Creato da odio_via_col_vento il 03/11/2005

Abbandonare Tara

abbandonare le sicurezze, i luoghi comuni, alla scoperta di cosa c'è fuori di qui

 

 

« Domanisul lago - un'altra vita 1 »

i rami dell'albero

Post n°862 pubblicato il 05 Gennaio 2016 da odio_via_col_vento
 
Tag: Natale

 

Victorian Christmas Tree

 

I neo sposi, gli sposi maturi, i neo-genitori e i neo-nonni, i minuscoli nipotini (l'inizio della terza generazione);

gli amanti dei cani e i fanatici dei gatti;

chi soffre di colesterolo, chi era vegetariano e ormai mangia di tutto, chi è astemio e chi invece il vino (e che vino!) lo ha prodotto tutta la vita;

i cittadini e i campagnoli; gli italiani che parlano tedesco, gli svizzeri che parlano italiano, l'inglese con accento irlandese, quelli che ascoltano e sorridono;

chi cammina, chi corre, chi preferisce ora (ma ha preferite sempre) stare a guardare;

la fettunta con l'aglio e la fettunta senza aglio; l'olio nuovo che pizzica e i salumi di cinta senese;

il presepe e l'albero: ancora per un giorno; le candele rosse; le calze appese, per ridere e per ricordare;

l'albero genealogico faticosamente ricostruito, le improbabili parentele illustri, la storia fatta di aneddoti, la saga familiare, le frasi fatte, certe parole quasi inventate che solo noi capiamo;

i ragazzi che erano bambini e sono adesso giovani uomini e giovani donne; quelli che si aggiungono e vengono fagocitati, avviluppati, inglobati con amore, il tanto amore di una famiglia allargata allargatissima.

Domani si chiude alla grande: con il pranzo della Befana dei cugini, la nostra tradizione che rende più bello ricominciare l'anno nuovo, quelle vero. Il pranzo che raccoglie tutti, cui nessuno vorrebbe mai mancare. Per cui si cercano le offerte speciali dei biglietti del treno e dei biglietti aerei. A cui si pensa dall'inizio delle vacanze, dall'inizio di dicembre, quasi da un anno all'altro. Si arriva come in corteo, come nel corteo dei Magi, portando vassoi e ciotole e bottiglie. Godendo i profumi e i sapori di una voglia di tradizione.

Come rispose mio figlio lo scorso anno alla zia che si scusava: "Non ti aspettare niente di nuovo: saranno le solite cose". È lui: "Veniamo proprio per quello, guai se ci fosse qualcosa di diverso!".

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AGGIUNTE AL BLOG

Spesso qui non c'è posto per il mio personale rapporto tra pensiero e immagine.
E allora ho deciso di aprire un FOTOLOG: 

DALLE STELLE ALLE STALLE


Mi faranno piacere le vostre visite

 

AREA PERSONALE

 

HUMAN CALENDAR.COM

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

CherryslemiliopierucciBibitaro_Afrikano202CONFERENCE_IO_2009giacomo.mangiaracinaPost.Scriptum.Mamistad.siempretrampolinotonanteannisexantaVince198phos3venere_privata.xjeaningnuccimariomancino.mCoro56Retired
 

LA FATICA ╚ SEDERSI SENZA FARSI NOTARE

Tutto il resto poi vien da sÚ.
(Cesare Pavese)

web tracker
 
Citazioni nei Blog Amici: 154
 

HIC SUNT LEONES (OVVERO EXTRA-CONFINI)

Non solo mamma (lo spassosissimo diario di una madre di 3 maschi)

Ciurmamom (una madre indaffarata di 6)

Buba (una foto-e una poesia al giorno)
Prima o poi l'amore arriva (come sopravvivere ironicamente ad una separazione)
Ho sposato un beduino (una mamma alternativa, in esilio a Pisa)
Vesnuccia (da Torino una vita quotidiana con amore)
La casa sull'albero (ex-Sandali al sole)
Prendo appunti (la Profe, sempre Profe ma non commentabile)
Advanced Style (la moda delle bellissime "vecchie babbione" che hanno coraggio)
La Santa Furiosa (credevate di conoscere l'Orlando furioso, vero? questa ne è un'ottima alternativa)
Vita da museo (ora su Wordpress)


 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

PAPERBLOG