Creato da Fajr il 30/10/2007

FAJR

... come fiordalisi in un un campo di grano. (D. Bonhoeffer)

 

« liberté... snobdel nucleare... delocalizzato »

meno dieci...

Post n°166 pubblicato il 17 Aprile 2008 da Fajr
 


chi saranno mai?
clicca sull'immagine (ho sostituito il file)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/fajr/trackback.php?msg=4514875

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ossimora
ossimora il 17/04/08 alle 00:22 via WEB
non mi si apre il file jpg
 
 
ossimora
ossimora il 17/04/08 alle 00:28 via WEB
i liquidatori...di CERNOBYL?
 
ossimora
ossimora il 17/04/08 alle 00:56 via WEB
Il 26 aprile ero a passeggio per la campagna con la sere piccola ,era una giornata bellissima .Dopo quel giorno pe r un lungo periodo ,la sensazione che tutto attorno fosse avvelenato mi paralizzava .Mi ricordo le discussioni con amici un tot new age ,che ridevano e sostenevano che loro continuavanoa mangire di tutto perchè era l'energia interiore che li proteggeva .Glisso sullerisposte.Non sta bene :))Ma scusa EH??? non potevi aspettare NO?????eccheccazz
 
 
Fajr
Fajr il 17/04/08 alle 01:06 via WEB
non mi rimproverare... è una storia a puntate!
 
 
Fajr
Fajr il 17/04/08 alle 01:09 via WEB
Mia madre preparava la passata di pomodoro quasi ogni anno. Dopo Chernobyl diceva sempre: "La salsa non è più come quella di una volta." Conservo ancora 4 bottiglie sigillate annata 1985. Aveva voluto tenerle da parte come "memento del prima di..."
 
SandaliAlSole
SandaliAlSole il 17/04/08 alle 07:08 via WEB
vedendo malissimo il file, anche quando lo apro, non posso che agganciarmi al 26 aprile che ricordo e che ricorda anche antonia ed è quello di chernobyl. Tutto questo mentre dalla radio arrivano notizie di un incidente nucleare in spagna. giusto giusto adesso. Lo scorso anno, il professore di mia figlia le ha fatto leggere (per me ri.leggere) Guasto di Christa Wolff. (ma non è che sono fuori strada vero?) cià mirì
 
Fajr
Fajr il 17/04/08 alle 16:23 via WEB
e c'è chi crede al nucleare come soluzione...
 
 
ildemonologo
ildemonologo il 18/04/08 alle 12:21 via WEB
Si. Magari due paroline sul come ed il perchè di tanta tragedia però aiuterebbero un migliore inquadramento. Forse una macchina non è pericolosa in sè solo perchè un matto può venirti addosso...
 
   
ossimora
ossimora il 18/04/08 alle 18:43 via WEB
Fotse si ,anche se ho la sgradevole sensazione che adesso ,se e quando succedono incidenti atomici,magari certamente di minore impatto, si taccia.
 
   
Fajr
Fajr il 18/04/08 alle 20:27 via WEB
... e se quell'auto fosse tarata per velocità inferiori, forse, produrre impatti con conseguenze meno gravi.... e se il guidatore fosse un può più "presente a se stesso" prima di mettersi alla guida...
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 19/04/08 alle 17:20 via WEB
Personalmente sono favorevole all'energia nucleare da fissione (anche a quella da fusione, ma siamo impantanati da 20 anni) sostanzialmente per tre ordini di motivi che non mi sembrano disprezzabili: 1) mancanza di emissioni di gas (CO2, NOx, SO2), e di particolati (se sei di Taranto sai cosa intendo); assenza di calore secondario. 2) grande rapporto tra energia prodotta/materiale consumato e quindi bassa depauperazione delle risorse; la vedrei come una soluzione ponte verso l'utilizzo di altre forme energetiche. 3) possibilità di svincolarsi dall'attuale situazione di dipendenza dall'estero che ci rende fragili e quindi "staccabili" in caso di necessità. Condivido totalmente su entrambe le posizioni da te espresse. Però riconoscerai che la tecnologia del RBKM1000 era vecchia, mal progettata, insicura intrinsecamente. Inoltre l'esperimento era folle, mal condotto e scientificamente insignificante: come fai giustamente notare il guidatore deve essere presente a se stesso e la macchina in ordine e su questo non posso che essere totalmente in accordo. Ma alle volte temo che si voglia criminalizzare la macchina in se. Regards
 
     
Fajr
Fajr il 19/04/08 alle 17:56 via WEB
Non ho le competenze necessarie per entrare nel merito, se sia meglio una fissione piuttosto che un'altra. So che nessuna tecnologia è sicura al cento per cento e che quella che produce energia nucleare ha dalla sua tanti di quegli aspetti negativi da non farmi percepire e credere la "convenienza" nell'adottarla. Leggo qui e credo che le osservazioni avanzate siano condivisibili e sostenibili. Non vivo a Taranto, ma so come si sta lì. Ecco non vorrei che in un altro angolo d'Italia o di terra colonizzata (Albania?) tra quarant'anni si vivesse come a Taranto, con la sola variante del tipo di veleno che gli abitanti saranno stati costretti ad ingoiare per le nostre scelte miopi di oggi. Ciao, demo io sto in collina... :o)
 
     
Fajr
Fajr il 19/04/08 alle 18:05 via WEB
Vorrei rimarcare anche lo stretto legame tra nucleare e militare. La cosa non mi aggrada affatto. Metto in evidenza anche questa intervista a Carlo Rubbia.
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 19/04/08 alle 19:03 via WEB
L'eminente fisico (le sue ricerche sulla luce pesante sono una pietra miliare...tra l'altro sai che ha condiviso il nobel con un ingegnere... cavolo, la nostra vendetta, per la prima volta un ignegnere insignito del nobel per la fisica:) ha affermato una cosa parzialmente inesatta: i reattori militari sono costruiti necessariamente in modo diverso da quelli per uso civile, soprattutto perchè hanno finalità totalmente opposte. Vero è che alcuni di questi, soprattutto nell'ex-URSS, sono di tale derivazione, come, appunto il citato serie 1000, ma nei nostri paesi questa tecnologia è stata abbandonata da decenni (siamo alla quarta generazione) o mai adottata. Per costruire un'arma nucleare non ho necessariamente bisogno di un reattore, mi bastano le centrifughe o i calutroni, anche se, ammetto, un reattore può fare comodo. Ma la filiera delle armi nucleari non comprende le centrali ad uso civile ma dei reattori costruiti "ad hoc" (peraltro estremamente compatti e, genralmente, di tipo omogeneo). Personalmente ritengo che se non fossero state usate le bombe sul Giappone, il nostro approccio alla tecnologia nucleare sarebbe diverso.
 
     
Fajr
Fajr il 20/04/08 alle 01:01 via WEB
Demo, io 'na povera analfabeta nucleare sono! :)
Centrifuga, centripeta, calutroni... civile, militare.... tutto vero, non metto in dubbio. Ma mi basta vedere i gruppi di bambini e ragazzini ucraini e bielorussi costretti a disintossicarsi periodicamente oltre il confine dei loro paesi, per capire che "non è cosa buona e giusta".
E poi, se è vero come è vero che le materie prime (petrolio, uranio, carbone...) prevalentemente usate finora per produrre energia vanno in via di esaurimento e producono danni enormi per la vita del pianeta e dei suoi abitanti non è forse giunta l'ora di pensare seriamente a vie alternative? Se uno come Rubbia mi dice che col sole "si può fare", io gli credo. Come credo che la vera ragione del ritardo per l'approfondimento e l'introduzione di queste nuove tecnologie sia da ricercare nel fatto che nessuno può dire: "Il sole è mio!"
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 20/04/08 alle 13:15 via WEB
Non bisogna essere dei tecnici per fare delle valutazioni, basta essere sereni:) Non credo sia quello che ti difetta (a parte il dente un pochino avvelenato contro i militari...). Ora il dramma ucraino è vero ed evidente. Purtroppo quello che non è evidente è l'esito degli studi epidemiologici perchè, allo stato attuale, non esiste una correlazione tra l'esposizione (salvo che acuta) ed il danno biologico. Vorrei rubarti solo un attimo: non è che la IAEA abbia torto e l'OMS abbia ragione, o viceversa, il problema è che potrebbero avere torto o ragione entrambi, in dipendenza delle ipotesi iniziali, che, tra l'altro, si scontrano con una carenza di dati precedenti e su una diversa interpretazione. Il discorso di Rubbia, in via teorica, non fa una piega, ingegneristicamente parlando mi pare una follia: la costruzione di un anello pari al GrA di Roma nel deserto pone dei problemi piuttosto seri e soprattutto la tecnologia di trasporto non mi pare così da poco. Inoltre l'uranio è uno degli elementi più comuni epoi si può ricorrere alle tecnologie di autofertilizzazione. Ripeto, io reattori non ne vendo. Però sono convinto che sia una buona soluzione ponte se analizzata colla razionalità... e non con il sentimento:)
 
     
Fajr
Fajr il 20/04/08 alle 18:39 via WEB
Nessun sentimentalismo, Demo, men che meno femminile e materno per i poveri piccini con la tiroide sottosopra. E' proprio perché si tenta di ragionare che pare pura follia puntare su una fonte energetica che sinora ha prodotto scorie pericolosissime che se non trattate in maniera adeguata producono danni devastanti più di qualsiasi centrale che salti in aria per obsolescenza o cattiva gestione o chenesoio. Considerando la sorte che facciamo fare in Italia ai rifiuti urbani e a quelli più genericamente detti industriali, comprendi che un brivido (almeno uno!) ha diritto di percorrere la mia schiena! Ti invito a leggere quest'altro articolo che fa riferimento a questo studio.
P.S. Per quanto riguarda i miei denti... un pochino avvelenati, tenendo conto che sono follemente innamorata del mare e del cielo, potrei anche "perdere la testa" per un bel marinaro o un affascinante aviatore non restii a pronunciare un "signorsì"... acc.! però così facendo cedo al sentimento!!! :o)))
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 20/04/08 alle 21:59 via WEB
Piano piano: per il momento le scorie non hanno prodotto l'impatto del disastro ucraino (il che è parzialmente vero: vicino a murmansk i russi hanno rottamato i loro reattori ed han fatto un casino, ma quello, ammetterai, non è un problema tecnico, è politico). In quanto allo studio ho bisogno di tempo per studiarmelo. Nel frattempo ti ringrazio. PS.: ahimè, mi ci son giocato la carriera sul fatto di essere polemico... che ci vuoi fare... come si suole dire "se uno nasce tondo non muore quadrato":)
 
     
Fajr
Fajr il 21/04/08 alle 09:54 via WEB
Tecnico o politico, sempre disastro è!
P.S. Vuoi dire che ti son rimasti sull'omero e non son scesi verso il polso? :o)
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 19/04/08 alle 19:07 via WEB
Ma se non si fa una disamina serena dei vantaggi e degli svantaggi, come è possibile comprendere se sia adottabile o meno? Ma l'effetto serra e la contaminazione di vaste aree dovute alle combustioni non rappresentano di per se un monito sufficiente? Ho letto quanto linkato, ma non credo che queste osservazioni siano condivisibili. Se interessata possiamo procedere ad una disamina punto per punto. Premesso però che non vendo reattori: al limite mi sono interessato dell'inertizzazione delle scorie. Io credo in un progresso sostenibile: per questo rifiuto di installare il condizionatore in casa; guarda i trulli gli antichi sapevano vivere bene anche senza tanta tecnologia. Ma il problema è: siamo disposti a fare lo stesso?
 
     
Fajr
Fajr il 20/04/08 alle 01:09 via WEB
Anch'io mi rifiuto di avere il condizionatore in casa. Fortuna di chi, pur vivendo al sud, ha una casa costruita in pietra, come i trulli. Vedi, i nostri antichi erano anche saggi perché seppero usare la tecnologia allora disponibile per rendersi la vita meno gravosa sia d'estate che d'inverno.... Possiamo dire lo stesso noi moderni? Questa credo sia "la" domanda.
Uhè, non è che per procedere con la tua disanima mi porti quintali di scorie inertizzate in Valle d'Itria, vero?! :o)
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 20/04/08 alle 13:50 via WEB
Da qualche parte le dobbiamo pure mettere, vero? :))
 
     
Fajr
Fajr il 20/04/08 alle 18:41 via WEB
Provaci e ti pentirai! Ho chiesto una consulenza a Rubbia e ti rispondo nell'ultimo post!!! :p
 
     
ildemonologo
ildemonologo il 20/04/08 alle 22:00 via WEB
Tanto non te ne accorgerai mai... ho comperato i trulli apposta...ngné...ngné:))
 
     
Fajr
Fajr il 21/04/08 alle 09:55 via WEB
Grrrrrrrrrrr.....
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

SUPER VEDETTA

Now Syria

old link >>>

 

TWITTER

AREA PERSONALE

 

DIARIO DI BORDO

Fajr, in arabo, significa alba.
È così chiamata la prima delle cinque preghiere giornaliere del musulmano praticante.
È considerata la più accetta a Dio perchè recitata al sorgere del sole mentre tutti gli altri ancora dormono.
°Clicca°

del nostro navigare
del leggere dal basso
 

VEDETTA

Mani Tese logodai il tuo 5xmille a Mani Tese
metti la tua firma nel riquadro Onlus
e il CODICE FISCALE 02343800153




Emergency
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jigendaisukecassetta2Fajrsantiago.gamboaossimoraalf.cosmosRoberta_dgl8lilith_0404RosecestlavieBasta_una_scintillaziryabbdanilog1992s.gaetano80Crepuscolando
 

ULTIMI COMMENTI

Hai ragggione!!M
Inviato da: Fajr
il 17/09/2020 alle 16:25
 
Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 07/08/2020 alle 13:18
 
Perciò più prezioso e da coltivare
Inviato da: Fajr
il 03/12/2019 alle 10:03
 
La concordia è un frutto diventato estremamente raro
Inviato da: jigendaisuke
il 15/11/2019 alle 20:14
 
analfabetismo a tutto spiano
Inviato da: Fajr
il 04/04/2019 alle 21:14
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

ARCHIVIO DEI POST

 '07'08'09
gen   x x
feb   x x
mar   x x
apr   x x
mag   x x
giu   x x
lug   x x
ago   x x
set   x x
ott x x x
nov x x x
dic x x x
 
 '10'11'12
gen x x x
feb x x x
mar x x x
apr x x x
mag x x x
giu x x x
lug x x x
ago x x x
set x x x
ott x x x
nov x x x
dic x x x
 
 '13'14'15
gen x x x
feb x x x
mar x x x
apr x x x
mag x x x
giu x x x
lug x x x
ago x x x
set x x x
ott x x x
nov x x x
dic x x x
 
 '16'17'18
gen x x x
feb x x x
mar x x x
apr x x x
mag x x x
giu x x x
lug x x x
ago x x x
set x x x
ott x x x
nov x x x
dic x x x
 
 '19'20'21
gen x x -
feb x x -
mar x - -
apr x - -
mag x - -
giu x - -
lug x - -
ago x - -
set x - -
ott x - -
nov x - -
dic x - -
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

miglior sito

In classifica