Cardiologia Newsletter by Xagena

 Cardiologia.net
Cardiologia ALERT
Top News / Insufficienza cardiaca & Fibrosi & Pirfenidone

Studio PIROUETTE: riduzione della fibrosi miocardica con Pirfenidone nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione preservata

Nei pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione conservata ( HFpEF ), il Pirfenidone ( Esbriet ) è risultato associato a una riduzione della fibrosi miocardica rispetto al placebo. L’out …

EMA: Nuovi Farmaci

Verquvo, un trattamento per l’insufficienza cardiaca cronica sintomatica nei pazienti adulti con frazione di eiezione ridotta

Il Comitato per i medicinali per uso umano ( CHMP ) dell’Agenzia europea per i medicinali ( EMA ) ha rilasciato un parere positivo per Vericiguat ( Verquvo ), uno stimolatore della guanilato ciclasi s …

Scompenso cardiaco

Finerenone migliora gli esiti cardiovascolari nei pazienti con malattia renale diabetica

Lo studio di fase 3 FIGARO-DKD che ha valutato il Finerenone, un antagonista selettivo del recettore dei mineralcorticoidi non-steroidei, per la riduzione della morbilità e della mortalità cardiovasco …

News

L’aggiunta di Aspirina alla terapia con gli anticogulanti orali diretti senza una chiara indicazione può aumentare il rischio di sanguinamento

Circa un terzo dei pazienti che ricevono anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) per il trattamento della fibrillazione atriale e/o della malattia tromboembolica venosa ( TEV ) assume anche Aspirina ( A …

Il parto pretermine associato a un aumento del rischio di insufficienza cardiaca nell’età adulta

Secondo uno studio la nascita pretermine è associata a un aumento del rischio di insufficienza cardiaca nell’età adulta. Il rischio è superiore a 2 volte per le persone nate pretermine e più di 12 vo …

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net

 

Cardiologia ALERT
Top News / RNA interferenza nel trattamento dell’ipertensione

RNA interferenza per il trattamento dell’ipertensione: riduzioni sostenute dell’angiotensinogeno sierico a 12 settimane e abbassamento della pressione arteriosa con una singola dose di ALN-AGT

Sono stati presentati i risultati provvisori dello studio di fase 1, attualmente in corso, su ALN-AGT, un RNAi ( RNA interferente ) sperimentale sottocutaneo, mirato all’angiotensinogeno ( AGT ), per …

INTERFERENZA DELL’RNA

L’RNAi ( interferenza dell’RNA ) è un processo cellulare naturale di silenziamento genico che rappresenta oggi una delle frontiere più promettenti e in rapido progresso nella biologia e nello sviluppo di farmaci. La sua scoperta è stata premiata con il premio Nobel 2006 per la fisiologia o la medicina.  Il piccolo RNA interferente ( siRNA ) funziona silenziando potentemente l’RNA messaggero ( mRNA ), che codificano per le proteine che causano malattie, impedendo loro di essere prodotte. Si tratta di un approccio rivoluzionario con il potenziale per trasformare la cura dei pazienti con malattie genetiche e di altro tipo.

 

News

I flurochinoloni aumentano il rischio di eventi avversi nei pazienti con dissezione aortica, aneurisma

Uno studio ha mostrato che i pazienti con dissezione aortica o aneurisma a cui erano prescritti i flurochinoloni hanno presentato un rischio elevato di esiti avversi. Non è stato invece osservato un …

La parodontite può essere correlata a elevati livelli di pressione arteriosa

La parodontite può essere associata a elevata pressione sistolica in individui sani. I pazienti con malattie gengivali spesso presentano una pressione sanguigna elevata, specialmente quando è prese …

Scompenso Cardiaco

DAPA-HF: Dapagliflozin riduce il peggioramento dello scompenso cardiaco, la mortalità cardiovascolare in modo simile negli uomini e nelle donne

I nuovi dati dello studio DAPA-HF hanno evidenziato che Dapagliflozin ( Forxiga ) è altrettanto efficace nelle donne quanto negli uomini nel ridurre il rischio di peggioramento dello scompenso cardia …

Sindrome coronarica acuta

Sindrome coronarica acuta nelle popolazione del mondo reale: Ticagrelor non riduce i rischi di infarto miocardico o morte, e può aumentare il sanguinamento rispetto a Clopidogrel

Il sanguinamento maggiore dopo la sindrome coronarica acuta predice un esito sfavorevole ma è difficile da definire. La scelta dell’antiaggregante piastrinico influenza il rischio di sanguinamento. …

FarmaExplorer

Effetto della Digossina rispetto al Bisoprololo per il controllo della frequenza cardiaca nella fibrillazione atriale sulla qualità di vita riferita dal paziente: studio RATE-AF

Ci sono poche prove a sostegno della selezione della terapia per il controllo della frequenza cardiaca nei pazienti con fibrillazione…

Edoxaban per il trattamento del tromboembolismo venoso associato al cancro

L’Eparina a basso peso molecolare è il trattamento standard per il tromboembolismo venoso associato al cancro. Il ruolo del trattamento…

Effetto della combinazione Sacubitril e Valsartan versus Enalapril sulla rigidità aortica nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta

Rispetto ad Enalapril ( Enapren ), la combinazione Sacubitril e Valsartan ( Entresto ) riduce la mortalità cardiovascolare e il…

Il test con Flecainide o Propafenone, per via endovenosa, nei pazienti con fibrillazione atriale di recente insorgenza non permette di prevedere gli effetti avversi durante il trattamento pill-in-the-pocket

Il trattamento pill-in-the-pocket deve essere prescritto solo se la somministrazione, in ospedale, di una dose di carico orale di Flecainide…

ALERT in Cardiologia by Xagena

Cardiologia.net
Cardiologia ALERT
Top News /  FDA & Scompenso cardiaco / Verquvo / Entresto

FDA, approvato Verquvo per i pazienti con insufficienza cardiaca cronica sintomatica

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato lo stimolatore della guanilato ciclasi solubile ( sGC ) Verquvo ( Vericiguat ). Verquvo ai dosaggi di 2.5 …

L’Agenzia statunitense FDA ha ampliato l’indicazione di Entresto all’insufficienza cardiaca cronica con frazione di eiezione conservata

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha ampliato l’indicazione per Entresto ( Sacubitril / Valsartan ): riduzione del rischio di morte cardiovascolare e ospedalizzazione per insufficienza cardiaca …

Fibrillazione atriale

Nella fibrillazione atriale non-valvolare, il prediabete conferisce un rischio elevato di ictus

Il diabete e il prediabete sono risultati associati a un aumentato rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare. La connessione tra diabete e rischio di ictus in questa pop …

Scompenso cardiaco

Iperkaliemia associata a eventi cardiovascolari nei pazienti con insufficienza cardiaca

L’iperkaliemia è una potenziale complicanza derivante dall’uso degli inibitori del sistema renina-angiotensina-aldosterone ( RAAS ), un trattamento comune per lo scompenso cardiaco. Nell’ analisi, …

Cuore & COVID

La lesione miocardica è comune nei pazienti con forma grave di COVID-19 mesi dopo la dimissione

Utilizzando la risonanza magnetica cardiaca, è stato riscontrato un danno miocardico in più della metà dei pazienti ricoverati per forma grave di COVID-19 e con livelli elevati di troponina, pochi mes …

FDA: Farmaci per l’artrite reumatoide & Rischio cardiovascolare

I risultati degli endpoint co-primari dello studio post-marketing sulla sicurezza di Xeljanz in pazienti con artrite reumatoide

Sono stati presentati i risultati degli endpoint co-primari di uno studio sulla sicurezza post-marketing, richiesto dalla FDA, completato di recente, ORAL Surveillance. L’obiettivo principale dello s …

FarmaExplorer

La Flecainide è ben tollerata ed efficace nei pazienti con fibrillazione atriale a 12 mesi

Le attuali lineeguida sulla fibrillazione atriale raccomandano la Flecainide ( Almarytm ) come opzione di prima linea per il controllo…

Associazione tra cambiamento di NT-proBNP dopo l’inizio del trattamento con Sacubitril – Valsartan, e la struttura e la funzione cardiaca nei pazienti con insufficienza cardiaca con ridotta frazione di eiezione

Nei pazienti con insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione ( HFrEF ), il trattamento con la combinazione Sacubitril e…

Dapagliflozin riduce gli eventi cardiovascolari e renali nella nefropatia cronica, indipendentemente dallo stato di diabete

Nello studio DAPA-CKD, il trattamento con l’inibitore SGLT2 Dapagliflozin ( Farxiga ) ha ridotto il rischio di peggioramento della funzione…

CardioMetabolismo

Evolocumab abbassa il colesterolo LDL nell’ipercolesterolemia familiare eterozigote pediatrica

Dallo studio HAUSER-RCT è emerso che i bambini con ipercolesterolemia familiare eterozigote che hanno ricevuto iniezioni mensili di Evolocumab (…

Sindrome coronarica acuta: il rischio di eventi di arteriopatia periferica è correlato ai livelli di lipoproteina (a) e può essere ridotto da Alirocumab

Il rischio di eventi di malattia arteriosa periferica è risultato associato a livelli di lipoproteina (a) nei pazienti con recente…

Benefici dell’aggiunta di Ezetimibe alla terapia con statine sugli esiti cardiovascolari e sicurezza nei pazienti con o senza diabete mellito: studio IMPROVE-IT

Ezetimibe ( Zetia ), quando è aggiunto a Simvastatina ( Vytorin ), riduce gli eventi cardiovascolari dopo la sindrome coronarica…

Cardiologia Newsletter by Xagena

 

Cardiologia.net

Cardiologia ALERT
COVID-19 – EMA: Nessun rischio da uso di ACE-inibitori e di sartani durante la pandemia
Recenti studi osservazionali condotti sugli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina ( ACE ) e sugli antagonisti del recettore per l’angiotensina ( ARB o sartani ) hanno mostrato che tali medicinali non influiscono sul rischio di contrarre l’infezione da sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 ( SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19 ) e non mostrano di avere un impatto negativo sull’esito dei pazienti affetti da COVID-19.
L’Agenzia europea per i medicinali (EMA ) ribadisce pertanto il parere espresso in precedenza secondo cui i pazienti devono continuare a usare gli ACE-inibitori o gli ARB come indicato dal medico. In caso di dubbi o preoccupazioni in merito al trattamento, devono rivolgersi al medico o al farmacista.
COVID-19 & Arresto cardiaco

La pandemia di COVID-19 ha aumentato i casi di arresto cardiaco extraospedaliero e le morti a New York City

La pandemia COVID-19 a New York City ha provocato un’ondata di arresti cardiaci extraospedalieri e decessi, secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine, Montef …

COVID-19 & Aderenza alla terapia antipertensiva

Il trattamento antipertensivo può ridurre il rischio di mortalità in COVID-19

I pazienti con ipertensione hanno presentato un elevato rischio di mortalità associato a COVID-19 ( infezione da SARS-CoV-2 ), ma quelli che erano stati curati per l’ipertensione avevano un rischio di …

News

L’Azitromicina associata a un rischio di mortalità cardiovascolare a 5 giorni più elevato rispetto all’Amoxicillina

L’uso ambulatoriale dell’antibiotico Azitromicina è risultato associato a un rischio maggiore a 5 giorni di mortalità cardiovascolare, mortalità non-cardiovascolare e mortalità per qualsiasi causa ris …

L’insufficienza cardiaca dopo diagnosi di diabete aumenta il rischio di mortalità a 5 anni

I pazienti che hanno sviluppato insufficienza cardiaca in qualsiasi momento dopo la diagnosi di diabete mellito presentano il più alto rischio relativo e assoluto di morte a 5 anni rispetto a quelli c …

Studio EMPRISE: Empagliflozin ha dimostrato sicurezza cardiovascolare ed efficacia nella popolazione del mondo reale

Due analisi intermedie dello studio EMPRISE hanno fornito elementi a supporto l’efficacia e la sicurezza cardiovascolare du Empagliflozin ( Jardiance ), un inibitore di SGLT2, nei pazienti del mondo r …

COVID-19 & Antinfiammatori non-steroidei

Secondo l’European Medicines Agency ( EMA ), ATTUALMENTE NON CI SONO EVIDENZE SCIENTIFICHE CHE STABILISCANO UN LEGAME TRA IBUPROFENE E UN PEGGIORAMENTO DELLA MALATTIA COVID-19.
All’inizio del trattamento della febbre o del dolore in corso di malattia COVID-19 i medici devono considerare tutte le opzioni di trattamento disponibili, incluso il Paracetamolo e i farmaci antinfiammatori non-steroidei.
In accordo alle linee guida nazionali di trattamento, i pazienti e gli operatori sanitari possono continuare a utilizzare i farmaci anti-infiammatori non steroidei ( FANS ), come l’Ibuprofene, come riportato nelle informazioni del prodotto approvate dalle Agenzie Regolatorie.
Attualmente non ci sono ragioni per interrompere il trattamento con Ibuprofene. Ciò è particolarmente importante per i pazienti che assumono Ibuprofene o altri antinfiammatori non steroidei ( FANS ) per malattie croniche.
FarmaExplorer

Dapagliflozin ha ridotto l’incidenza di peggioramento dell’insufficienza cardiaca o morte cardiovascolare in una sottoanalisi dello studio DAPA-HF

Nuovi dati da una sottoanalisi dello studio di fase III DAPA-HF ( Dapagliflozin And Prevention of Adverse-outcomes in Heart Failure…

Studio real-world: la combinazione di Sacubitril e Valsartan migliora lo stato di salute nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ridotta

In una coorte prospettica del mondo reale ( Registro CHAMP-HF ), i pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione…

Rivaroxaban a basso dosaggio riduce il rischio di arteriopatia periferica post-rivascolarizzazione

Nello studio VOYAGER PAD, i pazienti con malattia sintomatica arteriosa periferica sottoposti a rivascolarizzazione degli arti inferiori hanno presentato una…

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net

 

Cardiologia ALERT
Top News / Cuore & COVID-19

COVID-19 associato a danno cardiaco e ad esiti peggiori nei pazienti con patologie cardiache

COVID-19 può avere conseguenze fatali per le persone con patologie cardiovascolari sottostanti e può causare lesioni cardiache anche in pazienti senza patologie cardiache sottostanti. Le malattie v …

Speciale ACC Virtual Meeting

Arresto cardiaco

Il Nitrito di sodio non conferisce alcun vantaggio in termini di sopravvivenza nell’arresto cardiaco extraospedaliero

Il Nitrito di sodio per via endovenosa ( IV ) somministrato per arresto cardiaco extra-ospedaliero non ha avuto effetti sulla sopravvivenza al ricovero o alla dimissione ospedaliera rispetto al placeb …

Cardiomiopatia ipertrofica

Mavacamten appare promettente nella cardiomiopatia ipertrofica non-ostruttiva

I risultati dello studio di fase 2 MAVERICK-HCM nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica non-ostruttiva, hanno mostrato che il trattamento con Mavacamten è ben tollerato e ha ridotto i biomarcatori …

Insufficienza cardiaca

Le statine possono ridurre il ricovero in ospedale per insufficienza cardiaca dopo chemioterapia per cancro al seno

Tra le donne sottoposte a chemioterapia per carcinoma mammario in fase iniziale, l’esposizione alle statine ha ridotto del 66% il rischio di ricovero in ospedale a causa di scompenso cardiaco. Le a …

Vericiguat riduce gli eventi nei pazienti con insufficienza cardiaca ad alto rischio: studio VICTORIA

Vericiguat, un nuovo stimolatore orale della guanilato-ciclasi solubile, ha ridotto l’incidenza di ricovero in ospedale per scompenso cardiaco o di morte per cause cardiovascolari rispetto al placebo …

FarmaExplorer

Terapia antitrombotica con Rivaroxaban per la fibrillazione atriale con malattia coronarica stabile

Esistono dati limitati da studi randomizzati che hanno valutato l’uso della terapia antitrombotica in pazienti con fibrillazione atriale e malattia…

Promettenti risultati dell’Acido Bempedoico nella riduzione dei livelli di colesterolo LDL nei pazienti ad alto rischio

Il trattamento con Acido Bempedoico ha mostrato di inibire la biosintesi del colesterolo a livello epatico, comportando una riduzione significativa…

Alcuni pazienti con scompenso cardiaco possono trarre beneficio da Rivaroxaban

L’anticogulante Rivaroxaban ( Xarelto ) è risultato associato a un ridotto rischio di eventi tromboembolici tra i pazienti con insufficienza…

 

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net

Cardiologia ALERT
TOP NEWS / NUOVO PARADIGMA NELLA PREVENZIONE E NEL TRATTAMENTO DELLO SCOMPENSO CARDIACO: INIBITORI SGLT2

Dapagliflozin, un inibitore di SGLT2, ha dimostrato di ridurre il peggioramento dell’insufficienza cardiaca nei pazienti con o senza diabete

Sono stati presentati i risultati dello studio di fase III DAPA-HF, in cui l’inibitore di SGLT2 Dapagliflozin ( Forxiga ) ha raggiunto l’endpoint composito primario di riduzione della morte cardiovasc …

CONGRESSO ESC ( EUROPEAN SOCIETY OF CARDIOLOGY )

ESC 2019 – Studio ISAR-REACT 5, Prasugrel riduce gli eventi ischemici nei pazienti con sindrome coronarica acuta

Prasugrel ( Efient ) è superiore a Ticagrelor ( Brilique ) nel ridurre gli eventi ischemici nei pazienti con sindrome coronarica acuta e una strategia invasiva pianificata. I risultati della sperimen …

ESC 2019 – Studio THEMIS, Ticagrelor associato all’Aspirina riduce gli eventi ischemici nei pazienti affetti da diabete con malattia coronarica stabile

La combinazione di Ticagrelor ( Brilique ) e di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) riduce gli eventi ischemici rispetto alla sola Aspirina nei pazienti con malattia coronarica stabile e diabete melli …

ESC 2019 – Defibrillatore cardioverter impiantabile associato a bassa mortalità per insufficienza cardiaca

L’impiego di ICD ( defibrillatore cardioverter impiantabile ) è associato a ridotta mortalità a breve e a lungo termine nei pazienti con insufficienza cardiaca. I pazienti con insufficienza cardiac …

ESC 2019 – Riduzioni del colesterolo LDL con Inclisiran, un breve RNA interferente: risultati di ORION-11

La somministrazione sottocutanea di Inclisiran, un breve RNA interferente ( siRNA ) diretto contro la proproteina convertasi subtilisina / kexina di tipo 9 ( PCSK9 ), è stata associata a riduzioni sos …

FarmaExplorer

Trasformazione emorragica nei pazienti con ictus ischemico acuto e fibrillazione atriale: inizio della terapia con anticoagulanti orali ed esiti

Nei pazienti con ictus ischemico acuto e fibrillazione atriale, la terapia anticoagulante precoce impedisce la recidiva ischemica ma con il…

Beta-bloccanti per prevenire lo scompenso della cirrosi nei pazienti con ipertensione portale clinicamente significativa: studio PREDESCI

Lo scompenso clinico della cirrosi è associato a prognosi sfavorevole. L’ipertensione portale clinicamente significativa ( CSPH ), definita da un…

Uso di Cocaina e Marijuana correlato alla mortalità nei giovani pazienti con infarto miocardico

Uno studio retrospettivo ha indicato che l’uso di Marijuana e/o Cocaina è associato a una peggiore sopravvivenza nelle persone che…

 

Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
Top News / Terapia ormonale sostitutiva & Rischio cardiovascolare

Più alto rischio di tromboembolismo venoso con la terapia sostitutiva ormonale orale rispetto a quella transdermica

I preparati orali della terapia ormonale sostitutiva ( HRT ) per il trattamento dei sintomi della menopausa sono associati a un maggior rischio di tromboembolismo venoso ( TEV ) rispetto alla terapia …

Fibrillazione atriale

L’ablazione della fibrillazione atriale riduce le ospedalizzazioni

Tra i pazienti sottoposti ad ablazione transcatetere per fibrillazione atriale, i ricoveri per cause cardiovascolari sono risultati meno frequenti nell’anno successivo alla procedura rispetto all’anno …

Infarto miocardico

Defibrillatore cardioverter indossabile dopo infarto miocardico

Nonostante l’alto tasso di morte improvvisa dopo infarto miocardico tra i pazienti con una bassa frazione di eiezione, i defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) sono controindicati fino a 40- …

Sindromi coronariche acute

Cangrelor nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo

Da una meta-analisi è emerso che i potenziali candidati per il trattamento con Cangrelor ( Kengrexal ) includono pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ) emergente o urgente che …

FOCUS: Farmaci & Rischi cardiovascolari

Pannel dell’ FDA: i benefici di Febuxostat superano i rischi cardiovascolare nei pazienti con gotta che non tollerano l’Allopurinolo

Un Panel congiunto dell’FDA ( Food and Drug Administration ), Arthritis Advisory Committee e Drug Safety and Risk Management Advisory Committee, ha votato 19 a 2, con una astensione, sull’esistenza di …

FarmaExplorer

Rivaroxaban può ridurre il rischio tromboembolico nei pazienti con scompenso cardiaco

Rivaroxaban ( Xarelto ) a basso dosaggio aggiunto alla terapia antipiastrinica è risultato associato a un ridotto rischio di eventi…

Canakinumab riduce le ospedalizzazioni per insufficienza cardiaca nei pazienti con un precedente infarto miocardico: beneficio dose-dipendente

Il trattamento con Canakinumab, un anticorpo monoclonale diretto contro l’interleuchina-1beta [ IL-1beta ] ), dei pazienti con un precedente infarto…

Farmaci antibatterici: rischio di aritmie potenzialmente fatali con Azitromicina

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha avvertito gli operatori sanitari e il pubblico che il farmaco antibiotico…