ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 101
 

 

 

Messaggi del 16/03/2023

16/3/78

Post n°3089 pubblicato il 16 Marzo 2023 da jigendaisuke

1973. A Sofia il segretario del PCI Enrico Berlinguer
sfugge miracolosamente ad un attentato eseguito
dai servizi segreti bulgari su mandato di Mosca.

16 marzo 1978. Il presidente della DC, Aldo Moro,
è seduto sul sedile posteriore della FIAT 130 d'ordinanza, sui sedili anteriori ci sono l'appuntato
Domenico Ricci ed il maresciallo dei carabinieri Oreste Leonardi, sono seguiti da un'Alfetta di scorta con gli
agenti di P.S Giulio Rivera e Raffaele Iozzino, oltre
al vicebrigadiere Francesco Zizzi.
Poco dopo le 9, la 130 si ritrova davanti una 128
famigliare, targata Corpo Diplomatico, che inchioda
provocando la frenata della 130 a sua volta tamponata dall'Alfetta. Inizia una tempesta di fuoco.
Moro viene rapito e vengono portate via 2 delle borse  che lui portava con sè.

Moro verrà fatto salire su una 132 blu, preceduta
e seguita da due 128 (dettaglio curioso, i brigatisti
usavano soprattutto le FIAT 128, perchè così potevano muoversi più agevolmente, giudicando anonimi quei modelli. Lo sfoggio di Alfette e Giulia da parte di terroristi si vede solo in film minori).
Poco dopo una moto Honda parte da quel punto,
mentre le saracinesche del bar di fronte verranno
abbassate. Questo si saprà solo 40 anni dopo, così
come il fatto che in quel momento, in quel bar,
ci fossero un paio di ndranghetisti.

Quasi mezz'ora dopo l'agguato arrivarono sul posto
le prime auto delle forze dell'ordine.
Alle 9.30 le edizioni straordinarie del GR2 e poi del
GR1.
Alle 10 edizione straordinaria del TG1

La notizia arriva a Montecitorio, mentre era in corso
la presentazione ed il voto di fiducia al governo
Andreotti, con l'appoggio del PCI (era dal 1947 che
non succedeva). Fu una vera e propria bomba

E mentre erano già scattati pomposi posti di blocco,
i brigatisti avevano già portato Moro nel covo, anzi
nella prigione del popolo, secondo i loro deliri.

I 55 giorni che sconvolsero l'Italia repubblicana.
Moro prima, Guido Rossa nel gennaio 1979, strage
di Bologna 1980. Il culmine degli anni di piombo,
anzi della Notte della Repubblica, titolo azzeccatissimo di una bella trasmissione di Sergio Zavoli.

Consiglio la lettura della relazione dell'ultima commissione d'inchiesta sul "caso Moro", del 2016, il libro di Giovanni Bianconi "Eseguendo la sentenza" da cui si evince che chi poteva indagare
meglio, fu in qualche modo bloccato in quei 55 giorni
dai vertici della polizia e il libriccino "Il fine è l'uomo" che raccoglie due ampi discorsi di Moro, che fanno
capire quanto fosse intelligente, ma forse un po'
utopista, lo statista pugliese.
Sconsiglio assolutamente le due opere di Marco Bellocchio!

Il caso Moro - RaiPlay

Moro, la fede e la politica - RaiPlay


Aldo Moro il lungo addio - RaiPlay


Il Condannato - Cronaca di un sequestro - RaiPlay

Aldo Moro, il Professore - RaiPlay

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2amici.futuroierijigendaisukelisa.dagli_occhi_bluCherryslsurfinia60magdalene57iltuocognatino1misteropaganowoodenshipnoi_due_per_sempre65Signorina_GolightlyDott.FiccagliaOsservatoreSaggio
 

ULTIMI COMMENTI

Qui in Liguria la giunta di destra dal 2015, nemmeno i...
Inviato da: jigendaisuke
il 27/05/2023 alle 18:54
 
A proposito del commento di Wooden, ci sarebbe molto da...
Inviato da: Cherrysl
il 27/05/2023 alle 16:27
 
Un talento eccezionale
Inviato da: jigendaisuke
il 27/05/2023 alle 12:37
 
Lei che s, aveva talento:)
Inviato da: lisa.dagli_occhi_blu
il 27/05/2023 alle 07:31
 
Davvero, certi artisti sembra che non debbano morire mai
Inviato da: jigendaisuke
il 26/05/2023 alle 19:28
 
 

 

 

 

 

 

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963