Creato da rteo1 il 25/10/2008
filo aperto con tutti coloro che s'interrogano sull'organizzazione politica della società e che sognano una democrazia sul modello della Grecia classica

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- PAESAGGI DELLANIMA
- Donne
- back to black
- Van&igrave;...
- filtr
- annavera
- magica
- mediterranea
- ~ Anima in volo ~
- A= Amicizia
- Per me
- La mia dimensione
- Anna
- ASCOLTA IL TUO CUORE
- arcobleno blu
- Lampi di follia 2
- vita di una donna
- KRISTALL
- Silenzio
- L antro di Morgana
- TRIKELIA e dintorni
- Al di la del mare
- Ginevra...
- CREATIVECHARME
- CHE MONDO DI CARTA!
- MARCO PICCOLO
- putpurr&igrave;
- principessabionda
- Mary
- A LADYBUGS LIFE
- La Ballerina Triste
- pensa e sogna
- Cenerentolasiribella
- la vita mia
- DIAMONDS
- LA SCIENZA
- le mie giornate
- VOLARE...ALTO
- Da Bruco a Farfalla
- misteriosa
- SWEET WOMAN
- Calamity Jane
- Ariannaeil Minotauro
- Il bianco e il nero
- BLOG PENNA CALAMAIO
- MINICAOS IN LIBERTA
- Volto in pensiero
- anima libera
- Mi viene il vomito
- GOCCE DI CRISTALLO!!
- EMOZIONANDOMI.......
- ..MaNo NeLLa MaNo..
- Sale del mondo
- interrogativi
- Urlo di Farfalla
- SONO LIBERA.........
- VOCE IN CAPITOLO
- sciolta e naturale
- tuttiscrittori
- sognami
- La vita &egrave; meraviglia
- 3menda
- ...r&eacute;veil en Italie
- chioscofelice
- dagherrotipi
- Suggestioni effimere
- ARIA FRESCA...
- LADY NOTTE
- Origami
- Red Rose
- Rever
- DURA LEX, SED LEX
- La Specola
- buonagiornata
- C&egrave; stato un prima
- Anima on line
- my blog femminile
- La farmacia depoca
- IL MIO MONDO BLOG
- ...STREGATA...
- ADORO ROMA
- Angolo Pensatoio
- tsunami di emozioni
- ECHI
- UTOPIAPOSSIBILE
- antropoetico
- A R T E
- Le note dellAnima !
- VOLANTINAGGIO
- sous le ciel de ...
- omerostd
- PROLAK
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

Ultime visite al Blog

lacky.procinorteo1ITALIANOinATTESAQuivisunusdepopulodemos0Sky_Eagleblumannaroslavkoradicsinaicobetaeta7anna545il_pablomassimocoppatemporalesulmare
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

L'ITALIA FEUDALE

Post n°894 pubblicato il 25 Maggio 2017 da rteo1

L'ITALIA FEUDALE

La l. 31.12.2012, n. 247, che ha introdotto la "Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense", all'art. 20  sancisce:

«1. Sono sospesi dall'esercizio professionale durante il periodo della carica: l'avvocato eletto Presidente della Repubblica, Presidente del Senato della Repubblica, Presidente della Camera dei deputati; l'avvocato nominato Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministro, Viceministro o Sottosegretario di Stato; l'avvocato eletto presidente di giunta regionale e presidente delle province autonome di Trento e di Bolzano; l'avvocato membro della Corte costituzionale o del Consiglio superiore della magistratura; l'avvocato eletto presidente di provincia con più di un milione di abitanti e sindaco di comune con più di 500.000 abitanti.

Come ben si rileva non sono annoverati i membri della Camera dei Deputati, del Senato della Repubblica, i Consiglieri regionali, i Sindaci e i Presidenti delle Province (ora anche le Città metropolitane) dei Comuni al di sotto dei 500.000 abitanti.

UN AMICO SOGNAVA PER L'ITALIA UN'ARISTOCRAZIA, MA POI SI PONEVA IL PROBLEMA DI CHI FOSSERO GLI ODIERNI ARISTOCRATICI", OSSIA I MIGLIORI.

E, IN ALTERNATIVA, NON ERA CONTRARIO NEPPURE AD UNA MONARCHIA "ILLUMINATA".

IO, INVECE, ESALTAVO LA DEMOCRAZIA, LA REPUBBLICA.

NEL DISACCORDO, TUTTAVIA, ERAVANO D'ACCORDO SU UN PUNTO: L'ITALIA E' RIMASTA FEUDALE !

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA PSICOSI DEL MORBILLO

Post n°893 pubblicato il 20 Maggio 2017 da rteo1

LA PSICOSI DEL MORBILLO

DICO SUBITO CHE MI ASTENGO DAL PRENDERE PARTE ALLO SCONTRO IN ATTO TRA I SOSTENITORI DEL GOVERNO, CHE HA IMPOSTO CON LEGGE LE VACCINAZIONI PER LA SCUOLA DELL'OBBLIGO, E QUELLI CONTRARI.

NON PRENDO PARTE PERCHE' NON HO ALCUN INTERESSE IN GIOCO, NE' ECONOMICO NE' SCIENTIFICO, CHE SONO PREVALENTEMENTE QUELLI CHE SPESSO STANNO DIETRO LE NUMEROSE QUERELLE NEL PAESE.

VOGLIO, PERCIO', PORTARE SOLTANTO UNA TESTIMONIANZA INERENTE LA "PANDEMIA" DEL MORBILLO, DI CUI QUEST'ANNO I MEZZI D'INFORMAZIONE HANNO DI FREQUENTE DIFFUSO LA NOTIZIA E NON SENZA ALLARMI.

NEGLI ANNI CINQUANTA/SESSANTA, ERO NELL'ETA' SCOLARE E RICORDO CHE LA MIA CLASSE FU COLPITA, CREDO PER DIFFUSIONE, DAL MORBILLO. ANCH'IO, PERCIO', E SE NON RICORDO MALE, RESTAI A LETTO PER UN BEL PO'.

POSSO SENZ'ALTRO AFFERMARE CHE NON CI FURONO CONSEGUENZE "LETALI" E TUTTI GLI ALUNNI, ME COMPRESO (E LA PROVA STA NEL FATTO CHE ORA LO STO RICORDANDO), RIPRESERO LA SCUOLA. ALCUNI DI NOI, POI, FURONO ANCHE "COLPITI" DALLA PAROTITE (ANCH'IO) E DALLA VARICELLA. MAI, PERO', SI VERIFICO' ALCUN DECESSO.

TUTTI FORTUNATI ? PUO' DARSI.

CREDO CHE LE "INFEZIONI VIRALI" FOSSERO DA COLLEGARSI AGLI SCAMBI NATURALI CHE AVVENGONO TRA LE DIVERSE SPECIE, E, IN QUESTO CASO, TRA GLI UOMINI E I VIRUS DEL MORBILLO, DELLA PAROTITE E DELLA VARIICELLA.

SI TRATTA DELLA SELEZIONE DELLA SPECIE ?

NON IMPORTA. CIO' CHE CONTA E' CHE TUTTO AVVENNE "SECONDO IL PROTOCOLLO DELLA NATURA".

ADESSO IL MORBILLO FA PAURA, E ALTRE MALATTIE FANNO TREMARE LA FRAGILE SOCIETA' ITALIANA.

D'ORA INNANZI PER ANDARE A SCUOLA BISOGNERA' CHE TUTTI SIANO VACCINATI (E NON PIU' SOLO CON LA TRIVALENTE, O LA TETRAVALENTE, MA LA DECAVALENTE).

UN CONSORZIO TRA SCUOLA E SALUTE PER COMBATTERE I VIRUS E SCONFIGGERE FINALMENTE LA NATURA.

MA SARA' COSI' ?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DE BORTOLI VS BOSCHI E LA QUESTIONE MORALE

Post n°892 pubblicato il 10 Maggio 2017 da rteo1

DE BORTOLI VS BOSCHI E LA QUESTIONE MORALE

MI CHIEDO SUBITO: MA L'ITALIA HA PROBLEMI PIU' SERI CHE OCCUPARSI DEL NUOVO CASO, DE BORTOLI CONTRO LA BOSCHI, PER AVERE, QUEST'ULTIMA, A QUANTO SI DICE, CHIESTO AD UNICREDIT, QUANDO ERA MINISTRO, DI ACQUISTARE LA BANCA ETRURIA, DI CUI IL PADRE ERA NEL CDA ?

CERTAMENTE SI. I PROBLEMI SONO INNUMEREVOLI, E LA COSIDDETTA "CLASSE DIRIGENTE" (AUTODEFINITASI COSI', IN EVIDENTE CONTRASTO CON I FATTI) E' LA MENO COMPETENTE A LIVELLO EUROPEO, OLTRE AD ESSERE LA PIU' INCLINE ALLA CORRUZIONE, AL FAMILISMO, AL NEPOTISMO E AI GIGLI MAGICI.

E ALLORA PERCHE' PARLARNE, SEPPUR SUCCINTAMENTE ?

PER UNA SOLA RAGIONE: PERCHE' LA BOSCHI HA RESO NOTO CHE HA AFFIDATO AI SUOI AVVOCATI DI QUERELARE DE BORTOLI E QUESTI FINORA NON HA FORNITO LE PROVE.

OGNI VOLTA, INFATTI, CHE SI VERIFICHI UNO SCONTRO TRA DUE PERSONE PUBBLICHE, O TRA LEADERS POLITICI, SUBITO SI TIRA IN BALLO LA STORIA DELLE PROVE. E SE QUESTE NON CI SONO, SI SEMPLIFICA COL DIRE CHE NON E' VERO NIENTE!

E', INVECE, PROPRIO QUESTO L'ERRORE: I GIUDIZI SONO DUE (E FORSE ANCHE DI PIU'): QUELLO PENALE, DOVE LA BOSCHI PORTERA' IL SUO CASO, E QUELLO MORALE.

IN QUESTO SECONDO CAMPO (QUELLO MORALE) A VOLTE SI PUO' ANCHE PRESCINDERE DALLE PROVE, PUR ESSENDO QUESTE CERTAMENTE UTILI.

IL CAMPO MORALE (PER DIRLO A TUTTI QUEI POLITICANTI CHE LO IGNORANO, LA MORALE ATTIENE ALLE TRADIZIONI, DERIVA DA MOS, OSSIA I COSTUMI, I MODI DI VIVERE DI UN POPOLO) E' QUELLO IN CUI DI FRONTE A DUE PERSONE (COME NEL CASO DI SPECIE, DE BORTOLI E LA BOSCHI) CHE RACCONTANO FATTI TRA DI LORO CONTRASTANTI CONSENTE AI CITTADINI, PUR SENZA PROVE, DI POTER PENSARE "CHI DICA O MENO LA VERITA'"!

E COME SI FA, CHIEDEREBBE IN MALA FEDE, SEMPRE QUALCHE INUTILE POLITICANTE CHE SI FORAGGIA IN QUALCHE PARTITO ?

CON LA STORIA DI VITA VISSUTA DAI CITTADINI A CONFRONTO (IL CURRICULUM VITAE MORALE). ANALIZZANDO, CIOE', SE SI SONO SEMPRE COMPORTATI IN MODO SERIO, ONESTO, CORRETTO, LEALE; SE ABBIANO O MENO AVUTO ATTEGGIAMENTI COERENTI COL LORO DIRE E FARE, ECC. OPPURE SE SIANO STATI ONDIVAGHI, CONTRADDITTORI, SE SI SIANO SEMPRE SMENTITI CON I FATTI, ECC.

DA QUESTI ELEMENTI SI TRAE IL COSIDDETTO "GIUDIZIO MORALE", CHE E' PIU' IMPORTANTE PER LA COMUNITA' DI QUELLO PROCESSUALE PERCHE' E' FORMATIVO DELLA COSCIENZA DEI CITTADINI.

A QUESTO PUNTO, OGNUNO, SE NE HA VOGLIA, PUO' AVERE ELEMENTI PER "SCEGLIERE DA CHE PARTE STARE", OPPURE CONTINUARE A PENSARE AI PIU' GRAVI PROBLEMI, ANCHE SE DI CERTO NON SARANNO RISOLTI DAI TANTI MASNADIERI E BUCANIERI CHE OGGI  SI ANNIDANO NEI PARTITI POLITICI E NELLE VARIE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL PAESE DEL "BONUS"

Post n°891 pubblicato il 02 Maggio 2017 da rteo1

IL PAESE DEL "BONUS"

Il Governo ha varato l'ennesimo bonus: il BONUS MAMME  di 800 euro (una tantum), indipendentemente dall'Isee, a differenza del Bunus Bebè che è previsto per chi ha un reddito Isee inferiore ai 25mila euro, che riceve 80 euro al mese per ogni figlio, e chi "dichiara" meno di 7mila euro, che ne riceve 160.

Credo che si tratti di un fatto culturale; una mentalità tipica di chi pensa di essere un "benefattore", da ringraziare poi con il consenso elettorale, e non, invece, un governante, che deve guardare all'interesse generale, senza perdere di vista le risorse disponibili.

Il "regalo" alle mamme, a prescindere da se siano o meno delle cittadine che vivano nello sfarzo, nel lusso o in povertà; né se siano delle dirigenti o delle operaie, oppure lavoratrici o disoccupate, appare una vera e propria megalomania politica.

Il "dono", che il governo fa, seppur abbia un senso dal punto di vista della "galanteria" di un tempo (una sorta di "omaggio" alla donna") non trova alcuna giustificazione sul piano politico, perché l'eguaglianza non può essere riferita al solo sesso (le donne-mamme) ma occorre anche tenere conto della condizione economica.

Altra cosa, invece, e sarebbe stato più elegante, inviare un bel mazzo di fiori a tutte le neo mamme.

Purtroppo, ormai, a causa di politicanti in cerca di consensi, e di un posto di lavoro, il bonus è diventato un metodo di gestione del potere di governo, anche se così si incide sulla dignità dei cittadini.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA COSTITUZIONE E LE MISSIONI MILITARI

Post n°890 pubblicato il 19 Aprile 2017 da rteo1

http://reader.ilmiolibro.kataweb.it/v/1122500/la-costituzione-e-le-missioni-militari_1209615

«Lo scenario geopolitico mondiale è in costante cambiamento. La nuova linea del Governo degli USA produce effetti sulle alleanze e sulle strategie economiche e militari degli Stati europei. L'Italia come membro dell'ONU, della NATO, dell'U.E. e dell'OSCE è impegnata in numerose missioni militari di pace e per la sicurezza internazionale, nonché per la tutela dei diritti umani. Alle Forze Armate sono attribuiti sempre nuovi compiti, sia in ambito della protezione civile che di concorso con le Forze di polizia per la lotta al terrorismo e di contrasto al fenomeno delle migrazioni clandestine sulle coste del Mediterraneo. Il nuovo modello di Difesa, con la riduzione degli organici e il ridimensionamento dello strumento militare, è stato elaborato in un contesto geopolitico che oggi risulta del tutto superato. Occorre rivedere il nuovo modello delle Forze Armate nel quadro costituzionale, anche nella prospettiva dell'eventuale Difesa comune europea.»

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »