Creato da paneghessa il 07/11/2013

Love experience

amore e tanto altro

 

 

« LucaPromossa »

Maggembre

Post n°312 pubblicato il 15 Maggio 2019 da paneghessa

La primavera se n'è andata senza nemmeno arrivare.

Nella mia triste vita nuvole nere, pioggia e freddo, come il meteo da un mese a questa parte.

Che dire.

Sono arrivata all'ultima parte della mia selezione lavorativa, quella più dura, quella da cui dipende tutto. Fino ad adesso ottimi risultati e molte chance ma c'è ancora una prova, la finale, ed io sono molto stanca e provata. Procedure così selettive ti snervano, ti alienano e ti annientano, soprattutto lo studio feroce che c'è alla base.

Insomma, farò questa ultima prova per capire se sono fuori (bocciata) o se il posto è mio.

E già - guadagnerai tanto - tutti mi dicono, laddove dovessi superarlo.

E si, qualcosina si guadagna ma non so dove mi manderanno - da Gorizia a Caltanissetta - e le responsabilità sono enormi, da non dormirci la notte. Io che vado a lavoro un giorno no e l'altro neppure. Io che sogno le vacanze da una vita...

Va be

Vedremo.

Il tempo è cambiato,  è tornato il freddo e la città non era pronta, i condominii hanno visto spegnere i riscaldamenti e le case sono freddissime.

Sono gli ultimi giorni di lavoro perché a breve partirò per sostenere questa ulteriore, benedettissima, ultima prova, e si perché la selezione si fa nel profondo nord...

Avevo perso 2 kili prontamenti ripresi in lunghe giornate a studiare con copertina, libri e mani gelide...

Oggi dopo tantissimo tempo, ho pianto, pianto di un pianto disperato, inconsolabile

Da una parte sono contenta, perché in questi ultimi temi sono stata molto ansiosa ed avevo paura che mi ritornassero gli attacchi di panico (a breve dovrò prendere l'aereo e già mi sento chiusa), forse questo sfogo mi ci voleva

Dall'altra penso che siamo sempre alle solite, la mia fragilità aumenta e non si riduce, non sarò mai felice, mai autonoma, mai amata

Perchè ho pianto?

R

quest'uomo mi scombussola

lo sento dentro come un pugno

nei lunghi mesi in cui avevamo chiuso, ogni qualvolta mi si presentava un uomo, Luca od altri, pensavo "non è R, non è come R". Non che R sia speciale, intanto lo è ai miei occhi e lo stimo così tanto per la persona che è (o che io penso che sia) che gli perdono anche il non amarmi ed in tanti casi il non rispettarmi.

Insomma, dopo la volta che ho raccontato, R mi ha invitata ad una mostra.

Siamo stati benissimo, siamo stati tutti il giorno assieme ed anche il giorno dopo ci siamo visti ed il we dopo, tutto da amici, a distanza, ma con sguardi fortissimi.

Finché mi ha invitato a casa sua, lo so non avrei dovuto accettare, invece sono andata, sono andata non rende l'idea, mi sono fiondata, e mi sembrava bellissimo in ogni istante, appoggiato con la testa alla finestra, mentre preparava il caffè in cucina, sdraiato sul divano a farmi vedere le foto al pc...finché si è avvicinato e mi ha baciato. E niente. Stare assieme a lui è sempre bellissimo, dolcissimo. Siamo usciti, abbiamo fatto un giro, prima di andare via mi ha tirato a sè e mi ha dato un bacio.

Ho toccato il cielo

Ho pensato che se dopo tanto tempo mi ha cercata è perché siamo fatti per stare assieme e tutto il resto

Invece già dal we successivo sono iniziati i problemi, mi ha inviato a cena fuori venerdì, io non potevo e sabato e domenica nulla, qualche messaggio sporadico e la sua forte assenza tutto il giorno. Queste cose mi feriscono. Io ovviamente non glielo dimostro, faccio la sbruffona, gli ho detto che uscivo con un "amico" (in realtà ero a cena fuori con Mark a parlare di lui tutto il tempo), lui mi ha mandato un sms a mezzanotte "ancora con il tuo "amico" stai?". Stoppp 

Dico va be, mi dirà di vederci domenica. Macchééé

Non so dove va, che fa, con chi passa il suo tempo e perché non ha voglia di passarlo con me

Io, senza pudore, gli scrivo ieri e gli dico che stavo da quelle parti (abita lontanissimoooo) e che volevo fare un salto a trovarlo. "Sono a lavoro non so che a ore finisco".

Nessun entusiasmo. Nessun apprezzamento. Gli dico non preoccuparti, ci vediamo nel we (cosa che non dovevo fare ma volevo in un certo senso "prenotarmi" un appuntamento), "questo we faccio due giorni fuori con i miei amici, ho proprio bisogno di staccare"

Staccare da che???????? E perché non stacca con me?????????

Io, ovviamente, non ho mostrato nessuna reazione e gli ho detto "fai bene, riposati".

Ho chiuso il tel e sono scoppiata a piangere.

Io lo conosco, lui in questo we mi manderà foto della vacanza, mi scriverà ogni tanto.

Che fare?

Ri - chiudere? (seconda volta in un anno)

o rispettare questa sua immaturità aspettando che diventi amore?

Help!

Stressata!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/noiiiiii/trackback.php?msg=14483726

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
cassetta2
cassetta2 il 11/06/19 alle 07:15 via WEB
Come quando bevi per dimenticare che sei un alcolizzato.
 
paneghessa
paneghessa il 25/06/19 alle 19:53 via WEB
:-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tempestadamore_1967NoRiKo564lunadellupoStratocoversprefazione09MAGNETICA_MENTE.2017Signorina_Golightlymandorlamara1summer_11morkyakdott.andreameschisije_est_un_autrecostel93fgranorosavita.perez
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom