Tutto Sull'orto

Benvenuti nella Home page

Cosa fare nell’orto a dicembre: ecco i lavori del mese

Share on FacebookPin it on Pinterest

Cosa fare nell’orto a dicembre: i lavori del mese

  1. Per proteggere al meglio le tue piantine potrai ripararle con tunnel oppure telo di tessuto non tessuto. Fare attenzione alla condensa dentro i tunnel: arieggiali un po’ nelle ore più calde per evitare attacchi fungini.
  2. Per migliorare la crescita delle verdure, potrai ricorrere a della pacciamatura naturale. Usa concimi naturali rispetto a quelli chimici per rispettare l’ambiente e la natura.
  3. Controllare periodicamente le tue piantine: assicurati che non abbiano malattie ed effettua dei trattamenti preventivi di fungicidi, insetticidi e anche lumachidi. Dopo la pioggia, le lumache fanno la loro comparsa compromettendo la salute e l’eventuale raccolto dell’orto.
  4. Le vangature e le lavorazioni vanno dunque sospese in modo tale che la terra possa riposare, occupati però della concimazine perchè il terreno deve essere pronto per ospitare i trapianti successivi nella stagione primaverile.
  5. Sistemare e organizzare gli utensili e le attrezzature utilizzate nei mesi precedenti.
  6. Mettere a posto le corsie in cui camminare fra un appezzamento e l’altro. Abbellisci quindi il tuo orto con dei mattoni oppure dei semplici sassi e ripuliscilo da eventuali erbacce.

Raccolti del mese

A dicembre la raccolta non è eccessivamente ricca e varia a seconda dei trapianti fatti nei mesi precedenti: verso la fine del mese si potranno raccogliere diversi ortaggi come ad esempio le erbe aromatiche da essicare tra cui timo, salvia e rosmarino.

Dopo le prime gelate potrai raccogliere spinaci invernali, bietole, carciofi, cime di rapa, cicoria, rucola, rape, valerianabroccoli ed alcune insalate da taglio particolarmente resistenti al freddo.

Fra gli ortaggi che danno il meglio di sè anche nei periodi più freddi emerge senza dubbio il cavolo nelle sue varietà: cavolfiore, cavolo, cappuccio, cavolino di Bruxelles e cavolo nero toscano.

Per la raccolta di quest’ultimo, ti consigliamo di aspettare che arrivi la prima gelata del mese perchè il freddo lo rende ancor più saporito e delizioso.

A seconda di quanto trapiantato nei mesi precedenti, potrai raccogliere il lattughino da taglio, la rucola e le erbe aromatiche tra cui rosmarino, origano, salvia e prezzemolo. I cavoli ornamentali invece, devono essere raccolti prima dell’arrivo del gelo.

Proteggi anche le erbe aromatiche e le verdure da taglio temono anch’esse il gelo. Nelle giornate più calde e soleggiate però potrai togliere la copertura per consentire alle tue piante di beneficiare dei raggi del sole.

Trapianti del mese

In alcune zone d’Italia, caratterizzate dal clima mite, è possibile coltivare delle verdure come ad esempio la cicoria da taglio e il radicchio.
Nelle restanti zone invece si può provare a coltivare la lattuga ta taglio, la valerianella, la rucola e gli spinaci invernali.

Se il terreno non è troppo gelato, si possono trapiantare aglio e cipolla, scalogno, carciofi e asparagi, avendo cura che siano adeguatamente protetti dal freddo e dalle gelate notturne. Cerca di trapiantarli in una zona soleggiata e non troppo esposta al vento diretto.

I cavolini di Bruxelles, i pomodori e tante altre piantine, possono essere tranquillamente coltivate in vaso. La coltivazione in vaso richiede un apporto idrico più frequente rispetto a quello dell’orto: bagna spesso e con costanza usando però una moderata quantità d’acqua ogni volta.

 

Cosa fare nell’orto a dicembre: ecco i lavori del meseultima modifica: 2020-11-23T10:25:39+01:00da Admin4