ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 101
 

 

 

 

Guido

Post n°3064 pubblicato il 30 Gennaio 2023 da jigendaisuke

Genova. Quartiere di Oregina, via Fracchia.
Poco dopo le 6.30 due uomini escono da un furgone
FIAT 238 e si dirigono verso una 850 Special.
Uno spara alle gambe di un uomo che è appena salito
sull'utilitaria, un'altro spara al cuore.
Muore Guido Rossa. Sindacalista della CGIL e operaio
all'Italsider.

Gli uomini che l'hanno ucciso sono Riccardo Dura e
Vincenzo Gagliardi. Due membri della colonna genovese
delle brigate rosse.
Rossa per loro è doppiamente colpevole: è berlingueriano,
quindi traditore, come 3/4 del PCI, della rivoluzione e
degli operai, ed è una spia infame, al soldo dello Stato
(oggi si direbbe dei poteri forti e altre minchiate), che
ha denunciato un fiancheggiatore delle BR.

Rossa fu lasciato solo, come disse giustamente Luciano
Lama, da chi pensava ancora che fosse "peccato mortale"
denunciare un altro operaio, non tanto per difendere
il suo operato, quanto, casomai, per regolare i conti
in privato.

Un anno dopo, in un conflitto a fuoco, i carabinieri del "Nucleo
Speciale Antiterrorismo" (creato dal Generale Dalla Chiesa)
uccisero i membri della colonna brigatista genovese, in un
appartamento in via Fracchia, a pochi metri da dove
viveva la famiglia Rossa.

Giuseppe Ferrara gli dedicò un film non disponibile in
dvd e trasmesso raramente solo su rai storia.
Ferrara subì poi un certo ostracismo da parte di certi
ambienti dell'estrema sinistra, al punto che il suo
ultimo film (Roma nuda, con Tomas Milian) dal 2010
è ancora in attesa di un distributore.

 
 
 

Consigli per gli acquisti musicali

Post n°3063 pubblicato il 29 Gennaio 2023 da jigendaisuke

E' tornato Niccolò Fabi.

"Meno per meno"



 

E come ciliegina sulla torta, il suo podcast su raiplaysound:Meno per meno - RaiPlay Sound

 
 
 

27 gennaio

Post n°3062 pubblicato il 27 Gennaio 2023 da jigendaisuke

Giornata della memoria

 

L'articolo 3 della nostra costituzione, al primo comma,
dice:

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali
davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza,
di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni
personali e sociali."


La nostra Costituzione venne promulgata il 28 dicembre
1947.
Il 27 gennaio 1945 l'Armata Rossa entra nel lager di
Aushwitz-Birkenau.
Simbolo di quanto fecero il regime nazista tedesco,
quello fascista italiano, il regime croato di Ante Pavelic,
quello rumeno, il governo collaborazionista francese
guidato dal Maresciallo Petain.

11.000.000 di ebrei, slavi, polacchi, zingari, omosessuali,
portatori di handicap, prigionieri sovietici, individui considerati
asociali, testimoni di Geova.. vennero sterminati (e sarebbero
stati completamente cancellati dall'Europa, se il fascismo
non fosse stato sconfitto)

I nazisti operarono in maniera scientifica lo sterminio dei
cosiddetti "diversi". Insomma coloro sgraditi all'uomo medio.

I fascisti, dopo quanto fatto ai danni dei libici, degli etiopi,
degli slavi in Italia prima, in Slovenia e Montenegro poi,
iniziarono ufficialmente la politica razzista nel 1938.
E' dimostrato che prefetti e funzionari governativi
furono particolarmente zelanti nel perseguitare gli ebrei
a partire dal settembre 1943, così come i repubblichini.

Naturalmente anche quest'anno si svolgerà il campionato
di "si, però, del genocidio armeno, o di quello dei nativi
americani, o di quello perpretato dagli homo sapiens ai
danni degli uomini di Neanderthal, non parla nessuno"
Forse perchè quello operato da nazisti e fascisti non
può essere confrontato con nessun altro, per via della
specifità e del spaventoso numero di vittime.

 

Vittime dell'Era Nazista: L'Ideologia
Nazista della Razza


Il coraggio e la pietà - Gli ebrei italiani
durante la guerra

 

 

 

Dei 2000 ebrei che vivevano sull'isola di Rodi (dal 1912
al 1945 possedimento italiano) solo 31 uomini e 120
donne tornarono dai lager nazisti. Mio nonno materno
era già riuscito a scappare dal campo di prigionia tedesco
presente sull'isola, per unirsi alla Resistenza greca.

Nel 1945, Hitchcock, che aveva lavorato come inviato di guerra
per la Gran Bretagna, fu invitato a realizzare un documentario.
Sconvolto abbandonò poi la realizzazione.
Il documentario fu poi bloccato dalla censura, solo nel 1984
fu disponibile parzialmente e nel 2014 lo fu integralmente.
Io non ce la faccio a vederlo, benchè qualche scena si sia
già vista nei programmi dedicati allo sterminio nazi-fascista.

Memory of the Camps - Memoria dei campi

 

 

 

 

I tedeschi, principali responsabili di questo abominio, hanno
fatto i conti col proprio passato (in buona parte).
Noi?

 


 
 
 

Consigli per gli acquisti musicali

Post n°3061 pubblicato il 21 Gennaio 2023 da jigendaisuke

Bentornata Meg

Vesuvia


Qui altri video

 
 
 

Cover

Post n°3060 pubblicato il 20 Gennaio 2023 da jigendaisuke

Scelta musicale moooolto normale per una banda
militare

Questi l'ordine dei brani suonati:




 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Cherryslamici.futuroierimisteropaganocassetta2several1forestales1958jigendaisukemagdalene57maps.14maresogno67Arianna1921QuartoProvvisoriowoodenshipodio_via_col_vento