Creato da mumonboard il 04/02/2011

step by step

avventure semiserie di una mamma, condivisione di idee e materiali

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

FOTO

Le foto presenti in questo blog, recanti la firma "mumonboard", sono opera mia e credo che si possa anche vedere :) Il resto è reperito liberamente dal web.

 

 

« Lingu PinguOggi c'è il sole »

Cose che vorrei che le mie figlie imparassero sull’essere donna.

Post n°23 pubblicato il 08 Marzo 2011 da mumonboard
 

 

Per me questa festa non ha un gran valore. Credo che l’unico merito che abbia, sia quello di costringere le persone a pensare almeno per qualche secondo, a quello che ancora non va nel mondo femminile.

A me consente di pensare alle cose che vorrei far capire alle mie figlie, rispetto all’essere donna, ai valori che vorrei trasmettere loro, a come mi piacerebbe che intendessero la femminilità.

1)      Vorrei che pensassero che essere donna non è uno svantaggio.

2)      Vorrei che pensassero che essere donna, non significa essere libera di andare in giro seminude ed esserne fiere.

3)      Vorrei che capissero che la dignità è il loro più grande valore e più ne mantengono, più possono essere fiere di loro stesse e di conseguenza essere LIBERE!

4)      Vorrei che imparassero a non farsi usare, né manovrare da qualunque persona che si considera una “mente superiore”, perché nessuna mente è superiore.

5)      Vorrei che fossero sempre in grado di esigere il rispetto per sé stesse e che capissero che non è mai giusto mettersi in una condizione di inferiorità.

6)      Vorrei che imparassero ad essere capaci di amare, nel modo giusto, senza annullarsi, ma con la complicità e la complementarietà che può esistere solo nelle storie d’amore vere.

7)      Vorrei che imparassero a perdonarsi, se non riescono ad essere sempre perfette ed impeccabili, perché non sono né esseri angelici, né esseri divini, ma sono esseri umani e in quanto tali hanno tutto il diritto anche di sbagliare, senza che nessuno si senta in diritto di crocifiggerle, solo perché sono donne.

8)      Vorrei che imparassero a rispettare sé stesse e gli altri e che non si mettessero mai nella condizione di mancare di rispetto agli altri, perché le prime vittime sarebbero proprio loro.

9)      Vorrei che capissero che la maternità non è una colpa, né uno svantaggio, né un peso, ma una gioia grandissima, purchè avvenga nel rispetto di un amore vero, non danneggi nessuno e soprattutto, non sia il risultato di una mera compravendita. Perché quello è l’unico caso in cui diventare madri, secondo me, è sbagliato.

10)   Vorrei che imparassero presto a riconoscere chi non è in grado di amarle, perché troppo impegnato ad amare sé stesso, chi crede di avere sempre tutte le risposte, chi non ha tempo da dedicare, né attenzioni da prestare. E che non perdessero nemmeno un minuto a cercare di ottenere amore da simili persone. Perché è impossibile.

11)   Vorrei che non gli mancasse mai il coraggio, perché ce ne vuole tanto, specie quando si ha paura di essere sole.

 

Questa non è una classifica, per me ogni cosa che ho citato su, è sullo stesso piano.

E rivolgo l’augurio di una vita felice ed appagata a tutte le donne.

Buona festa delle donne.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelaf1978raffyl71profumeriafloreeIgea58pirinzinastudiobalduzzocassetta2meg.65rnbolognamucca.rosaiiSITTING_DUCKtrick73annarosa_napcorrado.cantonlucio.masenadore
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom