L’ultima nata…..

Nuova variante Nu del Covid, Salmaso a Fanpage.it: C'è la possibilità che  possa eludere il vaccino

Ci risiamo. Punto e accapo ? Abbiamo imbavagliata la variante Delta ed ecco che ne compare una nuova che al momento assume il nome di  Variante NU”, in ordine alle ultime lettere dell’alfabeto greco. Dobbiamo avere paura? Non sono certo io a fornire informazioni confortanti, ma neppure da panico.  Dobbiamo metterci in testa che i Virus, similmente a tante altre entità che occupano il pianeta, si evolvono  per selezione naturale: si  modificano  ammucchiando mutazioni e si differenziano in progressione in base alla loro  capacità di sopravvivere e di riprodursi in ambienti  disparati. Chiediamoci dunque, perchè il virus muta?! Questi nano esserini mutano perchè tutte le volte che inefttano replicano, quindi procreano una copia del proprio materiale genetico- RNA nello specifico del Sars-cov-2-Durante queste replicazioni è possibilissimo, che avvengono delle mutazioni, che sono, errori di “battitura” nella copia  del filamenti di DNA ed RNA. Questo processo avviene spesso, ma non sempre, perchè molte mutazioni possono rivelarsi neutre o addirittura dannose per il Virus stesso. Epperò può succedere che qualche mutazione- indipendentemente dal numero – si rivelino vantaggiose per il virus, perchè in esso aumenta la “competitività”, ovverosia, modificando la sua capacità a replicarsi, la sua trasmessibilità la sua capacità di infettare e la sua virulenza.

E allora ? Allora, questa variante emergente, che presenta 32 mutazioni, non è detto che siano mutazioni a “lui” vantaggiose, perchè possono essere neutre….ma anche che possano eludere  l’azione dei vaccini.

In conclusione, aumentiamo la nostra attenzione, con le armi che disponiamo, e attendiamo ulteriori notizie dagli esperti.

L’ultima nata…..ultima modifica: 2021-11-26T17:11:59+01:00da un_uomonormale0

10 pensieri riguardo “L’ultima nata…..”

  1. Carissimo Peppe, poco fa ho seguito una intervista a un noto scienziato, il quale dichiara che questa variante ha un aspetto per niente rassicurante, perchè, potenzialmente capace di perforare la capacità immunitaria dei vaccini attuali. Tu mostri qualche fessura di speranza, la qual cosa è sicuramente un bene, ma la realtà pare faccia a pugni col tuo pensiero. Di’ qualcosa….Grazie. Gina

        1. Ciao Rosì, bene così, stai in casa e riposati. Ti senti serena ? Bene, è così che si deve essere. La paura non deve esistere. La scienza merita la nostra fiducia. Una cosa è certa, e cioè, che i vaccini attuali ci garantiscono molte probabilità di non finire in ospedale e anche di evitare l’ultima evenienza. Coraggio. Ciao Rosì

          1. Mia cara Gina, le probabilità, allo stato, che questa variante sfugga dalla sorveglianza dei vaccini, ci sono, ma ci sono pure le probabilità che la protezione persisterà, quanto meno per non finire in ospedale o peggio l’altra “opzione “. Dai, i ricercatori ancora una volta si supereranno. Un dato, tuttavia, vorrei sottolinearlo, e cioè, che il virus sarà per sempre tra di noi, e che da questa situazione non credo ne usciremo prima del 2023. La notizia buona è, che il virus siamo riusciti a tenerlo in recinto, quindi endemizzato. Necessita accelerare ulteriormente sulle vaccinazioni. Buona serata a te.

  2. A questo punto, non si può essere che allibiti, ma non bisogna perdere la speranza e lottare ancora e ancora con coraggio. Il male, come del resto il bene, sono categorie mai eterne. Non possiamo fare altro che agire correttamente, per quello che ci si richiede e pregare di salvarci, in questa contingenza tanto preoccupante e dolorosa che si è abbattuta sul mondo e che l’arroganza e la stupidità umana ( le due caratteristiche vanno sempre a braccetto, purtroppo!…) hanno, per gran parte, favorito. Ancora grazie per il tuo infonderci serenità, caro Dott. Ciao.

    1. Mia cara, ti ringrazio per le tue parole. Dici bene, che male e bene sono intrecciate come la vita e la morte, ma su questa problematica dobbiamo indossare l’abito della “Fiducia” e della “prudenza”. Su questa variante, per adesso ci sono poco notizie a disposizione, quindi, per il momento abbiamo soltanto una cosa fare:” Continuare a stare in allerta, e adottare le misure ormai stranote. Una domanda verrebbe da porsela, comunque, e cioè, quali saranno mai le ragioni per cui dal continente africano sia arrivato un ceppo con 32 mutazioni. Cosa rispondere ? Beh, dovremmo capire il linguaggio che usano i Virus; cioè, come ragionano- mettiamola così- Il nostro ormai “amatissimo” virus, possiede grande capacità di mutare soltanto se si replica e non poco ma moltissimo; diversamente sta quieto e tranquillo. E allora, l’Africa, enorme continente, dove è carente il controllo diagnostico tanto meno di vaccini disponibili; non solo, ma dove esiste un’alta percentuale di immunodepressi per patologie infettive regnanti. In queste condizioni, il Virus trova spazi per fare “gli affari suoi” e cioè aumenta la sua attività replicativa, di conseguenza di mutazione. Come ho detto in precedenza, e che io annovero tra le informazioni “confortanti” è, che per un virus fare mutazioni non vuole sempre significare che sono a suo favore. Mi spiego. In questi due anni abbiamo letto, ascoltato di tante mutazioni e tante varianti. Ebbene, considera, mia cara, che queste non sono altro che “un-miliardesimo” di tutte le mutazioni che il virus si “fabbrica” ma che noi non vediamo appunto perchè, sono mutazioni per niente a favore del virus per cui finiscono nel “nulla”. Unica la domanda che gli esperti si pongono, e cioè, se questa variante possa sfuggire alla protezione che ci siamo costruita. Direi di si, quanto meno, non ci manderà in ospedale o peggio nell’aldilà. Abbi fede cara.

Lascia un commento