Creato da woodenship il 23/08/2010

delirio

una spirale

 

« Poi mi sorprendeCieca e sorda »

Valentino di rosso tessuto***

Post n°713 pubblicato il 15 Ottobre 2023 da woodenship
 

Olimpiche ci filano le Parche,

sai, Valentino di rosso tessuto: 

da sempre torcendo vite col fuso,

il filo intendono che sia contorto.

 

Al nuovo tiro tra denti rimasti

in bocca che solo amaro mastica

sarà in premio un bacio intessuto fine

impreziosito di corteccia a scaglie

velluto di muschio e perle di fiume.

 

A loro discrezione lungo quanto

basti, si da stirarlo con dovizia

a ogni tiro, sia filo che saetti

a bocca aperta, per cavità orale

intrecciando palato con olfatto:

 

salma a futura memoria in sfilacci

una volta reciso, epiche, il filo

oh Valentino di rosso la barba.

 

Insettivore discussioni opache,

troppe le sigarette a stender carte

moschicide di fumo nella stanza

oh Valentino di rosso le guance!

 

Pensieri d'intellettuale son mosche

tu grafico che gratis le disegni

oh Valentino che ti rassegni aria.

Le sigarette ai denti fanno male

ingialliti li vedi certe sere;

 

l'ignori, altre, perché non li distingui 

straniato da sintassi e periodi.

Delle mosche è di ronzii il linguaggio

oh Valentino vibrante d'accenti 

perchè dei verbi non si trova il tempo!

 

Analisi è impazzire del soggetto

in matassa aperta a garbuglio serio

d'imbroglio dal piglio dell'arroganza:

non saper legger senso nel groviglio

è come non veder vittime in spoglie; 

 

è come non sentirne le ragioni

Valentino che ragioni non vedi.

 

Mondo ansioso che rivaleggia ratto

frustrata ha anima messa in trama al telaio

dalle Parche: annodata, ordita folle

confusa, tradotta in tela sdrucita

a che ceda a scomporsi nell'inedia.

 

(Come fu la tua, Valentino, vero?           

Fu lisa prima del tempo, dismessa

che restò con capo e coda di vento.)

16/01/2013 (dedicata)

*** riletta 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/rimanescenze/trackback.php?msg=16713403

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 15/10/23 alle 22:54 via WEB
Un mix fra la mitologia greca delle tre Parche (spero che il mio filo.della vita sia lungo e.robuato) e la poesia di Pascoli. Ciao
 
 
woodenship
woodenship il 16/10/23 alle 01:08 via WEB
Qualcosa di tragico si può pur sempre leggere in queste nostre vite, così quietamente oscure talvolta. Grazie di cuore anche per la citazione del sommo Pascoli.
 
gianor1
gianor1 il 15/10/23 alle 23:37 via WEB
Viviamo di rimanescenze e immaginazioni. Queste per il futuro. Tutto ciò che realizziamo sembra inutile, noioso e forse evitabile. Quel che abbiamo fatto si confonde con quello che desideriamo fare. Non chiedermi il perchè ma leggendo la tua poesia mi è venuto in mente l' arte pittorica di Morandi con le sue bottiglie e, come la tua lirica, non mi chiedo cosa racchiudono e perchè stanno insieme. Ora sono vuote, e nemmeno recipienti, sono l' idea di un mondo possibile, di soluzioni possibili. A ben rileggerci. Gian
 
 
woodenship
woodenship il 16/10/23 alle 02:15 via WEB
Belle immagini e considerazioni molto dense... no, non ti chiederò il perché. Quel che conta è la naturalezza con cui sgorgano impressioni e suggestioni, al di là di ogni possibile interpretazione di un testo. A maggior ragione se, il testo, ha la pretesa di configurarsi come esperimento d'apprendista stregone. In fondo, essi vorrebbero trattare di un involucro che fu umano, ma che adesso è vuoto, anzi svuotato, oltre che di organi, sangue, nervi e carne, anche dell"idea di un mondo possibile, di soluzioni possibili." Grazie di cuore e a ben rileggerci, con l'augurio per una notte flottante di sogni sereni.
 
OgniGiornoRingrazio
OgniGiornoRingrazio il 15/10/23 alle 23:56 via WEB
Oh wood *_* Ti chiedo scusa in anticipo..non ho resistito,queste Parche mi hanno intrigato,certo spaventano .. mi avvicinerei a quella del destino ,per sapere per conoscere..e quindi le ho rincorse nel tempo .Nei mesi,negli anni e son arrivata al 2013..a dir la verità mi son persa un po' prima a leggere racconti *_* di cui non avevo memoria.Beh Wood per dirla tutta ho letto commenti e risposte di quell'anno,mi cospargo il capo di cenere.. mi vedi come son pentita*_*ahah non è vero .adoro girare per le tue stanze.Un abbraccio di luna e polvere di stelle a rendere le tue notti ancora più belle.
 
 
woodenship
woodenship il 17/10/23 alle 00:18 via WEB
Visto che ti sei sottoposta, carissima Simona, ad una fatica tanto ingrata, voglio esserti riconoscente, raccontandoti chi era Valentino. Diverse vite fa, mi capitò di frequentare delle persone, tra queste c'era Valentino. Un tizio assai strano: grafico pubblicitario agli inizi degli anni'90, quando già i primi computer avevano cominciato a rubare il lavoro prorio ai grafici. Ma lui, Valentino, era molto pieno di sé, tanto che era convinto di essere un genio(megalomania?). Rimase senza lavoro che era sposato. Ad un certo punto lei si stancò di mantenerlo e si separò da lui. Rimasto in buoni rapporti con lei, viveva nella certezza che, prima o poi, le cose sarebbero girate al meglio, tornando sulla cresta dell'onda. Però, intanto, era tornato a vivere con la vecchia madre pensionata, facendosi mantenere da lei. Io e lui non quagliavamo molto, forse eravamo troppo competitivi. Oppure era lui tanto logorroico da minacciare di sommergere l'interlocutore. Se poi aggiungi che fosse molto competitivo, si comprendono meglio gli scontri dialettici tra noi due. Certo, non lo conoscevo molto. Non sapevo dei suoi problemi. Non me lo chiedevo nemmeno. Sta di fatto che, dopo qualche anno che avevo cambiato giro, mi capitò di incontrare una conoscenza comune. Tra il come va e come si sta, mi disse di Valentino: sua madre era morta l'anno prima. Lui, rimasto da solo, non aveva trovato di meglio che lasciarsi morire di fame. Resta che fu scoperta la sua salma a distanza di un mese dalla sua dipartita. Era morto in completa solitudine, come non dovrebbe mai essere. Io rimasi a chiedermi come fosse stato possibile. Tutto qua. Spero che tu abbia apprezzato pure la vecchia versione di questo tentativo di poesia. Certo, allora erano altri tempi: c'erano molte più persone con cui si interagiva, a volte in modo un poco vivace. Alcuni avevano personalità e nick name multipli. Ma anche questo mi faceva molta simpatia. Come direbbe qualcuno: è il web, bellezza! Si che mi pare di comprendere il tuo buonumore, proprio tornando a quei tempi: sojo passati 10 anni, ma è come fosse passato un secolo, vero? Grazie di cuore anche per l'abbraccio tanto prezioso e caro, non posso che ricambiare con grande affetto amicale e l'augurio per una notte di sogni felici.
 
   
OgniGiornoRingrazio
OgniGiornoRingrazio il 22/10/23 alle 23:25 via WEB
Mi piace mettere ogni cosa al suo posto ,contestualizzare quello che leggo e tu mi hai fatto un dono immenso ..la tua sensibilità è un faro a cui guardare come porto sicuro in questo nostro navigare.Mi hai fatto pensare "https://youtu.be/apGaB218NYs?si=TlyClMWIaT5gmgvo " ti ho immaginato anche sulla scaletta della nave a guardare la città. Un abbraccio di sogni
 
     
woodenship
woodenship il 23/10/23 alle 01:38 via WEB
Film stupendo e musica fantastica, mia cara Simona! L'ho visto che era appena uscito e rimasi incantato dalla grandiosità del tutto. Non posso che ringraziarti infinitamente, tenendoti stretta nel cuore: felice notte e sereno inizio di settimana a te.
 
   
OgniGiornoRingrazio
OgniGiornoRingrazio il 22/10/23 alle 23:26 via WEB
Mi piace mettere ogni cosa al suo posto ,contestualizzare quello che leggo e tu mi hai fatto un dono immenso ..la tua sensibilità è un faro a cui guardare come porto sicuro in questo nostro navigare.Mi hai fatto pensare "https://youtu.be/apGaB218NYs?si=TlyClMWIaT5gmgvo " ti ho immaginato anche sulla scaletta della nave a guardare la città. Un abbraccio di sogni
 
     
woodenship
woodenship il 23/10/23 alle 01:38 via WEB
Film stupendo e musica fantastica, mia cara Simona! L'ho visto che era appena uscito e rimasi incantato dalla grandiosità del tutto. Non posso che ringraziarti infinitamente, tenendoti stretta nel cuore: felice notte e sereno inizio di settimana a te.
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/10/23 alle 17:16 via WEB
Da Dante, ad Ariosto , a Foscolo, fino a te,...W..., sono arrivate le Parche. Ed è rrivato anche Valentino di rosso vestito. Chissà perché ho pensato, leggendoti, a un tessuto leggero eppur pesante di trame e orditi che non sempre si dispongono composti, ma più spesso si accavallano, si torcono ingarbugliandosi fra di loro. Come a volte accade nelle cose di vita.
Un sorriso
 
 
woodenship
woodenship il 17/10/23 alle 01:34 via WEB
"Chissà perché ho pensato, leggendoti, a un tessuto leggero eppur pesante di trame e orditi che non sempre si dispongono composti, ma più spesso si accavallano, si torcono ingarbugliandosi fra di loro. Come a volte accade nelle cose di vita." Così è mia cara edel. Così "come a volte accade nelle cose della vita". Grazie di cuore carissima, anche per il sorriso che ricambio con un augurio per una notte che possa arriderti con sogni felici.
 
cassetta2
cassetta2 il 17/10/23 alle 09:21 via WEB
“Virginia se ne andò a passeggio fra gli alberi ingialliti di Richmond Park, e guardò l’eclissi di luna, la sera del 16 ottobre” Sara De Simone, Nessuna come lei
 
 
woodenship
woodenship il 18/10/23 alle 02:02 via WEB
Nulla di più vero: "Nessuna come lei"!
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 17/10/23 alle 21:20 via WEB
(io proprio adesso sto guardando una puntata di “criminal minds” in cui l’assassino ha un’ossessione per la Grecia, le tre Parche, il filo del destino…) Quindi, dieci anni in effetti sono tanti. Amo molto i post “dedicati”, regalano una intimità riflessa con chi li scrive. Bello, wood! (a chiusura della puntata di cui scrivevo, questa frase “una persona spesso incontra il suo destino sulla strada che ha preso per evitarlo”. Chissà… )
 
 
woodenship
woodenship il 18/10/23 alle 02:50 via WEB
Grazie di cuore, mia dolcissima fanciulla, anche per queste tue considerazioni assai intriganti, con un augurio per una notte di sogni felici.
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 21/10/23 alle 01:16 via WEB
Il rosso Valentino così unico,così speciale ma io adoro il nero:)Eccomi di ritorno,restare lontana da voi è un supplizio ossessivo e silenzioso.Si vede che mancavo io!:)Dolce notte infinita....
 
 
woodenship
woodenship il 22/10/23 alle 01:25 via WEB
Certo che mi sei mancata. Questo posto, senza di te, risuona un po'vuoto. Un po'come una zucca...non so se mi spiego...eheheheheheh, grazie di esserci. A te una carezza di luna crescente e l'augurio per unavnotte più che mai felice...
 
   
divinacreatura59
divinacreatura59 il 22/10/23 alle 02:43 via WEB
Esistono persone che entrano nella nostra vita senza andare più via e tu sei una di queste.Anche se le strade potranno dividersi per vari motivi,tu resti nei miei bei ricordi.I "per sempre"sono dentro la nostra testa.Buonanotte Wooden,ricordati di me.
 
     
woodenship
woodenship il 22/10/23 alle 03:01 via WEB
Così è carissima: una volta che ci si è nel cuore, ci si rimane. Un abbraccio a stretto giro d'orizzonte d felice notte a te.
 
     
divinacreatura59
divinacreatura59 il 22/10/23 alle 05:42 via WEB
Altro che felice notte!!!!!!!!!!!Tutta bianca!!!!!Il mio cervello no ne vuole sentire di spegnersi ma non sono stanca sennò prenderei provvedimento e credo tu sappia,mi pare d'avertelo detto.Vabbè,quando si degnerà di passare Morfeo sono pronta a qualsiasi ora,io non ho padroni:)Di nuovo serena domenica Wooden:*
 
     
woodenship
woodenship il 23/10/23 alle 01:46 via WEB
L'insonnia non è poi così cattiva, quando non causa scompensi fisici o mentali. Perché sono tante le cose che di notte si possono fare. Io adoro stare sveglio di notte a scrivere o girovagare per le strade. Ma è che stanca dannatamente, almeno, alla lunga. Tu comunque vedo che la prendi con filosofia. Credo che sia la cosa migliore: morfeo, quando vorrà, ti troverà ben disposta a fare la nanna. Per l'intanto fai bene a goderti la notte...un abbraccio ed un sereno inizio di settimana.
 
     
divinacreatura59
divinacreatura59 il 23/10/23 alle 02:19 via WEB
Caro amico mio,l'insonnia se non crea problemi come tu ben dicevi,ritengo che regala la possibilità di vivere di più rispetto alla gente che dorme in modo regolare.Del resto sono una gemelli e avendo un duplice aspetto l'insonnia ci sta tutta!:)Comunque sul segno scherzavo,tu mi pare che non sei un gemelli;)Cerco quando posso di vedere l'aspetto positivo nelle situazioni:si chiama resilienza mi pare.Se ho sbagliato non mi bacchettare ahahahah!Vado che penso tu sia andato a nanna sotto la tua copertina che il tempo ormai richiede....alla prox :*
 
     
woodenship
woodenship il 23/10/23 alle 23:37 via WEB
No. Non sono un gemelli. Sono un leone, anche se tutti mi dicono che non lo sembro. Ma io dissento: la pigrizia del leone ce l'ho tutta. Eheheheheh! È vero che si vivrebbe il doppio se non si dormisse. Però è anche vero che ci perderemmo lo stesso una parte della vita: quella onirica che viviamo in sonno. Insomma, non si scappa: siamo condannati ad una esistenza parziale. Dunque questa parzialità val bene una calda coperta che ci conforti,almeno, in queste serate d'inizio autunno.... una carezza di calde coltri a te.
 
     
divinacreatura59
divinacreatura59 il 24/10/23 alle 00:18 via WEB
Il leone(quando non è negativo)è come un grande padre che accoglie chi ha bisogno di lui.Io ti ci vedo in questo segno nella parte più bella.Però esiste una bella canzone che ha per titolo:the lion sleep tonight ma il nostro leone non dorme:)Io faccio pisolini e qualche particolare onirico lo prendo.Alle volte mi sveglio tutta sudata o di soprassalto segno che ho fatto un brutto sogno.Oppure spaventata.La parte più bella è quando sogno i miei defunti ed è bellissimo soprattutto i miei nonni che mi lasciano premonizioni.Non posso lamentarmi,non mi manca niente:)Il mio doppio segno(castore e polluce)denota una doppia vita e io la faccio:)Buon riposo per quando lo farai mio caro apprendista stregone!
 
     
woodenship
woodenship il 24/10/23 alle 03:05 via WEB
https://youtu.be/XJuEuRCKq1s?si=gvigpY4kRMPsSTu3 parli di questo leone dormiente? Mi piace da morire, questo brano.Hai ragione sul fatto che il nostro leone non dorme mai. Però anche tu che sei pesci non dormi mai. Anche perché mi pare che i pesci non dormano nemmeno loro. Che possiamo farci? Così vanno le cose. Però credo che, io, leone scrivente, tra qualche secondo ti abbraccio forte, augurandoti ogni bene. E vado a ficcarmi al calduccio sotto la coperta. Smaaaaack!!!!!
 
     
divinacreatura59
divinacreatura59 il 25/10/23 alle 01:32 via WEB
Intendevo proprio questo brano,troppo noto per non conoscerlo:)Anche i pesci sono un segno doppio ma mi piace essere gemelli;)Ti lascio al tuo riposo e che sia ristoratore...Buonanotte amico mio.
 
     
woodenship
woodenship il 26/10/23 alle 01:04 via WEB
A proposito: i pesci, a guardarli, sembrano tutti uguali, quindi potrebbe darsi che siano tutti gemelli, quelli della stessa specie. Dunque, tra gemelli e pesci che differenza ci sarà, sono tutti gemelli! A parte gli scherzi, perdona questa mia sciocchezza: è l'ora tarda... un abbraccio e tanti bei sogni, se stai dormendo.
 
     
divinacreatura59
divinacreatura59 il 26/10/23 alle 09:12 via WEB
Ma te ti scuso sempre perchè so per certo che non sei in malafede,credo di conoscerti un po' dopo questa infinita conversazione:)Ti auguro un tranquillo risveglio e ci si sente come nostro solito.Abbraccio!
 
     
woodenship
woodenship il 26/10/23 alle 22:33 via WEB
Femmina generosa assai tu! Grazie infinite dolcezza mia, con l'augurio per una notte di incanti.
 
diego2020200
diego2020200 il 21/10/23 alle 20:57 via WEB
Faticoso ma lungo percorso fatto di immagini e suggestioni. Dalla mitologia al 1850 corre quel filo cosi intessuto di cui alla fine sorge la domanda spontanea se sia ancora un filo che ha resistito al tempo oppure si è consumato. Quel Valentino nato tanto tempo fa, approda fra immagini e sofferte vibrazioni al termine di cui non si conosce la natura neppure l'esistenza. C'è nella mente, c'è nel cuore che attraversa sofferenze e attimi sereni. C'è per raccontarci il percorso lungo un sentiero difficile e pieno di incognite, quasi fosse quello della vita.
 
 
woodenship
woodenship il 22/10/23 alle 01:32 via WEB
...è un Valentino che si reicarna ogni volta che muore: è un Valentino senza tempo. Come tu ben scrivi: "C'è nella mente, c'è nel cuore che attraversa sofferenze e attimi sereni. C'è per raccontarci il percorso lungo un sentiero difficile e pieno di incognite, quasi fosse quello della vita." Grazie di cuore per queste tue preziose considerazioni.
 
virgola_df
virgola_df il 23/10/23 alle 11:35 via WEB
Oh Valentino, Valentino, hai tessuto ed intessuto, con una miriade di fili, sottilissime trame, ma nessuna capace di trattenere se non il vento ... il nulla. La solitudine la tua trama migliore.
Abbracci cari wood.
virgola
 
 
woodenship
woodenship il 23/10/23 alle 23:41 via WEB
"il nulla. La solitudine la tua trama migliore." Permettimi di incorniciare queste tue splendide parole, mia dolce virgola d'infinito amore: sono le migliori intessute nel mio cuore...grazie infinite con una carezza di salsedine felice con l'augurio per una notte flottante di sogni sereni.
 
magdalene57
magdalene57 il 24/10/23 alle 14:34 via WEB
Ho letto la storia di Valentino. Ho ripensato a quegli anni in cui molte persone videro sgretolarsi un mondo di competenze e passione: grafici, fotografi e taqnti altri... Purtroppo a volte non si ha il coraggio che serve per uscire da un tunnel (io stessa non credo lo avrei). Ora rileggerò la tua dedica a Valentino, e chissà che altro esca dalla mia testolina...:-) Se mai potessi scegliere un ricordo, lo farei scrivere da te..:-)
 
 
woodenship
woodenship il 24/10/23 alle 23:23 via WEB
Troppo buona tu! Non dimenticare che sono solo un apprendista stregone: cerco di catturare delle emozioni per poterle restituire a chi mi legge. Così è la storia di Valentino: uno spunto per dire di quella chimica che sottende al nostro affrontare la vita, ognuno con la propria formula magica alchemica. Grazie di cuore carissima.
 
ElettrikaPsike
ElettrikaPsike il 31/10/23 alle 18:15 via WEB
Chissà chi era davvero questo Valentino di rosso tessuto per cui evochi addirittura le Parche... Un Valentino che solo amaro mastica e per il quale parli di un bacio in premio, impreziosito di corteccia a scaglie velluto di muschio e perle di fiume. Salma a futura memoria dalle troppe sigarette e rosso di guance che disegnando mosche e sogni si rassegna aria... Valentino straniato da sintassi e vibrante d'accenti che dei verbi non trova il tempo, che ragioni non vede e con un' anima messa in trama al telaio dalle Parche, lisa prima del tempo. Non lo so chi sia questo rosso Valentino dai richiami mitologici che tu canti in una splendida ballata, in un'epica moderna con medievali suggestioni ma la tua dedica sembra uscita dal Canzoniere ed ha la meticolosa e lucida malinconia di De André e strizza anche l'occhio all'iconografia della moda...Caspita, wood, nella precedente lirica facevi riferimento alla rielaborazione del ricordo, consapevole che di quanto si scrive, in noi, non rimarrà una traccia; ma se inevitabilmente, il vento o le onde, si porteranno via tutto, è pur vero che questo tuo lavoro di memoria ha cristallizzato in modo sorprendente il tuo ricordo di questa vita.
 
 
woodenship
woodenship il 01/11/23 alle 02:38 via WEB
Cara amica, non posso che fare il copia incolla di quanto già scritto più su:"Diverse vite fa, mi capitò di frequentare delle persone, tra queste c'era Valentino. Un tizio assai strano: grafico pubblicitario agli inizi degli anni'90, quando già i primi computer avevano cominciato a rubare il lavoro prorio ai grafici. Ma lui, Valentino, era molto pieno di sé, tanto che era convinto di essere un genio(megalomania?). Rimase senza lavoro che era sposato. Ad un certo punto lei si stancò di mantenerlo e si separò da lui. Rimasto in buoni rapporti con lei, viveva nella certezza che, prima o poi, le cose sarebbero girate al meglio, tornando sulla cresta dell'onda. Però, intanto, era tornato a vivere con la vecchia madre pensionata, facendosi mantenere da lei. Io e lui non quagliavamo molto, forse eravamo troppo competitivi. Oppure era lui tanto logorroico da minacciare di sommergere l'interlocutore. Se poi aggiungi che fosse molto competitivo, si comprendono meglio gli scontri dialettici tra noi due. Certo, non lo conoscevo molto. Non sapevo dei suoi problemi. Non me lo chiedevo nemmeno. Sta di fatto che, dopo qualche anno che avevo cambiato giro, mi capitò di incontrare una conoscenza comune. Tra il come va e come si sta, mi disse di Valentino: sua madre era morta l'anno prima. Lui, rimasto da solo, non aveva trovato di meglio che lasciarsi morire di fame. Resta che fu scoperta la sua salma a distanza di un mese dalla sua dipartita. Era morto in completa solitudine, come non dovrebbe mai essere. Io rimasi a chiedermi come fosse stato possibile." È tutto qui, mia cara amica. Forse ancora non ho trovato risposta alle domande che mi sono posto. Ecco perché debbo avere sentito l'esigenza di riprendere in mano questa poesia per rileggerla. Grazie di cuore, più che mai felice di tornare a leggere di te.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ALTRO BLOG

Il mio blog su Word Press

 

sempreadelantando.wordpress.com

 

DA WOODENSHIP A SILVIATICO

Per chi volesse leggere di più: su Word Press

 

sempreadelantando.wordpress.com

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

SO FAR

I'm so far

too far

i'm going more far

like a comet

living the solar sistem

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

woodenshipvirgola_dffosco6cassetta2e_d_e_l_w_e_i_s_sanima_on_linegibbonejOgniGiornoRingrazionoctis_imagogiovanni.franconedivinacreatura59jigendaisukegianor1QuartoProvvisorio
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 195
 

Insieme possiamo tutto...Possiamo creare una grandissima rete di blog capaci di pubblicare all'unisono lo stesso post-report abuse, in modo da creare un "muro" di messaggi in grado di raggiungere e sensibilizzare il maggiore numero di persone possibile.

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail. Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia. PS: Sono felice dei vostri commenti, ma ai commenti preferirei la condivisione di questo post nei vostri spazi.

Per favore, copia e incolla questo post ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

 

GRAZIE DI CUORE DIVINA MISTY

http://digilander.libero.it/misteropagano/woodygold0.gif

 

V2

 

 

 

 

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963