ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 
who's _nline
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

 

 

Ferie

Post n°1991 pubblicato il 16 Agosto 2017 da jigendaisuke

Si avvisano gli spettabili lettori che il blog va in ferie.
La stagione 2016-2017 sarà chiusa con "Tempo di pic-nic",
nella rarissima (e, credo, mai vista in tv) versione col
doppiaggio di Sordi e Zambuto (poi diventato docende ad
Harward a partire dagli anni 50).

Per qualche giorno sarò qui:

Attenzione! Come ad ogni chiusura per ferie, allo scoccare
della mezzanotte, sarà impossibile commentare.
E se è possibile, al ritorno, la consentirò solo agli amici.


Chiusura anticipata causa sonno dello scrivente.

Buone vacanze

 
 
 

Ferragosto

Post n°1990 pubblicato il 14 Agosto 2017 da jigendaisuke

Nell'augurarvi un buon ferragosto, ripropongo un mio post
del 2008.

ino al 2003 (ndr e dal 2011), questo era il periodo che
dedicavo alle ferie.
Passata la festa del 15, con la processione, la banda musicale
(quasi sempre della zona fra Taranto, Brindisi e Lecce) che
suonava musica classica (a sentire mia madre, una volta
la piazza della chiesa era colma di anziani contadini che
seguivano per filo e per segno i brani musicali, oggi le
banda non riscuote proprio lo stesso interesse....), ma
soprattutto i fuochi!!
Venivano sparati al mezzanotte, nella parte del paese
orientata verso il Molise, sulla strada che porta a Colletorto
e San Giuliano di Puglia.
In un terreno che digrada verso il Tavoliere, con un
panorama spettacolare sulla pianura e sui comuni
del nord del foggiano, sul Gargano e Rignano
Garganico, grosso paese sul promontorio garganico,
che, di notte, sembra quasi sospeso nel cielo.
Una parata di colori, fischi, fumo come viene
descritta da tosca nella sua canzone sanremese:

Sanremo 2007 Tosca Massimo Venturiello
Il terzo fuochista



Quando ero piccolo i botti mi spaventavano e piangevo..
Il 16 serata clou con un "grosso" nome della musica italiana.

Michele, Gianni Bella, Little Tony, Alma Megretta, se non
sbaglio anche Nino D'Angelo (orrore e raccapriccio),
ultimamente anche le seconde e terze file di Amici.... vabbè
che tanto io i concerti non li amo molto, però un anno a Motta
Montecorvino (a pochi km di distanza), sempre ad una festa
patronale ho sentito Mango, peccato che ero in piedi dalle 4
(ero andato a fare il turista, non ricordo dove, avevo preso la
prima corriera, quella delle 5!).
Durante la festa, c'erano bancarelle varie, ma soprattutto quelle
che interessavano a me, erano, e sono, le nocciole abbrustolite..
Sempre in quei giorni, in paese c'era molta più gente,
tornavano gli emigrati a Torino, Milano, Genova, o in Germania,
Francia, Svizzera.
Molte case venivano riaperte. Dopo il terremoto del 2002 ciò
non avviene più, complice il fatto che i contributi sono stati dati
in base ai metri quadri e non alla gravità del danno. In compenso
invece di restaurare il centro  storico, si preferisce costruire
villette con giardino, nella periferia del paese e molti residenti
si sono fatti la seconda o terza casa in paese.
Non si arrivava agli 8000 abitanti degli anni 50 e ora sono si e
no 1500.
Dopo il 15, i contadini possono (ma a volte lo fanno anche
prima) bruciare le stoppie, anzi i rstocc (si noti che nel foggiano
le vocali praticamente non ci sono), ovvero quello che rimane
degli steli del grano.
Prudenza vorrebbe che vengano bruciate con attenzione e di
sera, ma non sempre viene fatto e i risultati poi finiscono nei tg..
(se poi non si bruciassero, sarebbe molto ma molto meglio!)
Per le strade spuntano fuochi e grossi pentoloni nei quali
vengono messi a bollire bottiglie e barattoli di pomodori o di
salsa.
Mi ricordo anche che fino a pochi anni fa, venivano stesi per
terra dei teloni su cui venivano messi pomodori tagliati a metà
a seccare, per fare le conserve, oppure le mandorle fresche
messe ad asciugare, dopo che era stata tolta la buccia verde
che riveste il guscio.
La sera, vicino alle due macellerie, sulla brace vengono
arrostite salciccie, pezzi di carne vari, ma soprattutto
i torcinelli, ovvero gustosi involtini fatti da:
un ramo d'origano, polmone, fegato e frattaglie varie di capretto
o agnello, un pò di peperoncino in polvere, il tutto avvolto nelle
budella dell'animale!
Una vera bontà!!!!


Insomma le strade attorno alle 2 macellerie sono invase
dall'odore della carne arrostita, e diventano un luogo
di ritrovo, dove fare 2 chiacchere in attesa che la carne
fosse pronta.
 
Bello ricordare le sere fresche, la vista sui comuni attorno
illuminati nella notte, il suono delle campane a scandire
le giornate (e le vecchie che puntuali una o due volte al
giorno andavano alla "funzione"), gli odori dei sughi che
si preparavano nelle case alla domenica mattina, e poi il
dolce suono delle parole più caratteristiche del foggiano
(e comuni tra l'altro a tutta la puglia), capaci mentre
cammini tranquillo fra le stradine silenziose, o quelle
bianche di molti paesi pugliesi, di accarezzarti quasi, le
parole sono:
Cazz e vafangul!!!!
E il forte vento che soffia da quelle parti, 'u favugn, capace
anche di sdradicare e far fare un bel giretto ad un ulivo
(visto coi miei occhi), quel vento che se accompagnato dal
canto della civetta (che secondo le superstizioni porta un
tantino jella..), di notte bè magari non riesci a dormire
proprio proprio tranquillo...

E poi mi ricordo (ma era molti anni fa), un vecchietto che
andava di casa in casa a portare il latte fresco (se non
sbaglio, verso il tardo pomeriggio) delle sue mucche, che
mia madre mi faceva bere solo dopo averlo fatto bollire.
E fino agli anni 90, ricordo che nei giorni di mercato, a
Torremaggiore (un grosso centro a 23km), fra le bancarelle,
girava richiamando l'attenzione della gente con un fischietto,
un gelataio che spingeva un carretto che sembrava uscito da
un film degli anni 50, vendeva gelati e solo di due gusti:
cioccolato e vaniglia.
Delle volte ripensando a queste cose mi sembra di essere
vecchio!!!!!
O forse giovane di anni ma vecchio di ore....







Casalnuovo monterotaro Dopp ca honn mtut.jpg
Trad: dopo che hanno mietuto



Casalnuovo monterotaro I rstocc chi pequr.jpg
Trad: le stoppie (quello che resta delle spighe dopo
la mietitura) con pecore



Casalnuovo monterotaro i rstocc.jpg
Sullo sfondo il nord del Tavoliere e il Gargano


Casalnuovo monterotaro i foch di rstocc.jpg
Trad: bruciano le stoppie



Casalnuovo monterotaro massarjol.jpg
Trad: una piccola masseria



Quando tornavo dai miei "tour", con l'ultima corriera,
quella delle 20 da san severo, mi è capitato di assistere
a spettacoli come questo:


Casalnuovo monterotaro Quand cal u sol.jpg



Casalnuovo monterotaro Nat'u poch è fa scurd.jpg
Trad: fra un pò si fa buio, notte
Queste le ho scattate io, cliccateci sopra per ingrandirle






Poteva mancare nel blog di un autista, l'angolo
dei bus?

Anni 30

Casalnuovo Monterotaro - La corriera per lucera.jpg
Chissà che modello è! Per me o è un fiat o un OM

Anni 70-99


Fiat 306-3 Cameri ex ataf poi Fer Gargano



Anni 99-oggi


  Ferrovie del Gargano 9802 De Simon IL3 FG staz
21-8-06.

Da 5 anni, è stata ripristinata la ferrovia Foggia-
Lucera, ora chi arriva in corriera dai paesi
dell'appennino dauno settentrionale, trovano
coincidenza con un moderno treno delle ferrovie
del Gargano (private)



Ringrazio Nicola, alias Monterotaro per avermi concesso
di usare le sue foto (tranne le ultime 2), anzi se vi capita
fate un saltino nel suo sito:
http://digilander.libero.it/monterotaro/

 
 
 
 

Consigli per gli acquisti musicali

Post n°1989 pubblicato il 12 Agosto 2017 da jigendaisuke

Ultimo consiglio musicale, prima della pausa vacanziera



Per arrivare all'estate 2017, in cui le spiagge sono riempite
dall'esercito del selfie, passiamo le giornate fra le granite
e le granate
magari a Riccione

 

 
 
 

Cover

Post n°1988 pubblicato il 11 Agosto 2017 da jigendaisuke

Continua la serie di post vacanzieri.
E la rubrica più amata dagli italiani, si adegua.



E' estate, e vivere è semplice
i pesci saltellano in acqua e tutti vanno d'accordo
oh, il tuo papà è ricco e la tua mamma è bellissima
quindi silenzio, bambino, non piangere

Uno di questi giorni
ti alzerai cantando
poi spiegherai le tue ali
e volerai fino in cielo
ma fino a quella mattina
non c'è niente che possa ferirti
se mamma e papà sono lì al tuo fianco

Consiglierei, oltre alla famosa versione fatta da Janis
Joplin, anche le versioni di Ella Fitzerald con Louis
Armstrong, Nina Simone e quella molto interessante
di Scarlett Johanson, la bella e brava attrice

 
 
 

Cinemą, frenetica passion

Post n°1986 pubblicato il 09 Agosto 2017 da jigendaisuke

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

massimocoppamaps.14roby.floydjigendaisukeWeb_Londonmisteropaganolacky.procinosolosorrisoseveral1carloreomeo0ninograg1oltreleparole_2010giampi1966ITALIANOinATTESA