Blog
Un blog creato da gaza64 il 10/04/2010

Altromondo17

Visioni di ciò che sarà

 
 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: gaza64
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 59
Prov: PG
 

 

« Frammenti d'anima

Present perfect

Post n°537 pubblicato il 05 Febbraio 2024 da gaza64

 

- Ho una magnolia.
- E la magnolia ti ha?

- Mi possiede totalmente.
- Quante volte?

- Ogni volta che è presente.
- Sempre?

- Raramente.
- Ed è così che anche lei ti sente?

- Sempre.
- E' un sentire distante.

- E' sempre presente.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Altromondo17/trackback.php?msg=16741330

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
woodenship
woodenship il 16/02/24 alle 01:47 via WEB
Sa molto di confessionale, questo tuo dialogo così poeticamente surreale, mia dolce sig.a Gabry...ma lasciami esser felice di questo tuo ritorno, abbracciandoti luminoso fior di magnolia!
 
 
gaza64
gaza64 il 24/02/24 alle 09:40 via WEB
Ti ringrazio infinitamente, mio caro Signor W, per il dono sempre gradito della tua poetica presenza...
 
cassetta2
cassetta2 il 16/02/24 alle 07:25 via WEB
Always on
 
 
gaza64
gaza64 il 24/02/24 alle 09:41 via WEB
Sometimes off
 
kevinkart
kevinkart il 24/02/24 alle 20:38 via WEB
E'un koan?

OT fa piacere tu ci sia
 
 
gaza64
gaza64 il 15/03/24 alle 21:16 via WEB
Sono stata piuttosto impegnata a studiare il koan, o forse il koan ha studiato me…Tu invece quando l’hai studiato? “Di solito il koan narra l'incontro tra un maestro e il suo discepolo nel quale viene rivelata la natura ultima della realtà” È quello che ho fatto? Direi di sì… Grazie OT :)
 
   
kevinkart
kevinkart il 17/03/24 alle 11:29 via WEB
La natura ultima della realtà è che non esiste una realtà univoca. Lo studio e l'osservazione innesca la realtà così come ci appare. Ma anche no. :)) Secondo me l'essere convinti di qualcosa è il nostro grande errore.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
kevin il 18/03/24 alle 15:44 via WEB
mi correggo "limite"
 
     
gaza64
gaza64 il 25/03/24 alle 19:02 via WEB
La felicità, intesa come realtà, lo è.
E la sua negazione potrebbe essere considerato sia un limite, che un errore.
L'univocità è determinata dalla predominanza: mai dall'insufficienza. E la convinzione è la naturale affiliazione al bene che ne consegue, essendone stato promotore:)
 
azaryel
azaryel il 22/03/24 alle 22:22 via WEB
Gabriella,
essere toccati dalle tue riflessioni è diventata una consuetudine.
Quello che mi fa sorridere è la parte sulla possessione: Hai controllato che vicino alle radici non ci sia sepolto qualcosa di misterioso? :-)
Tutti i giorni?!
Hmmmm, o tu hai bisogno di un esorcista dal pollice verde o la magnolia ha bisogno di spazio :-))
Non mi linciare, devo ironizzare sulla complessità di questi concetti come, il possesso la presenza e la reciprocità nei rapporti umani.
Che son certo descrivi in modo sublime, se solo li avessi capiti, ma mi fido di te :-))) Anch'io ho una pianta che mi possiede, ma e un'altra storia :))
 
 
gaza64
gaza64 il 05/04/24 alle 19:43 via WEB
E’ un rapporto evocativo e raramente ossessivo, quello tra me e la magnolia. Ci educhiamo a vicenda, consapevoli delle nostre radici e delle nostre estensioni, con la passione tipica degli alberi, e degli uomini. Grazie Azaryel:))
 
   
azaryel
azaryel il 08/04/24 alle 18:41 via WEB
Come un rasoio di Occam:
Ho sfoltito quei rami su cui avevo annidato i primi pensieri, leggendoti.

La tua connessione con la magnolia è un poema vivente, una danza incantata tra due anime che si abbracciano con la forza delle radici e la delicatezza dei petali.
Un legame intriso di passione e comprensione, che riflette l'armoniosa bellezza tra l'uomo e la natura.
Dove usate il reciproco insegnamento, per scambiarvi segreti e intime verità con un linguaggio silenzioso, ma potente.
È un rapporto che risplende di bellezza e mistero, emozioni che sfiorano l'anima e rivelano la magia della vita stessa.
Grazie lo dico io a te Gabriella, per avermi dato la giusta visione su quest'altra meraviglia poetica radicata nel tuo cuore.
 
     
gaza64
gaza64 il 17/04/24 alle 10:20 via WEB
Sai qual è la cosa più bella di tutta questa conversazione tra un essere umano e una magnolia? Non la sensazione di essersi capiti, ma la certezza di essere presenti gli uni agli altri.
Raramente, considerati gli intrecci che generano boschi, eppure sempre: abitandoli e costruendoli.
Tutti conosciamo il silenzio di certe conversazioni: che sono onde, sponde, radici. Sensazioni che si spostano, trovano riparo, raggiungono misteriosi luoghi nei quali abbiamo già vissuto o dove vivremo. Non percepisco alcun limite in un insieme che si espande.
Anche se, in questi nostri tempi di rovina sociale e distruzione, provo solo delusione e dolore.
 
     
azaryel
azaryel il 19/04/24 alle 21:27 via WEB
Si, lo so... Sei tu il bello di tutto ciò, l'elemento catalizzatore. :)
Nel tuo modo di percepire il legame con la magnolia che è così profondo e poetico.
È come se ogni parola fosse un riflesso della   tua   connessione con la natura e con te stessa.
Quel    tutti    senza eccezioni è il tuo faro, che si erge nell'oscurità di questo tempo che preme sempre più verso l'impero globale
Ed è qui che si illumina la tua bellezza,
  questa capacità di trovare un significato tra la natura e il mondo che ti circonda
anche nei momenti di dolore e delusione.



Le guerre, come la fame nel Mondo, servono a contenere un equilibrio demografico già fuori controllo, se in più ci si guadagna, evvai...
"... Perché morire e far morire è un'antica usanza che suole aver la gente." Gaber
E poi, lo sai cosa professo, non è una rovina sociale, è il sociale che è una rovina.
Il sociale potrebbe fermare tutto questo ora, adesso! Ma devo mettere a dieta le piante grasse, alla prossima dai! Io ci sarò!
:) Vorrei citarti nuovamente Gaber ma temo che tu poi mi possa citare in giudizio per ... Na rottura de timpani :))
Quindi " Proposta" dei -  I Giganti -  potrebbe avere quel ritornello che se lo pensi in bocca a me, ti farà sorridere :))
Ciao splendida, tu non tutti :)
 
     
gaza64
gaza64 il 02/05/24 alle 09:00 via WEB
Non è questione di controllo demografico, ma di approccio al controllo demografico: esistono sistemi meno cruenti e altrettanto remunerativi della guerra, per gestire una civiltà fortemente disequilibrata come quella umana. Qualunque sia la motivazione che porta a scegliere l’assassinio, come forma di “contenimento” sociale, è una scelta sbagliata e inammissibile. Soprattutto per gente come me, come te e come Gaber, molto probabilmente
 
     
azaryel
azaryel il 03/05/24 alle 18:48 via WEB
Son certo anch'io che la penserebbe come noi.
Ma purtroppo l'essere umano ha quel terribile bisogno di un leader o un "genio" che li guidi.
Essere seguiti è una conseguenza della posizione,
ma condurre va oltre, richiede un'anima che illumini un cammino con un cuore in cui poter connettersi, la cui integrità ispiri fiducia.
Non dietro, come i generali, ne davanti come le bandiere, ma accanto ai suoi simili.
Solo così il cammino sarà condiviso da uomini verso un destino comune.

Ci sono leggi che costano molto meno delle munizioni e mietono i più deboli, con il tacito assenso di chi avrebbe la forza per difenderli.
 
     
gaza64
gaza64 il 18/06/24 alle 10:23 via WEB
E se i geni fossero tanti?
E se i tanti uomini, nella purezza delle loro anime, prendessero decisioni alternative e coraggiose?
Il primo sarebbe un leader,
ma sarebbero i tanti altri, sostenendolo, a renderlo tale.
Al G7 immaginavo un papa che rompesse gli schemi: chi più di lui avrebbe potuto parlare dell'imbecillità naturale di certi esseri umani, che nemmeno l'intelligenza artificiale è riuscita a migliorare?
 
     
azaryel
azaryel il 19/06/24 alle 19:11 via WEB
Ma i geni sono tanti a questo mondo. Purtroppo.
E i pochi che hanno preso decisioni alternative e coraggiose, sono stati uccisi per farne martiri da indossare e alcuni sono sempre di moda.

Gabriella, vivo in un mondo dove un INFLUENZATORE, bello dirlo in inglese, ha il potere di dirigere, influenzare milioni di italiani verso un oggetto ... inutile. Capiamoci.

Io del G7 trovo deliziosa la vaniglia del Madagascar, ma non si trova spesso quella marca di gelato al supermercato e solitamente trovi pochi gusti.

Chi meglio di lui!?!?!?!
Chiunque abbia subito, ogni voce innocente,anche alcuni pianti sarebbero stati più esaustivi di un leader la cui associazione promuove l'ignoranza da secoli!
Il sapere è l'arma più potente e devo tacere le blasfemie che ho sentito negli anni da alcuni studenti, recitate tra i meandri della cattolica.

A quanto pare nessuna divinità riconosciuta su questo pianeta è riuscita a creare un suo simile che potesse avere potenzialità migliori di quelle manifestate fino ad ora, come si può sperare in una intelligenza artificiale?
Nei vangeli si legge: Il cuore dell'uomo è insanabilmente malato.
Se lo ha detto il costruttore, cavolo c'è da crederci ;-)
Ma tu dici che noi, produttori di armi, aneliamo veramente la pace?
Questo si che è un ossimoro ;-)
 
Estelle_k
Estelle_k il 03/05/24 alle 20:00 via WEB
Semplicemente ti auguro buon presente magnolico e infiniti dialoghi verdi fra voi a venire***___***
 
 
gaza64
gaza64 il 18/06/24 alle 10:24 via WEB
Grazie Estelle! In effetti, nel frattempo, abbiamo dialogato molto...***
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

azaryelgaza64amorino11woodenshipanima_on_lineAblettesbaglisignorasolitudinesparsaEstelle_kcassetta2je_est_un_autrexilon0kevinkartmonellaccio19
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963