Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
giochi
Inviato da: giochi per ragazze
il 03/05/2012 alle 00:53
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« Esordi narrativiScritto sotto la pioggia »

Rime of the Ancient Mariner by Iron Maiden

Post n°197 pubblicato il 09 Settembre 2008 da il_presidente77
 

Hear the rime of the Ancient Mariner
See his eye as he stops one of three
Mesmerises one of the wedding guests
Stay here and listen to the nightmares of the sea.

And the music plays on, as the bride passes by
Caught by his spell and the Mariner tells his tale.

Driven south to the land of the snow and ice
To a place where nobody's been
Through the snow fog flies on the albatross
Hailed in God's name, hoping good luck it brings.

And the ship sails on, back to the North
Through the fog and ice and the albatross follows on.

The mariner kills the bird of good omen
His shipmates cry against what he's done
But when the fog clears, they justify him
And make themselves a part of the crime.

Sailing on and on and North across the sea
Sailing on and on and North 'til all is calm.

The albatross begins with its vengeance
A terrible curse a thirst has begun
His shipmates blame bad luck on the Mariner
About his neck, the dead bird is hung.

And the curse goes on and on at sea
And the thirst goes on and on for them and me.

"Day after day, day after day,
we stuck nor breath nor motion
as idle as a painted ship upon a painted ocean
Water, water everywhere and
all the boards did shrink
Water, water everywhere nor any drop to drink."

There, calls the mariner, there comes a ship over the line
But how can she sail with no wind in her sails and no tide.

See...onward she comes
Onward she nears, out of the sun
See, she has no crew
She has no life, wait but there's two.

Death and she life in Death, they throw their dice for the crew
She wins the mariner and he belongs to her now.
Then...crew one by one
they drop do wn dead, two hundred men
She...She, Life in Death.
She lets him live, her chosen one.

"One after one by the star dogged moon,
too quick for groan or sigh
each turned his face with a ghastly pang,
and cursed me with his eye
four times fifty living men
(and I heard nor sigh nor groan)
with heavy thump, a lifeless lump,
they dropped down one by one."

The curse it lives on in their eyes
The mariner he wished he'd die
Along with the sea creatures
But they lived on, so did he.

And by the light of the moon
He prays for their beauty not doom
With heart he blesses them
God's creatures all of them too.

Then the spell starts to break
The albatross falls from his neck
Sinks down like lead into the sea
Then down in falls comes the rain.

Hear the groans of the long dead seamen
See them stir and they start to rise
Bodies lifted by good spirits
None of them spake and they're lifeless in their eyes

And revenge is still sought, penance starts again
Cast into a trance and the nightmare carries on.

Now the curse is finally lifted
And the mariner sights his home
spirits go from the long dead bodies
Form their own light and the mariner's left alone.

And then a boat came sailing towards him
It was a joy he could not believe
The pilot's boat, his son and the hermit,
Penance of life will fall onto him.

And the ship it sinks like lead into the sea
And the hermit shrieves the mariner of his sins.

The mariner's bound to tell of his story
To tell this tale wherever he goes
To teach God's word by his own example
That we must love all things that God made.

And the wedding guest's a sad and wiser man
And the tale goes on and on and on

Traduzione mia(quindi uò essermi scappato qualche errore):

Ascolta la ballata del Vecchio Marinaio
guarda il suo occhio mentre blocca uno dei tre
ipnotizza uno degli invitati al matrimonio
fermati qui e ascolta gli incubi del mare

e la musica suona, mentre la sposa s'incammina
catturato dalla sua magia e il Marinaio racconta la sua storia

spinta a sud verso la terra della neve e del ghiaccio
verso un luogo dove nessuno è mai stato
attraverso la tormenta di neve l'albatross vola
salutato nel nome di Dio, sperando che sporti buona sorte

e la nave salpa, torna verso nord
attraverso la nebbia e il ghiaccio e l'albatross li segue

il marinaio uccide l'uccello di buon auspicio
i suoi compagni gli rinfacciano quello che ha fatto
ma quando la nebbia svanisce,  lo giustificano
e prendono parte al crimine

navigando e navigando e navigando a nord attraverso il mare
navigando e navigando e navigando a nord fino a quando tutto è immobile

L'albatross inizia la sua vendetta
una terribile maledizione, la sete ha inizio
i suoi compagni incolpano il marinaio della cattiva sorte
al suo collo l'uccello morto è appeso

e la maledizione continua e continua sul mare
e la maledizione continua e continua per loro e per me

Giorno dopo giorno, giorno dopo giorno.
Stemmo fermi senza un soffio o un moto
immobili come una nave dipinta sopra un oceano dipinto
acqua acqua ovunque e
tutte le assi si flettevano
acqua acqua ovunque e non una goccia da bere

laggiù, grida il marinaio, laggiù giunge una nave all'orizzonte
ma come può navigare senza vento nelle vele se senza corrente

guarda... viene avanti
avanti si avvicina uscendo dal sole
guarda... non ha equipaggio
non ha vita,  aspetta ma ci sono due

Morte e lei, Vita-in-Morte, gettano i loro dadi per l'equipaggio
Lei vince il Marinaio e lui le appartiene ora
poi... l'equipaggio uno a uno
cadono morti, 200 uomini
Lei… Lei Morte-in-Vita
Lei lo lascia vivere, il suo prescelto

"Uno dopo l'altro sotto la pallida luce della luna
Senza tempo per un sospiro o un gemito
si voltarono con un orribile spasimo
e mi maledirono con gli occhi
quattro volte cinquanta uomini vivi
(e non sentii né sospiro né un gemito)
con un pesante tonfo, come una massa informe senza vita
si afflosciarono uno a uno"

la maledizione vive nei loro occhi
il Marinaio avrebbe preferito essere morto
tra le creature del mare
ma loro continuano a vivere, così lui

e alla luce della luna
prega per la loro bellezza non per la loro morte
col cuore li benedice
anche tutte loro figlie di Dio

Allora l'incantesimo inizia a rompersi
l'albatross cade dal suo collo
sprofonda come piombo nel mare
poi venne giù a dirotto la pioggia

senti i gemiti dei marinaio morti da tempo
guardali muoversi e incominciano ad alzarsi
corpi sollevati da spiriti benigni
nessuno di loro parla e hanno gli occhi spenti

ma la vendetta è ancora necessaria, la sofferenza ricomincia
cadi in trance e l'incubo continua

Ora la maledizione è finalmente tolta
e il Marinaio avvista la sua casa
gli spiriti abbandonano i corpi morti da lungo tempo
ritornano ad essere luce e il Marinaio rimane solo

poi una barca gli venne incontro
fu una gioia tale che non poteva credere
il timoniere, suo figlio e l'eremita
la sofferenza del vivere ricadrà su di lui

e la nave affonda come piombo nel mare
e l'eremita assolve il marinaio dai suoi peccati

il marinaio è obbligato a raccontare la sua storia
a raccontare questa storia ovunque vada
per insegnare la parola di Dio con il suo esempio
che dobbiamo amare tutto ciò che Dio ha creato

e l'ospite è un uomo triste ma più saggio
e il racconto continua e continua e continua


Hear the rime of the Ancient Mariner
See his eye as he stops one of three
Mesmerises one of the wedding guests
Stay here and listen to the nightmares of the sea.

And the music plays on, as the bride passes by
Caught by his spell and the Mariner tells his tale.

Driven south to the land of the snow and ice
To a place where nobody's been
Through the snow fog flies on the albatross
Hailed in God's name, hoping good luck it brings.

And the ship sails on, back to the North
Through the fog and ice and the albatross follows on.

The mariner kills the bird of good omen
His shipmates cry against what he's done
But when the fog clears, they justify him
And make themselves a part of the crime.

Sailing on and on and North across the sea
Sailing on and on and North 'til all is calm.

The albatross begins with its vengeance
A terrible curse a thirst has begun
His shipmates blame bad luck on the Mariner
About his neck, the dead bird is hung.

And the curse goes on and on at sea
And the thirst goes on and on for them and me.

"Day after day, day after day,
we stuck nor breath nor motion
as idle as a painted ship upon a painted ocean
Water, water everywhere and
all the boards did shrink
Water, water everywhere nor any drop to drink."

There, calls the mariner, there comes a ship over the line
But how can she sail with no wind in her sails and no tide.

See...onward she comes
Onward she nears, out of the sun
See, she has no crew
She has no life, wait but there's two.

Death and she life in Death, they throw their dice for the crew
She wins the mariner and he belongs to her now.
Then...crew one by one
they drop do wn dead, two hundred men
She...She, Life in Death.
She lets him live, her chosen one.

"One after one by the star dogged moon,
too quick for groan or sigh
each turned his face with a ghastly pang,
and cursed me with his eye
four times fifty living men
(and I heard nor sigh nor groan)
with heavy thump, a lifeless lump,
they dropped down one by one."

The curse it lives on in their eyes
The mariner he wished he'd die
Along with the sea creatures
But they lived on, so did he.

And by the light of the moon
He prays for their beauty not doom
With heart he blesses them
God's creatures all of them too.

Then the spell starts to break
The albatross falls from his neck
Sinks down like lead into the sea
Then down in falls comes the rain.

Hear the groans of the long dead seamen
See them stir and they start to rise
Bodies lifted by good spirits
None of them spake and they're lifeless in their eyes

And revenge is still sought, penance starts again
Cast into a trance and the nightmare carries on.

Now the curse is finally lifted
And the mariner sights his home
spirits go from the long dead bodies
Form their own light and the mariner's left alone.

And then a boat came sailing towards him
It was a joy he could not believe
The pilot's boat, his son and the hermit,
Penance of life will fall onto him.

And the ship it sinks like lead into the sea
And the hermit shrieves the mariner of his sins.

The mariner's bound to tell of his story
To tell this tale wherever he goes
To teach God's word by his own example
That we must love all things that God made.

And the wedding guest's a sad and wiser man
And the tale goes on and on and on

Ascolta la ballata del Vecchio Marinaio
guarda il suo occhio mentre blocca uno dei tre
ipnotizza uno degli invitati al matrimonio
fermati qui e ascolta gli incubi del mare

e la musica suona, mentre la sposa s'incammina
catturato dalla sua magia e il Marinaio racconta la sua storia

spinta a sud verso la terra della neve e del ghiaccio
verso un luogo dove nessuno è mai stato
attraverso la tormenta di neve l'albatross vola
salutato nel nome di Dio, sperando che sporti buona sorte

e la nave salpa, torna verso nord
attraverso la nebbia e il ghiaccio e l'albatross li segue

il marinaio uccide l'uccello di buon auspicio
i suoi compagni gli rinfacciano quello che ha fatto
ma quando la nebbia svanisce,  lo giustificano
e prendono parte al crimine

navigando e navigando e navigando a nord attraverso il mare
navigando e navigando e navigando a nord fino a quando tutto è immobile

L'albatross inizia la sua vendetta
una terribile maledizione, la sete ha inizio
i suoi compagni incolpano il marinaio della cattiva sorte
al suo collo l'uccello morto è appeso

e la maledizione continua e continua sul mare
e la maledizione continua e continua per loro e per me

Giorno dopo giorno, giorno dopo giorno.
Stemmo fermi senza un soffio o un moto
immobili come una nave dipinta sopra un oceano dipinto
acqua acqua ovunque e
tutte le assi si flettevano
acqua acqua ovunque e non una goccia da bere

laggiù, grida il marinaio, laggiù giunge una nave all'orizzonte
ma come può navigare senza vento nelle vele se senza corrente

guarda... viene avanti
avanti si avvicina uscendo dal sole
guarda... non ha equipaggio
non ha vita,  aspetta ma ci sono due

Morte e lei, Vita-in-Morte, gettano i loro dadi per l'equipaggio
Lei vince il Marinaio e lui le appartiene ora
poi... l'equipaggio uno a uno
cadono morti, 200 uomini
Lei… Lei Morte-in-Vita
Lei lo lascia vivere, il suo prescelto

"Uno dopo l'altro sotto la pallida luce della luna
Senza tempo per un sospiro o un gemito
si voltarono con un orribile spasimo
e mi maledirono con gli occhi
quattro volte cinquanta uomini vivi
(e non sentii né sospiro né un gemito)
con un pesante tonfo, come una massa informe senza vita
si afflosciarono uno a uno"

la maledizione vive nei loro occhi
il Marinaio avrebbe preferito essere morto
tra le creature del mare
ma loro continuano a vivere, così lui

e alla luce della luna
prega per la loro bellezza non per la loro morte
col cuore li benedice
anche tutte loro figlie di Dio

Allora l'incantesimo inizia a rompersi
l'albatross cade dal suo collo
sprofonda come piombo nel mare
poi venne giù a dirotto la pioggia

senti i gemiti dei marinaio morti da tempo
guardali muoversi e incominciano ad alzarsi
corpi sollevati da spiriti benigni
nessuno di loro parla e hanno gli occhi spenti

ma la vendetta è ancora necessaria, la sofferenza ricomincia
cadi in trance e l'incubo continua

Ora la maledizione è finalmente tolta
e il Marinaio avvista la sua casa
gli spiriti abbandonano i corpi morti da lungo tempo
ritornano ad essere luce e il Marinaio rimane solo

poi una barca gli venne incontro
fu una gioia tale che non poteva credere
il timoniere, suo figlio e l'eremita
la sofferenza del vivere ricadrà su di lui

e la nave affonda come piombo nel mare
e l'eremita assolve il marinaio dai suoi peccati

il marinaio è obbligato a raccontare la sua storia
a raccontare questa storia ovunque vada
per insegnare la parola di Dio con il suo esempio
che dobbiamo amare tutto ciò che Dio ha creato

e l'ospite è un uomo triste ma più saggio
e il racconto continua e continua e continua

Un video su youtube (in due parti la canzone dura circa 13 minuti) fatto utilizzando immagini che hanno accompagnato The Rhyme of the Ancient Mariner" di Samuel Taylor Coleridge su cui la canzone è basata.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/exilio/trackback.php?msg=5394329

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Xeinar
Xeinar il 10/09/08 alle 12:46 via WEB
Immagino che non dovrei stupirmi del fatto che sei cosi' acculturato anche in campo musicale. D'altronde gli Iron Maiden non sono per tutti.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 10/09/08 alle 14:57 via WEB
ti direi "purtroppo non sono per tutti"
 
   
Xeinar
Xeinar il 11/09/08 alle 14:48 via WEB
Oppure per fortuna. Dipende quanta stima hai del genere umano.
 
     
il_presidente77
il_presidente77 il 11/09/08 alle 17:52 via WEB
una buona quantità, comunque gli Iron Maiden sono tra le band più vendute disempre
 
odio_via_col_vento
odio_via_col_vento il 10/09/08 alle 20:40 via WEB
oh mamma! non mi dire che sei "così" giovane da amare gli Iron Maiden! io ne sono perseguitata a casa, ma proprio sono al di là della mia comprensione. spiegami, se puoi: i miei figli te se saranno grati.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 10/09/08 alle 22:26 via WEB
ogni tanto uso invecchiare un po' per ascoltare un po' di jazz classico e non, ma il mio primo amore è il rock (in articolare il metal).
Non so perchè impazza a casa tua l'ascolto degli Iron Maiden, potrei dirti perchè li ascolto io o perchè mi piaciono, ma questa è un'altra storia. Consolati con il fatto che a casa tua si ascolta musica di qualità e non si inseguono troppo le mode del momento, ma poi quale album preferiscono i tuoi figli? P.s. dimenticavo attenta che per l'anno prossimo è atteso il nuovo album
 
bac.one
bac.one il 11/09/08 alle 14:00 via WEB
Questa sorta di ballata-racconto mi ha fatto venire in mente una canzone scritta da Claudio Lolli molto tempo fa, Romantic Ballad, che non a caso conteneva echi di Coleridge e Tennison. Un uomo decide di dare la sua vita al mare dopo averla trascorsa nel bar del porto. Grazie del memo.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 11/09/08 alle 18:15 via WEB
Non conosco troppo bene ne Lolli ne la poesia in generale, ma leggendo al testo più che degli echi verso Coleridge e Tennyson sono stato portato a pensare a Lord Byron non per una certa somiglianza, ma per una forte antitesi
 
 
Seldon_72
Seldon_72 il 12/09/08 alle 16:13 via WEB
Anche se non c'entra niente "ho visto anche zingari felici" di Lolli è un disco che mi è sempre piaciuto, per l'amalgama data ai pezzi uniti musicalmente davvero bene.
 
   
il_presidente77
il_presidente77 il 12/09/08 alle 22:04 via WEB
prendo nota
 
bluxe
bluxe il 12/09/08 alle 09:45 via WEB
La ballata dell'antico marinaio io l'ho studiata tutta per l'esame di maturità, mi ha sempre affasciato. Quanto alle fighe di ferro (traduzione liber ovviamente) ne avevi preso le distanze attorno ai 18 anni perchè nauseata da un capodanno con afterhour di tutti gli album...Però mi ascolto ogni tanto il mio black album per tornare all'atmosfera metal del tempo e forse non mi dispiacerebbe, ora, ascoltare anche un po gli Iron: da dove inizio??
 
 
Seldon_72
Seldon_72 il 12/09/08 alle 16:11 via WEB
Io all'epoca ho letteralmente CONSUMATO il black album.. era una cassetta e l'ho dovuta ricomprare. :) Per i Maiden direi di cominciare proprio da Powerslave..
 
   
il_presidente77
il_presidente77 il 12/09/08 alle 22:10 via WEB
ah il black album!!! come se dicessimo nulla
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 12/09/08 alle 22:09 via WEB
oltre a Powerslave direi The Number of the Beast e Piece of mind
 
Seldon_72
Seldon_72 il 12/09/08 alle 16:09 via WEB
Durante la mia fase "metal" suonavo spesso con la mia band un bel po' di robba dei Maiden. Ricordo: Prodigal son, Big Orra, Flash of the blade, The Trooper, Hallowed by the name, Children of the damned. Mi pare ieri.. ricordo le uscite di 7th son, di No prayer for the dying di cui ho il vinile, fino a Fear of the dark che pure ho suonato alcune volte live. Dopo mi sono fermato un po' con il loro ascolto ma ancora oggi identifico il "metal" classico in loro, nei Metallica e in pochi altri. Grandissimo disco Powerslave da cui è tratto il brano che hai tradotto.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 12/09/08 alle 22:03 via WEB
Powerslave è per me un gran album forse il loro migliore.
Personalmente "seguivo" maggiormente il metal quanto era giovane adesso mi sollazzo alla riscoperta degli album più classici.
 
LadyAileen
LadyAileen il 15/09/08 alle 17:23 via WEB
Io sono una di quelle persone che non ama gli Iron Maiden. E' grave?
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 15/09/08 alle 18:08 via WEB
al di là della bravura e della qualità oggettiva, entrano poi in gioco i gusti personali
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
giochi gratis il 06/08/11 alle 20:09 via WEB
Molto bello questo blog!!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.