Un blog creato da lorifu il 31/12/2009

la memoria dispersa

un mondo di affetti perduto (ricordi, pensieri, riflessioni)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FELICITÀ

 
 
 
 
 
 
 

SULL'ONDA DEI RICORDI

 
 
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG

LA MEMORIA DISPERSA

 

VITA E DINTORNI

GRAPPOLI DI EMOZIONI

 

IN PUNTA DI PENNA


 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

MazzoleniHousewoodenshipLed_61lorifuVince198fla.consigliomargiomafilippoferrante2009misteropaganocarontipveugenia1820ITALIANOinATTESAsensejfgianor1
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 65
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 

siti web

 
 
 
 
 
 
 




 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ultimi Commenti

 
Vince198
Vince198 il 30/04/21 alle 18:21 via WEB
"Ogni tanto il tuo volto svaniva
i sogni si spezzano sempre sul più bello,
lo ricomponevo
tra lacrime asciutte."

Mi han colpito questi versi, molto anche..
Quando uno come me non se lo sarebbe di certo aspettato, un volto che pensavo fosse svanito per sempre dai miei orizzonti, improvvisamente quell'effigie ha ripreso vita, colore, sorrisi, piacere di guardare con iniziale grande sorpresa. Di anni ne sono trascorsi tanti, eppure m'è sembrato ieri l'altro..
Una realtà che dalle foschie del tempo ritorna e riprende vita.
Non mi soono chiesto il perchè e niente cercavo.
Nel mio autunno che stava diventando sempre più malinconico, han ripreso vita colori e pensieri dolci, una silhouette che non avevo completamente dimenticato: era adagiata nel mondo dei miei ricordi più belli e dolorosi al tempo stesso.
Il resto? Non so, vivo alla giornata ché altro non posso e non voglio fare.
Buon fine settimana a te, un sorriso ^____^
 
Vince198
Vince198 il 13/04/21 alle 10:14 via WEB
"E pensi alla crudeltà di queste morti, non numeri, persone, senza una mano e parola di conforto dei propri cari, pensi alla gente a casa, nuclei famigliari costretti in spazi angusti a spiegare il perché ai propri bambini cercando di non farsi prendere dall'angoscia. E pensi pure che certe forme restrittive di contenimento penalizzano sempre i più deboli e che quando tutto sarà finito, saranno proprio loro a fare le spese di tutto, come sempre, se da questa esperienza non avremo imparato che in questa guerra non ci sono vincitori e vinti ma soltanto un'immensa umanità sotto lo stesso cielo."

Non CI SONO SCUSE CHE TENGANO, CARI COMPAGNUZZI PIU' O MENO AL CAVIALE, non posso dimenticare quelle lunghe fila di autocarri militari che nel bresciano, fra Alzano e Nembro portarono numerosi morti per covid alla cremazione seza aver avuto neanche un saluto, l'ultimo, dai propri cari. Non è umanità questa, no! Come disumano è stato il governo che a fine gennaio 2020 disse, con il suo massimo rappresentante, in una trasmissione a la7 che erano pronti, che era tutto a posto, compreso il piano pandemico (che scoprii in quel periodo essere fermo al 2006, con qualche misera correzione fatta nel 2017 che però non cambiava alcunchè, di fatto, alla precedente gestione).
Bugiardi fino all'inverosimile, usare questa pandemia per incollarsi alla cadrega? Il dubbio me lo tengo, tutto!
Tanto per cambiare due settimane fa una mia vicina di casa, affetta da tumore allo stomaco, recatasi in ospedale il primo giorno di chemio, ... si è presa il covid e, nel giro di 4 giorni se n'è andata. Il marito è rimasto sconsolato, solo "come un cane" nella sua casa!!!
E poi hanno pure il coraggio di dire che persone come questa sono morte per una casualità? Chi ca... controlla il personale negli ospedali, domineddio forse?
Sono addolorato e molto incazzato soprattutto con il precedente governo (di incapaci), con un ministro della salute ancora vergoggnosamente in carica che s'era affrettato ad autocelebrarsi per come aveva sconfitto il covid, tranne e in breve rimangiarsi tutto e tantare di far sparire quel libro.
No, gente così non merita di occupare quel posto, i morti vogliono giustizia, specie quelli abbandonati al loro atroce destino senza un minimo di umanità. E non faccio questioni di vessilli più o meno ideologici, sia chiaro.
Sono tuttavia convinto che nessuno pagherà come dovrebbe perchè in Italia la giustizia, certa giustizia è guercia, non cieca come dovrebbe essere giustamente rappresentata. Un abbraccio ^____^
 
woodenship
woodenship il 31/03/21 alle 01:21 via WEB
Tempi strani questi qui, tempi in cui ci si sente come sospesi, tempi in cui pare più convenienti appendere un respiro alla porta, pronto ad evadere, per andare alla ricerca di quel che si è diventati. Ed ancora ci chiediamo chi siamo.......Un bacio scintillante di stelle........W.....
 
Vince198
Vince198 il 20/03/21 alle 00:08 via WEB
"Per evitare che questa giornata diventi soltanto la retorica dei buoni sentimenti di un giorno, per lo più riservato alla Shoah, allarghiamo il campo parlando del massacro degli armeni... gulag ...fosse comuni, desaparecidos, torture nei campi di raccolta africani...riflettendo su cosa spinga l'uomo a ripercorrere ciclicamente le stesse vie di sangue partorendo azioni così mostruose."
Condivido questa chiosa: bisognerebbe collegare tutti questi eventi delittuosi per condannare la violenza, la sopraffazione, la spietata logica del più forte che vuole a tutti i costi imporre il proprio pensiero al debole, senza innalza i soliti vessilli che individuano la propria parte politica.
La morte mette tutti sullo stesso piano, la violenza non si può mai sminuire per la solita stantìa retorica che se viene da una parte politica conta di più se dall'altra conta di meno. Ormai certa sinistra "al caviale" con la puzzetta sotto il naso si diletta a mettere in atto i noti schemi secondari del filosofo ed epistemologo austriaco Karl Popper, secondo cui prevalgono ipotesi ad hoc, ovvero le scappatoie contro l'evidenza empirica, in altri termini le "scuse" con cui giustificare i fallimenti delle proprie ideologie dinanzi agli altri e - soprattutto - a se stessi. Non cambieranno mai sti dinosauri "rossi", hanno il cervello orientato verso certa politica che, se non è "inchinata" alla loro che è superiore a qualsiasi altra e a precscindere, con il solito riflesso pavloviano ti mettono all'indice. Ergo "nihil sub sole novi". Buon fine settimana, ciao Vince ^_____^
 
lorifu
lorifu il 27/02/21 alle 19:37 via WEB
sapevo che ti sarebbe piaciuto il pensiero di Perroni. Purtroppo anche lui è rimasto invischiato nel male di vivere, nonostante l'amore appagante nei confronti della sua donna. E morto suicida alcuni anni fa. Buona serata amico mio.
 
lorifu
lorifu il 27/02/21 alle 19:34 via WEB
Oggi lo possiamo dire.
 
lorifu
lorifu il 27/02/21 alle 19:33 via WEB
C'era un'altra lorifu Wooden: ora annaspa in un mare d'incertezze. Un abbraccio al caro amico di sempre.
 
woodenship
woodenship il 27/02/21 alle 02:10 via WEB
Già la vita di suo ci cambia nella quotidianità sonnecchiata.Se poi ci si ritrova in eventi epocali, come quello di questi mesi, allora è certo che si farà pure fatica a riconoscersi in un riflesso:in quella spensieratezza, in quella luminosità dello sguardo e biancore del sorriso, c'era forse un'altra lorifu?.........Un bacio scintillante di stelle..........W........
 
cassetta2
cassetta2 il 15/02/21 alle 11:28 via WEB
Incredibile come passa il tempo, sembra ieri che era san Valentino
 
Vince198
Vince198 il 14/02/21 alle 14:30 via WEB
È quella parola "sempre", cara Loretta, che deve prevalere nel mondo dei sentimenti più intimi. Ogni gesto e per tutti i giorni negli anni a venire, quel sentimento così appagante ma di difficile definizione, se c'è, deve prevalere per rendere la vita color "rosa". Molto bello, delicato il pensiero di Perroni, quanto condivisibile nella sua intima essenza. Un caro saluto, un abbraccio! Vincenzo
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

BURANO 2020

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 

 


Tu credi di incontrare l’amore,

in realtà è l’amore che incontra te

nei modi più strani,

inaspettati, involontari, casuali.

A volte lo confondiamo col bene

e lo surroghiamo.

Spesso siamo convinti sia amore,

fingiamo sia amore,

e leghiamo noi stessi

a una indistruttibile catena

frutto dei nostri desideri mancati

dei nostri sogni sopiti

delle nostre abitudini

delle nostre paure

delle nostre comodità

delle nostre viltà

dei nostri calcoli

della nostra apatia

dei nostri falsi moralismi.

Ma quando arriva, se arriva,

lo riconosci,

come  “il sole all’improvviso”

sconvolgente, coinvolgente,

totalizzante, esclusivo,

fusione di corpo e anima

osmosi perfetta.

Se finisce,

un dolore muto, senza fine.

loretta