ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 
who's _nline
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

 

 

Falcone parte prima

Post n°1944 pubblicato il 22 Maggio 2017 da jigendaisuke

La mescolanza tra società sana e società mafiosa a Palermo è
sotto gli occhi di tutti e l'infiltrazione di Cosa Nostra costituisce
la realtà di ogni giorno.

Giovanni Falcone, Cose di Cosa Nostra

La mafia, lo ripeto ancora una volta, non è un cancro
proliferato per caso su un tessuto sano. Vive in perfetta
simbiosi con la miriade di protettori, complici, informatori,
debitori di ogni tipo, grandi e piccoli maestri cantori, gente
intimidita o ricattata che appartiene a tutti gli strati della
società. Questo è il terreno di coltura di Cosa Nostra con
tutto quello che comporta di implicazioni dirette o indirette,
consapevoli o no, volontarie o obbligate, che spesso godono
del consenso della popolazione.

Per vent'anni l'Italia è stata governata da un regime fascista
in cui ogni dialettica democratica era stata abolita. E suc-
cessivamente un unico partito, la Democrazia cristiana, ha
monopolizzato, soprattutto in Sicilia, il potere, sia pure
affiancato da alleati occasionali, fin dal giorno della
Liberazione. Dal canto suo, l'opposizione, anche nella lotta
alla mafia, non si è sempre dimostrata all'altezza del suo
compito, confondendo la lotta politica contro la Democrazia
cristiana con le vicende giudiziarie nei confronti degli affiliati
a Cosa Nostra, o nutrendosi di pregiudizi:
"Contro la mafia non si può far niente fino a quando al potere
ci sarà questo governo con questi uomini".

Temo che la magistratura torni alla vecchia routine: i mafiosi
che fanno il loro mestiere da un lato, i magistrati che fanno
più o meno bene il loro dall'altro, e alla resa dei conti,
palpabile, l'inefficienza dello Stato.

Orlando ormai ha bisogno della "temperatura" sempre più alta.
Sarà costretto a spararla ogni giorno più grossa. Per ottenere
questo risultato, lui e i suoi amici, sono pronti a tutto, anche
a passare sui cadaveri dei loro genitori.[5]

Confondi indipendenza con arbitrio, è questo il problema: chi
è indipendente deve sempre rispondere.
[l'avvocato Alfredo Galasso: «I magistrati no.»]

Ah no? Come no? C'è una bellissima legge sulla responsabilità
civile e dici no? [6]

[Alla domanda di un giornalista «Ma chi glielo fa fare?»]

Soltanto lo spirito di servizio.[7]

[Durante la commemorazione di Falcone nell'aula magna
del Palazzo di Giustizia a Milano, riferendosi ai magistrati
presenti]

Voi avete fatto morire Giovanni Falcone. Con la vostra indif-
ferenza. Con le vostre critiche... Voi lo avete infangato.
Voi diffidavate di lui. E adesso qualcuno ha pure il coraggio
di andare ai suoi funerali. (Ilda Boccassini)

Non cercare i mandanti fra i politici di Roma, piuttosto
fra la classe dirigente siciliana, la buona borghesia
palermitana e i corleonesi.
Come ha detto bene il professor Salvatore Lupo, Palermo
fra gli anni 60 e il 92 aveva 2 cupole: quella politica che
faceva capo a Vito Ciancimino, Salvo Lima e un altro
politico palermitano di cui ora mi sfugge il nome, poi
c'era quella mafiosa che con la seconda guerra di mafia
degli anni 70-80, diventò "Cosa Corleonese".

 
 
 

Consigli per gli acquisti musicali

Post n°1943 pubblicato il 20 Maggio 2017 da jigendaisuke

Abbi cura di te, è il titolo del nuovo album di Levante,
brava cantautrice siciliana, apprezzata anche quest'anno
al concertone del Primo Maggio.

 
 
 

Cover

Post n°1942 pubblicato il 19 Maggio 2017 da jigendaisuke



Lei insiste, dice che è lunatica fino all'osso
Lei raramente visita il piano di sopra, noi domineremo
il telefono
Beh immagino che la bellezza faccia ciò che la bellezza sa
far meglio:
è bella.

Lei dice che questo è il problema della realtà:
è presa troppo sul serio
Mi auguro che Dio sia buono con me
e Babbo Natale coi bambini
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa

Lui: le sue complicazioni essenziali sono bloccate e confuse
E' un pianeta pieno di semafori e di chi non li rispetta
Ma non è più strano dello strano
O di ogni altro estraneo

lui dichiara che è pericoloso essere innocenti
poiché sei una vittima ogni volta
le storie della pazzia si intromettono sui sani di mente
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa

le storie della pazzia si intromettono sui sani di mente
Anche se il tuo problema è il problema di tutti dobbiamo
giocare a questo gioco?
in tutti questi pensieri da capogiro
Per tutti da mettere in spalla

Vedi, questo è il problema della realtà:
è presa troppo sul serio
Mi auguro che Dio sia buono con me
e Babbo Natale coi bambini
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa
festeggiate,
questa festa è finita
vado a casa

 
 
 

Cinemā, frenetica passion

Post n°1941 pubblicato il 17 Maggio 2017 da jigendaisuke

Meglio pensarci due volte prima di rispondere al
telefono



Oggi mi sento buono e vi do anche la possibilità di poter
ascoltare il film ovunque vuoi siate, possibilmente in una
notte buia e tempestosa:

Audio Rai.TV - Il Cinema alla Radio -
I TRE VOLTI DELLA PAURA

 
 
 

Le grandi inchieste di Ecchime

Post n°1940 pubblicato il 15 Maggio 2017 da jigendaisuke

Parole che dovrebbero ascoltare molti magistrati di oggi.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

jigendaisukemisteropaganomassimocoppacolarikiTerzo_Blog.Giuscamnisi1943several1boezio62lacky.procinoITALIANOinATTESAninograg1pink19740maps.14cassetta2
 

ULTIMI COMMENTI