Blog
Un blog creato da cile54 il 09/01/2007

RACCONTI & OPINIONI

Pagine di Lavoro, Salute, Politica, Cultura, Relazioni sociali - a cura di franco cilenti

 
 

NUMERO CARTACEO LUGLIO 2016

www.lavoroesalute.org

Chi è interessato a scrivere e distribuire la rivìsta nel suo posto di lavoro, o pubblicare una propria edizione territoriale di Lavoro e Salute, sriva a info@lavoroesalute.org

Distribuito gratuitamente da 32 anni. A cura di operatori e operatrici della sanità. Finanziato dai promotori con il contributo dei lettori.

Tutti i numeri in pdf

www.lavoroesalute.org

 

LA RIVISTA NAZIONALE

www.medicinademocratica.org

MEDICINA DEMOCRATICA

movimento di lotta per la salute

 TUTTO IL CONGRESSO SU

www.medicinademocratica.org

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

MAPPA LETTORI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

audicentoestinetteeMichy06andrew_mehrtenscavallo140cile54arezia3ciubini.enricogaza64ilnegoziodieuterpeCartman72NoRiKo564Iltuocognatinosblog
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Per gli aggiornamenti quotidiani, il blog si avvale frequentemente dei siti: www.liberazione.it  www.rifondazione.it www.prctorino.it www.controlacrisi.org   www.globalist.it     www.italia.attac.org http://bellaciao.org www.ilmanifesto.it     http//maurobiani.it       http://it.peacereporter.net www.sbilanciamoci.info www.contropiano.org http://www.lila.it       www.emergency.it www.medicisenzafrontiere.it www.diario-prevenzione.it www.womenews.net www.osservatoriorepressione.org/ www.migrantitorino.it www.superando.it

-----------------------------------

Trovi Lavoro&Salute             e franco cilenti anche su Facebook

 

 

« Dopo le tutte le feste i...Mentre latitano politica... »

Le ipocrite "sanzioni pesanti" del governo contro una delle dolorosi piaghe italiche rende inutile ogni sforzo di controllo

Post n°8462 pubblicato il 09 Gennaio 2014 da cile54

Repressione del lavoro nero, la fuffa di governo

In Italia un qualsiasi governo, quando vuol far finta di risolvere un problema, fa una legge. Come se questo avesse immediatamente un effetto sulla realtà. Anche sulla piaga - e lo scandalo, specie "davanti all'Europa" - del lavoro nero il governo Letta ha proceduto secondo questo schema.

In realtà, come sa praticamente ogni impresa e ogni lavoratore, se non ci sono i controlli la legge non esiste. Non bastano infatti le "sanzioni pesanti" scritte sulla carta. Se non ci sono ispettori in quantità sufficiente, preparati, col potere di entrare a sorpresa in qualsiasi posto di lavoro - e non "su appuntamento", come spesso avviene - la "repressione del lavoro nero e dell'economia sommersa" è una pia intenzione.

L'analisi di Alessandra Cecchi, con una grande esperienza nel settore.

*****

Aspetti del DECRETO-LEGGE 23 dicembre 2013, n. 145

I media mainstream hanno titolato “Contro il lavoro sommerso multe su fino a 10 volte“.

In realtà per chi assume lavoratori in nero le sanzioni aumentano del 30% (passano, per ogni dipendente, da 1.500/12mila euro a 1.950/15.600 euro). Visto che gli importi precedenti erano stati fissati nel 2002, si tratta di un aumento medio annuo del 2,5 %. In pratica un aggiornamento Istat.

Ciò che decuplica sono le sanzioni amministrative inerenti alle violazioni in materia di durata massima dell’orario di lavoro. riposo settimanale e giornaliero. E’ vero che decuplicano, ma prima si trattava di cifre ridicole . Per esempio, la sanzione per la violazione delle norme in materia di riposo giornaliero partivano da 25 euro.

In più, sono norme ormai estremamente difficili da violare. Grazie al D.Lgs. 66/03 la giornata di lavoro è ormai estensibile fino a 13 ore, alla faccia dei decenni di lotte e i tanti morti per le 8 ore giornaliere.  In più i contratti collettivi possono derogare alla disciplina in materia di riposo giornaliero, pause, lavoro notturno, durata massima settimanale. Lo sanno bene i ferrovieri della Dtp di Bologna, che hanno subito per contratto una riduzione del riposo fra un turno e l’altro dalle 11 alle 8 ore. Lo sanno bene i metalmeccanici turnisti, che possono essere comandati anche per il turno successivo (8+8) se non arriva il sostituto. Lo sanno bene le ostetriche dell’ospedale di Rovereto (TN) che lavorano normalmente 12 ore di fila.(http://ferrovieri.wordpress.com/2013/05/29/ma-ci-faccia-il-piacere/)

http://www.ladige.it/articoli/2013/07/28/carenza-personale-turni-12-ore

CCNL metalmeccanici Art. 5 - Orario di Lavoro http://www.contrattometalmeccanici.it/s4_t3_a5.html)

In tutti questi casi, gli ispettori del lavoro non potrebbero erogare alcuna sanzione, perché è tutto "regolare".

Col Decreto Legge 145 viene aumentata da 2.500,00 a 3.250,00 euro la somma necessaria ad ottenere la revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale  comminato in presenza “di gravi e reiterate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro”.  La sospensione in oggetto è un evento il cui verificarsi ha le stesse probabilità che ha la sottoscritta di essere colpita da un meteorite. E’ un provvedimento che si applica nel caso in un’azienda si accerti, per ben due volte in cinque anni, con prescrizione dell’organo di vigilanza ottemperata dal contravventore o con sentenza definitiva (fatto già di per se assai raro),  la violazione di una ristrettissima serie di norme di sicurezza.  Una casistica talmente stretta che non vi ricadrebbe nemmeno l’Ilva di Taranto, visto che gasare quotidianamente gli operai con sostanze cancerogene e mutagene non è nella rosa delle gravi violazioni.

Infine il decreto legge  prevede 250 ispettori del lavoro in più nelle regioni del nord. Una goccia nel mare, se è vero che solo a Firenze nel 2007, presso la  direzione provinciale del lavoro mancavano 93 unità su 170 (-54%). http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2007/02/14/uffici-statali-con-organici-groviera-in-prefettura.html

Alessandra Cecchi

8/1/2014 www.contropiano.org

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

CON IL POPOLO PALESTINESE

 

L'informazione dipendente, dai fatti

Nel Paese della bugia la verità è una malattia

(Gianni Rodari)

 

www.controlacrisi.org

notizie, conflitti, lotte......in tempo reale

--------------------------

www.osservatoriorepressione.info

 

G8 GENOVA 2011/ UN LIBRO ILLUSTRATO, MAURO BIANI

Diaz. La vignetta è nel mio libro “Chi semina racconta, sussidiario di resistenza sociale“.

Più di 240 pagine e 250 vignette e illustrazioni/storie per raccontare (dal 2005 al 2012) com’è che siamo finiti così.

> andate in fondo alla pagina linkata e acquistatelo on line.

 

LA TRUFFA DEL DEBITO PUBBLICO

Il nuovo libro di Paolo Ferrero

---------------------------

PIGS! La crisi spiegata a tutti

"in parole povere"

in libreria e On line, http://www.deriveapprodi.org/2012/06/pigs/
.......................................................

 
---------------------
Lavoro e Salute sostiene l'iniziativa di legge dell'Associazione "Io sò Carmela" contro la violenza sui minori

Disegno di legge.
 

Giorgiana Masi

Roma, 12 maggio 1977

omicidio di Stato

DARE CORPO ALLE ICONE