Creato da nuvolabianca_1968 il 05/03/2014

Carpe Diem

Curarsi al naturale

 

Il Corteggiamento dei Cigni

Post n°214 pubblicato il 11 Maggio 2022 da nuvolabianca_1968

" La seduzione è un incantesimo,
deve risvegliare il desiderio dell'altro
e fissarlo su di se' ".
( Francesco Alberoni )
Buona notte ❤ 😊
Il Corteggiamento dei Cigni ❤ ❤
Potrebbe essere un'immagine raffigurante cigno e natura

 
 
 

banane baby biologiche

Post n°212 pubblicato il 03 Aprile 2022 da nuvolabianca_1968

Rispetto alle classiche banane, le banane baby biologiche presentano una buccia più liscia, più sottile e che si stacca molto più facilmente dalla polpa quando il frutto è ben maturo.

La polpa delle banane baby biologiche è piuttosto cremosadolce e dal sapore intenso e rinfrescante che ricorda molto quello della mela.

Il sapore della banana baby biologica è più dolce rispetto alla banana tradizionale e le sue piccole dimensioni, rendono il bananito bio uno spuntino perfetto per i bambini, nonché una fonte preziosa di vitamine.

Il bananito bio è inoltre molto più digeribile della banana a cui siamo abituati.

Il bananito bio, al pari delle sue sorelle, è un frutto esotico altamente ricco di fosforo, potassio, ferro e vitamine A e B.

I principali benefici derivanti da un consumo quotidiano del bananito bio sono:

  • regolazione dell'intestino (alta digeribilità)
  • elevato apporto energetico, soprattutto se consumato nella prima parte della giornata
  • rafforzamento dell'apparato oculare (vitamina A)
  • accelerazione del metabolismo (vitamina B)
  • rafforzamento delle ossa (fosforo)
  • regolazione dell'equilibrio dei fluidi cellulari (potassio)


Banane baby biologiche - Acquista ora _nline e ricevi a casa tua





 
 
 

Fragole

Post n°210 pubblicato il 03 Aprile 2022 da nuvolabianca_1968

Coltivare le fragole non è difficile però occorre tenere d’occhio due importanti fattori 

che condizionano questo tipo di coltivazione: la temperatura e la luce.

Sono tanti quelli che mi chiedono come coltivare le fragole perché questo 

frutto, fra i piccoli frutti il più popolare, piace un po’ a tutti grandi e piccini.

Inoltre ricco com’è di vitamine, prima fra tutte la vitamina C, di minerali, 

fra i quali  il calcio, il ferro e soprattutto il potassio, fa tanto bene anche 

per la nostra salute.

La fragola è ricca di antiossidanti, benefiche sostanze fra le più importanti, 

che rallentano l’invecchiamento e rafforzano le difese immunitarie,

 è diuretica e disintossicante.

Ricca di acqua com’è contribuisce a depurare l’organismo in un periodo 

come quello primaverile nel quale il corpo richiede di essere liberato 

dalle tossine accumulate durante la sedentaria vita invernale.


Fragole


 
 
 

Vellutata di zucca

Post n°207 pubblicato il 05 Febbraio 2022 da nuvolabianca_1968

La vellutata di zucca è un piatto molto delicato tipicamente autunnale 
e ottimo da gustare con dei crostini di pane abbrustolito. La ricetta non è 
altro che un’alternativa alla classica crema di zucca perché molto più
 raffinata ed elegante, perfetta per essere servita in tavola se avete 
ospiti a cena all’ultimo minuto perché si realizza in pochissimo tempo.
 L’ingrediente principale è, ovviamente, la polpa di zucca, ma potrete 
sbizzarrirvi anche nel preparare alcune varianti più sfiziose come la 
vellutata di zucca e patate oppure quella che vede anche le
 carote come co-protagoniste del piatto. La ricetta che segue 
richiede pochissimi ingredienti oltre all’ortaggio principale.
 Avrete infatti bisogno di panna da cucina e brodo vegetale
se volete però portare in tavola un piatto vegetariano light
vi basterà eliminare la panna dalla ricetta.





VELLUTATA DI ZUCCA E PATATE

Variante sfiziosa per preparare una vellutata al profumo di timo 
e rosmarino con porri, patate e zucca. Piatto delicato e perfetto 
sia per l’autunno che per l’inverno. Decorate il piatto con le spezie
 tritate al momento prima di servirlo in tavola, sarà super profumato 
(oltre che delizioso)!La vellutata di zucca è un piatto molto delicato
 tipicamente autunnale e ottimo da gustare con dei crostini di
 pane abbrustolito. La ricetta non è altro che un’alternativa alla 
classica crema di zucca perché molto più raffinata ed elegante, 
perfetta per essere servita in tavola se avete ospiti a cena all’ultimo 
minuto perché si realizza in pochissimo tempo. L’ingrediente principale 
è, ovviamente, la polpa di zucca, ma potrete sbizzarrirvi anche nel
 preparare alcune varianti più sfiziose come la vellutata di zucca e 
patate oppure quella che vede anche le carote come co-protagoniste 
del piatto. La ricetta che segue richiede pochissimi ingredienti oltre 
all’ortaggio principale. Avrete infatti bisogno di panna da cucina e 
brodo vegetale, se volete però portare in tavola un piatto vegetariano 
light, vi basterà eliminare la panna dalla ricetta.


Vellutata di zucca: ricetta semplice e veloce con la zucca | Buttalapasta


 
 
 

Pasta e lenticchie

Post n°206 pubblicato il 27 Gennaio 2022 da nuvolabianca_1968

La pasta e lenticchie è un primo piatto classico della cucina povera italiana, perfetto da preparare durante le stagioni più fredde, quando si ha bisogno di energie. Una portata completa, ricca di vitamina, pronta in 30 minuti. Quando fuori piove e non avete idee su cosa cucinare, la pasta con le lenticchie è perfetta per voi, accompagnata magari da una fetta di pane caldo e croccante.

La preparazione è molto semplice, la cosa importante è rispettare i tempi di cottura delle lenticchie. Consigliamo sempre di leggere le indicazioni riportate sulla confezione, per lasciarle in ammollo il giusto tempo e cuocerle alla perfezione. Alcuni tipi di lenticchie, inoltre, non richiedono di essere messe in ammollo e possono essere cotte direttamente appena tolte dal sacchetto, dopo averle passate sotto un getto d'acqua.

Potete scegliere il formato e il tipo di lenticchie che preferite, magari provando di volta un volta una variante diversa. Noi abbiamo scelto una pasta corta, tipo tubetti.

Può essere servita leggermente brodosa o del tutto asciutta, dipende dai gusti. Per ottenere una consistenza cremosa e vellutata, invece, è consigliabile risottare la pasta, cuocendola direttamente nel condimento e aggiungendo gradualmente poca acqua o brodo bollente per volta.

Ecco la ricetta per la pasta e lenticchie!

In una casseruola fate imbiondire l’aglio nell’olio. Aggiungete i pomodorini (tagliateli a metà se sono troppo grandi) e cuocete per qualche minuto a fuoco vivo.
 Aggiungete le lenticchie lessate precedentemente (seguite le indicazioni di cottura riportate sulla confezione) e profumate con il prezzemolo a piacere. Unite un mestolo di brodo o acqua bollente e cuocete per 5 minuti 

Unite la pasta e portatela a cottura unendo, man mano che viene assorbito, il brodo vegetale.
Quando la pasta sarà cotta, ancora al dente e cremosa, regolate di sale e pepe e servite immediatamente 

Pasta e lenticchie

 
 
 

Busiate alla trapanese

Post n°205 pubblicato il 11 Gennaio 2022 da nuvolabianca_1968

 Le busiate alla trapanese sono un primo piatto siciliano preparato con un formato di pasta speciale, le busiate, per l’appunto, e il pesto trapanese.Le busiate o busiati, sono un formato di pasta fresca che prende il nome dall’attrezzo con il quale viene preparata, 

i busi” ovvero “i ferri” per lavorare a maglia.

Quanto alla preparazione, la ricetta è 

veramente molto semplice e molto veloce.

L’unica cosa alla quale dovete fare attenzione 

è se preparate il pesto con o senza formaggio.

Se nel pesto mettete il pecorino, vi consiglio di mescolare la 

pasta a freddo.

Se non lo mettete, potete mescolarla a caldo nella padella.

Ingredienti
Busiate alla trapanese
  • Ingredienti per 4 persone:
  • busiate: 400 gr
  • pomodori san Marzano o Piccadilly: 250 gr
  • mandorle pelate: 50 gr
  • pecorino grattugiato: 50 gr facoltativo
  • olio d'oliva
  • aglio: mezzo spicchio
  • basilico: 10 foglie circa
  • sale e pepe
COME FARE LE BUSIATE ALLA TRAPANESE

Preparate il pesto alla trapanese e lasciatelo insaporire per almeno un paio d’ore.Quanto alla pasta, il formato perfetto per questa ricetta sono le busiate.Se non riuscite a trovarle potete optare per dei fusilli lunghi oppure per dei semplici spaghetti.

Versate il pesto in una padella, aggiungete un filo d’olio  e cuocete la pasta.

mettere pesto nella padellaQuando la pasta sarà al dente, scolatela e trasferitela nella padella.Mescolate e, se lo ritenete opportuno, aggiungete un pochino di acqua di cottura della pasta.La vostra pasta con pesto alla trapanese è pronta… e non vi resta che servirla.Buone busiate alla trapanese! 😉

 

 

 
 
 

Pasta e fagioli toscana ai cinque sapori

Post n°204 pubblicato il 21 Novembre 2021 da nuvolabianca_1968

La pasta e fagioli è un piatto classico di molte Regioni, ma nel cuore della Maremma si gusta ai cinque sapori. Ecco una ricetta suggerita agli Esperti di Cucina di ProiezionidiBorsa dalla Principessa Giorgiana Corsini, scomparsa qualche mese fa, grande conoscitrice della Maremma, dove la famiglia ha una bellissima tenuta, detta “La Marsigliana”.

Il segreto è il mix di fagioli

Il segreto della pasta e fagioli toscana ai cinque sapori sta nell’accurato mix di fagioli che dona un sapore indimenticabile al piatto. In questa ricetta la Principessa Corsini utilizzava le varietà di fagioli toscane. Ma ogni volta che si spostava in un’altra Regione, per un viaggio o per lavoro, si procurava almeno 5 kg di fagioli di varietà diverse. Per scoprire sapori nuovi e sostenere l’agricoltura e la biodiversità italiana. In questa ricetta diamo le quantità occorrenti per prepararne abbastanza da poterne surgelare un pò per scorta.

Gli ingredienti per prepararla

Ecco gli ingredienti occorrenti:

a) 1 kg di fagioli neri di Livorno;

b) 1 kg di fagioli bianchi toscani di Arezzo;

c) 1 kg di fagioli rossi di Lucca;

d) 1 kg di fagioli cannellini di Lucca;

e) 1 kg di fagioli mascherini, bianchi e rossi, della Garfagnana;

f) 300 gr di tagliatelle finissime fatte in casa;

g) due patate grosse;

l) una fetta di prosciutto cotto;

h) una carota;

i) una cipolla;

l) una fetta di prosciutto cotto;

m) olio;

n) un cucchiaino di lardo di Colonnata;

o) una crosta di parmigiano;

p) 1 litro di brodo di manzo;

q) un cucchiaio di pomodoro concentrato;

r) sale e pepe;

s) parmigiano grattugiato.

Pasta e fagioli toscana ai cinque sapori

Seccare e sminuzzare in tre parti le tagliatelle finissime fatte in casa. Sciacquare i fagioli ammollati tutti insieme per dodici ore in acqua fredda, ma tenerla da parte.

Tagliare a pezzetti le due patate grosse. Preparare un trito con cipolla, salvia, rosmarino, una grossa fetta di prosciutto cotto con il suo grasso, il lardo di colonnata, la carota.

Versare il composto passato al mixer in un pentolone con i fagioli e metà dell’acqua di ammollo, le patate, il brodo, sale e pepe. Naturalmente il brodo rimarrà un pò liquido e si dovrà farlo ritirare molto a lungo e a fuoco molto basso.

Un colpo di fuoco prima di servire

La pasta e fagioli toscana ai cinque sapori deve risultare abbastanza densa. Lasciar raffreddare il tutto per alcune ore. Un’ora prima di andare a tavola bisogna rimettere la minestra sul fuoco o scongelarla dal freezer.

Aggiungere il cucchiaio di brodo concentrato e buttare la pasta abbondante, farla cuocere per 2/3 minuti. Lasciar intiepidire.

Prima di servire, nella zuppiera, spargere del parmigiano grattugiato, un filo d’olio tutt’intorno e delle foglie di basilico per decorare.


Sono tanti i motivi per cui dovresti mangiare spesso i fagioli - Proiezioni  di Borsa




 
 
 

Pizzoccheri, la ricetta classica da preparare a casa

Post n°203 pubblicato il 30 Ottobre 2021 da nuvolabianca_1968

I pizzoccheri sono un formato di pasta tipico della valtellina, si tratta di una specie di tagliatelle preparate con farina di frumento e farina di grano saraceno; la ricetta più famosa per preparare i pizzoccheri è nella maniera tipica valtellinese,preparata con un condimento fatto con verza o bietole, patate, formaggio casera, parmigiano, burro e aglio. I pizzoccheri alla valtellinese sono il piatto simbolo della cucina della valtellina, ma sono molto apprezzati anche in altre regioni di Italia, l'unica difficoltà nell'esecuzione del piatto è quella di reperire il formaggio casera, un formaggio dop che però può essere sostituito con della fontina come ho fatto io, non sarà la stessa cosa, ma pazienza :) 

  • Ingredienti per 4 persone:
  •  300 gr di pizzoccheri
  •  200 gr di patate
  •  150 gr di bietola
  •  150 gr di formaggio casera
  •  50 gr di parmigiano
  •  50 gr di burro
  •  1 spicchio di aglio
Cuocete le verdure in acqua bollente salata per 5 minuti.
Aggiungere ora i pizzoccheri e fate cuocere tutto insieme per 10 minuti
Sollevate ora i pizzoccheri con una schiumarola e versatene una parte in una teglia calda
Spolverizzate con il parmigiano e il formaggio tagliato a cubetti, Proseguite alternando i pizzoccheri al formaggio
In un pentolino fate sciogliere il burro insieme ad uno spicchio d'aglio ( aggiungete anche la salvia come suggerito dalle nostre amiche valtellinesi)
Eliminate l’aglio e versate il burro fuso sui pizzoccheri
Servite i pizzoccheri alla valtellinese caldi spolverizzando il tutto con del pepe macinato
Mescolate per far sciogliere il formaggio e servite
Ricetta I pizzoccheri: la versione classica pronta in 30 minuti | Cook

     
     
     

    ♣️ ♣️ ♣️ ♣️ ♣️ ♣️ ♣️

    Post n°202 pubblicato il 17 Ottobre 2021 da nuvolabianca_1968

    POST DI SOTTO NON COMMENTABILE PER COLPA DI LIBERO.


    QUESTO E' SOLTANTO UNA PROVA,ALTRIMENTI CHIUDO E VI SALUTO CON

    RAMMARICO.

    ... Auguro come sempre, a Tutte le Amiche ed Amici, una Felice e Serena Domenica ...
    Ciao, alla prossima...      LUCA

     
     
     

    Lasagne bianche funghi e salsiccia: ricetta e preparazione

    Post n°201 pubblicato il 15 Ottobre 2021 da nuvolabianca_1968

    Per le lasagne (pirofila 30 x 22 cm)
    • 250 gLasagne sfoglia grezza
    • 500 gFunghi champignon
    • 200 gSalsiccia
    • 300 gEdamer (o fontina)
    • 80 gFormaggio grattugiato
    • 100 mlVino bianco
    • 2 spicchiAglio
    • 1 ciuffoPrezzemolo
    • Sale, Pepe, Olio Extravergine di oliva
    Per la besciamella
    • 700 mlLatte intero
    • 70 gFarina
    • 70 gBurro
    • Sale, noce moscata
      1. Per prima cosa preparate la besciamella, con le dosi che vi ho indicato qui sopra e in modo che rimanga piuttosto morbida.

      2. Pulite i funghi champignon eliminando la parte terrosa del gambo e sciacquateli sotto l’acqua fresca per eliminare i residui di terra. Tagliateli a fettine. Potete utilizzare anche un robot da cucina (con la lama adatta).

      3. Rosolate gli spicchi di aglio, schiacciati con la lama di un coltello, in una padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio, per alcuni minuti, finchè non saranno dorati da entrambi i lati (fuoco moderato). Togliete gli spicchi di aglio e aggiungete i funghi. Alzate la fiamma e rosolate i funghi per qualche minuto. Tagliate le salsiccia a metà ed eliminate la pelle (budello) e aggiungetele ai funghi a pezzi. Sfumate con il vino bianco. Tenete il fuoco vivo finchè il vino non è evaporato, poi abbassate la fiamma e coprite la padella con un coperchio e lasciate cucinare per ca. 10 minuti. Una volta trascorso il tempo, aggiungete il sale, il pepe, il prezzemolo tritato.

        1. Tagliate le salsiccia a metà ed eliminate la pelle (budello) e aggiungetele ai funghi a pezzi. Sfumate con il vino bianco. Tenete il fuoco vivo finchè il vino non è evaporato, poi abbassate la fiamma e coprite la padella con un coperchio e lasciate cucinare per ca. 10 minuti. Una volta trascorso il tempo, aggiungete il sale, il pepe, il prezzemolo tritato.

        2. Per le Lasagne bianche ai funghi e salsiccia ho utilizzato le lasagne pronte sfoglia grezza (Rana) che sono comode e un pochino più spesse. Ovviamente potete prepararvi anche la sfoglia a casa.

        3. Accendete il forno a 190° ed ecco la videoricetta di come ho preparato le Lasagne bianche ai funghi e salsiccia.

        4. https://youtu.be/q7udtl1aJ7I


     
     
     
    Successivi »
     

    AREA PERSONALE

     

    ARCHIVIO MESSAGGI

     
     << Maggio 2022 >> 
     
    LuMaMeGiVeSaDo
     
                1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30 31          
     
     

    CERCA IN QUESTO BLOG

      Trova
     

    FACEBOOK

     
     
    Citazioni nei Blog Amici: 22
     

    ULTIME VISITE AL BLOG

    QuartoProvvisoriolaura1953woodenshipneopensionatacassetta2qmrvirgola_dfseveral1amici.futuroieriNonnoRenzo0monellaccio19gianor1nuvolabianca_1968ormaliberaapungi1950
     

    ULTIMI COMMENTI

    CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

    Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
     
    RSS (Really simple syndication) Feed Atom
     
     

    EDITH PIAF-LA VIE EN ROSE