Violenza Sulle Donne Intervento Della Presidente Consiglio Regionale Puglia Loredana Capone-Divisione Informazione-

Loredana Capone Pres.Cons.Regionale Puglia
Loredana Capone
Pres.Cons.Regionale Puglia

Nel corso dell’ultima seduta del consiglio regionale pugliese la presidente dell’assise Loredana Capone e’intervenuta sulla triste vicenda di una ragazza 22enne di Vigonovo,uccisa con crudelta’dall’ex fidanzato”Davanti a tanta violenza non c’è più tempo da perdere. È una vera e propria strage: la giovane Giulia di soli 22 anni è la 105esima donna uccisa in Italia dall’inizio dell’anno. È  necessario intervenire subito con azioni concrete e non fermarsi alla retorica delle dichiarazioni. Servono  iniziative che intervengano per sovvertire la cultura patriarcale che ha ancora radici profonde nella nostra società. E non c’è distinzione di fascia sociale né di età visto che tra le vittime e i carnefici ci sono giovani donne e giovani uomini, di qualsiasi provenienza.  Una realtà ancora ingabbiata in categorie dove il “rosa” è per le femminucce  e il “blu” per i maschietti, con tutto il corredo di false idee costruite su un’articolazione di presunte forza e debolezza rigidamente inquadrate in ruoli familiari sociali ed economici che portano gli uomini al potere e le donne un passo dietro. Le donne però negli ultimi decenni, grazie anche ai movimenti e alle associazioni femministe, hanno fatto grandi passi avanti nella conquista dei diritti e delle libertà, ma questo percorso non è ancora maturato tra gli uomini. Ci sono state velocità diverse. “Per questo serve intervenire già dall’infanzia, seminando valori che educhino alla parità e all’uguaglianza. Questi devono diventare concetti “scontati” e intrinsechi nella natura di ciascuno. In questo percorso la migliore alleata è la scuola. È da qui che dobbiamo partire per insegnare il rispetto e l’essenza vera dell’amore, che non è possesso. Dobbiamo parlare con i nostri ragazzi e ascoltarli”.

Formazione Gestione Tecnica Medica Interpersonale a Cerignola-Divisione Informazione-

Convegno Medico Su Progetto Contro Aggressioni
Convegno Medico Su Progetto Contro Aggressioni

Grande partecipazione nei giorni scorsi, a Cerignola(Fg), al corso di formazione sulla “Prevenzione della violenza agli operatori sanitari e sulle tecniche di gestione delle aggressioni”.L’evento, promosso dalla ASL Foggia e dall’Ospedale “Bambino Gesù”, è parte integrante del progetto aziendale di promozione della salute nei luoghi di lavoro il cui obiettivo è fornire ai lavoratori indicazioni per prevenire e affrontare il rischio di violenza e aggressione.Nell’introduzione ai lavori, Stefano Porziotta, Direttore Sanitario Aziendale dell’ASL di Foggia e Salvatore Zaffina, Direttore dell’UOC di Medicina del Lavoro dell’Ospedale Bambino Gesù hanno presentato il nuovo protocollo per la prevenzione e la gestione delle aggressioni adottato dalla ASL di Foggia nel contesto della convenzione tra i due Enti.Strumento fondamentale è quindi il talk down che consente di diminuire l’intensità del livello di tensione, aggressività e violenza per creare una relazione interpersonale adeguata con l’altro. Il talk down si basa fondamentalmente su una comunicazione efficace. L’altra persona non deve sentirsi provocata ma compresa e accolta. La gestione dell’evento è multidisciplinare e prevede il coinvolgimento del medico competente per la valutazione delle conseguenze sulla salute dell’operatore ma anche per le azioni di miglioramento da implementare all’interno dell’organizzazione.

Formazione e Lavoro In Job Act a Orsara Di Puglia-Divisione Informazione-

Formazione e Lavoro a Orsara Di Puglia
Formazione e Lavoro a Orsara Di Puglia

In quaranta, al termine del corso di informatica che hanno seguito, hanno ottenuto la certificazione informatica Eipass, utile per concorsi, percorsi di studi universitari, curriculum. La metà di loro sono studenti delle scuole medie, l’altra metà, giovani e adulti disoccupati. Sono solo alcuni dei risultati ottenuti nell’ambito del progetto “OrientaOrsara”, promosso dal Comune di Orsara di Puglia attraverso l’avviso “Punti Cardinali: punti di orientamento per la formazione e il lavoro” della Regione Puglia.Presso l’aula consiliare del Comune di Orsara di Puglia si svolgerà il “Job dinner”, un momento conclusivo dell’iniziativa attraverso il confronto, la condivisione, lo scambio di quanto fatto lungo questo percorso di formazione e di orientamento, insieme a tutti i relatori che si sono alternati nelle varie fasi del processo, generando in molti casi anche occasioni di co-branding e di conseguenza di sviluppo, economia, lavoro.Una trentina coloro che hanno partecipato attivamente agli 8 Job Days organizzate, le giornate dedicate al lavoro, in cui è stato possibile vivere occasioni di “incontro e confronto” con le aziende del territorio, di svolgere colloqui di lavoro, di proporre la loro idea imprenditoriale, con la possibilità di poter beneficiare di una fase di accompagnamento per la realizzazione della stessa. 

Anziani, al via le domande per il Servizio gratuito di Assistenza Domiciliare In Provincia Fg Nord-Divisione Informazione-

Assistenza Domiciliare In Provincia Di Fg Zona Nord
Assistenza Domiciliare In Provincia Di Fg Zona Nord

Al via il Servizio gratuito di Assistenza Domiciliare per anziani residenti nei Comuni di Chieuti, Lesina, Poggio Imperiale, San Paolo di Civitate e Serracapriola.Per le persone che abbiano compiuto i 65 anni d’età che nei territori coinvolti vivono da soli o con famiglie che non sono in grado di assicurare un buon livello di assistenza per la cura e l’igiene della persona e della casa e per il mantenimento delle condizioni di autonomia. Il Servizio di Assistenza Domiciliare offerto dalla ASP ha l’obiettivo di evitare i disagi del trasferimento in una struttura assistenza alle persone anziane e non più in grado di prendersi cura di sé stesse pienamente pur non soffrendo particolari patologie,il Servizio e’curato da due associazioni che operano nei comuni citati.

Inviata negli Stati Uniti un’unità di sangue cordonale bancata all’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza Di S.Giovanni Rotondo-Divisione Informazione-

Sangue Cordonale Dalla Puglia Negli Usa
Sangue Cordonale Dalla Puglia Negli Usa

Sarà trapiantata su una bambina affetta da una grave patologia. Salgono a 25 le unità di sangue cordonale inviate in 8 stati esteri dalla Banca Cordonale della Regione Puglia, affidata all’Ospedale di San Giovanni Rotondo.Nei giorni scorsi un’unità di cellule staminali emopoietiche da sangue cordonale custodita nella Banca Cordonale della Regione Puglia, affidata all’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, è stata inviata negli Stati Uniti per essere utilizzata a scopo di trapianto su di una bambina affetta da una grave patologia del midollo osseo.Dal 2008 salgono così a 25 le unità di sangue cedute dalla Banca Cordonale della Puglia per scopo di trapianto. Di queste, 16 sono state cedute in Europa (6 in Francia, 6 in Italia, 1 in Olanda, 1 in Danimarca, 1 in Spagna, 1 Regno Unito), 1 in Asia (Israele) e 8 negli Stati Uniti.In questi 15 anni di attività della Banca, in diversi ospedali pugliesi sono state raccolte 20.000 unità di sangue cordonale confluite a San Giovanni Rotondo che hanno generato circa 1.900 bancaggi, cioè sacche praticamente utilizzabili per trapianto di staminali emopoietiche salvavita. Il sangue del cordone ombelicale è prezioso poiché è una ricca fonte di cellule staminali emopoietiche utilizzata nei trapianti in pazienti con patologie onco-ematologiche – leucemie, linfomi, malattie del sistema immunitario, anemie – o genetiche, in alternativa alle cellule staminali del midollo osseo, in particolare nei bambini.