Ondata Di Maltempo In Veneto e Toscana Devastazione e Morte-Mimmo Siena-

Maltempo Toscana: Bisenzio esonda anche a Prato
Maltempo Toscana: Bisenzio esonda anche a Prato

Una forte ondata di maltempo sta colpendo in queste ore le regioni del Veneto e della Toscana,frutto di una forte corrente ciclonica proveniente dall’Inghilterra.Il bilancio al momento parla di 3 morti,un anziano trovato deceduto al piano terra della sua abitazione in preda all’acqua poi la seconda vittima a Rosignano in Toscana,e la 3za una donna di 85 anni deceduta.Il fiume Bisenzio tracimato,allagata la citta’di Prato  mentre L’Arno potrebbe esondare nel corso della giornata di venerdì,il governatore regionale toscano Giani ha dichiarato lo stato di emergenza.Anche in Veneto situazione drammatica con forti piogge segnalate,anche il Sud si prepara al peggio le scuole della Campania,da Caserta a Benevento resteranno chiuse in Puglia criticita’per il forte vento riscontrata a Taranto.In Veneto situazione difficile si e’saputo che un pompiere risulta disperso nell’area bellunese sono segnalate alcune frane di fango e altro materiale a Cima Gogna, nei pressi di Auronzo, mentre gli effetti del vento, cresciuto di intensità in serata, si stanno facendo nel trevigiano, in particolare a Gaiarine, dove sono stati scoperchiati i tetti di alcune case.NNel vicentino dove e’in corso l’esondazione del fiume Battacchione sono stati aperti i bacini di laminazione per salvaguardare dall’acqua le citta’di Vicenza,Padova e Le Valli Del Chiampo.

Maltempo In Veneto;Pompiere Disperso
Maltempo In Veneto;Pompiere Disperso

Festa Del Volontariato Dauno a Castelluccio Valmaggiore Il 4 e 25 Novembre-Divisione Informazione-

Festa Volontariato il 4 e 25 Novembre Sulle Violenze Di Genere
Festa Volontariato il 4 e 25 Novembre Sulle Violenze Di Genere

Una “Festa del Volontariato” sui Monti Dauni, organizzata con l’obiettivo di promuovere i principi e i valori della solidarietà non soltanto nella città capoluogo, ma anche nelle zone più periferiche della Capitanata. Doppio Appuntamento il 4 e il 25 novembre 2023 a Castelluccio Valmaggiore con giornate dedicate ai temi della gestione delle emergenze e del contrasto alla violenza di genere.I due appuntamenti organizzati nell’ambito della ‘Festa del volontariato dei Monti Dauni’ – sottolinea il presidente del CSV Foggia, Pasquale Marchese – rappresentano valide occasioni di confronto tra enti del Terzo Settore e, allo stesso tempo, preziose opportunità per ringraziare i volontari per la generosa opera che svolgono quotidianamente. Non solo. In questo delicato momento storico abbiamo ritenuto fondamentale dedicare ampio spazio alla riflessione sulle conseguenze distruttive della violenza, a tutti i livelli.Saranno inaugurate due panchine e ci saranno degli spazi di riflessione sulle azioni necessarie per un efficace percorso di contrasto alla violenza di genere, con l’intervento di amministratori locali, volontari ed esperti del settore.

Parte a Cerignola La Rassegna Teatrale 23-24 Del Roma Cinema Teatro e…Di Scena La Coppia Foschi-Pisu-Divisione Informazione-

La Coppia Foschi-Pisu inaugura La Stag.Teatrale Del Roma Cinema Teatro e...23-24
La Coppia Foschi-Pisu inaugura La Stag.Teatrale Del Roma Cinema Teatro e…23-24

Sarà Tiziana Foschi, fondatrice della Premiata Ditta, ad aprire insieme ad Antonio Pisu la nuova rassegna teatrale 23-24 del Roma Teatro Cinema e… di Cerignola(Fg)diretto da Simona Sala. L’attrice e comica romana, sabato 4 novembre, porterà sul palco “Faccia un’altra faccia”, interpretando i tanti personaggi incontrati nel corso di una lunga carriera tra televisione, cinema e Tv.Faccia un’altra faccia”, prodotto dalla Good Mood di Nicola Canonico, è uno spettacolo dedicato alle nuove generazioni che, attraverso il gioco della parodia, affronta temi importanti, trasformando personaggi e situazioni quotidiane, con lo scopo di favorire il processo di affermazione della propria identità.Le storie di uomini e di donne sono sempre state il bersaglio della mia curiosità – racconta Tiziana Foschi – e il trasformismo l’abito ideale alla mia timidezza. Con questo spettacolo porto in scena persone, tipologie umane che ho visto passare, ma anche restare, in molti anni di questo mestiere. Facce che sul palco si amplificano e diventano grottesche e in cui spesso il pubblico riconosce il vicino di casa, il giornalaio, il collega di ufficio, la suocera, ma mai se stesso”.