Community
 
falco58dgl
   
 
Creato da falco58dgl il 26/09/2005

Writer

Blog di narrativa, suggestioni di viaggio, percorsi interiori, sguardi sul mondo.

 

« L'alba dei popoliIl giorno della (mia) memoria »

La nostra situazione attuale...

assenzio

("L'assenzio", E. Degas)

Ieri sera sono andato al cine. Ho visto un film, ambientato a New Iork, che raccontava una vicenda di "sexual addiction", la storia di un giovane uomo dipendente  dal sesso, che sostituisce i sentimenti e il desiderio con congiungimenti carnali occasionali e freddi. L'importante, come in tutte le dipendenze, è trovare oggetti sostitutivi che coprano la difficoltà di vivere, di rapportarsi in modo creativo e soddisfacente con la propria realtà.

Uscendo dal cinema, mi è venuto da pensare al nostro paese, alla fase che stiamo vivendo, ai timori di povertà e di perdita che stiamo collettivamente vivendo. Timori che non sono più solo psicologici o imputabili a un riflesso difensivo di categorie che sentono minacciate le proprie rendite di posizione, ma che  sono reali, mordono la carne viva delle nostre vite, delle nostre economie famigliari, insidiano le prospettive di futuro. E' anche per questa ragione che le persone si affidano a nuove forme di dipendenza, a vecchie scommesse mascherate da nuove patologie, come quella del gioco d'azzardo ("gratta e vinci", superenalotto, slot machine, poker online, totocalcio, totip) che ormai generano un volume finanziario vicino ai 70 miliardi di euro l'anno, il 5% della ricchezza nazionale annuale, incamerati in massima parte dallo stato. 

Ma, oltre al gioco, ci sono nuove dipendenze innescate dalla crisi: in primis quelle affettive, favorite dalla frantumazione dei rapporti che lo scenario attuale provoca, che consistono nel rimpiazzare i rapporti consapevoli con proiezioni illusorie alimentate dalla nostra insicurezza e quelle del rapporto col cibo (anoressia, bulimia), con le nostre consuetudini (difesa regressiva del nostro territorio, consumo eccessivo di televisione e internet, shopping compulsivo) o con le nostre ansie (dipendenza da ansiolitici e antidepressivi, consumo eccessivo di alcool, di sigarette, di caffé).

Ognuno di noi può riconoscersi in questi profili che ormai coinvolgono la maggioranza degli abitanti del pianeta e che rappresentano le nuove frontiere dell'infelicità, i diaframmi collettivi che frapponiamo tra noi e la nostra ricerca di senso, di inclusione, di realizzazione personale, di progettualità e di soddisfazione dei desideri.

Camminando per il centro di Torino (non faceva neanche troppo freddo, l'elegante cornice di piazza Bodoni era percorsa da gruppi di giovani che si spintonavano, si rincorrevano schiamazzando con bicchieri di birra e bottiglie in mano) pensavo a tutto questo, al mondo desolante che stiamo lasciando ai nostri figli, a come l'Italia stia diventando un paese feroce e ostile, soprattutto per loro e per le loro aspirazioni, stretti come sono tra un presente privo di opportunità e un futuro che riserverà ai più fortunati una vita precaria e incerta.

Eppure non posso accettare che questo sia diventato il nostro orizzonte di vita, intendo dedicare la terza parte della mia vita alla costruzione di un progetto che permetta di aprire qualche spiraglio nel presente plumbeo che cinge il nostro quotidiano come una camicia di forza invisibile.

W.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/AltreLatitudini/trackback.php?msg=10999471

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 22/01/12 alle 16:08 via WEB
Caro Claudio, sapessi come mi sento io, che sento e avverto tutto questo in maniera molto forte. Tu sai la mia situazione... Ma io dico, che è proprio in questi momenti che bisogna sul serio, dare fondo a tutta la nostra forza e risorse. A presto. Roberta
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Writer il 23/01/12 alle 19:25 via WEB
M'immagino che la tua situazione sia parecchio difficile, Roberta, ma non hai perso la voglia di lottare e di sperare in un mondo più decente. Per questo ti stimo, per questo ti voglio bene.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Roberta il 24/01/12 alle 00:31 via WEB
Grazie Claudio! Ti voglio bene anche io, davvero. L'affetto può avere vari gradi e livelli. E sembra facile, scriverlo qui. Siamo tutti lontani e vicini solo con la tastiera: ma la tastiera sà portare anche i cuori, e stasera io ho trovato il tuo. E le tue parole, che so' sincere, al di là dei caratteri e difetti di ognuno di noi, mi fanno un gran bene. Sai, hai detto "giusto", è una spinta dentro che sento, anche quando tutto va male e crolla, sento una spinta a credere ancora in qualcosa di decente, anche nel genere umano. Anche quando vengo disattesa. Mi aspetta una grande prova, Claudio. L'ennesima. So' di poter contare su di te, almeno sulle parole, e sulla tua e.maiL. Scusa se non ti ho mai più scritto. Ma so' che sai comprendere, il tempo.. me. Ma è una sicurezza. Ci siamo, in qualche modo. Buona vita e buone cose, caro Writer. p.s. una piccola curiosità: è shame? il film che sei andato a vedere? sicuramente sbaglio. Ciao! e buona notte. Roberta
 
     
falco58dgl
falco58dgl il 24/01/12 alle 20:01 via WEB
Certo che puoi contare su di me, Roberta. Non esitare a scrivermi per qualunque cosa. Come sai, mi fa piacere ascoltare e, nel limite del possibile, dare rimandi utili. Il film a cui mi riferivo era proprio "shame": bellissimo da un punto di vista delle sequenze cinematografiche, ma tremendo nella sua rappresentazione della dipendenza e della solitudine attuali. ciao. W.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alan il 23/01/12 alle 15:59 via WEB
Hola querido Tio, soy Alan. Fijate que ahora estoy aprendiendo italiano, a traves de podcasts en internet. Acabo de leer este ultimo post que escribiste y me parecio tan fascinante, acertado y poco triste. Hace tres semanas estuve en Mexico y tuve la oportunidad de ver como alla tambien muchisima gente esta adicta a la apuesta... una verdadera tristeza. Por otra parte la situacion que se vive en Estados Unidos es devastadora tambien pues cada dia la gente se hace mas dependiente de aparatos tecnologicos y en general tienden a interactuar cada ves menos con otras personas y sobretodo con la naturaleza. Me da mucha alegria saber que estas construyendo un proyecto que pueda ir en contra de esa corriente. Por lo pronto, seguire leyendo tu blog con mucho orgullo, pues eres un magnifico escritor! te quiere, Alan
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Writer il 23/01/12 alle 19:30 via WEB
Hola, Alan, que gusto leerte en las paginas de mi blog! Las dependencias (apuestas, drogas,afectivas, telématicas)se estàn desarrollando en todo el mundo y se estàn volviendo un paradigma del malestar y de las condicione actuales de los hombres y de las mujeres de este planeta. Espero que estès bien y te deseo una vida cercana a tus deseos. Un abrazo. Claudio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alan il 24/01/12 alle 15:50 via WEB
Es un placer leer tu blog Tio! Yo estoy bien, trabajando en Austin, Tx y contento de saber que pronto visitaran Mexico. Pues si, sin duda alguna las dependencias mas modernas se estan volviendo en un virus. Muchas gracias por tu deseo, de la misma manera te deseo siempre lo mejor !
 
 
falco58dgl
falco58dgl il 24/01/12 alle 20:03 via WEB
Qué estàs haciendo en Austin, Alan? Nosotros viajaremos a México en el mese de Julio, tengo muchas ganas de volver en un pais que considero mi segunda patria. Un fuerte abrazo, lo mejor para ti. W.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alan il 25/01/12 alle 15:50 via WEB
Estoy trabajando en Dell, en el sector de Latinoamerica con un grupo de brasilenos. Ahora mi hermano Carlos Alberto se acaba de venir a Austin a vivir conmigo. Se transfirio de la UNAM para la Universidad de Texas y esta estudiando sociologia. Que gusto en verdad que vayan a ir a Mexico y que aprovechen tanto el pais en cada visita. A veces a los mexicanos se les olvida lo hermoso y diverso que es el pais. Como esta la situacion por alla? Como va tu trabajo? Un gusto saber de ti Tio! Un abrazo,
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

FREE BURMA!

free burma

 

 

 

 

 

 

 

 

SOSTENIAMO LA RESISTENZA BIRMANA!

 

IL MIO ROMANZO

 CLAUDIO MARTINI
"DIECIMILA E CENTO GIORNI"
 BESA EDITRICE

il mio romanzo 

 

INCIPIT

Gioco narrativo

 

 

 

 

 

 

Scrivi un racconto a partire dall'incipit!

Elenco Partecipanti

Elenco  Racconti

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

falco58dgllocutus_of_borg_1974vaniloquiolizmnsintes0woolf64viola_979gabriel611sandro20060sergio.terrydolce_pesoestratto_di_una_vitalatortaimperfettaKimi.777
 

COME ERAVAMO

Gioco Letterario

Scrivi un testo sugli anni '80

Ricostruiamo il passato recente
con i nostri racconti

Elenco dei partecipanti

Elenco dei racconti

 

AREA PERSONALE

 
Writer
 

I MIEI LUOGHI

I miei luoghi m’appartengono, fanno parte di me. Ma io non sono in loro.
Io passeggio inquieto sulla scorza del mondo, mentre mi avvicino
lentamente ai cinquant’anni
.

Scrivo per ricordare.

I miei luoghi

Writer 

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie, Roberta. Un forte abbraccio e un augurio di buona...
Inviato da: Writer
il 21/07/2014 alle 13:24
 
buone vacanze e a presto. R.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 20/07/2014 alle 23:36
 
Beato te!
Inviato da: Roberta_dgl8
il 20/07/2014 alle 23:36
 
Ciao, sono contento di ritrovarti su queste pagine. Le...
Inviato da: Writer
il 11/06/2014 alle 17:49
 
fantastiche immagini, la natura sa sorprenderci sempre. E...
Inviato da: altro_che_mela
il 10/06/2014 alle 03:15
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 237
 

AVVERTENZA SUI TESTI

I TESTI PUBBLICATI SU QUESTO BLOG (TRANNE ESPLICITA INDICAZIONE) SONO PROTETTI DAL COPYRIGHT. FANNO PARTE DI LIBRI PUBBLICATI  E PROTETTI DALLE ATTUALI NORMATIVE  SUL  COPYRIGHT.

SI PREGA CHI VOLESSE RIPRODURLI O CITARLI DI INFORMARE PREVENTIVAMENTE L'AUTORE CHE SI RISERVA LA FACOLTA' DI  CONCEDERE O NEGARE L'AUTORIZZAZIONE

(in seguito a uno spiacevole episodio
avvenuto su un blog della community)

 

LA RECENSIONE

usumacinta

DIECIMILA E CENTO GIORNI
Storie di uomini tra Italia e America Latina
di MARIA PIA ROMANO

Un tuffo che ha il colore del giallo ocra e del verde intenso, di mandorle amare, schizzi di sudore e deliri di lacrime. Di Italia ed America Latina, di viaggi e di fughe, di ritorni e di allontanamenti. Di esaltazione di popoli, di passioni e grida senza voce nella notte. Del blu e dell'azzurro di cielo e mare. Gli stessi che guardano fluire i giorni, i diecimila e cento giorni, mentre la brezza marina scuote il pino le cui radici restano annodate alla terra. All'amore, alla ricerca costante che dà un senso alle cose, alla vita che è fatta di scenari che cambiano, di sogni di libertà da
condividere con i compagni, di ansie e sconforti segreti, che si affondano nel dolore della bulimia, ingurgitando per rabbia e insoddisfazione cibi di cui non si riesce a percepire il sapore. Emersione, immersione, navigazione, approdo: in quattro sezioni si snoda avvincente la narrazione, che racchiude un arco di trentaquattro anni, dal 1970 al 2004.

E' uno di quei libri che si vorrebbe non finissero mai i "Diecimila e cento giorni" di Claudio Martini, edito da Besa. Ti capita tra le mani e lo leggi d'un fiato, perdendoti in quei nomi che diventano subito uomini e tu li ascolti e li vedi soffrire, gioire, respirare, far l'amore. Destini che s'incrociano e si salvano a vicenda, in un costrutto narrativo di suprema bellezza.

Ci sono immagini che s'imprimono nitide e vere nella mente, mentre insegui il tuo cuore rapito dalle storie. Storie di uomini. Storie che vengono fuori in una sorta di "stream of consciousness", in cui più che la cronologia conta il tempo interiore, che ti porta direttamente dentro le porte delle loro case e ti dischiude l'universo dell'anima. Fotogrammi sospesi tra un'Italia che si chiude dietro un perbenismo di facciata e cela solo irriguardose marginalità ed un'America Latina che grida la sua libertà con fierezza sconcertante, mentre è ancora oppressa da un macigno sul cuore che non la fa respirare.

Lo psicologo di origini tarantine, che ha una lunga esperienza di lavoro all'estero, proprio in America Latina, scrive di Perù, Nicaragua, Messico, Kosovo, Italia con la penna guizzante di una grande intelligenza che, come lama, squarcia la cortina dell'indifferenza dei tanti.

 

 
 

CITTA' D' EUROPA

                             Sagrada familiaimmagineimmagine

 

CITTA' DEL MONDO

immagineimmagineimmagine immagine
 

YA BASTA!

immagine

Ezln

 

IL MAESTRO

immagine

                                                         Jorge Luìs Borges

 

VULCANI

immagineimmagine

immagine                                         

 

I MIEI BLOG AMICI

- Passaggioanordovest
- antonia nella notte
- dagherrotipi
- Sconfinando
- LA VOCE DI KAYFA
- specchio
- elaborando
- musica e altro
- A occhi chiusi
- L'anticonformista
- Funambola
- Sunrise
- IL Blog DI ZAYRA
- Città-ragnatela
- saltu_aria_mente
- CARPE DIEM
- RACCONTO E ASCOLTO
- Figlia del Mare
- Una mela...
- Frammenti di...
- FATTERELLI-SECRETI
- Quando
- RUNA DELLE STREGHE
- Diavoletto in cielo
- Esmeralda e il mondo
- IL MIO MONDO .......
- Il diario di Nancy
- RiflessiDigitali
- Chiedo asilo.....
- Pensieri di vento
- parole e immagini
- Canto lamore...
- La parola...
- XXI secolo?
- Crysalis-blog
- Tatuaggi dellanima
- Espressioni
- bippy
- SILENZIOSAMENTE
- SBILANCIA_MENTI
- Zib@ldone
- RUGIADA
- come le nuvole
- LA SFIDA
- bruno14
- Webbos land
- Pensieri in libertà
- AndandoPerVia
- altrochemela
- *STAGIONI*
- Semplicemente Heazel
- Il VENTO dellOVEST
- Scintille
- Il mondo per come va
- TAM-TAM PEOPLE
- poesia infinita
- Dietro langolo
- RASNA
- bloglibero
- SPRINGFREESIA
- LA RIVA PIETROSA
- Cherrys jam
- PassaggioaNordOvest
- AREJAR
- pensieri
- alogico
- di arte e di poesia
- parole imprigionate
- anchio
- sanguemisto
- Angelo Quaranta
- le vide
- MIO DIO!!HO UN BLOG!
- LA MIA SICILIA
- SPIAGGIA LIBERA
- pezzi di pezzettini
- Alla ricerca...
- espe dixit
- MAI DIRE MAI
- Choke
- PASTELLIECRISTALLI
- pensieri
- N u a g e s
- Pensieri.Femminili
- visionarte
- Sofficisoffidivento
- fili derba
- Lollapalooza
- Taranta
- Phraxos
- librini
- Mezza linea
- Il Gioco del Mondo
- TAZEBAU
- ALABURIAN
- Rolling word
- Non solo Gialli
 

SOSTIENI EMERGENCY!

EMERGENCY

effettua una donazione  per consentire a Emergency di sviluppare i propri progetti di sostegno alle vittime della guerra http://www.emergency.it/

 

 

DIRECTORY E CLASSIFICHE

Googlerank, pagerank di Google

 Writing Blogs -  Blog Catalog Blog Directory
Blog Directory & Search engine 
immagine

Add to Google

Top 100 Italia di BlogItalia.it e   Technorati