Creato da DONNADISTRADA il 10/09/2008

Silena DalFinestrino

visioni e immagini del mondo.. Quasi sempre la fotografia parla più delle parole.Un buon viaggiatore è colui che non sa dove sta andando. Lin Yu-t'ang

 

« Vagabonda.reE POI NORD »

cambio titolo al blog

Post n°447 pubblicato il 21 Novembre 2015 da DONNADISTRADA
 

18 novembre

Sono arrivata a Varsavia e ho finalmente raggiunto la casa. All'aeroporto tirava un vento fortissimo. Ho preso la navetta e poi il treno per la città. Il vento e la pioggia sono cessati e non fa per niente freddo. Ho preso poi il treo locale ma non ho trovato l'autobus 225. In un panificio ho acquistato una pizzetta e ho tentato di fermare un taxi. Alla stazione centrale mi sono emozionata per essere tornata a Varsavia dopo tantissimi anni. Nella casa c'è un altro ospite italiano. Si è affezionato alla città e adesso è qui da un mese. Mi parlano del freddo gelido soprattutto a gennaio e febbraio. Sopravvivrò ?


19 novembre

Oggi a Varsavia ho preso l'autobus per andare all'ambasciata russa. Non è l'ambasciata ma il consolato. Al consolato, chiuso, dal citofono mi dicono che avrei dovuto chiederlo al mio paese per via elettronica e alla mia risposta che avevo nel mio paese chiesto e per via elettronica di fare il visto a Varsavia allora mi dice:
Ok I understand , mi dice, ma devo andare a circa tre metri che c'è l'information desk. Cerco un ufficio o un banchetto ma non trovo nulla nell'arco di cinquanta metri e torno a parlare con il citofono. Alla fine l'uomo che rispondeva dal citofono decide di uscire e mi mostra una bacheca accanto al cancello chiuso, sempre lui da dentro le sbarre e io fuori. Mi dà anche un bigliettino da visita con l'indirizza dell'ufficio che si occupa dei visti.
Raggiunto il nuovo ufficio, faccio la coda per presentare i documenti e, l'assicurazione dev'essere in inglese e non in italiano, la lettera di invito che mi ha mandato l'ostello di san petersburg non contiene il nome di tre città che intendo visitare con i relativi indirizzi degli ostelli e poi tornare, il visto si fa in una settimana.
Allora faccio un giro a piedi e raggiungo una zona centrale di Varsavia, scopro una latteria dove servono da mangiare a self service. E' ancora troppo presto, sono le 10 di mattina, continuo il giro e decido di tornarci poco prima di mezzogiorno. La prima volta che avevo viaggiato da sola in Polonia, nell'estate del 92 ce n'erano tantissimi di questi luoghi dove soprattutto ci andavano i vecchietti da soli. Adesso che ne sono rimasti pochissimi di questi luoghi, sono frequentati da chi vuol fare pausa pranzo o pausa caffè. I vecchietti ci sono ancora ma molti di meno. 
Quando son tornata a mezzogiorno meno dieci ho preso una zuppa di pomodoro con pasta e dei pierogi, specie di ravioloni con ripieno di verdure e patate. Spesa per entrambi 8 zloty.
Poi ho trovato dove ho preso l'autobus stamattina e l'ho ripreso nel senso opposto. Dovevo mandare le e mails per vedere se riesco a fare il visto per andare in Siberia.


20 novembre

COME E' BELLA VARSAVIA

E l'avventura o meglio l'odissea per il visto per la Russia è continuata ancora ier.i. Dopo ripetuti andirivieni, ho consegnato la richiesta di visto ma con riserva, la polizza di allianz contiene le spiegazioni sui vari massimali anche in inglese ma il certificato è solo in italiano e non è bastato che abbia fatto notare alla ragazza dello sportello che comunque ogni pagina porta in alto il numero della polizza e a quel numero corrisponde la mia assicurazione con decorrenza e data di nascita, nonché nome e cognome perché dice che l'unica pagina contenente i miei dati è solo in italiano. Avrebbe dovuto essere in inglese o in russo.
Ho comunque fatto un giro veloce mentre cercavo una copisteria che mi stampasse le pagine in inglese dell'assicurazione. Accanto alla vecchia stazione Varsawa Centralna hanno costruito grattacieli bellissimi e una costruzione avveniristica bassa con facciate di vetro piccolissime e una attaccata all'altra come un qualcosa che l'architetto aveva tra le mani e ha plasmato a suo piacimento dando una forma irregolarissima ma alquanto piacevole.

 

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

 

 

NY 1997 foto angela

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 96
 

ULTIMI COMMENTI

Ma tu pensa cosa si inventa una dolce viaggiatrice per...
Inviato da: shiktlah
il 28/08/2016 alle 17:41
 
Se un vecchio amico, viaggiatore su carta e costruttore di...
Inviato da: canescioltodgl10
il 17/08/2016 alle 12:10
 
Grazie!
Inviato da: DONNADISTRADA
il 07/08/2016 alle 17:49
 
Leggo dopo un mese e procede tutto. Grazie!
Inviato da: DONNADISTRADA
il 07/08/2016 alle 17:48
 
Grazie virgola. E un abbraccio a te:)
Inviato da: DONNADISTRADA
il 07/08/2016 alle 17:47
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK