Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Ottimo post. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 19:16
 
Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« HistoryLa giraffa e l'amore »

Bologna: occhi da azzurri da innamorarsi.

Post n°44 pubblicato il 18 Settembre 2006 da il_presidente77
 
Foto di il_presidente77

Una scritta bianca su sfondo azzurro tra due sequenze di binari. Questo sei per me. Un po' provinciale, un po' Parigi minore. Questo dicono che tu sia. Dovrei domandarlo agli amici che ci hanno vissuto, che ancora ci vivono. Per me poco più di quella scritta. Niente ombelico di tutto, niente torri degli asinelli, niente mercati all'aperto, niente portici. Punto sempre di transito, mai di arrivo, mai di partenza.
La tua via Zamboni, il tuo Santo Petronio, il tuo Nettuno con il tridente, i tuoi bolognesi. Simboli solo simboli. Alla stregua della mia scritta bianca su sfondo azzuro. Un azzurro che sa di blu, che è tanto diverso da quell'azzurro che ho incontrato arrivando a Bologna. Un azzurro quasi insignificante, ma per questo bello: due occhi color azzuro di pianura.
Niente disco di atmosfera, niente tendine di nylon rosa, nessun bicchiere per ingannarci, solo la sua bellezza. Niente sorriso, fossette e denti da pubblicità, niente perfezione, solo un esser bionda senza averne l'aria, un essere felice che trafiggeva l'aria.
Nessuna infelicità vicina, nessuno vergogna per una mia inesistente malinconia. Solo un sorriso non perfetto, due occhi azzuro di pianura, un viso di gioia di vivere, che tutti insieme risplendevano. E la scritta bianco su uno sfondo azzurro carico è arrivata lo stesso.
It's wonderfull. It's wonderfull. Good luck, my baby.

Si ringrazia un bolognese acquisito per molte delle parole che ho rubato, un piemontese per le parole finali e ovviamente quei duei occhi, quel sorriso, quel viso, incontrati per una sola volta.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog