visione di certa gente, totalmente incapace di accettare la transizione alla sedicente età adulta, convinti che vestire giovane sia l'unico must per fermare il tempo.

Dove cacchio è finito l'invecchiare con stile?????

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

CaffettieraSexykimba_tWLapadoveseausdauerSteffffniki312principeazzuroxxxxxslave310Timidoubriacolplay_stationskynet_manPrincipiaMathematicaIrrequietaDfabio1972dglapungi1950_2
 

AREA PERSONALE

 

SHINYSTAT

Contatore sito
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TECHNORATI

Add to Technorati Favorites