Blog
Un blog creato da gaza64 il 10/04/2010

Altromondo17

Visioni di ciò che sarà

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 91
 

I MIEI LINK PREFERITI

- Arte
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: gaza64
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 49
Prov: PG
 

 

Il vuoto del vuoto

Post n°288 pubblicato il 21 Ottobre 2014 da gaza64
 

  
Foto di Chema Madoz

 

- "E' molto vuoto il vuoto?"

- "Potrebbe esserlo molto o molto poco."

 

- "Da cosa è determinato?"

- "Dalla capienza che lo quantifica."

 

- "Come un bicchiere o una vasca da bagno?"

- "Come una testa o un cuore."

 

- "Una testa vuota quanto vuoto contiene?"

- "Abbastanza per non sapere cosa pensare."

 

- "E un cuore vuoto, quanto vuoto contiene?"

- "Abbastanza per non sapere amare."

 

- "Una testa vuota può essere amata?"

- "Credo solo per l'involucro che quel vuoto determina."

 

- "Anche un cuore vuoto può essere amato?"

- "Ritengo che potrebbe esserlo anch'esso."

 

- "E in che modo?"

- "Solo colmando quel vuoto."

 

- "Perché?"

- "Perché il cuore è un involucro dentro un altro,

ed essendo invisibile agli occhi,

non potrebbe essere amato se da esso non trasparisse

in qualche modo."

 

- "E come si fa a renderlo visibile, il vuoto di un cuore?"

- "Facendosi amare."

 

 

 
 
 

Maestro

Post n°287 pubblicato il 20 Ottobre 2014 da gaza64
 

Foto di Jim Kazanjian

 

Ciò che l'arte edifica,

qualcosa l'aveva distrutto.

 

 
 
 

Libere associazioni

Post n°286 pubblicato il 17 Ottobre 2014 da gaza64
 
Tag: scelte

 

Si assomigliano tutti per la stessa ragione che li muove.

Quasi mai per quella che li ferma.

 

 
 
 

Tempesta

Post n°285 pubblicato il 15 Ottobre 2014 da gaza64
 

 Gilbert Garcine

Gli dicevo:

"Passa",

e lui passava.

 

Era solo un pensiero.

 

E poi mi ritrovavo sempre lì,

sulla riva.

E lui tornava.

 

Gli dicevo:

"Stai calmo",

e lui si agitava.

 

E l'orizzonte diventava nero,

e l'acqua saliva.

 

Mi dicevo:

"Non avere paura",

ma la paura non sentiva.

 

Voleva essere ascoltata, invece,

ed io l'ho capita.

 

Torna, quell'acqua scura.

La sento, ma non mi chiama.

 

E lui mi dice:

"E' passato",

ma io so

che non è mai finito.

 

Perché è solo un pensiero agitato.

Un orizzonte nero.

Un mare in tempesta.

Una paura infinita e muta.

 

Una vita chiusa dentro una silenziosa richiesta.

Non ancora esaudita.

 

 

 
 
 

Il gatto Matto

Post n°284 pubblicato il 11 Ottobre 2014 da gaza64
 

 

Sono il primo di quattro gatti matti.

 

Nero e bianco

o

bianco e nero

come i miei fratelli.

 

Non essendoci un colore predominante

ce li scambiamo:

tanto poi tornano sempre dov'erano.

 

Che siamo matti ce lo dicono tutti.

Perciò ci chiamiamo:

Matto Tutto uno

Matto Tutto due

Matto Tutto tre

Matto Tutto quattro.

 

In totale siamo dieci o forse uno solo.

 

Dipende dalla circostanza

e dalla necessità del momento.

 

Perché a volte è meglio pensare di essere in tanti,

che un gatto matto soltanto.

 

Seppur di quattro. 

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Samoa16Guerriero.luminoso0justerosoltrementecuorejeremy.pursewardenshangri.lawoodenshiplesaminatorepaolo1974latina.camgaza64Eddie_Cranefenormone0Ladro.di.Mentelubopo
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom