Creato da christie_malry il 25/07/2013

Empire Of slack

Un poeta non è nulla se non l'ombra di sè stesso

 

 

« VVII »

VI

Post n°213 pubblicato il 16 Gennaio 2017 da christie_malry








Il grano dal lòglio

Phil decise di sortire dal suo guscio di casa anche perché la neve si era
fatta più sottile. Aveva deciso di spostarsi verso Kreuzberg per una
ragione imprecisa e di lasciare Lawrence impelagato nella sua battaglia
interiore. Scese ad Hallesches Tor e cominciò a bighellonare guardando
le facciate dei palazzi. Percorse Gitschiner Strasse, poi prese a destra su
Baerwald e camminò per un bel pezzo impregnandosi della fresca sanità
dell'aria sgomberata dai residui dello smog. Era stranamente eccitato, in
senso fisico. Era un periodo così. Marta gli stava dando tutto e lo portava
verso sommità di piacere solido mentre un'energia a fare, a compiere delle
azioni importanti gli correva per le arterie. Era una strana mescolanza di
sensualità e decisione: tutto gli sembrava decisamente troppo stretto per
la sua personalità in espansione. Era come una locomotiva in piena corsa.
Avrebbe già voluto rivedere la sua ragazza, prenderla con fantasia e rabbia
sul divano, accrescere le ore del piacere. Invece stava svoltando su Gneisenau
e imboccando la grande via con i muscoli tesi e l'esasperazione a mille. Pensò
addirittura di tornare a casa e masturbarsi. Poi, grazie al cielo, il freddo gli
vinse la pelle e pensieri più ordinari vennero ad affollargli il cervello. Sentiva
il bisogno di esaurirsi, di stancarsi, di annullarsi. Le sue riflessioni erano una
fricassea di morte e vita, lavoro ed erotismo, esaltazione e rabbia. Senza
accorgersene era arrivato davanti al Curry 36, un ristorante ben piazzato
e altrettanto affidabile. Aveva fame e decise di fermarsi per godere di un
boccone. Entrò e venne accolto affettuosamente da un cameriere guercio
da un occhio ma bravissimo. Venne portato a un tavolino e iniziò a sfogliare
il menù ordinando in anticipo una grossa birra dunkel. L'atmosfera gli piaceva
e lo pizzicava amorevolmente. Fuori la solita pioggerellina di fiocchi smagliava
l'aria fresca. Ordinò delle salsicce con patate e allungò le gambe sotto al
tavolo. Si sentiva grintoso e cominciò a pensare a suo fratello, sentimentalmente
baraccato, spiazzato, confuso e congestionato dai sensi di colpa. Lui, almeno,
era felice e soddisfatto e si sentiva appagato dall'esistenza che menava. La
sua ragazza era stabile e tutt'altro che ambigua, schietta e specchiata si
tirava fuori dal casino in cui stavano intrecciati Lawrence e Costanza. Già,
Costanza...Ma non era lei che gli stava di fianco, in piedi, proprio in quel
momento? Si grattò il pomo di Adamo, si raschiò la gola  e si passò le
mani sugli occhi ma Costanza era proprio lì, alta come Marta, bella e
finemente sciupata come Marta, affascinante come Marta. "Che succede?
Mi stai seguendo?" Fece lui. Lei nemmeno sorrise ma prese una sedia
accomodandosi al suo fianco e ordinando una vodka Cossack doppia.
"La ragione?" Fece lui. "Mi riscalda e mi fa la punta ai pensieri." Fece
lei, improvvisamente ammiccante e con lo sguardo torbido.








(Continua)










 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 59
 

ULTIME VISITE AL BLOG

stellasonia0attore49gipsy.mmspageticlock1991massimo.sbandernosisyphus13surfinia60Lutero_Paganoannamatrigianopa.ro.leadele.camisaniprefazione09lascrivananodopurpureo
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie infinite :)
Inviato da: christie_malry
il 23/06/2017 alle 15:43
 
Grazie. Questo, purtroppo è il mio ultimo racconto lungo su...
Inviato da: christie_malry
il 23/06/2017 alle 15:43
 
eccomi dopo tanto ... e con calma leggerò tutto grazie...
Inviato da: stellasonia0
il 29/03/2017 alle 00:14
 
Finale sorprendente per una trama che gia' dall'...
Inviato da: oltreL_aura
il 04/03/2017 alle 15:16
 
Considerami già prenotato :-)
Inviato da: Lutero_Pagano
il 20/02/2017 alle 20:30
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom