Rimborso Spese Farmaceutiche La Asl Fg Fa Chiarezza sulla Questione -Divisione Informazione-

Policlinico''Riuniti'' Di Foggia
Policlinico”Riuniti” Di Foggia

Fra gli argomenti piu’dibattuti in questi giorni c’e quello relativo al rimborso delle spese farmaceutiche secondo cui cio’spetterebbe ai medici di famiglia,la questione arrivata fino al consiglio regionale pugliese ha costretto numerose asl provinciali a tentare di fare chiarezza,la Asl Fg ci ha provato in queste ore con una lunga nota nel quale aggiunge”Le Aziende Sanitarie pugliesi sono obbligate a potenziare, in ambito territoriale, attraverso i propri uffici aziendali e distrettuali competenti (ivi compresi i servizi farmaceutici) le attività di verifica sull’appropriatezza delle prescrizioni emesse da parte dei Medici di Medicina Generale – MMG al fine di assicurare l’attività di farmacosorveglianza e di controllo della spesa farmaceutica.Recependo le indicazioni regionali la ASL Foggia ha deliberato un Piano Operativo sul contenimento della spesa farmaceutica che assegna ai medici di medicina generale un preciso budget di spesa, ponderato sul numero degli assistiti e sull’incidenza di induzione di spesa del singolo medico”.

Federfarma Puglia Sentita In Commissione Regionale a Bari Sulla”Farmacia Dei Servizi”-Divisione Informazione-

Bari,Sede Regione Puglia
Bari,Sede Regione Puglia

Il presidente di Federfarma Puglia Stella e’stato ascoltato congiuntamente da due commissioni in Regione Puglia in merito all’argomento inerente la”Farmacia Dei Servizi”,nel corso dell’intervento ha dichiarato che”il lavoro per l’attuazione del cronoprogramma messo in campo, di concerto con  Federfarma e Ordine professionale, nella Commissione regionale per la “Farmacia dei servizi”, la sede in cui si è discusso delle azioni possibili, dal nuovo schema per lo screening sulla ricerca del sangue occulto nelle feci, alle ipotesi di appostamento delle risorse stanziate dallo Stato, per una sub-budgetizzazione delle risorse da adoperare e la rete delle attività di logistica per la somministrazione del vaccino antinfluenzale in farmacia.L’avvio del dialogo con Federfarma e le software-house per definire gli aspetti tecnici organizzativi di un protocollo operativo che verrà trasferito alle parti per il debito esame, nell’attesa di ricevere autorizzazione alla spesa dal Ministero della salute, ovvero della Commissione interministeriale che si occupa della valutazione del programma regionale, inserendo nel cronoprogramma regionale anche la vaccinazione ed altri servizi”. 

Ponte Del 2 Novembre Iniziative Del Comune a Bari-Divisione Informazione-

Bari
Bari

Il cimitero monumentale di Bari è pronto ad accogliere i cittadini che vorranno rendere omaggio ai propri cari nelle giornate del 1° e 2 novembre in una veste rinnovata, grazie all’iniziativa “Adotta un fiore”, lanciata dall’assessorato comunale al Patrimonio per raccogliere la disponibilità di agenzie funebri e marmisti accreditati a prendersi cura di aiuole o porzioni di esse all’interno della necropoli cittadina. Al fine di uniformare gli interventi di cura delle aiuole nelle aree assegnate, gli sponsor hanno provveduto nelle scorse settimane al ripristino dei marmi perimetrali danneggiati, alla sistemazione del terreno di sottofondo con l’eliminazione delle erbacce, alla fornitura e posa in opera di ghiaietto o ciottoli bianchi (previa installazione di un tappetino di sottofondo), alla fornitura e messa a dimora di piante ornamentali sempreverdi (altezza massima 70 centimetri) e alla fornitura e la piantumazione di fiori ornamentali (annuali o da rinnovare semestralmente).A settembre scorso abbiamo rivolto un invito alle aziende che a vario titolo lavorano all’interno del cimitero – commenta l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola – per provare ad abbellire le aiuole e gli spazi verdi esistenti così che la necropoli monumentale si presenti ai visitatori curata e adorna di fiori e piante ornamentali non solo nelle giornate in cui commemoriamo i nostri defunti ma nel corso di tutto l’anno. Pertanto siamo soddisfatti della risposta ottenuta, che testimonia una rinnovata attenzione alla cosa pubblica in un luogo dall’alto valore simbolico e spirituale che nel corso degli anni ha subito fin troppi sfregi ad opera dei soliti vandali, incapaci di provare rispetto persino per i morti.