Creato da cielostellepianeti il 26/07/2012
miti leggende arte storia segreti stirpi etnie futuro e passato

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

Ultime visite al Blog

 
cielostellepianetiWilhelm_82licsi35pelubopopoianadgl3chiarasanyHarryandLouisgiorgiojuveannaincantoarianna.orsomaverik_91Elemento.Scostanteperpuro_casodonna.marinagiovanna.bacci
 

Ultimi commenti

 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

La Tavola di Smeraldo

Post n°400 pubblicato il 25 Marzo 2017 da cielostellepianeti

Ermete Trismegisto: Come in Alto così in Basso
Erano trascorsi pochi anni dalla morte del Cristo quando Apollonio, filosofo greco, scese nei sotterranei della città anatolica di Tiana, la parte sud-orientale dell'odierna Turchia, in prossimità di un monumento dedicato alla mitica figura greco-egiziana di Ermete Trismegisto, dove, secondo un'iscrizione, nelle fondamenta di quel monumento erano custoditi i segreti della natura.
Durante la perlustrazione, Apollonio trovò una statua raffigurante Ermete con in mano una tavoletta di colore verde sulla quale era impressa la rivelazione delle essenze nascoste delle cose. A questa figura, considerata depositaria della parola e della sapienza divina, furono attribuiti scritti che presero perciò, il nome di ermetici. Uno di essi è la "Tavola di Smeraldo", il cui contenuto fu ripreso nel "De secretis naturae". Fu soprattutto quel testo, divulgato in Europa nel XII secolo, a far conoscere in occidente il contenuto della "Tavola di Smeraldo", sulla quale, secondo la leggenda, Ermete aveva inciso l'enigmatica iscrizione con la punta di un diamante. Nel volume si trovavano spiegati tutti i misteri sul creato, appresi da Apollonio.
Durante il Medioevo, il testo, nonostante la sua limitata diffusione divenne una delle fonti di riferimento per gli studiosi di esoterismo: chi era in grado di decrittarlo apprendeva i segreti divini ed entrava in possesso della capacità di incidere nella realtà materiale attraverso una tecnica di trasmutazione alchemica.

Questo il testo: " Una verità certa senza dubbio, l'alto proviene dal basso e il basso dall'alto, la realizzazione dei prodigi viene da una sola cosa con un unico procedimento... il sottile è più nobile del denso, con mitezza e decisione sale dalla terra al cielo e discende alla terra dal cielo, e in esso vi è la forza dell'alto e del basso, perché possiede la luce delle luci e perciò la tenebra fugge da esso, forza delle forze domina ogni cosa sottile, penetra in ogni cosa densa, secondo la creazione del macrocosmo si produce l'opera, è questo è onorifico e perciò sono chiamato Ermes tre volte saggio."

           Ermete sul pavimento nel Duomo di Siena

 

 
 
 

Gayatri Mantra

Post n°399 pubblicato il 21 Marzo 2017 da cielostellepianeti

La parola sanscrita gayatri si compone di due sillabe: "gai" che significa cantare, e "trai" da proteggere, liberare, salvare. Letteralmente, il mantra, è interpretabile come un suono melodioso che libera e protegge.
È una preghiera, un inno rivolto all'intelligenza universale con lo scopo di attivare nella propria vita il potere della lungimiranza e la riflessione.
Si recita da sempre al momento del sorgere del Sole, per simboleggiare che la luce della saggezza entrando in noi disperde le tenebre dell'ignoranza.

 

                                   

 
 
 

Le Nebulose

Post n°397 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da cielostellepianeti
Foto di cielostellepianeti

Le nebulose sono enormi masse di gas che emettono radiazioni grazie a una sorgente vicina (le nebulose a emissione) o perché riflettono la luce di una sorgente (le nebulose a riflessione).
La "Cocoon Nebula", ( IC 5146 o Sh2-125) è una nebulosa a riflessione/emissione estesa per circa 15 anni luce. Si trova nella costellazione del Cigno nord a 4.000 anni luce di distanza e circonda l'ammasso stellare Collinder 470.
È un grande vivaio di stelle sul bordo di un grande complesso molecolare, che combina una nebulosa a emissione di colore rosso, e una nebulosa a riflessione vista in blu, attraversata da lunghi e oscuri filamenti dove le stelle si stanno formando.
Al centro brilla una stella con una temperatura di superficie di 30.000 - 35.000 gradi ed è principalmente la responsabile della luminosità di tutta la nebulosa. Si ritiene la sua età sia di sole poche centinaia di anni, mentre le altre numerose stelle sono molto più vecchie, età media di un milione di anni, segno che eventi di formazione stellare sono ricorrenti nella regione.


 
 
 

Eclissi di Luna e cometa

Post n°391 pubblicato il 10 Febbraio 2017 da cielostellepianeti
Foto di cielostellepianeti

Rari eventi celesti offerti dal cielo nelle notti del 10 e dell'11.
L'eclissi penumbrale di Luna sarà visibile dall'America, dall'oceano Atlantico, dall'Europa e da parte dell'Asia, insieme a una cometa di passaggio che dovrebbe essere visibile dalla Terra nella stessa notte. È la cometa 45P/Honda-Mrkos-Pajdušáková, dal nome degli scopritori, che passerà a 11,8 milioni di chilometri dal nostro pianeta, circa 30 volte la distanza Terra-Luna, e sarà visibile, con un semplice binocolo.
La caratteristica di 45P è il suo intenso colore verde: dal nucleo della cometa vaporizzano molecole di carbonio (C2), un gas che nello spazio appare verde.

 
 
 

Lo specchio di sale

Post n°390 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da cielostellepianeti

Il Salar de Uyuni (Bolivia) è il più grande specchio del mondo.
Un grande  deserto di sale che si converte in un grande specchio riflettente.

Nato da laghi preistorici che si unirono in un solo grande mare chiuso.

Una distesa di sale che al tempo delle piogge riflette il cielo

 
 
 
Successivi »