Il mio Blog

L'Amicizia - L'Amore ; Me Stessa

 

LA PICCOLA OCCHI LUCENTI

 

          Grazie infinite Monia,
          mia grande guerriera!

 
 

FACEBOOK

 
 
hit counters

 

 

The Piano Guys
(Adele - Rolling in the Deep)

 

 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: giostella2
il 19/09/2023 alle 23:44
 
Perfettamente d'accordo.
Inviato da: Apollion12dgl0
il 19/09/2023 alle 23:14
 
Si è la luna ... beh sarebbe bello poterla vedere in toto...
Inviato da: giostella2
il 14/09/2023 alle 20:28
 
Vero, poiché distinguo con difficoltà ma mi sembra la luna,...
Inviato da: monellaccio19
il 14/09/2023 alle 18:55
 
Anche la pioggia ha il suo fascino, seppur io non la...
Inviato da: giostella2
il 13/09/2023 alle 22:47
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Un soffio di vento - Cobra_118
- Il Blog delle fiabe - piccola Gio
- COSE PREZIOSE - Gio&Enza
- Poeteatrando - Graziano
- Nessuno e niente - Mauretto
- MY LIFE, MY WORLD - Rea
- D ogni parte..- Mario, MAF
- Irisbianco - Menico
- LE MIE POESIE - Giù
- MassimoPiero
- MONDOLIBERO - Blog di libero
- ..Dov è Margot ???? - Lupin
- Buonagiornata - Armandotesti
- Esiste la Felicità - Marco
- Il diario dei sogni - Darkstones
- RADIO DgVoice - radio libero
- Il mondo oltre... - Dreamkeeper
- Taverna di Xanders - Sandro
- Cercando me - Giomer1976
- Una passione e oltre - Lady
- INCONTRO CON LARTE - Lidia
- Per noi insieme - Viviana
- IL PRIMO IO - Vanni
- Musica e poesie - Bea
- UNIVERSO - Margherita
- Sunset on the world - Piccy
- Pensieri - Rita
- Anima blu - Safira
- Moonshadow - La dolce Enza
- REBIRTH - Simo
- benessere e società - Ste
- Sussurri angelici - Giusy
- La finestra di Ciro - Spitama
- Ridereperidere - vanitoso
- Quattro ciacole - Vanni
- Riflessi dell anima - Aldo
- CUORE IN VIAGGIO - Lady
- Sunrise on the world - Piccy_6
- Storia di vita - Mauro
- La riva dei pensieri - Gianor1
- Le mie passioni..... - Ketty
- Gira il mondo gira - Floriana
- ...ricomincio da qui - Giusyian
- Fatamatta - Lilly
- Fuori dal cuore - Kathia
- ELFI DRAGHI STREGHE - Gigia.68
- Vivi e lascia vivere - Padmaja
- Ieri oggi domani - mycocoon
- Passione di smeraldo - Shadow
- Perfetti innamorati
- Emozioni di vita - Antonio
- Libere emozioni - Antonio
- Istantanee Emotive- Rendendacc
- Angel Free - Alessandro
- Fenice - Angela
- ...fini la comèdie - Liliana
- Dentro e fuori di me - Tu.vita.mia
- Me - Allofme
- Lafrescamontagna - Federinik
- Amici - Ross ed Iris
- Alicelodice - Ali
- Rastros de vida - Yulyus
- Per una community - Max
- VIVERE... - Pat
- BLOG PENNA CALAMAIO
- POETARE - Frid@
- Vathelblog
- Palantìri - V
- Anima_silente
- IL Vento corre - Ventodamare
- LUPI.NOTTURNI - lupo solitario
- Un po di me- la mia Anna
- T3 Bacheca Grafica - Nu
- 21 grammi - Angela
- Nella terra di Elron - Marvelius
- Luomodellepromesse - Gia
- Sentimentalmente - La mia grande Gio
 
Citazioni nei Blog Amici: 63
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

AREA PERSONALE

 

UN SORRISO

Una persona una volta mi ha detto: "Gio a me piace donare un sorriso alle persone, il sorriso è contagioso, tu pensa se tutti noi sorridessimo, pensa a come sarebbe il mondo se tutti noi avessimo dipinto sul volto un sorriso".... Beh, con mio grande stupore ho provato sulla mia pelle una sensazione meravigliosa legata appunto ad un semplicissimo sorriso. Questa persona aveva ed ha ragione! Un giorno, passeggiando come al solito lungo una pista ciclabile, ricevo un messaggio che mi ha donato un sorriso immenso. Questo sorriso è rimasto sul mio volto per lungo tempo e mentre passeggiavo, le persone che mi guardavano hanno a loro volta sorriso... Il sorriso è contagioso, è vero e dona serenità alle persone che lo ricevono e che a loro volta lo donano. Non abbiate paura di sorridere, di donare il vostro sorriso agli altri. Provate, poi ditemi come vi siete sentiti.

 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

« Siamo Così!!!!!Perdonooooooooooooo!!!!!... »

Una domenica particolare!

Post n°112 pubblicato il 11 Marzo 2010 da giostella2
 

 

Inserisco oggi una mia esperienza vissuta in una domenica dello scorso febbraio. Un'esperienza che mi è rimasta nel cuore, perchè in questo giorno particolare che mi sono ritrovata a vivere, ho vissuto emozioni e sensazioni uniche, sconosciute perchè mai provate prima!
In un certo senso questo post è il seguito del post n.109 intitolato "... Ricomincio da me!" (http://blog.libero.it/Giostella/8474309.html)
Inserisco questa esperienza perchè vorrei condividerla con voi, e spero allo stesso tempo di non annoiarvi!

 

 

 

Album Sample_09

 

 

Domenica 21 febbraio 2010


Ripenso alla giornata di ieri, trascorsa insieme a persone estranee, persone mai viste prima, persone inizialmente temute …
Mi hanno insegnato a diffidare di chi non conosco, mi hanno insegnato a non aprirmi con le persone che non conosco e che non mi conoscono … Ma ieri io ho desiderato disubbidire a questa regola, perché qualcosa dentro , mi ha detto che potevo farlo … Perché avevo un estremo bisogno di farlo …
Così, ieri, una domenica apparentemente come le altre, mi sono alzata alle sei e trenta … Beh devo ammettere che non sono riuscita a dormire poi molto visto che l’agitazione era tanta! E quando poi alle sei e trenta sono scesa dal letto, non mi sentivo affatto stanca o assonnata, avevo addosso solo quella tensione, la stessa che mi aveva impedito di dormire regolarmente … di fare insomma un unico sonno!
Mi sono preparata, senza alcuna fretta, avevo calcolato il tempo in ogni suo più piccolo secondo! Alle sette e trenta sono dunque uscita da casa.
In auto sempre uno dei miei cd preferiti … Musica indiana, quella musica che, come poche, mi trasmette un senso di pace infinito …
Destinazione? … Beh diciamo destinazione serenità!!!!
Sorrido … e sorrido anche di gran cuore, non posso mica svelare ogni più piccolo particolare!!!! Quindi destinazione serenità può bastare! …
Avevo appuntamento con una donna sconosciuta, di lei sapevo solo il nome … Non conoscevo, neanche per descrizione, il suo aspetto fisico … Ah no ecco, devo correggermi! Di lei conoscevo la voce, perché ovviamente, per stabilire un luogo di incontro, l’avevo chiamata il giorno prima al telefono … Una voce davvero solare, che al solo sentirla mi ha trasmesso gioia!
Sono arrivata in anticipo, nettamente in anticipo, al luogo dell’appuntamento ma attendere non è per me affatto un problema! Così ho atteso pazientemente il suo arrivo. Puntuale, in riferimento all’ora stabilita, ecco questa donna avvicinarsi alla mia auto, questa donna sconosciuta! Quello che più mi ha lasciata meravigliata è che mi è sembrato di conoscere questa signora da una vita …
In un attimo era svanita quella tensione che mi aveva accompagnata durante tutta la notte e fino alla stretta di mano. E’ bastata quella stretta di mano, quel piccolo contatto fisico, e quel suo sorriso, a far svanire ogni più piccola paura, ogni più piccola incertezza!!! Siamo salite quindi in auto per raggiungere appunto, il luogo della serenità.
Due ore, circa, di viaggio, ma in queste due ore, non abbiamo smesso un attimo di parlare … Io di quello che avevo nel cuore, lei di quella serenità che stavamo per raggiungere … Certo, devo ammettere che non tutto mi era chiaro nel suo discorso, ma avevo fiducia che una volta lì, avrei capito molto di più …
Arriviamo … Siamo le prime ad arrivare, tant’è che abbiamo avuto il tempo di fare anche un giro perlustrativo della zona. Dopo questo giro, decidiamo quindi di entrare in questo luogo … Un agriturismo nascosto nel verde di un incantevole posto …. Un posto quasi magico, che di per sé sprigionava già un certo senso di pace e di tranquillità.
La sala dove era stabilito l’incontro era abbastanza grande. Due grandi camini accesi, alle pareti opposte della sala, riscaldavano l’intero ambiente. Due persone erano intente a sistemare la sala in modo da renderla ancor più accogliente, preparandola anche per lo scopo dell’incontro … Sono stata presentata dalla mia nuova amica a queste persone come una ricercatrice … il solo termine mi dava una strana sensazione! Sono stata presentata così ad ogni persona che entrava nella sala ed in breve tempo, io per tutti ero la ricercatrice! … Non nascondo che in me vi era un certo imbarazzo, comunque erano persone che non conoscevo e la timidezza, quella che mi ha sempre caratterizzata in situazioni particolari, non ha esitato a venir fuori … In sostanza ero una ricercatrice timida … Ma bene in mente avevo le parole del mio amico Salvo: “ Sii sempre te stessa e lascia che sia la verità a parlare” … parole queste per me semplici da mettere in pratica, perché difficilmente riuscirei a nascondere ciò che sono o ad essere diversa da ciò che sono.
Ad un certo punto, la mia attenzione è stata catturata dall’ingresso in sala di una persona particolare … Un uomo alto, signorile … Non so definire bene cosa mi abbia colpito di questa persona,ma qualcosa in lui mi attraeva . Forse la calma nei movimenti, nel modo di porsi, nel modo di parlare … Non so, sinceramente non so, l’unica cosa che so è che lo guardavo ammirata.
Sono stata presentata anche a lui. E’ così che ho capito che questa persona era davvero importante, la più attesa. Nel corso della giornata ho poi capito il perché ! Poco dopo siamo stati invitati a prendere posto e così ha avuto inizio quella che io ho poi definito “riunione” perché alla fine credo che quella di domenica sia stata una giornata di riunione per fare un punto della situazione delle attività svolte in un determinato periodo da questo gruppo.
Due ragazzi giovani hanno preso la parola, presentandosi agli sconosciuti e salutando invece tutti quelli che già conoscevano … Mi hanno ringraziata della mia presenza ed il mio piccolo cenno di capo rivolto al ragazzo che stava parlando era il mio modo di ringraziare invece loro …. La riunione è iniziata con la lettura di alcune preghiere e successivamente con un piccolo filmato, composto di foto che ritraevano tutti i vari componenti del gruppo nelle pose più naturali … Foto che comunque han suscitato l’ilarità dell’intera assemblea, chissà forse perché rivedersi e sapere che altre persone ti stanno guardando comunque crea un certo imbarazzo … Ed è stato proprio allora che il mio sguardo si è posato sui volti di quelle persone che sembravano imbarazzate nel rivedersi ma che in realtà, percepivo, avevano infiniti ricordi di quei momenti che le foto stesse avevano impresse … come a voler fermare il tempo, come a voler dire “io c’ero, ero lì con tutti voi e stare lì mi rendeva una persona speciale!” e nella penombra creata nella stanza, mi sembrava di scorgere qualche volto rigato da dolcissime perle trasparenti!
Certo la giornata di domenica è per me stata davvero intensa e piena, e raccontarla tutta, nei minimi dettagli mi sembra un’impresa alquanto ardua …
Ogni singolo momento che ho vissuto tra quei volti sconosciuti mi ha regalato delle emozioni intense,forti, ma ciò che più mi stupiva era quel senso di pace che man mano sentivo crescere dentro di me, sempre di più … Un senso di pace a me sconosciuto perché mai provato … Non saprei neanche descriverlo, ma ricordo ad un certo punto d’essermi sentita come leggera, con la mente libera, libera da ogni pensiero ed intenta solo a catturare ogni più piccolo dettaglio per far durare il più a lungo possibile questo senso di pace …
Questa sensazione di “leggerezza” io l’ho poi sentita ancor più forte dentro me quando la parola è stata data a quella persona che all’inizio della giornata aveva catturato la mia attenzione … Parlava con voce calma, una voce in grado davvero di alleggerire la testa (se così posso dire) … Molto di ciò che lui ha detto è rimasto a me ancor oggi sconosciuto, ma nelle mia mente è rimasta bene impressa la sua voce melodiosa , una voce che credo ormai mi sarà difficile dimenticare.
Mi sono chiesta se per gli altri fosse la stessa cosa, se anche gli altri stessero vivendo le mie stesse sensazioni e ho girato il mio sguardo verso tutti … Non sono riuscita a capire ciò che gli altri stavano però provando, l’unica cosa che riuscivo a vedere era l’attenzione che questa persona era stata in grado di attirare su di se, un attenzione ed un silenzio tali che neanche un colpo di tosse od un semplice starnuto hanno interrotto … Mai mi era capitato di assistere a tutto ciò!
Tutte queste sensazioni sono state per me spunto di vera riflessione …
Mi viene da sorridere perché mi rendo conto, ora, mentre cerco di ripercorrere la giornata di ieri nella mia mente e cerco di renderla per sempre viva attraverso queste parole messe così, alla rinfusa, che, io ero, in mezzo a tutta quella gente, in realtà un extraterrestre … Mi viene da sorridere perché se mi avessero costretta a parlare io immagino tutte quelle persone portarsi le mani alle orecchie, perché la mia voce non ha nulla di quella calma e nulla neanche di quella melodia tipica di ogni persona che era lì presente … Sorrido e forse anche un po’ mi dispero perché mi rendo conto che ho molto da lavorare su me stessa per riuscire a raggiungere quella pace in ogni mio atteggiamento, in ogni mio modo di pormi che invece erano propri di ogni singola persona che era presente a quella riunione …
Perché mi rendo conto che il cammino per ritrovare me stessa è davvero lungo e perché di me dovrò cambiare ogni cosa … davvero ogni cosa!
Dopo il discorso di questo straordinario uomo, la mattinata è andata avanti con l’intervento e la testimonianza di altre persone fino a giungere così all’ora di pranzo, dove ci sono state concesse più di due ore per mangiare ma soprattutto per socializzare … Beh inutile dire che la mia timidezza mi ha impedito di avvicinarmi di mia spontanea volontà agli altri, ma molti di loro si sono avvicinati a me e mi hanno affettuosamente tempestata di domande, alle quali io, con cortesia e con il sorriso ho risposto, mascherando il vero timbro della mia voce, insomma si, addolcendola un po’!!!!!!
Durante questa pausa pranzo ci sono stati dei momenti che sono rimasta sola, ma era una solitudine cercata, desiderata, perché avevo bisogno di riorganizzare le mie idee, di capire meglio tutto quello che mi stava accadendo, di capire perché stava accadendo proprio a me … Io sola in mezzo a tutte quelle persone estranee cosa ci facevo? … Ricordo che ad un certo punto mille pensieri si sono intrecciati nella mia mente tanto che sentivo quasi dolore nella testa. Ero serena certo, dentro di me c’era pace, tranquillità, mi sentivo sicura, ma i dubbi non mi abbandonavano e cercavo sempre il perché … Cercavo sempre una spiegazione ad ogni cosa … Avevo bisogno di focalizzare meglio, avevo bisogno di fare un punto della situazione !…
A testa china cercavo di ascoltare me stessa, nonostante la confusione del momento, cercavo di leggere dentro me stessa, è così che mi sono ritrovata con in mano la mia inseparabile stilo, ed è così che ad un certo punto, essa scorreva leggera lungo la pagina bianca di quel minuscolo quaderno che avevo nella borsetta …
Quando ho bisogno di capire meglio mi capita di fissare con l’inchiostro su di un foglio bianco quel pensiero che maggiormente si fa strada nella mia testa … E nella mia testa questo era il pensiero che c’era, questo ciò che avevo scritto:
“ Tutti siamo chiamati per assolvere un compito. Ma prima di poter far ciò dobbiamo far in modo che il nostro cuore e la nostra mente siano liberi da pregiudizi. Dobbiamo abbellire il nostro essere degli ornamenti di un carattere retto e lodevole affinché gli altri siano disposti ad ascoltarci, affinché gli altri siano disposti ad ascoltare il nostro cuore, a seguirci aiutandoci anche ad assolvere il compito per il quale siamo su questa terra. […] Ricercare se stessi. Ricercare la propria spiritualità e far in modo di tirar fuori dal nostro essere il meglio che Dio ci ha donato per essere pronti ad affrontare quel cammino di fede che mette gli altri, le altre vite, sempre al primo posto. Ricercare se stessi, affinché si riescano a trovare i mezzi necessari per portare avanti il compito che ci è stato assegnato … perché qui, su questa terra noi siamo solo di passaggio. Preparare il nostro spirito, abbellire il nostro carattere, assolvere il compito che ci è stato assegnato, ecco quali sono le cose da fare per rendere la nostra anima pura e degna del regno che Dio ci ha promesso, la vita eterna. […]”
Avevo reso incancellabile ora un pensiero che si era fatto strada in me, un pensiero che man mano diventava sempre più chiaro, sempre più nitido … Cominciavo a capire. Cominciavo a capire cosa dovevo iniziare a fare per ritrovare la mia spiritualità … Non mi ero resa conto che la pausa pranzo stesse per giungere al termine.
Una signora dall’aria dolce e timorosa nel disturbarmi, mi aveva riportata nella realtà, meravigliata forse del mio essere in disparte, del mio essere sola, quasi, oserei dire, preoccupata di questa cosa. Ho sentito il dovere di rassicurarla dicendole che io sono così, che a volte mi capita di estraniarmi perché ho bisogno di raccogliere le idee e che mi ero messa in disparte solo per questo scopo e non perché non stessi bene in mezzo agli altri …
Abbiamo così stretto amicizia. Dolce come tutti , sembrava volesse prendersi cura di me, coccolarmi … Ho avuto addirittura l’impressione ad un certo punto che volesse abbracciarmi … Mi chiedo, ripensando a ieri, se questa donna fosse stata in grado di leggere nei miei pensieri e capire tutti i miei timori perché mi aveva vista scrivere, ma non mi aveva chiesto di leggere ciò che avevo scritto … mentre mi parlava era come se avesse già letto, come se sapesse davvero ogni mio pensiero … Ma forse era solo una mia impressione o una pura coincidenza.
La riunione stava per ricominciare, siamo stati nuovamente invitati al silenzio ed i ragazzi che avevano parlato all’inizio della giornata ora riprendevano, come dire, di nuovo in mano la situazione … Tra filmati divertenti, che racchiudevano in se il significato di questo cammino di fede, e vari punti della situazione siamo così giunti al termine della giornata.
Era dunque arrivato il momento di salutare quelle persone per ritornare ognuno nelle proprie case, ma ognuno con dentro di se una ricchezza in più, ed io forse più degli altri!
Durante il viaggio di ritorno, di nuovo con Giovanna abbiamo parlato quasi ininterrottamente … Ora in me avevo più chiaro anche il significato di ciò che lei mi aveva detto all’andata, ed ora in me avevo anche più chiaro il significato di quella giornata che avevo trascorso in mezzo a persone estranee …
Ritrovare me stessa, ecco la prima cosa che avrei dovuto fare, ecco il primo obiettivo che avrei dovuto raggiungere!
La giornata era trascorsa in fretta, forse troppo, ma mi aveva lasciato molto dentro e soprattutto mi aveva lasciato quel pensiero su cui, sono convinta, sarei tornata infinite volte!
Siamo arrivate al casello autostradale, avevo lasciato lì la mia auto, ora dovevo solo salutare Giovanna e tornarmene a casa … Ma così non è stato, perché lei mi ha invitata a casa sua … Ho accettato, ed anche volentieri. Siamo rimaste insieme credo per altre due ore, abbiamo continuato a parlare e parlare, tanto che alla fine della serata mi è sembrato davvero di conoscere questa donna da una vita intera.
Mi ha donato due libri, un libro di preghiere, ed un altro scritto da una su amica psicologa … Mi ha offerto un te buonissimo e mi ha viziata con dei dolcetti … Sembrava quasi che non volessimo lasciarci più … Ma era tardi ed io dovevo tornare a casa, c’era il mio Leo ad attendermi … Ho paura che se rimango troppo a lungo fuori, il mio gatto cominci a soffrire di depressione, e così, il pensiero per lui mi ha costretta a porre fine a quella meravigliosa serata …
Giovanna mi ha nuovamente accompagnata alla mia auto e li ci siamo salutate dandoci appuntamento alla domenica successiva, sempre a casa sua.
Chiavi in mano pronta a partire. Sempre lo stesso cd. Quella musica che adoro mi ha tenuto compagnia per tutto il tragitto, come compagnia mi hanno tenuto tutti i pensieri fatti per ripercorrere mentalmente l’intera giornata …
Eh si, la giornata era trascorsa troppo in fretta, ma dentro mi aveva lasciato molto, mi aveva lasciato soprattutto la speranza e la consapevolezza che dopotutto non è mai tardi per ricominciare!

La piccola Gio

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: giostella2
Data di creazione: 10/07/2009
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963