Terra senza Tempo

Me, Myself... and mysteries!

 

MSN CONTACT

Per chi volesse, puo' aggiungere il mo contatto MSN:

nushuth_chiocciola_libero.it

vi chiedo solo di lasciarmi un messaggino per dirmi chi siete, altrimenti la richiesta verrà rifiutata,
Non mandate email a questo indirizzo, non lo leggo mai..
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

 

« il mistero delle pietre ...La belva feroce (Belvis ferox) »

Il mistero delle pietre di Ica / 4

Post n°20 pubblicato il 30 Novembre 2006 da sir_simon
 
Foto di sir_simon

Questa quarta puntata è dedicata alle pietre che si occupano di "Antichi continenti". le possiamo considerare come un moderno atlante geografico. Ma prima un po di teoria...

Come sapete secondo la teoria della "deriva dei continenti" di Wegner, i continenti appoggiano su una sorta di "zattere" galleggianti in un mare di magma fuso. Questo determina il lento spostamento di essi, e lo scontro di queste "zattere" provoca l'innalzamento di catene montuose, maremoti e terremoti. Guardando un qualsiasi mappamondo ci possiamo tutti accorgere che i continenti sembrano avere forme molto simili al punto da combaciare quasi perfettamente, come ad esempio la costa est del sud america con la costa Ovest del continente africano.

Per questo motivo i continenti, migliaia di anni fa, non si trovavano nella attuale posizione. Le pietre sembrano mostrare i continenti e le relative "Zolle tettoniche" nella posizione in cui si trovavano parecchie migliai adi anni fa..
A questo punto alcuni esperti, con l'aiuto di simulazioni computerizzate, hanno dimostrato che quella poteva essere (con altissima probabilità) la posizione dei continenti 13 milioni di anni fa.
Sembrerebbero inoltre mostrare continenti che oggi si sono inabissati, e che alcuni ipotizzano si trattasse di Atlantide, Mu, e Lemuria. E le pietre di Ica non sono le uniche a raffigurare continenti perduti.


La straordinaria precisione nel disegnare queste mappe, fa presupporre che possedessero un qualche tipo di tecnologia che permettesse loro di volare. Addirittura oltre l'atmosfera terrestre. Altre pietre infatti mostrano navi volanti, sospese in aria. Secondo il Dott. Cabrera dunque, l'altopiano di nazca non sarebbe altro che un antico astroporto: tale teoria però mi sembra un pochino troppo fantascientifica per analizzarla un pochino piu a fondo.. tuttavia vorrei aggiungere che Il Dott. Cabrera, aveva ipotizzato che le linee di nazca fossero ricoperte di un qualche materiale sconosciuto, resistente a temperature altissime e superconduttore. Tramite un sistema magnetico antigravità avrebbe potuto permettere alle astronavi di scendere in caduta libera senza alcun danno.
Fatto sta che nel 1975, il geologo Klaus Dikudt dell'università di Lima, trovò lungo i tracciati delle linee di nazca frammenti di un materiale scuro. Lo analizzò e scoprì che era infrangiblie, durissimo (al punto da incidere il quarzo) e nello stesso tempo leggerissimo. Aveva reagito in modo strano a tutti gli esami, compreso la sottoposizione a temperature oltre i 4000 gradi uscendone intatto. La composizione di questo materiale, disse, e' ignota. Di sicuro non si tratta di un meteorite.


Alcune di queste pietre sono oggi esposte al museo nazionale dell'aviazione peruviana.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: sir_simon
Data di creazione: 29/10/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

PIERCARLO01pitrelliangelomatriax2004rodolfofiadinoNUSHUTHsir_simonsalvatore1frubino.eliacristiana.bachdisfrancodis2411aramarco85FedererXXX1969msergio0dadopakjackwolf_95
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

MAPS