Il mio Blog

L'Amicizia - L'Amore ; Me Stessa

 

LA PICCOLA OCCHI LUCENTI

 

          Grazie infinite Monia,
          mia grande guerriera!

 
 

FACEBOOK

 
 
hit counters

 

 

The Piano Guys
(Adele - Rolling in the Deep)

 

 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: giostella2
il 19/09/2023 alle 23:44
 
Perfettamente d'accordo.
Inviato da: Apollion12dgl0
il 19/09/2023 alle 23:14
 
Si è la luna ... beh sarebbe bello poterla vedere in toto...
Inviato da: giostella2
il 14/09/2023 alle 20:28
 
Vero, poiché distinguo con difficoltà ma mi sembra la luna,...
Inviato da: monellaccio19
il 14/09/2023 alle 18:55
 
Anche la pioggia ha il suo fascino, seppur io non la...
Inviato da: giostella2
il 13/09/2023 alle 22:47
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Un soffio di vento - Cobra_118
- Il Blog delle fiabe - piccola Gio
- COSE PREZIOSE - Gio&Enza
- Poeteatrando - Graziano
- Nessuno e niente - Mauretto
- MY LIFE, MY WORLD - Rea
- D ogni parte..- Mario, MAF
- Irisbianco - Menico
- LE MIE POESIE - Giù
- MassimoPiero
- MONDOLIBERO - Blog di libero
- ..Dov è Margot ???? - Lupin
- Buonagiornata - Armandotesti
- Esiste la Felicità - Marco
- Il diario dei sogni - Darkstones
- RADIO DgVoice - radio libero
- Il mondo oltre... - Dreamkeeper
- Taverna di Xanders - Sandro
- Cercando me - Giomer1976
- Una passione e oltre - Lady
- INCONTRO CON LARTE - Lidia
- Per noi insieme - Viviana
- IL PRIMO IO - Vanni
- Musica e poesie - Bea
- UNIVERSO - Margherita
- Sunset on the world - Piccy
- Pensieri - Rita
- Anima blu - Safira
- Moonshadow - La dolce Enza
- REBIRTH - Simo
- benessere e società - Ste
- Sussurri angelici - Giusy
- La finestra di Ciro - Spitama
- Ridereperidere - vanitoso
- Quattro ciacole - Vanni
- Riflessi dell anima - Aldo
- CUORE IN VIAGGIO - Lady
- Sunrise on the world - Piccy_6
- Storia di vita - Mauro
- La riva dei pensieri - Gianor1
- Le mie passioni..... - Ketty
- Gira il mondo gira - Floriana
- ...ricomincio da qui - Giusyian
- Fatamatta - Lilly
- Fuori dal cuore - Kathia
- ELFI DRAGHI STREGHE - Gigia.68
- Vivi e lascia vivere - Padmaja
- Ieri oggi domani - mycocoon
- Passione di smeraldo - Shadow
- Perfetti innamorati
- Emozioni di vita - Antonio
- Libere emozioni - Antonio
- Istantanee Emotive- Rendendacc
- Angel Free - Alessandro
- Fenice - Angela
- ...fini la comèdie - Liliana
- Dentro e fuori di me - Tu.vita.mia
- Me - Allofme
- Lafrescamontagna - Federinik
- Amici - Ross ed Iris
- Alicelodice - Ali
- Rastros de vida - Yulyus
- Per una community - Max
- VIVERE... - Pat
- BLOG PENNA CALAMAIO
- POETARE - Frid@
- Vathelblog
- Palantìri - V
- Anima_silente
- IL Vento corre - Ventodamare
- LUPI.NOTTURNI - lupo solitario
- Un po di me- la mia Anna
- T3 Bacheca Grafica - Nu
- 21 grammi - Angela
- Nella terra di Elron - Marvelius
- Luomodellepromesse - Gia
- Sentimentalmente - La mia grande Gio
 
Citazioni nei Blog Amici: 63
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

AREA PERSONALE

 

UN SORRISO

Una persona una volta mi ha detto: "Gio a me piace donare un sorriso alle persone, il sorriso è contagioso, tu pensa se tutti noi sorridessimo, pensa a come sarebbe il mondo se tutti noi avessimo dipinto sul volto un sorriso".... Beh, con mio grande stupore ho provato sulla mia pelle una sensazione meravigliosa legata appunto ad un semplicissimo sorriso. Questa persona aveva ed ha ragione! Un giorno, passeggiando come al solito lungo una pista ciclabile, ricevo un messaggio che mi ha donato un sorriso immenso. Questo sorriso è rimasto sul mio volto per lungo tempo e mentre passeggiavo, le persone che mi guardavano hanno a loro volta sorriso... Il sorriso è contagioso, è vero e dona serenità alle persone che lo ricevono e che a loro volta lo donano. Non abbiate paura di sorridere, di donare il vostro sorriso agli altri. Provate, poi ditemi come vi siete sentiti.

 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

« Buone vacanzeA Te »

Una serata meravigliosa

Post n°20 pubblicato il 14 Agosto 2009 da giostella2
 

 Pretoro, Martedì 11 agosto 2009

 

(Evento: 9 - 11 agosto, Le notti di San Lorenzo: sagra itinerante notturna alla scoperta del borgo e degli antichi sapori)

 

Una serata fantastica…..
Una serata passata con una coppia di amici, i più cari ……
Una serata trascorsa passeggiando e gustando le meraviglie paesaggistiche e gastronomiche di un piccolissimo paese di montagna… PRETORO…….
Un paesino piccolo, fatto di salite e discese che non incontrano mai una pianura, nulla lì è pianura….. Solo salite e discese e …. Tanti gradini………
Una folla spaventosa, nonostante fosse il terzo giorno di questa tipica festa in questo delizioso paese.
Abbiamo parcheggiato a valle, nel campetto sportivo del paese, abbiamo poi atteso un’ora per prendere il pulmino che ci ha portato fin su… Nel frattempo abbiamo conosciuto una famiglia simpaticissima, che alla fine abbiamo ritrovato quando poi siamo andati via….. insieme nell’andare e nel tornare…. Il destino a volte è davvero strano!!!!! ……Tante risate e tanto buonumore……
La mia anima ne ha veramente gioito, in questo periodo un po’ scuro per me, è stato davvero un dono questa serata…..
Durante il viaggio di andata, un po’ di nausea, le curve sembravano non finire mai….. Strano per me che di solito non soffro mai il mal d’auto…..
Io e la mia amica sedute dietro, i nostri mariti avanti….. Meglio lasciare sempre gli spazi principali a loro, quelli che agli occhi di tanti sembrano i più importanti ma che ai miei occhi non lo sono affatto!!
Si è parlato di tutto, ma principalmente dell’educazione ricevuta, del modo in cui essa ci è stata data e lì sono riaffiorati tutti i ricordi, soprattutto quelli più tristi, perché per quanto mi riguarda, il modo in cui mi è stata donata l’educazione che ora mi caratterizza, è stato davvero rigido, davvero duro….. Ma questa vuol essere solo una piccola parentesi in una serata che invece è stata meravigliosa…….
Scesi dall’auto, ogni ricordo è svanito, finalmente arrivati dopo circa tre quarti d’ora di viaggio, il primo bisogno è stato quello di sgranchirsi tutti gli arti e poi di accodarci ad una fila interminabile di gente, in attesa di prendere il pulmino che ci avrebbe portato nel paese.
Per ammazzare il tempo ed ingannare l’attesa, tante chiacchiere e tante battute, si è parlato con chi ci stava immediatamente avanti e con chi ci stava appena dietro e per scherzo abbiamo iniziato a contare quante persone entravano nel pulmino (solo 20), e quanto tempo ancora avremmo dovuto attendere. Ed è in questo modo che abbiamo fatto conoscenza di quella famiglia della quale parlavo prima. Noi quattro al centro della fila, ad un certo punto siamo diventati gli animatori, le nostre risate contagiose, le nostre battute e la tanta voglia di fare commedia… Pagliacci di corte, che hanno però alleviato notevolmente l’attesa a tanti dei presenti! E finalmente, dopo un’ora esatta di attesa ecco il nostro turno. Siamo saliti sul piccolo autobus (mi sembra anche giusto, piccolo paese, piccolo autobus!) ed anche qui risate a non finire, tutti a prenderci in giro!
A questo punto una domanda dentro me: perché diavolo non riusciamo ad essere così solari anche nella vita di tutti i giorni, non costa mica poi tanto? Un sorriso, una battuta, tanti occhi che si scrutano in cerca di un sorriso in più, ci vuole così poco per essere davvero felici! Cos’è che cerchiamo disperatamente invece? Cos’è che rincorriamo così disperatamente, ferendo anche i sentimenti delle persone che incontriamo lungo il nostro cammino, alla ricerca di quella felicità che poi, ci accorgiamo, essere sempre irraggiungibile, ma che in realtà è a portata di mano? Eppure basta così poco per essere davvero sereni!!!!
Ancora due minuti di viaggio, breve tragitto in realtà con il bussino, ma se l’avessimo fatto a piedi ci avrebbe sicuramente sfiancato, tanta era la salita! Una volta scesi, ci siamo incamminati per una breve salita che ci ha portato fin nel cuore di questo piccolo paese. Un paese che mi ha davvero affascinato, non ne conosco il motivo, è la seconda volta che ci vado, ma mi ha preso l’anima, mi è subito piaciuto. Immaginare di viverci credo che per me sia impossibile, io amo il mare e non la montagna, a Pretoro sento che mi mancherebbe l’aria e lo spazio per potermi muovere, ma mi ha affascinato così tanto da farmi desiderare di tornarci di nuovo, di tornare di nuovo a visitarla e magari in un momento dove regnano soltanto calma e tranquillità.
Ed ecco giunti al primo Stend, quello dove abbiamo preso una piccola cartina per orientarci, e al pensiero di quella cartina mi è venuto da sorridere, Pretoro è così piccola che è impossibile perdersi, ma nella cartina c’erano informazioni in più, c’erano infatti segnate le pietanze ed i relativi costi, quindi comunque utile!….. In questo stand poi, una donna ci chiedeva un contributo per i terremotati dell’Aquila, ma questa volta siamo andati oltre. Oltre perché il nostro contributo l’avevamo già dato, tra  versamenti ,  vari messaggini da un euro e soldi trattenutici dalla busta paga, noi abbiamo pensato di aver già dato molto più di quello che era nelle nostre possibilità, senza contare poi che i nostri due amici, membri della protezione civile, erano appena tornati dall’Aquila dove hanno amorevolmente assistito e alleviato il dolore di quella povera gente! No, noi avevamo già contribuito, ma aver passato lo stand senza nulla dare, effettivamente ci ha lasciato un po’ di tristezza addosso, perché forse i nostri cuori desiderano fare molto di più!….
Continuiamo a salire, mentre si cammina, scrutiamo la cartina, fermarsi in tutti gli stend è impossibile, avremmo mangiato troppo col rischio di sentirci male…. Dovevamo scegliere a quali stend fermarci e così dopo diverse indecisioni, scegliamo lo stend che fa al caso nostro….. Anche qui una fila interminabile di gente, ma per fortuna scorre abbastanza velocemente…. Il mio compagno prende un primo piatto, Sagne e Fagioli, io invece scelgo solo un secondo, le famose Pallotte Cace e Ove ( perdonatemi, ma il dialetto è difficile parlarlo, figuriamoci scriverlo!!!!)….. I nostri amici  scelgono Salsicce con insalata come contorno….. Ci accomodiamo nella stanza adibita a sala mensa per quella serata e per quello specifico stend, in realtà una piccola cantina, di quelle di una volta, archi e mattoni, dove d’inverno è sempre freddo e d’estate comunque sempre fresco, sicuramente di proprietà di uno del paese. Gustiamo avidamente le nostre pietanze e che dire, veramente squisite, erano secoli che non assaggiavo delle Pallotte così buone  e ben fatte. Il mio compagno mi ha chiesto di fargliene assaggiare una  ed io, egoisticamente, gli ho permesso di assaggiarne soltanto metà…. Erano così buone!!!!!
Finito di mangiare riprendiamo la cartina, per scegliere un altro piatto….. Eravamo già pieni in realtà e quindi la scelta è stata ancora più lunga…. Forse l’orario ci aveva chiuso lo stomaco ed io sinceramente, temendo, nel ritorno, di sentirmi di nuovo male, alla fine ho deciso che stavo bene così…. Gli altri hanno seguito la mia scelta, ma tutti eravamo d’accordo di non rinunciare al dolce, così siamo andati allo stend dei dolci e abbiamo presso un pezzo di dolce a testa. Crostata di cioccolata, per il mio compagno e per i miei amici, un dolce alla ricotta per me… Mmmmmm che prelibatezza, dolci fatti esclusivamente in casa… davvero buoni. Infine allo stend dei gelati per terminare la cena in freschezza!
I nostri stomaci erano ora  sazi, così abbiamo deciso di continuare a camminare esclusivamente per osservare…. Vedere il paesino, osservare la gente, e sentire i vari gruppi disposti qua e là che suonavano e che cantavano. Uno in particolar modo ha attirato la nostra attenzione, soprattutto la mia per la verità….. Quattro persone, di cui due donne e due uomini. Un tamburello e un flauto, per le donne, una strana chitarra e la cornamusa, per gli uomini, suonavano la musica che più adoro al mondo, la musica Celtica… Un suono meraviglioso, che mi fa viaggiare con la mente verso mondi sconosciuti, che mi rilassa e mi dona una pace immensa. La mia musica, la mia pace!
Siamo rimasti per una buona mezz’ora ad ascoltarli, prima di proseguire il cammino. Siamo poi entrati in tutte le stanzette dove la gente vendeva i propri oggetti artigianali, il paesino ne era pieno….. C’era chi vendeva gioielli fatti a mano con semplici perline, chi  vendeva tegole dipinte, di tutte le dimensioni, con qualsiasi disegno, sacro o paesaggistico, addirittura alcune riportavano dei bellissimi disegni completamente glitterati…  C’erano botteghe di tutti i tipi, ma uno in particolare ha attirato la nostra attenzione, trattenendoci più del dovuto…. La bottega del rame, dove un abilissimo signore, intrecciava il rame con una maestria mai vista, e ne ricavava, gioielli, cestini, alberi di ogni forma e grandezza…. Tutti questi oggetti avevano in comune solo una cosa, il colore rossastro del rame trattato….. Abbiamo posto infinite domande all’artigiano, assetati di ogni sua risposta e abbiamo saputo con nostro grande stupore, che aveva realizzato u albero di rame alto un metro e ottanta centimetri…. E pensare che io sono alta solo un metro e cinquantadue…. Mamma che lavoro!!! Mi sarebbe piaciuto vederlo!!!! Il mio ricordo, che puntualmente compro per ogni occasione e dovunque vado, l’ho preso proprio da questo maestro del rame, un braccialetto semplice, ma d’effetto.
Così, ormai soddisfatti della serata trascorsa, e forse anche un po’ stanchi, abbiamo preso la via del ritorno. Ormai era l’una e considerando che io il giorno successivo avrei dovuto lavorare era ora di tornare nelle nostre dimore.  Ci siamo riuniti alla simpatica famiglia incontrata di nuovo per strada e ancora tra battute e risate, siamo arrivati alla fermata del piccolo pulmino, quello famoso dei venti posti, che ci avrebbe riportato nel posto dove avevamo lasciato l’auto. Tutti erano felici, tutti erano soddisfatti della serata trascorsa, ed anche noi lo eravamo. Abbiamo passato una magnifica serata, nell’insegna del divertimento, della semplicità assoluta perché in fin dei conti, non avevamo fatto nulla di straordinario se non passeggiare nelle stradine di un piccolo e adorabile paesino a circa tre quarti d’ora dalla nostra casa….
L’ultimo saluto ai nostri nuovi, seppur brevi, amici e poi in auto. Si riparte. Si torna a casa.
Il ritorno, come sospettavo, per me tragico, ho sofferto ancora il mal d’auto, io e la mia amica di nuovo dietro, i posti d’onore ancora una volta per i nostri compagni, ed io con gli occhi fissi avanti, ho comunque continuato a dialogare con i miei amici, nulla volevo tralasciare di quella serata..
Così abbiamo ripercorso la serata, così ci siamo resi conto, con le nostre varie riflessioni, che la felicità è davvero a due passi.
Le risate ci hanno accompagnato fino a casa, i nostri occhi hanno continuato a sorridere fino a casa, le nostre anime ne hanno davvero gioito.
Finalmente a casa, dico finalmente perché la nausea non mi ha lasciata in pace neanche per un solo attimo. Se non l’avessi avuta non avrei sicuramente desiderato di esserci il più presto possibile!…..
Ci salutiamo e ci diamo appuntamento alla prossima, che in realtà non abbiamo la minima idea di quando possa essere…. I nostri impegni sono molti e ci impediscono di vederci come desideriamo, ma sappiamo accontentarci e soprattutto sappiamo godere fino in fondo di quei pochi momenti che riusciamo a stare insieme.
Ora ognuno e a casa propria.


Sicuramente ora vi starete chiedendo, almeno credo, cosa possa esserci di tanto straordinario da indurmi a scrivere tutto ciò! Beh la risposta è molto semplice……
Innanzitutto il voler condividere un momento felice, poi il desiderio di far rimanere per sempre una serata fantastica, semplicemente  mettendola per iscritto; ma soprattutto per far capire che la felicità è davvero a pochi centimetri da noi, che dovremmo smettere di cercarla nei posti più impensabili…..
Dovremmo cercare di leggere nei nostri cuori e capire che ciò che ci rende felici e che ci fa stare davvero bene con noi stessi sono le piccole cose, le più semplici. Ogni piccolo gesto, ogni piccolo sorriso…. E’ questo che nutre il nostro spirito e che ci fa essere sereni.
A volte mi viene da paragonare la felicità al senso della fame, cioè, se noi dovessimo mangiare una sola volta al giorno, abbuffandoci a più non posso, dopo poco non sentiremo di nuovo lo stomaco brontolare? Pensate che sentiremo il nostro stomaco brontolare se dovessimo invece mangiare piccole porzioni e più volte nell’arco di tutta la giornata?…… Ecco io credo che la nostra anima vada nutrita così come il nostro corpo, piccole porzioni che fanno la grande differenza!

Spero di non aver annoiato nessuno e soprattutto spero, di aver lasciato in ognuno di voi una piccolissima parte di me.

Un sorriso dalla piccola Gio.

 


 

Ora qualche informazione su questo straordinario paesino:

Pretoro è un comune di 1.104 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo.

E' definito la Saint Moritz del Sud.

Pretoro sorge alle falde settentrionali della Maiella, nell'area sorgentifera del fiume Foro con le case arrampicate le une sulle altre a coprire il fianco del monte. Il suo territorio si estende per 26,07 Kmq, su un'area prevalentemente montuosa. Il rinvenimento di alcuni reperti archeologici del paleolitico inferiore ed altri di epoca romana fanno presupporre una continuità di insediamenti abitativi. Le prime notizie documentarie risalgono al XII secolo. Nel XV secolo fu feudo degli Orsini, nel XVI secolo fu proprietà di Bartolomeo d'Alviano, poi dei Colonna di Roma ed infine dei Cantelmi e degli Accrocciamura. Del passato conserva resti del castello, il santuario della Madonna della Mazza del XIII secolo, nonchè il gruppo della pietà del XVI secolo nella chiesa di San Nicola.

Il comune fa parte della Comunità Montana della Maielletta istituita con la Legge regionale 6 luglio 1977, n. 31 della Regione Abruzzo, che ne ha approvato lo statuto. Essa comprende 7 comuni della Provincia di Chieti ed ha sede nel comune di Pennapiedimonte. Vi appartengono i comuni di Fara San Martino, Guardiagrele, Palombaro, Pennapiedimonte, Pretoro, Rapino, Roccamontepiano, Pietraferrazzana.

Celebri in Abruzzo le 2 manifestazioni pretoresi della festa di San Domenico Il Lupo la prima domenica di maggio e la festa dei serpenti.

Il comune fa parte del Parco Nazionale della Majella e la sede dell'ente Parco Nazionale della Majella istituito con D.P.R. del 5 giugno 1995 è a Guardiagrele (CH). Fanno parte del Parco Nazionale della Majella i comuni di Civitella Messer Raimondo, Fara San Martino, Gamberale, Guardiagrele, Lama dei Peligni, Lettopalena, Montenerodomo, Palena, Palombaro, Pennapiedimonte, Pizzoferrato, Pretoro, Rapino, Taranta Peligna, Ateleta, Campo di Giove, Cansano, Corfinio, Pacentro, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Pratola Peligna, Rivisondoli, Rocca Pia, Roccacasale, Roccaraso, Sulmona, Abbateggio, Bolognano, Caramanico Terme, Lettomanoppello, Manoppello, Popoli, Roccamorice, Salle, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Sant'Eufemia a Maiella, Serramonacesca, Tocco da Casauria.


N.B. Testi tratti dall'Enciclopedia Libera Wikipedia. Tutti i testi di Wikipedia sono rilasciati sotto licenza GFDL.

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: giostella2
Data di creazione: 10/07/2009
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963