Si racconta

Immagine correlata

 

 

 

Abbiamo parlato del mondo buono e discreto, della qualità, non del sesso quantitativo, dei viaggi, delle vacanze, dell’arte, dei libri letti in eccesso (e qui si raccomanda l’eccesso!), Delle scarpe, non delle dozzine, dell’amore come significato, la forma o l’estensione di una donna, dell’estate (permanentemente dal cuore), degli uomini e degli uomini di oggi (ricordando che gli uomini non amano il modo in cui le donne fanno), di quanto sono belle e sane le persone che non spettegolano, dell’amicizia tra donne (che esistano o no?!), sulla necessità di gioia, sul volontariato, sugli aquiloni, su domande e risposte e, ultimo ma non meno importante su … cose semplici.
Non le chiederò mai del bambino del suo cuore, perché quando tace, i suoi occhi raccontano storie su donne-donne e donne-donne. E sto abbastanza bene. Suo figlio è esemplare, perché è una madre esemplare. E con ciò ho detto tutto, specificando che è il “guscio” che educa il bambino con calma, con esempi fermi, con libertà e gioco, non con piume alte e voce seria.
Pensare alle donne che pensano che sia così difficile essere una madre … Più difficile è una donna-madre.

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr