Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Ottimo post. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 19:16
 
Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« Rime of the Ancient Mari...Arrivederci e grazie Rick »

Scritto sotto la pioggia

Post n°198 pubblicato il 13 Settembre 2008 da il_presidente77
 

Il rumore della pioggia è sempre uguale. Cambiano però le macchine che la calpestano. Cambiano le ruote che cigolano sopra di lei. Devi però stare attento a dirigerti troppo a Sud potrebbero non esserci più macchine. Lo stesso problema potrebbe capitare andando troppo a Nord.  Niente più macchine, niente più ruote. Allora toccherebbe a te il compito di calpestare quella pioggia per poterla far penetrare nella terra, per farle superare anche l'eventuale nero manto di asfalto.
E le gocce perseverano, cadono, cantano e si fanno strada verso quello che è il percorso segnato da millenni. Cadono e corrono verso il mare lungo scivoli chiamati fiumi, per poi buttarsi ancora a mozzafiato dalle nuvole verso la terra in un eterno girotondo. Non gli importa dell'uomo, delle macchine, delle ruote e neppure delle strade. Non hanno nessun valore. Sono solo ondulate forme su cui scivolare un'altra volta. Solo gli alberi e le piante sono importanti. Sono tetri e minacciosi. Le fanno scivolare su di loro per aspettarle poi con le lunghe e sottili radici ghermendole al loro immenso passatempo.
A noi umani tocca ricordarsi che nel calpestarle, nell'aiutarle non c'è gloria, merito solo un dovere millenario, Noi siamo, infatti, per loro invisibili, ma mai potremmo sostenere la stessa cosa.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog