MHRA: Rari casi di sindrome di Guillain-Barré con il vaccino COVID-19 di AstraZeneca

Vaccino AstraZeneca

Sindrome di Guillain-Barré: disturbo nervoso raro come possibile effetto collaterale del vaccino COVID-19 di AstraZeneca

Gran Bretagna – L’Agenzia regolatoria MHRA ( Medicines and Healthcare products Regulatory Agency ) ha aggiunto alla scheda tecnica del vaccino di Oxford / AstraZeneca l’effetto avverso sindrome di Guillain-Barré.

L’evento avverso è considerato raro.

A settembre 2021, era stata l’Autorità sanitaria europea, EMA, a inserire un warning ( avvertimento ) nella scheda tecnica di Vaxzevria.

L’Agenzia europea per i medicinali aveva affermato che una relazione causale tra sindrome di Guillain-Barré e il vaccino di AstraZeneca era “una possibilità ragionevole” dopo che erano stati segnalati 833 casi di sindrome di Guillain-Barré su 592 milioni di dosi del vaccino somministrate in tutto il mondo entro il 31 luglio 2021.

Tuttavia, l’EMA aveva sottolineato che i benefici del vaccino erano superiori ai rischi.

La Food and Drug Administration ( FDA ) degli Stati Uniti ha emesso un warning sulla sindrome di Guillain-Barré come possibile effetto collaterale del vaccino di Johnson & Johnson.

Entrambi i vaccini ( AstraZeneca & Johnson & Johnson ) utilizzano la tecnologia del vettore virale e sono stati anche associati a rari coaguli di sangue.

Fonte: Reuters

Sindrome di Guillain-Barré

 La sindrome di Guillain-Barré è una forma di polineuropatia che causa debolezza muscolare, la quale si aggrava solitamente in un periodo che va da giorni a settimane, per poi gradatamente tornare alla normalità da sola. Con il trattamento, le persone possono migliorare più rapidamente.

I sintomi della sindrome di Guillain-Barré iniziano solitamente in entrambe le gambe, poi progrediscono verso l’alto alle braccia. Occasionalmente, iniziano nelle braccia o nella testa e progrediscono verso il basso.

I sintomi includono debolezza e una sensazione di punture di spilli o perdita di sensibilità. La debolezza è più prominente della sensazione anomala. I riflessi sono diminuiti o assenti. Nel 90% delle persone con sindrome di Guillain-Barré, la debolezza è più grave 3 o 4 settimane dopo l’inizio dei sintomi. Nel 5-10% dei casi i muscoli che controllano la respirazione diventano talmente deboli che è necessario un ventilatore meccanico polmonare.

Quando la malattia è grave, i muscoli facciali e responsabili della deglutizione si indeboliscono in oltre la metà delle persone colpite. Quando questi muscoli sono deboli, le persone possono soffocare mentre mangiano oppure diventare disidratate e denutrite.

Se il disturbo è molto grave, le funzionalità interne controllate dal sistema nervoso autonomo possono essere compromesse. Ad esempio, la pressione arteriosa può variare ampiamente, il ritmo cardiaco può diventare anormale, le persone possono trattenere l’urina e può svilupparsi stipsi grave.

In una variante chiamata sindrome di Miller-Fisher, si manifestano solo alcuni sintomi: i movimenti oculari si paralizzano, la deambulazione si fa insicura e i riflessi normali scompaiono.

Il danno smette di progredire entro 8 settimane. Senza trattamento, la maggior parte delle persone con la sindrome di Guillain-Barré migliora lentamente nel corso di diversi mesi. Tuttavia, con un trattamento precoce, il miglioramento può essere molto rapido, nell’arco di giorni o settimane.

Circa il 30% degli adulti e un numero ancora maggiore di bambini con tale patologia manifesta una debolezza residua 3 anni dopo l’inizio della sindrome. In media, meno del 2% muore.

Dopo un miglioramento iniziale, tra il 3 e il 10% dei soggetti con sindrome di Guillain-Barré sviluppa una polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica. ( Fonte: MSD Manuals )

MHRA: Rari casi di sindrome di Guillain-Barré con il vaccino COVID-19 di AstraZenecaultima modifica: 2021-11-18T18:29:27+01:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.