Angolo nascosto

Uno spazio mio dove ricevere pochi amici sinceri e chi passerà di qui.

Creato da surfinia60 il 31/12/2005

 

Perdere il filo

Post n°1763 pubblicato il 21 Novembre 2020 da surfinia60

Sto vivendo una sorta di dislessia senile, vista l’età.

Un deficit di attenzione.

Mi scopro spesso a perdere il filo di ciò che leggo,

se supera un certo numero di righe.

Perdo interesse e non seguo più il discorso.

Mi scopro a saltare alla fine, al corollario. 

Se la conclusione mi piace 

posso anche tornare indietro e leggere le parti saltate.

Lo so, non sono normale. Mi stanco subito.

La mia attenzione divaga, non vuole restare sul pezzo.

Vorrei dare più chance a chi scrive, a volte.

Ma il mio tempo non è più così tanto. 

Se l’interesse non resta vivo, taglio corto.

Sentendomi anche in colpa, talvolta.

Eppure vorrei ricordare tutto, ma mi scopro labile di memoria.

Scordo facce (ora con le mascherine poi…), nomi,
il significato delle parole, 

ricette semplici fatte mille volte.

 

Forse ho semplicemente cominciato ad invecchiare 

Oppure non ho tenuto abbastanza agile la mia mente.

O forse da giovane ho pregato troppo di voler dimenticare.

 

E qualcuno mi ha ascoltata...



 

 
 
 

Positività cercasi

Post n°1762 pubblicato il 04 Novembre 2020 da surfinia60

 

Ormai questa parola evoca pensieri sinistri.

Attenti a pronunciare frasi del tipo…

“Sii positivo!”


Oppure


“Circondati di persone positive!”



...ecc….


Si cambia. Tutto cambia.

Ciò che prima aveva valore ora sembra perdere significato.

Io stento a trovare un motivo per uscire di casa. 

Eppure leggo di tanta gente che si sente privata della libertà
perché non può andare a fare l’aperitivo o al cinema.

Non li biasimo. La vita deve continuare, malgrado tutto.

La mia tendenza alla rinuncia e alla fuga è stata esacerbata dalla situazione contingente.

Sono sensazioni che conosco molto bene, che ho da sempre,
in misura variabile.

Finora sono sempre stata in grado di tenerle a bada.

Ma confesso che faccio sempre più fatica a gestirle.


Chiedo scusa a chi, leggendo, si renderà conto che ancora una volta

Parlo di me e delle mie défaillances, senza addentrarmi in problematiche globali.

Non me ne voglia.


Sono certa che altrove troverà abbondante pane per i suoi denti.





 

 
 
 

21.10.2020

Post n°1761 pubblicato il 21 Ottobre 2020 da surfinia60

Sto notando che sempre più persone, come anch'io, 
faticano a sopportare questa situazione legata all’emergenza Covid.
Forse perché dopo la riapertura, e una parvenza di normalità durante l’estate, avevamo avuto l’illusione che ne stavamo uscendo e presto ci saremmo lasciati alle spalle questa brutta esperienza.

Invece, come molti avevano previsto, l’aver “abbassato la guardia” (mioddio!!! quanto odio questa espressione!!!) si sta rivelando una mossa sbagliata e ci sta presentando un conto molto salato. 

Ho letto della “Tristezza da Covid” come una nuova malattia che si sta impossessando delle persone più fragili emotivamente.

Non nego che io stessa mi sto un po’ lasciando andare allo sconforto causato da questi obblighi sempre più stringenti
e da questo continuo bombardamento mediatico di cattive notizie. 

Il sintomo più diffuso è la svogliatezza, la tendenza alla rinuncia,
anche di ciò che in tempi non sospetti era la normalità,
come una giornata al centro commerciale,
una pizza in compagnia o una passeggiata nel centro storico della città.

Non so cosa augurare a tutti. 

Il semplice e banale “speriamo di uscirne presto” mi suona tanto come una presa in giro. 


Perciò lascio ad ognuno le proprie conclusioni.





 
 
 

13.10.2020

Post n°1760 pubblicato il 13 Ottobre 2020 da surfinia60

C’è grande fermento oggi nel mio paesello sul mare.

Il Giro d’Italia passa di qua.
Addobbi rosa ovunque, gente in bici, traffico intenso in attesa della chiusura totale delle strade.

Io sono uscita presto a fare un po’ di spesa.
Le scuole sono chiuse per cui anch’io non lavoro.

Ma non è di questo che voglio parlare.

Era una premessa doverosa.
In realtà non posso fare a meno di sentire il mio umore, più nero che mai.

Questa parvenza di normalità, questo voler ‘andare avanti’ che si percepisce in giro, così poco credibile.

Mi sento molto frustrata, demoralizzata e poco aperta al futuro.
O meglio, il futuro che intravedo lascia sperare ben poco quanto a miglioramenti.

Ogni cosa è più complicata.
La quotidianità, il lavoro, lo svago (Già! Quale svago!?), i rapporti interpersonali.

Questi ultimi, se già prima non erano granché, adesso sembra che col favore della mascherina la gente sia ancora più distante, schiva, inespressiva.

Non mi piace.

E qui mi fermo perché dovrei continuare su questo tono e di certo non giova a nessuno

******

P.s. non posso non menzionare il fatto che mi manca tanto mio figlio.
Lui è tutta la mia famiglia. Non ho genitori, fratelli, sorelle, nipoti ecc….

I miei viaggi periodici a fargli visita fanno parte di quella normalità perduta.
Più passa il tempo e più si fa sentire.

Stop


 
 
 

Voglio una tana sotto un grande albero

Post n°1759 pubblicato il 30 Settembre 2020 da surfinia60

******* NOTA DI CHIARIMENTO A POSTERIORI *******


MI SCUSO SE NON RISPONDO SINGOLARMENTE AI GENTILI COMMENTI AL SOTTOSTANTE POST. 

VI LEGGO SEMPRE MA IL MIO PERIODO 'NO' E' DURO A MORIRE E LE ENERGIE SCARSEGGIANO. 
PER NON BUTTARE FRASI A CASO PREFERISCO RIMANDARE A TEMPI MIGLIORI (SPERANDO NON TARDINO AD ARRIVARE).

 

NON ME NE VOGLIATE E GRAZIE DELLA VOSTRA PRESENZA.

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++


Quando le cose si mettono male

e penso a un luogo dove potermi rilassare

immagino un grande albero.

Mi dà conforto osservarne il tronco

i rami forti, possenti

protesi verso il cielo.

Sento la vita che scorre dentro di esso

lo percepisco ottimista, positivo, vigoroso.

Tutto ciò che non sono io in questo momento.

Lo guardo, prendo un bel respiro e ne assorbo un po’ la vitalità.

Dura solo una frazione di secondo

ma mi fa stare meglio.

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

coppia

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Robre

Robre. Nel mio cuore,
per sempre.

 

Piuma

In my heart, forever

 

autumn3