Creato da ilio_2009 il 10/08/2010

Frammenti

Milano o Parigi ?

 

 

Impression, soleil levant

Post n°547 pubblicato il 15 Aprile 2016 da ilio_2009

k

Respinto dal Salon, il tempio della pittura ufficiale francese, un gruppo di artisti organizza una mostra nello studio del fotografo Nadar. L'esposizione ha un esito disastroso e provoca feroci polemiche: ispirandosi al titolo del dipinto "Impression, soleil levant " di Claude Monet, il critico darte Louis Leroy defisce ironicamente questi pittori impressionisti. (15 aprile 1874)

 
 
 

Cortili milanesi

Post n°546 pubblicato il 10 Aprile 2016 da ilio_2009

k

 

l

''Credo che questi cortili siano un patrimonio dell’Italia, che diano un valore aggiunto alla vita, ma che troppo spesso vengano sottovalutati''. Charles Paul Azzopardi un giorno, alzando gli occhi al cielo è rimasto incantato e affascinato dalla bellezza del cortile in cui si trovava e dalla sua architettura. Da lì ha iniziato a realizzare gli scatti che compongono la serie ''I cortili della vita''

 

 
 
 

Premier Avril

Post n°545 pubblicato il 07 Aprile 2016 da ilio_2009

ò

 

Se la stazione Pyréneés si è tramutata in Alpes “per riequilibrare l'opera di promozione delle catene alpine francesi” e Alexandre Dumas è divenuta Tre moschettieri per “problemi di diritto d'autore”, la fermata Télegraphe è stata aggiornata in #tweet per “ribadire il ruolo di leader di Parigi tra le smart city” e così via, di boutade in boutade, fino alla stazione Opéra trasformata in un più conviviale Apéro (aperitivo)...

 

 

Sulla pagina della Ratp, invece, il dettaglio dei cambi di nome e dei filmati con le reazioni dei passeggeri.

http://www.ratp.fr/fr/ratp/v_149039/metro-rer-la-ratp-renomme-13-stations/

Pour mémoire :

Ligne 11 Pyrénées -> Alpes

Ligne 2 Alexandre Dumas -> Les Trois Mousquetaires

Ligne 11 Télégraphe -> #Tweet

RER A Joinville-le-Pont -> Joinville-le-Pont Pon ! Pon !

Ligne 4 Château d’Eau -> Château de sable

Ligne 7 Cadet -> Cadet Rousselle

Ligne 7 Crimée -> Crimée Châtiment

Ligne 2 Monceau -> Monceau Ma pelle

Ligne 6 Saint-Jacques -> Coquille Saint-Jacques

Ligne 2 Anvers -> Anvers écrit à l’envers

Ligne 3 Parmentier -> Pomme de Terre

Ligne 3 Opéra -> Apéro

Ligne 3 Quatre septembre -> premier avril

 

 

 
 
 

Maratone

Post n°544 pubblicato il 03 Aprile 2016 da ilio_2009

Ma cose si potrà correre due maratone nello stesso giorno

j

l

http://milanomarathon.it/it/maratona/

 

à

à

http://www.schneiderelectricparismarathon.com/fr

 
 
 

2 Avril 1840

Post n°543 pubblicato il 03 Aprile 2016 da ilio_2009

« La science a-t-elle promis le bonheur? Je ne le crois pas. Elle a promis la vérité, et la question est de savoir si l'on fera jamais du bonheur avec de la vérité. »

« La scienza ha promesso la felicità? Non credo. Ha promesso la verità, e la questione è sapere se con la verità si farà mai la felicità. »

(Émile Zola, Discorso all'Assemblea generale degli studenti di Parigi del 1893)

l

Edouard Manet (1832-1883)
Emile Zola

“I pittori, e specialmente Édouard Manet, che è un pittore analitico, non condividono l’ossessione delle masse per il soggetto: per loro il soggetto è solo un pretesto per dipingere, mentre per le masse esiste solo il soggetto. “ (Émile Zola, 1867) -

l

Particolare del ritratto di Zola: il libro azzurro sulla destra è l’opuscolo dello scrittore dedicato a Manet

http://www.artslife.com/2013/05/06/manet-a-venezia-a-palazzo-ducale-speciale-mostra-e-foto


 
 
 

Condomini

Post n°542 pubblicato il 28 Marzo 2016 da ilio_2009

Vistoa che per questa Pasquetta il tempo è quello che è, Vi consiglio questo film, nonostante la traduzione italiana del titolo

gg

 

Siamo in un anonimo palazzone di un’anonima periferia francese, con gli scrostamenti, le infiltrazioni, i guasti fisici e metafisici del caso. Qui vivono tra gli altri, nel più piatto anonimato, un signore individualista che non vuole pagare l'ascensore condominiale, un ragazzino pseudo orfano in modalità standby, un’ex grande attrice che non sa più se è grande, la dolce madre araba di un carcerato impegnata, in pratica, a trasformare la sua attesa in cous cous e obbligata, con piacere, a ospitare un astronauta della Nasa, atterrato lì per caso da non si capisce che missione.Niente sembrava avere un grande senso in queste vite, finché piccole folate di condivisione, amore e follia riveleranno che se qualcuno ti guarda, non sei più anonimo. Una cinefavola surreale, sospesa e poetica che scalda il cuore e le coscienze.

 

 

Diretto da Samuel Benchetrit è tratto da due dei racconti della sua stessa raccolta: Les Chroniques de l'Asphalte


à


 

 

 
 
 

Le Plat Pays

Post n°541 pubblicato il 22 Marzo 2016 da ilio_2009

Avec la mer du Nord pour dernier terrain vague
Et des vagues de dunes pour arrêter les vagues
Et de vagues rochers que les marées dépassent
Et qui ont à jamais le cœur à marée basse
Avec infiniment de brumes à venir
Avec le vent de l'est écoutez-le tenir
Le plat pays qui est le mien

Con il Mare del Nord come ultimo terrapieno 
E con onde di dune per arrestare le onde 
E con onde di roccia che le maree ripassano 
E che hanno a perdifiato il cuore a marea bassa 
Con un infinito di brume a venire 
Con il vento dell’est ascoltatelo trattenere 
Il piatto paese che è il mio

Avec des cathédrales pour uniques montagnes
Et de noirs clochers comme mâts de cocagne
Où des diables en pierre décrochent les nuages
Avec le fil des jours pour unique voyage
Et des chemins de pluie pour unique bonsoir
Avec le vent d'ouest écoutez-le vouloir
Le plat pays qui est le mien

Con le cattedrali come uniche montagne 
E neri campanili come alberi della cuccagna 
Dove diavoli in pietra agguantano le nuvole 
Con il filo dei giorni come unico viaggio 
E cammini di pioggia come unica buona sera 
Con il vento dell’Est ascoltatelo volere 
Questo piatto paese che è il mio

Avec un ciel si bas qu'un canal s'est perdu
Avec un ciel si bas qu'il fait l'humilité
Avec un ciel si gris qu'un canal s'est pendu
Avec un ciel si gris qu'il faut lui pardonner
Avec le vent du nord qui vient s'écarteler
Avec le vent du nord écoutez-le craquer
Le plat pays qui est le mien

Con un cielo così basso che un canale s’è perduto 
Con un cielo così basso da fare l’umiltà 
Con un cielo così grigio che un canale s’è impiccato 
Con un cielo così grigio da farsi perdonare 
Con il vento del Nord che viene a smembrarsi 
Con il vento del Nord ascoltatelo crepitare 
Questo  paese piatto che è il mio

Avec de l'Italie qui descendrait l'Escaut
Avec Frida la Blonde quand elle devient Margot
Quand les fils de novembre nous reviennent en mai
Quand la plaine est fumante et tremble sous juillet
Quand le vent est au rire quand le vent est au blé
Quand le vent est au sud écoutez-le chanter
Le plat pays qui est le mien.

Con l’Italia che si abbatte sull’Escaut 
Con Frida la bionda quando diventa Margot 
Quando i figli di novembre ci ritornano a maggio 
Quando la piana fumante trema sotto il luglio 
Quando il vento è al ridere quando il vento è al grano 
Quando il vento è a sud ascoltatelo cantare 
Questo piatto paese che è il mio

 
 
 

Genio e memoria

Post n°540 pubblicato il 22 Marzo 2016 da ilio_2009

ò

Il futuro è a Milano. Apre al pubblico mercoledì 23 marzo a Palazzo Reale la mostra "Umberto Boccioni (1882-1916). Genio e memoria", dedicata al grande artista nel centenario della morte e iniziativa di punta di ‪#‎Ritornialfuturo‬, il palinsesto della primavera milanese che riunisce oltre cento proposte culturali legate alla nostra idea di futuro, confrontata con quelle che hanno abitato il pensiero creativo in epoche passate. Ben più che una semplice antologia di opere, la mostra evidenzia il percorso artistico e la statura internazionale di Boccioni con particolare riferimento al suo periodo milanese, presentando circa 280 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie, libri, riviste e documenti.


Info >> www.palazzorealemilano.it


 
 
 

Adrienne (Le)Couvreur

Post n°539 pubblicato il 20 Marzo 2016 da ilio_2009

j

Si chiamava Adrienne Couvreur ed era nata nel 1692; di umili origini, quando cominciò ad affermarsi nel teatro aggiunse un "Le" al suo cognome e divenne poi una grandissima attrice drammatica che il pubblico della Comèdie Française applaudì per molti anni nelle sue interpretazioni delle opere di Corneille, Racine, Crebillon e Voltaire.

k

Donna talentuosa e affascinante, le furono attribuiti molti amori tra cui quello con Maurizio di Sassonia e - pare - anche con lo stesso Voltaire; morì nel 1730 per una grave infezione, ma la leggenda la vuole avvelenata da una invidiosa collega. Alla sua morte, come consuetudine per i comici, la Chiesa negò la sepoltura in terra consacrata e Voltaire insorse sdegnato con sferzante ironia.

"... Quando ella era nel mondo, sospiravano per lei; / Li ho visti sottomessi, premurosi intorno a lei; / Adesso che lei non è più, è dunque una criminale! / Ha incantato il mondo e per questo la punite (...) Ah! Vedrò sempre la mia debole nazione / Incerta nei suoi desideri, far appassire quello che ammira; / l nostri costumi e le nostre leggi contraddirsi sempre / E i Francesi superficiali addormentati sotto il dominio della superstizione?""La mort de Mlle Lecouvreur, celèbre actrice" (1730).

l

Il luogo è quello dove oggi vi è la la rue de Bourgogne


...La buona educazione?
"Questa parola, politesse, può sembrare assurda in questo momento; ma Voltaire usa poco il termine di "civiltà", mentre arriva spesso all'idea di politesse, l'educazione, che è un modo di vivere in cui si rispetta l'altro: ci si vota alla libertà dell'altro. Se posso raccontare un aneddoto, c'è nel suo romanzo filosofico Candide un momento in cui si apprende la morte di Adrienne Lecouvreur, la grande attrice che Voltaire aveva amato: appunto in quanto attrice, muore senza essere passata per le mani dei preti e senza sacramenti; hanno semplicemente gettato il suo corpo in un fossato, ricoprendolo di calce viva. Quando raccontano a Candide com'è stata trattata questa persona appena morta, la risposta di Candide è: "Non è stato molto educato". La nozione di politesse di fronte a una violenza quasi oscena mi è sembrata molto forte. Dunque Voltaire si riferisce all'"educazione" come un modello, una maniera di vivere che rifiuta la violenza, l'intolleranza, i pregiudizi, la stupidità e la bruttezza"... (da un intervista a Repubblica dello storico Robert Darnton)

 

Adrienne ispirò varie opere teatrali, fra le quali va ricordato un famoso dramma di E. Scribe ed E. Legouvé (Adrienne Lecouvreur, 1849), fonte a sua volta, su libretto di A. Colautti, di un'altrettanto nota opera lirica (Adriana Lecouvreur) musicata nel 1902 da F. Cilea

l

e il cinema

k l


 


 
 
 

Inquadra, scatta, scarica e… leggi

Post n°538 pubblicato il 16 Marzo 2016 da ilio_2009

“Inquadra, scatta, scarica e… leggi“: poche e semplici operazioni sono richieste per entrare in un piccolo mondo di storie milanesi di ieri e di oggi.

l

Da qualche giorno nei mezzanini della metropolitana potete incontrare uno scaffale virtuale con una serie di libri, da scaricare gratuitamente, che raccontano Milano dall'800 ai giorni nostri (con una fuga nel futuro). Basta inquadrare il QRcode del libro che vi interessa con lo smartphone, scattare, scaricarlo e godervi la lettura durante il tragitto. È una iniziativa del Sistema Bibliotecario Milano 


 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ansa007claudia225lisaliberasilvanironiaggiustacuorifilippobosco94to_reviveMayerlingrosybynauniciliusfabiolori61andreamusicaalberto.aRamon_Falco
 

ULTIMI COMMENTI

articolo molto piacevole da leggere. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 19:03
 
bello questo post. Buona giornata da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 05/10/2016 alle 16:34
 
sempre amato Boccioni...
Inviato da: cloneselvaggio
il 24/04/2016 alle 09:01
 
E il dipinto...anche se ha quel titolo, non è neanche...
Inviato da: EMMEGRACE
il 20/04/2016 alle 18:20
 
Vraiment amusant! :)
Inviato da: lisalibera
il 15/04/2016 alle 17:57
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- pensieri.femminili
- Luce che filtra....
- Storie fantastiche...storie di vita...le nostre storie...
- 2 CiAcOle In CUcINa
- dianavera
- Il cuore muove tutto
- Viveredarte
- la finestra
- Calypso
- Vita da museo
- Sfioriscono.Le.Viole
- sous le ciel de ...
- odeon
- Neither You ...
- N u a g e s
- Shop Of Wonders
- Chiedo asilo.....
- Sounds of soul..
- Abbandonare Tara
- MIMESY
- Ne me quitte pas
- Patrizia
- Gi&ugrave; lungo le costole
- sciolta e naturale
- Presente Imperfetto
- chiudigliocchi
- a proposito di elliy
- Kiss and Knife
- Vernissage
- Imperfezioni
- A Room of Ones Own
- Tabula Dicta
- Lanima nel piatto
- jazzando
- Pentagrammi
- Classe 53
- SBILANCIA_MENTI
- granelli di parole
- The Good Wife
- parlodime
- Langolo di Jane
- vitaperezvitaperez
- ...r&eacute;veil en Italie
- monologo in rosso
- La Specola
- Mamma &amp; Prof.
- ricomincioda7
- Arte...e dintorni
- I BELIEVE IN PINK
- surfista danime
- Dr&ocirc;le de Belgique
- PSICOALCHIMIE
- SELVA OSCURA
- la piccola KONOBA
- Signora mia
- Sex,Books&amp;theCity
- pulcenelcuore
- .
- PICCOLO INFINITO
- back to black
- CRAZYWORKS
- SPRINGFREESIA
- TRA PARENTESI
- sottilMente
- stradeperdute2
- Kehre
- Rivi&egrave;re des r&ecirc;ve
- desperate housewife
- Legal Commedy
- Scatola Nera
- silenzio_urlato
- Tempo Spazio
- 40 anni spesi male!!
- La Finestrella
- end[or]fine.
- Lost in a book
- Nugae
- Sosoloesserebuona
- niente da dire
- Bright star
- CANONE INVERSO
- DeaScalza
- inopportunamente
- AUTUMN BOOK
- Wanda
 
Citazioni nei Blog Amici: 53
 

FACEBOOK

 
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

I MIEI LINK PREFERITI