Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
giochi
Inviato da: giochi per ragazze
il 03/05/2012 alle 00:53
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« Nuovi santi (ovvero Vive...32 dicembre »

Quando finisce un anno

Post n°154 pubblicato il 28 Dicembre 2007 da il_presidente77
 
Tag: Vita

E così fine. Ogni anno, si ripete. Inizio e Fine. Alfa e Omega - se così più ti piace. Lista di desideri e di rimpianti obbligatoriamente da fare con parole color caramello. Mescoliamo tutta la nostra vita in tenui e fragili bollicine con scadenza la fine del giorno. Un obbligo di felicità. Per molti e non per tutti.
E mi ritrovo ancora qui. Sempre qui. Funambolo in sciarpa e cravatta. Ladro di attimi e particolari perduti. E forse non ho capito nulla. Burrocacao per le labbra e lacrime per gli occhi. Sicuramente non ho capito nulla, nonostante tutti questi sentimenti.
Ascolto il rumore dei miei pensieri, che sporca la città. È bianca, candida senza neve, senza peccati. La osservo con la sua maledizione. Un freddo nell'anima e tutta quella indifferente frenesia. Adesso siamo complici. Senza magia. Senza normalità. Ecco cosa mi ucciderà.
Finisce l'attimo e non voglio nulla. Certo, non sono quello che vorresti per te, ma è troppo tardi per me. È troppo tardi per cambiare idea, per cambiare me. E poi quando finisce un anno, bollicine e canditi, finisce un anno e basta. È così fine.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog