homo sum

logos tao aum dharma amor

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: isry
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 48
Prov: RM
 

ANGELI E SANTI

Israfil
Michele
Gabriele

prossimamente
Angeli in viaggio

 
Citazioni nei Blog Amici: 55
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

RISPONDI A ROSSOGERANIO

l'affermazione è incommentabile e mi trova assolutamente contrario
"...L'accumulazione delle cazzate è un segno da paralitici..."
chi vive il problema risponde dalla paralisi si può migliorare con la fisioterapia dall'imbecillità solo con tanta umiltà.
richiedi correzione necessaria laddove insiste questa idiozia

 

 

« Yo summer YoPricissione de le panze... »

Ai Zeo e le barche di carta

Post n°229 pubblicato il 17 Luglio 2011 da isry
 

 

Un tempo in un paese lontano era un villaggio che stava sulla riva brulla di un lago che aveva alla riva opposta pareti scoscese che se avessero potuto essere scalate avrebbero rivelato un luogo incantevole dove uccelli stupendi nidificavano tranquilli.

In quel villaggio viveva Ai Zeo che aveva imparato dal nonno (Zi Chu) l'arte di fabbricare barchette di carta... ma le barche di Ai Zeo hanno un segreto... son fabbricate con le lettere di chi chiede aiuto per una malattia o di ricordare l'anima di un defunto.
Ai Zeo mette le barche sul lago e queste giungono sull'altra riva dove lo Jileniao (uccello stupendo) lo prende e lo porta nel nido sulla cima del Monte del cielo... lo Him Ho.

bc bb c nc

Ci Xin... una ragazza del villaggio... ha imparato l'arte degli origami e ne fa di eccezionali... ma non hanno nulla oltre la bellezza.
Forse l'invidia o forse la rabbia non si sa ma Ci Xin ogni volta che può infastidisce Ai Zeo tirando addirittura sassi sulle sue barchette affondandole .

od ol

Ci Xin e la sua cricca renderebbero la vita impossibile al costruttore di barche di carta ma per fortuna il capo del villaggio (il vecchio Shin Lo) essendo amico del nonno di Ai Zeo lo aveva preso a benvolere proteggendolo dagli eccessi di Ci Xin che crescendo era divenuta una donna bellissima ma assai spregiudicata.

Un triste giorno Shin Lo passò a miglior vita e la moglie scrisse una lettera che diede ad Ai Zeo.
Purtroppo Ci Xin lo scoprì e la fece affondare tirando sassi sulla barca fra le risatine dei suoi fedelissimi.

Ci Xin fu eletta capo del villaggio per le sue idee innovative e la prima sua decisione fu di spostare dei massi sulla riva dove Ai Zeo faceva salpare le barche fino a vietare ad Ai Zeo di "sporcare il lago con le sue ridicole barchette".

Finalmente poteva comandare e fece subito fare case per lei e i suoi seguaci sulla riva del lago per avere la vista migliore...ma nessuno al villaggio immaginava che in quel tratto del lago era un piccolo geyser sommerso.
Anni ed anni di sassi e carta fino ai macigni... avevano fatto un tappo che impediva al geyser di sfogare.

Il rumore del geyser di notte sembrava il brontolio di un uomo e nel villaggio cominciarono a pensare fosse l'anima del vecchio capo che non poteva andare.

gs  ph

Allora Ci Xin fece imprigionare Ai Zeo per far tacere le voci... ma inutilmente... anzi i borbottii si fecero più forti e la terra tremava.
Nel villaggio avevano paura ma contro Ci Xin non potevano far molto.
Ci Xin fece battere Ai Zeo ma la notte il geyser si stappò lanciando sopra le case sulla riva i sassi che lo tappavano distruggendole... un macigno cadde sulla porta della prigione dove era rinchiuso Ai Zeo liberandolo.

Curioso fu che sul quel masso stava attaccata la lettera della moglie del vecchio Shin Lo.

Il villaggio restò povero e non fece mai le innovazioni di Ci Xin che avrebbe voluto renderlo un villaggio vacanze ma ancora oggi se vi capita di passare nel mondo della fantasia cercate il villaggio di Kaoshin Cixiang vicino al monte di Him Ho il monte del cielo dove fanno il nido uccelli stupendi che raccolgono dalla superficie del lago le barchette che i nipoti dei nipoti di Ai Zeo fanno ancora oggi.

Molti guariscono altri no altri  ancora muoiono ma per ciascuna lettera ci sta una barchetta che affronta le onde del lago.

Ma potete anche cercare vicino a voi forse troverete un Ai Zeo dietro l'angolo...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog