Creato da Phoenix_from_Mars il 03/04/2013

Dark side of Mars...

Nights on Mars...

 

Metti una sera a cena (di una notte di mezza estate)- parte prima: l'osteria

Post n°882 pubblicato il 29 Agosto 2016 da Phoenix_from_Mars

Sapete com'è, no??

Quelle sere d'estate, pigre e indolenti, le cicale e i grilli che cantano e quella "voglia di non far nulla" che ci spinge a dire: "Massì, dai, non abbiamo voglia di cucinare, usciamo a cena fuori".

Che la maggior parte delle volte si rivela una scelta azzeccata.
Ma ci sono quelle volte che....

"Ammmoreeee dai, mi porti a cena fuori???"
"Maccerto ammmoreee, e dove vorresti andare di bello???"

"Mah, non so, ammmmoreeee, fai tu che sei sempre aggiornato su tutti i locali nuovi e di tendenza..."
"Aaaaahhhh vuoi un locale di tendenza stavolta??? E allora siaaa... ti porto all'osteriaaaa (che poeta!!!!)"

"Ma come all'osteria, ammmmore bello????"

"Massì ammmorino affamato, fidati che ne hanno aperta una proprio ieri con un menu tutto nuovo e di tendenza....io SO"

"Senti ammmmore tenden...zioso.... non sarà mica uno di quei posti della nouvelle cuisine che ti fanno "le petite potage alla maitre d'hotel" che sono due carote e un fagiolino messi in croce su un piatto enorme e festa finita???? No, perchè io c'avrei una certa famuzza........"

"Maffigurati ammmmore delicato, ma ti pare che ti porto a fare la fame???? Ti porto all'osteria, l'hai capito o no??? Osteria...uguale tovaglie a quadretti rossi, fiaschette di vino della casa, antipasti a pane e salame a più non posso...."
"Vabbbene, vabbbbbene ammmore informatissimo, allora andamosene pure a st'osteria..."

Arrivati all'osteria (che tutto pareva tranne che un'osteria, va detto), ci rassicuriamo con il vecchio detto che l'abito non fa il monaco. Anche quando vediamo una tavolata di gente di cui cogliamo qua e là due discorsi in croce...una bionda magrissima e "di tendenza" che per andare a fumare fuori si mette lo scialle di cashmere (nota meteo Giuliacci: sera di agosto con 30 gradi all'ombra e una cappa di afa da far invidia a una serra tropicale), un ragazzino che passa tutto il tempo su un tablet con il volume dei videogiochi a un livello da visita Amplifon immediata senza che nessuno gli dica nulla,  e un tipo che si vanta di aver rifatto le tette (testuali parole) a una che poi è andata a farsele ritoccare da un altro, mortacci sua.
Uhmmmmmmmmmm.
Et bonsoir finesse.

Decidiamo di non lasciarci condizionare dalle apparenze, e ci facciamo dare un tavolo.
Fuori in cortile, perchè di quelli del tavolo "fine" già ne abbiamo piene le tasche.

"Ammmore mio informatissimo, ma io qua tovaglie a quadretti non ne vedo mica...anzi.. a dirti la verità i tavoli non son manco apparecchiati..."
"Tranquilla, ammore, adesso vedrai che arrivano "

Effettivamente arriva un cameriere... che dire magro è dir tanto.. diciamo che con tutto il ben di Dio che dovrebbe avere a disposizione in un'osteria (l'oste da che mondo èp mondo è panciuto e almeno venti kg sovrappeso...no???) se fa la fame lui è mooolto sospetto... e già ci dice: "Scusate, piccioncini, non potete star seduti vicino perchè qui c'abbiamo il runner..."

Evabbè. Per un locale di tendenza, questo e altro.

Poi ci porta l'acqua (ma chi gliel'aveva chiesta??) perchè è d'obbligo. E il menu su fogli di carta A4 stampati. Proprio così. Un foglio A4 e amen. Ci guardiamo, ricordandoci a vicenda che siamo in un locale di tendenza e amen.
Iniziamo a scorrere portate dal dubbio appellativo: maialino da latte al forno secondo noi... zuppa di verdure secondo noi....risotto ai due rossi secondo noi...
E nessun accenno a come venissero conditi o cucinati. Fidatevi e basta. Sapete, no, tipo il ristorante cinese di Fantozzi?? Mangiate, per carità, e non fiatate....

Per farvela breve, ordiniamo e aspettiamo.
Aspettiamo.
Aspettiamo.

Dopo mezz'ora arriva il solito cameriere con due antipasti della casa che non avevamo ordinato. Offre la casa, a detta sua (in realtà, da conversazioni origliate con la collega, veniamo a scoprire che in cucina c'era stato un casino pazzesco e si erano sbagliati con le ordinazioni. Preghiamo in silenzio che siano le ordinazioni del tavolo delle tette rifatte e del cashemere

Aspettiamo.
Aspettiamo.

Dopo un'ora arrivano altri due antipasti "omaggio della casa" che stavolta sospettiamo fortemente siano gli avanzi delle ordinazioni sbagliate. Facendo buon viso a cattivo gioco, guardiamo nei piatti.
Due pezzetti di carne delle dimensioni di una chiavetta usb incrociati su una salsina verdastra.
Io sto per aprire bocca sulla nouvelle cuisine, ma il mio compagno mi sorride e "Non avevi fame, ammmore sostanzioso??? MAGNA"

Finalmente, dopo circa un'ora e mezza dalle ordinazioni, arrivano le nostre "vere" portate. Il cameriere si scusa dicendo che c'è stato un equivoco in cucina (ma nuoooooooo!!!!) e ci augura buon appetito. Lo richiamiamo immediatamente per chiedergli il pane e i condimenti. Ci guarda come se gli avessimo ucciso il cagnolino e ci dice che le pietanze sono già condite dallo chef (stellato Michelin fresco di rientro da New York e che fortuna averlo beccato.. e seeeee) e il pane stava per arrivare (ma non arriva prima della pietanza, di solito?).
Lo richiamiamo la terza volta per chiedergli un pò di ghiaccio, visto che il nostro vino da 25 euri a bottiglia era ormai alla stessa temperatura del meteo Giuliacci.

"Ma ammnmmore stellato, a me è rimasta famina..."
"Zitta e magna che mò ti porto in pizzeria.........una VERA"

E' superfluo dire che il ghiaccio lo staremmo ancora aspettando, e che non vi sto a ripetere le espressioni di giubilo del mio compagno all'arrivo del conto.

Perchè uno Chef stellato Michelin è uno Chef stellato Michelin, e non gliene è fregato nulla del quid pro quo con le portate. Sospetto fortemente che ci abbia fatto pagare anche gli omaggi della casa, ma questo non lo sapremo mai.

Quello che sappiamo con certezza è che la prossima volta si va in pizzeria. Altro che Chef stellato.

Chi c'è c'è.

Phoenix affamatis



 
 
 

Bruttaggggente

Post n°881 pubblicato il 09 Agosto 2016 da Phoenix_from_Mars

 

Oooooh. Vooiiii vacanzieeeeriiiiii.... (con eco stile papale)

Voi che sotto l'ombrellone vi aspettavate un postINO di quelli leggeri e frizzanti, da spiaggia proprio....tipo...che so...quanti cm di chiappe mostra Belen quest'anno...o... ma chissà perchè la Hunziker continua a parlare del suo fondoschiena se è convinta che le abbia portato sfortuna..beh, come al solito,  rimarrete delusi ancora una volta, è evidente

Dunque.

Anch'io quest'anno, complice qualcuno che mi ha fatto fare da Rimini al Salento e dal Salento a Ravenna sapete, qualche passeggiatina me la son fatta, e qualche spiaggetta l'ho vista

E se prima avrei dato ragionissima all'articolo che ho letto sotto l'ombrellone e mi ha fatto spatasciar dal ridere, intitolato "Tipi che non vorreste mai incontrare in spiaggia", comprendente un dettagliato elenco di tutte le macchiette che conosciamo, come la mamma Maria con la parmigiana di melanzane, i tizi palestrati con i racchettoni che spargono sabbia come se fosse incenso per le benedizioni e i bambini che ti camminano imperterriti sopra asciugamano, pantaloncini, e..tablet , beh, sapete, ho fatto in tempo a cambiare idea.

Fosse questa, la bruttagggente.

Andiamo, che tra l'altro non ci divertiremmo allo stesso modo se in spiaggia non potessimo sbirciare quello che legge (o mangia) il vicino di ombrellone

Invece ho scoperto che, a forza di guardare (e, confessiamocelo, invidiare ) le lasagne della sciura Rosa, forse ci siamo persi un'altra parte di mondo che invece esiste e da fastidio, come il famoso detto.

Ho visto gente rimproverare i bambini perchè avevano schizzato innocentemente un pò di acqua giocando (e che ti aspettavi, brutto scemo, di entrare in acqua a fare il bagno e rimanere all'asciutto come un novello messia???)

Ho visto gente, ad un concerto di piazza, seduti sulle gradinate, stendere i piedi occupando tre posti e rifiutarsi di spostarsi quando arrivava qualcun altro perchè.....perchè...boh. A essere sincera, il perchè non l'ho capito manco muà

Ho visto gente parcheggiare un SUV come se fosse diritto acquisito e consacrato invadere mezza corsia della carreggiata, e che gli altri formassero pure due file di macchine strombazzanti, lui aveva parcheggiato e chissene.

Ho visto anche (purtroppo) un ragazzo lasciare a terra una ragazza sanguinante in mezzo alla strada, e ho visto anche (per fortuna) un cordolo di uomini e donne che invece di riservargli lo stesso trattamento, hanno chiamato i carabinieri e lo hanno trattenuto lì solo a forza di braccia, perchè non si desse alla fuga (il vigliacco).

E' pur vero che l'umanità è varia e non sempre si può avere la fortuna di incontrare persone sane. E' anche vero che secondo me uno dei primi valori che si sono persi in questa nostra società ipertecnologica è la buona educazione.

A forza di aver a che fare con schermi e Pokemon, ci siamo dimenticati che al di là di noi stessi, ci sono gli ALTRI. Sìììì.. proprio quelle persone che, come noi, si alzano al mattino per affrontare un nuovo giorno e sono pieni di problemi come noi e anche un pò scocciati come noi, ma che invece di mandarci a quel paese, ci fanno un sorriso.

Quando ho cominciato a bazzicare con il pc, in tempi remoti in cui gli schermi occupavano lo spazio di una lavatrice c'era quella cosa che ti insegnavano per prima, e si chiamava "netiquette"... forse qualcuno di voi come Monellaccio ricorda il termine

Era la buona educazione... quella che ti imponeva di non usare le maiuscole perchè significava che stavi gridando, di rispettare le persone con cui venivi in contatto, anche via web, perchè era importante non dimenticare che, al di là dello "schermo-lavatrice" c'erano persone. PERSONE.

Persone come te, con le loro storie, con i loro vissuti, e magari con la stessa giornata storta che avevi vissuto tu, e che cercavano, al sera, al pc, un pò di distrazione e di "leggerezza". Persone con cui, esattamente come quelle che incontriamo per strada, occorreva buona educazione.

Ma se non siamo capaci di usare buona educazione al nostro vicino di ombrellone, su cui scuotiamo come niente fosse la sabbia del nostro asciugamano, indignandoci pure quando ce lo fa notare ("La spiaggia non è mica tutta sua, sa???) e non scusandoci educatamente... beh, allora non dobbiamo stupirci quando qui sopra, per carità, forbitamente e con belle parole, ma sempre con poca educazione, leggiamo cose che, sapete, forse ci potremmo risparmiare.

Siamo davvero diventati così cinici e individualisti che anche qualcuno che ci siede accanto in una piazza pubblica ci urta? Mah.
La nostra vita è davvero così vuota che se non diamo fastidio non ci sentiamo realizzati??
Siamo così pieni di noi stessi da ergerci su piedistalli che noi stessi ci siamo costruiti e guardare tutti gli altri dall'alto considerandoli poveri idioti???


Ma soprattutto: siamo così "assetati" di sangue che quando vediamo una situazione che potrebbe degenerare ci fermiamo ad osservare finchè non passano i cadaveri?? (e ogni riferimento è purameeeeente casuaaaaaleee

Dall'altra parte, però, ci metto i fantastici pugliesi della spiaggetta Baia Verde dove "qualcuno"mi porta a fare il bagno

Quelli che anche in mezzo alle lasagne di sciura Rosa, ai bambini schiamazzanti, alle orche gonfiabili il cui naso ti si infila dappertutto (e intendo proprio dappertutto ), quando arrivi,  ti fanno posto e ci stai anche tu.

E se per arrivare in acqua devi fare lo slalom in mezzo ad asciugamani, occhiali, sdraio e quant'altro, nessuno si sogna di dire proprio un bel niente

Meditate, gente, meditate anche sotto le stelle, che sapete, non è peccato mantenere attivo il cervellino abbrutito dal lavoro invernale.. sappiate che "La settimana enigmistica" non funziona in tuttissimi i casi

Phoenix educatiis maquandocevòcevò



 


 
 
 

Saper aspettare

Post n°880 pubblicato il 28 Luglio 2016 da Phoenix_from_Mars

L'altro giorno, parlando con un amico, gli ho chiesto una cosa, e lui mi ha detto: "Ma no, adesso la gente è tutta in ferie, mi sa che aspetto settembre."

Io al momento non ci ho fatto caso, ma poi quelle parole mi frullavano in testa...

Ma come, aspetti settembre?? E il famoso "qui e ora" di cui tanto si blatera in giro?? Ma c'è ancora gente che sa aspettare il momento propizio, per fare le cose?
Evidentemente, per fortuna, sì

Io NON sono tra queste.Nonnò.
Questo, vedete, è un mio grande limite.
Con me spesso funziona con i "cogli l'attimo" e "batti il ferro finchè è caldo". Sono strasicura che se certe cose non le avessi fatte mollando tutto e affidandomi all'istinto, non le avrei fatte mai più, e sicuramente di molte di loro mi sarei pentita di non averle fatte e le avrei rimpiante amaramente. Non mi fermo mai perchè penso che chi si ferma è perduto, e a volte perchè so che se mi dessi il tempo di riflettere, mi perderei un sacco di belle cose.

Invece, ecco, c'è qualcuno che sa aspettare.
Sa che le cose, a volte, vanno fatte decantare e vanno viste sotto molteplici angolazioni e luci diverse, che non sono sempre le stesse di quando le vedi la prima volta.
E mi ha regalto anche un'altra perla di saggezza che conservo nel cuore: "Tempo e pazienza, Phoe...tempo e pazienza..."
Che com'è noto sono due cromosomi che nel mio corredo generico hanno marcato visita e risultano riformati

Capita che invece di farti prendere dal "sacro fuoco", come faccio io, si debba ogni tanto fermarsi a riflettere e ragionare bene su ciò che si sta facendo o si ha in mente di fare, e capita anche che le persone abbiano ognuna un ritmo proprio e tale ritmo vada rispettato.

Per cui, sapete, complici anche le ferie, sto facendo esercizi mentali (no, non sono stata internata e nemmeno sto prendendo sostanze stranetranne i soliti farmaci antiallergici), anche perchè ho accanto qualcuno che mi sta insegnando anche questo

Sto cominciando a vedere le cose in prospettiva, ma siccome non posso cambiare del tutto la mia natura "sanguigna" almeno però posso pensare che esistano due categorie di cose: quelle che vanno fatte subito, e quelle che vanno decantate e assaporate come un vino d'annata in un calice prezioso.

Sapersi fermare, specie in questo mondo che corre alla velocità della luce, ci dà anche modo di scorgere dei particolari che sarebbero passati inosservati ad un primo esame.

Siamo in grado di vedere quanta bellezza ci sia intorno a noi, quante opportunità da cogliere e quante cose da non lasciarci sfuggire.

Siamo in grado di distinguere un fuoco fatuo da una fiamma vera, reale, che brucia e scalda.

E allora, che fare? Partire in quarta, o inserire la prima e godersi il paesaggio??

Facciamo così: io dico che ci sono cose da fare subito, e cose per cui è meglio aspettare.
E se lo dico io (dopotutto qui siamo sul mio blog e le cose le dico IO, no???
E se per chiedere scusa a volte è meglio aspettare che l'altra persona sia "sbollita" e in condizioni di accettare, forse per altre cose è meglio cogliere l'attimo

"Non sai qual è il giorno più bello della tua vita finchè non sarà passato e non lo avrai vissuto" (Grey's Anatomy)

Phoenix sapiens sapiens



 
 
 

La carogna

Post n°879 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Phoenix_from_Mars

La conoscete tutti, no??

No, non quella persona irritante e cattiva che gode sulle disgrazie altrui

La carogna sulle spalle...quella cosa che voi sapete già che è stupidissima e sconsigliatissima, ma che finchè non l'avete fatta vi tormenterà vita natural durante

Esempio di carogna delle puntate precedenti: per chi se l'è persa, la storia della mia amica che pedinò il fidanzato in pausa di riflessione con un colbacco russo originale in testa nel mese di agosto per non farsi notare (contaci!!)

Ecco. La carogna sta lì, ogni tanto tace per mesi interi, e proprio quando ve la siete dimenticata, salta fuori con una trovata di quelle che farebbero impallidire le Charlie's  Angels.

E' furba e subdola.
Piano piano vi insinua l'idea nel cervello, vi tormenta con sogni rivelatori, vi fa credere che sia VOSTRA e ve la infiocchetta peggio di un regalo la notte di Natale sotto l'albero

Poi, quando vi siete effettivamente autoconvinti della bontà dell'idea in questione, ecco che la carogna si tira indietro pudicamente come a dire: "non fare il modesto, tesoriiiino bbbellooo...è tuuuuutto merito tuo, io non c'entro gnjiente."
Questo perchè SA che l'idea in sè è una gran caxata stramegagalattica e CONOSCE tutti i casini a cui andrete incontro una volta che l'avrete attuata.

Morale della favola??? Novanta per cento delle volte si finisce a dar retta alla carogna e ci si ritrova nei guai fino al collo.

Esempi??? Quanti ne volete

Secondo voi da dove vengono le idee folli che ogni tanto ci mettiamo in testa, così, giusto per rovinarci quelle due ore di serenità acquisita a prezzo di sacrifici enormi????

Tipo: questa storia è troooppo bella. Sicuramente ci sarà la fregatura. Fammi controllare il suo telefono un momentino.

Oppure: sicuramente non sarò in grado di fare il lavoro che il capo mi ha assegnato con i cinesi. Sicuramente me l'ha dato solo per farmi fare brutta figura. Cià che lo passo al collega.

O ancora: ma fammi fare una bella sorpresa al mio uomo e bussare alla sua porta con un completino sessi sotto l'impermeabile alle due del mattino. Ops.
Nessuno vi ha detto che le sorprese non si fanno MAI, vero?????

E per finire: chissà se ci sarà ancora Nutella nello scaffale della colazione?? Il vasetto SEMBRA vuoto maaaaa........

Ci sono carogne sempre attive ed altre che si attivano solo in particolari situazioni.
Anche qui ovviamente ci sono carogne maschi e femmine (te parevaaa) con altrettante diverse direzioni di ragionamento, e se la carogna maschio dice: "stasera c'ha il mal di testa, vieni, vieeeeeeni che ti porto a fare un giro su Youporn " quella femmina ovviamente dice: "uuuhmmmmmmmm quando mai un uomo c'ha il mal di testa, vieni, vieeeeeni che ti porto a guardare il suo cellulare e il suo pc per controllare chi si nasconde effettivamente sotto il nome di Mario, Silvano, GiamMaria, etc etc "

Et ça va sans dire

Ora.

"C'è un confine sottile tra tutte le cose, sul quale non tutti sono bravi a danzare" (cit. modestament. mia medesim.)

Se può essere sano ogni tanto controllare che il livello di cuoricini blu che sono inviati al vostro uomo non salga a livelli allarmanti (e in quel caso vi autorizzo a tirar fuori l'artiglieria pesante ), d'altra parte farsi mille s***e mentali su frasi dette e non dette può portare a pessimi risultati.
Se ascoltare l'istinto può essere la cosa che vi salva la vita quando siete indecisi sul da farsi, a volte l'istinto si mette d'accordo con la carogna e ne viene fuori che appostarsi sotto casa di qualcuno la sera, soprattutto con intenzioni non proprio cristalline, NON sia cosa buona e giusta

La mia carogna?
La mia carogna è differente, come la banca

La mia carogna, vedete, è vero che sia assolutamente folle, irrazionale e faccia dei voli pindarici con l'immaginazione che nemmeno la Nasa... ma è anche vero che quando si mette d'accordo con l'istinto e pure con il sesto senso (è un menàge à trois che è una meraviglia) raramente mi porta sulla strada sbagliata.
Perchè ha il buon gusto di dirmi:
"Carrra mia, è vero, sappiamo entrambe, o tutti e tre o quattro del menàge che questa è una cosa stupidissima, illogica e magari pure un pò umiliante...ma che si f***a pure quel cretino dell'Orgoglio (altro componente spesso assente ingiustificato alle riunioni di condominio della mia carogna ), se è una cosa che ti fa sentire meglio, falla pure."

Perchè la carogna SA.

Sa come sono fatta, e sa che alle volte ho bisogno di chiudere delle porte a modo mio. E sa che avrò la forza di non voltarmi indietro solo quando lo dico IO.

Per cui, vedete, è ancora più furba delle altre. Gioca di psicologia e fa finta di assecondarmi solo per condurmi sempre al solito incrocio dove l'istinto mi avrebbe condotto senza tanti giri. Ma l'istinto, vedete, è MASCHIO
La carogna invece, essendo FEMMINA, SA.

Sa che deve lasciarmi convinta di aver fatto la caxata che mi serve per passare oltre l'idea fissa che mi assilla in quel momento, e SA che SOLO così otterrà il risultato giusto.

Az de carogna.
Ma per fortuna che ci sei.

Almeno ho una giustificazione per le caxate che faccio, visto che sono praticamente astemia, non mi drogo e non dico (quasi)parolacce salvo in casi estremi

E la vostra com'è????

Phoenix incarognitiiis



 

 

 
 
 

(W)alter ego

Post n°878 pubblicato il 24 Luglio 2016 da Phoenix_from_Mars

Lo so, lo so.

Si era detto buone vacanze, ciao a te e ciao a me, riposati e rinfrescati  e bla bla bla

Purtroppo quando una c'ha la lingua luuunga cell'ha e non c'è molto che si possa fare.

Ultimamente mi chiedevo, andando in giro, come mai fosse aumentato a dismisura il numero di quelli che girano con il naso appiccicato allo smart.... e poi.... ho scoperto la grande rivelazione che evidentemente ero l'unica a non sapere:

Cioè.
Che praticamente tutta sta gente non è più manco sui Social, che almeno, si sa, con tutto il male che viene per cuocere almeno ci tengono in contatto UMANO....NUUUOOOOOOOO...loro vagano come ebeti, facendo schizzare a mille le classifiche degli incidenti per strada, perchè CERCANO UN CARTONE ANIMATO VIIRTUALE  attraverso lo schermo del cell in mezzo alla gente.... MA SI PUO'??????

Appurato questo, però, sapete, capisco taaaaante cose.

In questo giorni ho per le mani i casi di due amiche (si dice seeeempre così, vero???) che ne stanno vedendo di ogni con i rispettivi fidanzati..opppsss...sono stata antiquata?? e vabbè, compagni, boyfriends, amichetti...UOMINI insomma

Che se almeno non vanno in giro coil naso sullo smart per i Pokemon, con la santa grazia del cielo (o se lo fanno le mie due amiche non lo sapranno mai), in compenso hanno delle uscite che forse i Pokemon salterebbero fuori da soli dallo schermo per picchiarli.
Del tipo che se l'amica stronza di LORO gli uomini manda a LORO su whatsapp (stramaledetta whats) una serie infinita di cuori e stelline blu e le faccette a cuoricino è NOOOORRRRMAAAAALEEEEE... se per caso scappa un tvb con un amico loro DI LORO le donne, apriti cielo e al mio segnale scatenate l'inferno

E' vero, non nego che con noi donne è difficile averci a che fare.

Siamo puntigliose, litigiose, logorroiche, non ci sfugge niente e non c'è cosa seppur minima su cui non siamo capacissime di imbastire un discorso che tiri in ballo persino gli avi del malcapitato fino alla settima generazione. Verissimo.

Ma voi vi siete domandati da dove nasce questa cosa??????

Come in tutte le cose del mondo, sancito da illustrissimi scienziati, esiste la relazione di causa ed effetto. Cioè la famosa storia della farfalla che sbatte le ali di qui e di là dall'equatore si scatena un uragano, o per essere meno poetici e più prosaici, il fatto che se sbatti per terra un vaso di porcellana, magari la prima volta può andarti bene per la questione della fisica e vettori di forza e blablabla, ma la seconda, inevitabilmente, si rompe.
Causa.
Effetto.

Semplice no??????

Ora. Io dico.
Ma se già sapete che è così, allora perchè continuate a girare intorno al preziosissimo vaso Ming della prozia incazzosa, se sapete che avete la grazia di un elefante e inevitabilmente finireste per mandarlo a terra in mille pezzi???????

Non è difficile, neh. Ci son giusto tre o quattro cosette che alle donne non gli devi dì. Tipo:
"Sei ingrassata."
"Ma guarda quella che chiappe da capogiro che ha."
"Non sei tu, sono io, è  mio il problema."
"Non c'è assolutamente NESSUN tipo di problema."

Facile, no??? Facciamo che vee le scrivete come salvaschermo del cell mentre cercate i Pokemon, in modo che ogni volta che ne trovate uno, salti fuori questa schermata e magari la imparate, come un compito a scuola.

Che poi dite che noi facciamo una tragggedia per tutto. Ma si può sentirsi dire da qualcuno che "dovresti lagnare di più"?????
No, dico. DOVRESTI LAMENTARTI E NON TENERE TUTTO DENTRO.
Una ci ha messo una vita e mezza per temprarsi un carattere (che a detta di tutti gli uomini la donna forte...va forte...finchè non gliene capita una) e poi....tradotto, meglio la gattamorta di turno di te, che fai il possibile per non scaricare tensione e stress sul tuo uomo ma stemperarteli da sola, per quel che si può. Cretina.

Ecco perchè a sto mondo ci sono tremilioni di gattemorte e tre o quattro DONNE.
Ed ecco anche perchè le tremilioni di gattemorte hanno sempre dietro diecimilioni di ometti pronti ad asciugare le lacrime e giurare di proteggerle da tutti i fulmini che l'avversa e disumana sorte scatenerà loro contro

Mentre quella che non chiede aiuto per portare le borse della spesa su per tre piani di scale (che tanto tonifica i glutei che è una meraviglia ) finisce sempre per sentirsi accusata che non è capace di farsi aiutare.

Sapete che vi dico?? Che io un pensierino cell'ho fatto (te pareva Diociscampi).

Penso che alla fine della fiera, di uomini veri, quelli che sanno che quando il gioco si fa duro è divertente giocare, ne esistano pochi. E che sia più semplice avere a che fare con una donnetta che si affida tutta interamente a te pure per pagare la bolletta del gas e fa tutto quello che dici, piuttosto che con una che nelle discussioni le prende ma le dà anche (metaforicamente parlando, obviously ). Penso che sia difficile veder fare a una donna cose che tu non hai il coraggio di fare, e che ci voglia una grande intelligenza e una sana autoironia per stare vicino a donne così. E che ovviamente la stragrande maggioranza, per quel che ne possa pensare, quando si sente mettere in gioco i gioielli di famiglia, nun je piass per gnjente. GHE NE' MIHA DE BANANE

E' più facile scappare e dirci che abbiamo un carattere impossibile, che ci attacchiamo a ogni cavillo e di una piccolezza vogliamo parlare fino allo sfinimento.

E' più facile prendersi una pausa di riflessione (ma non era una prerogativa femminile?????) e non farsi trovare piuttosto che ammettere di aver torto e chiedere scusa (parola che nel vocabolario maschile deve essere stata coperta con il bianchetto pesante).
Salvo poi lamentarsi, perchè una donna stile geysha che vi ami, vi curi, vi stiri le camicie senza lamentarsi delle piegoline, vi ringalluzzisca il morale facendovi sentire superuomini, vi consoli e vi faccia ridere, vi aspetti con la cena pronta e il massaggio, vi sbrighi le faccende che non avete tempo o voglia di fare, e sia pure bravina a letto, non la trovate a ogni angolo di strada.
Vero che anche a noi piace l'uomo spiritoso, intelligente, che ci faccia ridere al momento giusto e al momento giusto sia accanto a noi a dimostrarci che ci possiamo contare, in caso...ma non quando poi esce fuori l'alter ego che fa i capricci, si incacchia per nulla e di parlare da persone appunto intelligenti nun se ne parla proprio.

A volte ci sembra di aver a che fare con delle personalità multiple bizona che un giorno ti chiedono di essere la madre dei loro figli e quello dopo piangono se non hanno trovato il Pokemon giusto

Bah. Sallatevelo. Ho intenzione di trasformarmi in una gatta morta pure muà

Con tanto di vocina smielosa (miiiiaaaaaaoooooooooo) e bicipite a molla per la tenuta della borsa in passeggiata. Che si dice sia ciò che distingue una donna QUALUNQUE da una donna VERA, e se pensavate che invece fossero cose come il carattere o l'intelligenza, beh, aggiornatevi


Miiiaaaooooooooooooooo!

Phoenix intollerans





 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

CASTLE OF GLASS

Venite, entrate, pure

nella mia inquietante dimora

dove l'oscurita è un'affascinante padrona

e vi guiderà, un salone dopo l'altro...

Ma attenti alle segrete

da dove occasionalmente

proviene qualche stridor di catene...

E qualcuno vi si è già perduto.

Phoenix*

 

 

Viaggiatore che ti soffermi a leggere...

Non stupirti delle contraddizioni

e dei bruschi cambi di direzione che troverai qui.

Questo è il mio mondo su Marte.

Guarda bene, tu che sei capace di andare oltre.

Fuoco e ghiaccio, mente e cuore, miele e veleno, sorriso e lacrime...

This is me.

Phoenix*

 

 

Sign by Danasoft - Get Your Sign

 

Sign by Danasoft - Get Your Sign

 

SCRIGNO DELLE DOLCEZZE CHE MI AVETE REGALATO...

"Io so che la Fenice è nata per volare...in alto...non per camminare raso terra...ed è bella così."

"Buongiorno, Luce dei miei occhi!" 

"Sei il mio primo pensiero...ancora confondo realtà e sogno...scambio stelle per i tuoi occhi e terra bruna per i tuoi capelli...resto in attesa per sentirti respirarmi dentro...mi manchi."

"Ti ho dedicato plainsong!
....tu sei come la canzone.....
dolce.....delicata.......
una camminata a piedi nudi a riva...."

"Mi incanto ad osservare i tuoi occhi, mi parlano..."

"Amuleto prezioso della mia anima..."

"Eri bellissima ieri mentre arrossivi..."
"Se una vera Amica, una persona di cui ci si può fidare ad occhi chiusi."

"Tu sei un animo tenero e un cuore prezioso."

"Una persona come te è difficile che non trovi amici ovunque!"

"Ah, ma io intendevo divorarti, onore compreso :D"

"Sei un'anima speciale...è bellissimo starti vicino."

"Io so che ho a che fare con una persona che mi fa ridere,pensare,trepidare,stimolare..
Che mi fa venir voglia di accendere il pc per vedere se c'è.....basta questo.."

 

"Stupida..."
"Chi ti conosce non ti dimentica, e chi ti ha persa ti rivuole... perchè tu resti dentro."

 

 

 

 

"Hai uno sguardo bellissimo."
"Con te ho messo a nudo la mia anima...ed è stato bello."
"Ciao, Splendida Fenice di Fuoco!"
"La moglie ce l'hanno tutti, l'amante ormai è di moda, quello che è da nascondere e custodire è un'amica come te, un bene raro e prezioso."
"E il mio pensiero ti verrà a cercare, tutte le volte che ti sentirò distante, tutte le volte che ti vorrei parlare, per dirti che sei solo tu la cosa che per me è importante..."


 

"Nuova Luce di Luna
ti Accarezzi la Chioma
ti Culli nei Tuoi Sogni
ti Avvolga nella Tua Femminilità"

"E' uscito il sole..o sei uscita tu??"

"Non so come fai a creare questo senso di famiglia qui, ma ti adoro per questo..è la cosa che più mi piace di te."

"Ho pensato una cosa, domani ti lascio uno zainetto pieno di baci all'ingresso della stazione... Quando il treno passerà sopra il fiume, ricordati di raccoglierlo!
Mi raccomando, non consumarli tutti subito, portane qualcuno fino a Milano..."

"Sei una tosta dal cuore tenero tu..."

"Sono sulle mie montagne..sto ammirando l'incanto della natura...e quello della donna che sei"

"E' stato bello inciampare su di te :)"

"Il tuo castello lo definirei una reggia, aperta a poeti e animi sensibili, dove sempra impera la musica e i contributi artistici di ognuno spargono dolce l'olezzo delle buone sensazioni."

 "Tu cammini a due metri dal suolo e la tua presenza è taumaturgica per questa community spesso asfittica."

"Sei troppo forte, tu, sei imparagonabile, e non ti sto facendo un complimento!"

"Era un giorno qualsiasi quello nel quale hai dimenticata aperta la finestra della stanza e il "rombo" della mia yamahina ne ha attraversato lo spazio. Qui era una giornata simile alle altre in principio....fino a quando ti sei affacciata e mi hai sorriso. Non ho mai impennato, ma quel giorno credo di averlo fatto, perchè le gomme hanno divorato la linea immaginaria che nel frattempo il fumo tracciava tra le parole, raggiungendoti"
"...e quando le altre mi chiederanno...dirò: après Nicettà...rien est comparable."


 

SUL MIO COMODINO...

 


 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 108
 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

GRAZIE, AMITHIEL *___*