Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Ottimo post. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 19:16
 
Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« Da Mattatoio n.5 di Kurt...Sonata di jazz (per gli amici) »

Cosa servono la parole se ...  (era Cosa servono la parole se non puoi dare risposte?)

Post n°121 pubblicato il 05 Luglio 2007 da il_presidente77
 

Le parole falsi idoli, in cui cerchiamo di versare tutti i nostri sentimenti, le nostre paure, le nostre anime. Palliativi e panacee dei nostri dolori come se a loro importasse qualcosa della mano che sta impugnando la penna che le sta componendo. Piene e strabordanti di significati o vuote aggregazioni sequenziali di simboli, loro vivrebbero anche senza di noi.
Ecco vogliamo parole per i nostri turpi dolori. Le vogliamo, le desideriamo come fossero l'essenza stessa di quel dolore, come se novelli demiurghi potessimo plasmare con esse, in esse quello stesso dolore senza, in verità, desiderare di guarire. Ecco la nostra colpa. Desiderio, speranza di silenzio, di balbuzie per i momenti felici. Un desiderio che si concretizza con l'arte del furto perpetrata ai danni dei sommi poeti.
Fasi idoli o solamente messaggeri senza messaggio? Cosa siete? A cosa servite se sono costretto a scrivere di altro sempre? Sono i miei limiti, scusatemi parole.
Non inveisco, non vi bacio, non vi nomino, vi lascio qui sospese in tutta la mia retorica. Non credo sia una maledizione, di sicuro non è il vostro paradiso.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog