Creato da christie_malry il 25/07/2013

Empire Of slack

Un poeta non è nulla se non l'ombra di sè stesso

 

 

« VIVIII »

VII

Post n°214 pubblicato il 17 Gennaio 2017 da christie_malry






Il grano dal lòglio

"Mai bere a stomaco vuoto". "Lo dice anche mia madre." "Al massimo
potrei essere tuo fratello." "Hai già un fratello...non ti basta?" Phil capì
che i nodi stavano arrivando al pettine, ma davvero non riusciva a
decifrare l'espressione languida di Costanza. "Non mangi? Non hai
fame?" "Più tardi. Forse qualcosa..." "Senti, mi dispiace per quello che
sta capitando con Lawrence." "Cosa significa? Mi compatisci. non ho
bisogno di stronzate mielose." Phil sentì le dita magre di Costanza
sfiorargli la coscia sinistra mentre arrivava la vodka doppia per la ragazza.
Lei ne vuotò metà in un sorso, poi insistette a toccarlo sul tessuto dei
pantaloni sempre più verso il centro. Il giovane uomo sentì la mente
entrare improvvisamente in un black-out, il cervello farsi gelatina e le
gambe iniziare a tremare. "Che significa tutto questo?" Biascicò, ma
fece fatica a riconoscere la propria voce talmente si era ridotta a un'esile
e sottilissimo falsetto. Costanza tolse improvvisamente la mano e sorrise.
Poi vuotò il rimanente del superalcolico. "Ti ripeto: mi stavi seguendo?
Cosa vuoi da me?" Lui aveva ripreso forza non appena lei si era staccata
e nell'istante che arrivava la sua portata. Sorseggiò la birra, pesante e scura
come le sue riflessioni, mentre lei si era improvvisamente alzata spingendo
indietro la sedia: "Conta di più la tua integrità o la passione?" "Qui ci deve
essere una trappola..." Disse sottovoce Phil, inorridito. "Una trappola? Beh,
fratello, sai dove abito e adesso tornerò proprio là. Oggi attacco tardi il lavoro,
se vuoi passare a farti un drink sai che ci sono, fino alle sei. Io e te abbiamo
bisogno di parlare." Poi si diresse con la falcata precisa delle sue lunghe
gambe verso la porta d'ingresso del locale. In un attimo era sparita lasciando
solo il lievissimo eco dei vetri e lo stupore a mezza bocca di Phil. Lo stomaco
gli si era chiuso e masticava la salsiccia come fosse un pezzetto di plastica
rosa. Comunque si impose di non dare nell'occhio e, con grande sforzo, prese
a terminare il pranzo. Quando fu alla cassa per saldare il conto si rese conto
che la dunkel nera gli aveva ammorbidito le ginocchia e ottuso i sensi di colpa.
Ordinò al banco una vodka Cossack e la ingurgitò d'un colpo solo. Poi salutò
i gentili tenutari e prese la strada. Un tiepido sole stava spuntando dopo il
rimescolio dei fiocchi sottili e gli ferì per un attimo le pupille grazie al riflesso
sul ghiaccio. Stando attendo a non scivolare cercò di orientarsi con i pensieri
ma fu solo in grado di accendersi una sigaretta e osservare gli anelli di fumo
uscirgli dalla bocca. Un brivido lo stava percorrendo tutto: era paura ma
anche esaltazione; era a un tiro di schioppo da Oranienstrasse e Costanza
lo stava attendendo, per fare cosa Dio solo lo sapeva. Scopare? Impossibile
pensò. Una situazione troppo perversa e intricata. Eppure quelle dita sulla
coscia...fantasie! tagliò corto...Era sempre stata una provocatrice e una
tipa acidamente scherzosa. Era il suo modo di fare...anche quello che era
avvenuto al Curry 36. Si accorse che il mozzicone di cicca gli stava bruciando
le dita e lo scaraventò a terra sibilando una bestemmia. Il casino si era
impadronito della sua vita ordinaria e felice e lo stava mordendo all'orecchio
versandovi, al contempo, parole viziose. Gli venne la voglia di urlare forte
 ma invece si incamminò verso Oranienstrasse.







(Continua)









 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 59
 

ULTIME VISITE AL BLOG

stellasonia0attore49gipsy.mmspageticlock1991massimo.sbandernosisyphus13surfinia60Lutero_Paganoannamatrigianopa.ro.leadele.camisaniprefazione09lascrivananodopurpureo
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie infinite :)
Inviato da: christie_malry
il 23/06/2017 alle 15:43
 
Grazie. Questo, purtroppo è il mio ultimo racconto lungo su...
Inviato da: christie_malry
il 23/06/2017 alle 15:43
 
eccomi dopo tanto ... e con calma leggerò tutto grazie...
Inviato da: stellasonia0
il 29/03/2017 alle 00:14
 
Finale sorprendente per una trama che gia' dall'...
Inviato da: oltreL_aura
il 04/03/2017 alle 15:16
 
Considerami già prenotato :-)
Inviato da: Lutero_Pagano
il 20/02/2017 alle 20:30
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom