Blog
Un blog creato da gaza64 il 10/04/2010

Altromondo17

Visioni di ciò che sarà

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 92
 

I MIEI LINK PREFERITI

- Arte
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: gaza64
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 49
Prov: PG
 

 

Mondi

Post n°294 pubblicato il 20 Novembre 2014 da gaza64
 

 

Disegno di Antonine De Saint-Exupéry



Ognuno ha il suo mondo

disegnato su un pezzo di carta che spesso smarrisce.

 

A volte è circoscritto da una riga,

altre volte è solo un punto sospeso su un foglio

trasportato dal vento che,

seppur muovendosi,

lo fa restare fermo.

 

Qualcuno aggiunge personaggi tracciandoli

ciascuno con le proprie caratteristiche:

in piedi, seduti, prostrati, forti, indifesi.

 

Servono a riempire lo spazio vuoto del foglio.

 

Spesso sono essi stessi a chiudere il cerchio.

 

A volte restano fuori.

Altre volte imprigionati dentro.

 

 

 
 
 

Corpi

Post n°293 pubblicato il 14 Novembre 2014 da gaza64
 

 

Aderirai al suo corpo con la stessa

delicatezza e forza e smisurata invadenza.

 

Lo farai pensando e modulando la voce che quel

pensiero tradurrà per lei soltanto.

Coniugato in ogni tempo come

è giusto che sia,

quando il verbo esprime l'eterno.

 

Prosciugherai la sua mente succhiandola

lentamente.

Ne carpirai i segreti rivelandone altri in quel

vicendevole scambio di liquidi e spazi

riservati agli amanti.

 

Lo farai con gli occhi chiusi e gli occhi aperti,

perché è così che l'amore si manifesta.

Nel buio e nella luce di ciò che lo riguarda

e in tutto ciò che essere amati contempla.

 

Tornerai per amare ed essere amato

ricordando il momento futuro e quello passato

come quando si crede d'aver veduto

ciò che ancora non si è visto,

eppure ricordato.

 

E lo farai senza tener conto del tempo.

Lo farai a prescindere da ciò che è stato o sarà.

Perché cosi ti è stato insegnato.

Perché è per quello che sei nato.

 

Di amore in amore vissuto.

Di eterno amare e amato.

Tornato ora.

Mai andato.

 

 

 
 
 

Mistero

Post n°292 pubblicato il 10 Novembre 2014 da gaza64
 

 

- Torneranno di nuovo le parole?

- Dagli prima il tempo di andare.

 

- Per quanto tempo, ancora, viaggeranno?

- Dipenderà dalla lontananza che le separa.

 

- Le separa da cosa?

- Dalla comprensione di chi le leggerà.

 

- Chiunque saprà comprenderle?

- Non tutti, e non sempre.

 

- Da cosa dipende?

- In parte da ciò che tu hai scritto.

 

- Ma io non l'ho fatto.

- Allora è diverso.

 

- Perché?

- Perché la parola, espressa attraverso il solo pensiero, è un mistero.

 

- E un mistero cos'è?

- L'incertezza di non sapere mai cosa è stato o sarà compreso.

 

- Io lo so.

- Come fai a saperlo?

 

- Lo so perché è quello che avevo pensato.

- Cosa?

 

- Che saresti tornato.

 

  

 
 
 

Simboli

Post n°291 pubblicato il 04 Novembre 2014 da gaza64
 

 

Un punto solo è l'abbandono. 

 

Un tratto il deserto. 

 

Una virgola un passo e

lo spazio tra due parentesi un mondo. 

 

Un cerchio l'ossigeno.

 

La croce un ricordo.

 

L'asterisco è energia.

 

La freccia l'incognita. 

 

Il numero uno è adesso.

 

Lo zero non c'era.

 

L'apostrofo un sospiro e

l'accento il momento di prendere il volo.

 

 

 
 
 

La mezzaluna e la stella

Post n°290 pubblicato il 30 Ottobre 2014 da gaza64
 

 

Ti cullo,

e tra le braccia ho il sogno sopravvissuto al

tuo corpo.

 

Solide membra invisibili,

ora.

 

Non più ingiustizia.

Non più paura.

 

Ti cullo,

e tra le braccia ho tua madre e tuo padre.

Un unico livido scuro.

 

E la voce racconta una storia

ripetendola all'infinito come se

fosse una ninna nanna, mentre

le braccia tracciano una mezzaluna.

 

Avanti e indietro e avanti.

Lentamente a scandire le parole e il loro

andare e venire.

 

Nessuno torna,

ma il loro sogno resta.

 

E' tra le mie braccia.

 

Ed io lo cullo addormentando il dolore

di un padre e una madre.

E la mezzaluna si muove,

e il tuo sogno, di stella, rimane.

 

 
 
 
Successivi »
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

a_solitary_mandelego.in.teadris.marchiorellofalsapiriteITALIANOinATTESAgaza64lorifucile54shangri.laMarquisDeLaPhoenixGuerriero.luminoso0Nues.ssurfinia60nahanvirgola_df
 

ULTIMI COMMENTI

Neppure stavolta sarà, però, il tempo a definire...
Inviato da: RobertoDiGi
il 23/11/2014 alle 22:59
 
Mannaggia...Insomma, il link è questo -...
Inviato da: RobertoDiGi
il 23/11/2014 alle 22:45
 
Devo avere perso la mano con l'inserimento dei codici...
Inviato da: RobertoDiGi
il 23/11/2014 alle 22:42
 
Breve parentesi per gli eventuali “non addetti ai lavori”:...
Inviato da: RobertoDiGi
il 23/11/2014 alle 22:33
 
A me hanno sempre detto che vivo nel mio mondo. Ancora...
Inviato da: delego.in.te
il 23/11/2014 alle 21:46
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom