Blog
Un blog creato da IlGiocoDellePerle8 il 31/08/2011

Il Gioco del Mondo

Rayuela...un sassolino e la punta di una scarpa

 
 

 

« parole a caso...PIETRA DOLCE DI PADRE »

Bambini di pietra

Post n°83 pubblicato il 17 Novembre 2011 da IlGiocoDellePerle8
 

"Las Vegas sarà la tua città, poeta maledetto"

In un Clima di paura
in questo Teatro africano
Tu dai diamanti hai difeso le Perle,
mentre, Sul far del giorno,
L'uomo è morto,
tra Turisti e soldatini,
tra Pazzi e specialisti.
La foresta dei mille demonii, ti attende
- gelida cella dalle sbarre al neon -
ospiterà Il peso della memoria, la tentazione del perdono.
Rimpiangerai La strada, la Danza della foresta, di Aké: gli anni dell'infanzia,
ma un giorno tornerai vincitore
musicando Bimba Yobba Mayebba,
re tra i re, Il raccolto di Kongi,
avrà saziato la Tua fame
di Giustizia.

"L' idea di Las Vegas è nata per gioco, una sera a cena" racconta Wole Soyinka.lo scrittore nigeriano Premio Nobel, che da tempo cercava una sistemazione per l' amico in fuga "Mi è venuta in mente come una provocazione: sarebbe paradossale, ho detto, non potrà mai succedere che la capitale dei soldi si interessi di un povero poeta con problemi politici".  "La nostra arte rimane quella dei neon - ha spiegato il Sindaco Goodman in conferenza stampa - ma stiamo allargando i nostri orizzonti, Las Vegas cambierà". Di culturale a Las Vegas - che macina ogni anno ricavi da gioco per 14 mila miliardi di lire - c' è ancora molto poco, tolti i musei delle astronavi Star Trek e la galleria Coca Cola." Si è cominciato con l'ospitare Syl Cheney-Coker,una lezione semplice.

Una lezione semplice

Un paio di cardinali volarono su un albero, spaventati,
ma c'era così tanta luce, così tante piume!
Mi trovo vicino a un prato, triste, guardandoquegli uccelli
di setola su quell'albero, la mia testa piena di incomprensioni
sul silenzio della coscienza del mondo
su questa carneficina crescente in Medio Oriente.

Vedendo quegli uccelli spaventati, arrivo a pensare
che ogni epoca ha il suo poeta; tenero, arrabbiato, profetico,
a volte enigmatico: un racconto di tutti i nostri disastri e trionfi
scorre dalla sua penna,da leggere  per i figli e lefiglie ,
mentre le città, spettrali, bruciano come i brandelli dei loro sogni.

Inesorabilmente, i brividi si fondono al nostro squilibrio;
inorriditi, guardiamo sciogliersi il Kilmanjaro come un gigante ubriaco.
Sempre paziente, un cane fedele si aspetta un osso gustoso.
Dopo qualche insistenza audace, un fiume estende il suo corso attraverso la foresta stretta del tempo.
Ecco perché, stanco della loro magniloquenza militare,
volgo le spalle alle divinità di latta che, incoraggiate da un goffo tridente,
dimenticano che è il cane rognoso che uccide talvolta il leopardo!

A Simple Lesson

A pair of cardinals flew into a tree, frightened,
but there was so much light, so much plumage!
I stand near a patch of grass, sad, watching those birds
bristle on that tree, my head full of incomprehension
about the silence of the world’s conscience
over this carnage mid-wifed in the Middle East.

Seeing those frightened birds, I go on thinking
that each epoch has its poet; tender, angry, prophetic,
sometimes enigmatic: a narrative of all our disasters and triumphs
flowing from his pen, for the sons and daughters to read,
while the cities, ghost-like, burn like the tatters of their dreams.

Relentlessly, the glacials melt from our un-symmetry;
horrified, we watch Kilmanjaroo melting like a drunken giant.
Always patient, a faithful dog expects a fat bone. After a bold insistence,
a river widens its course through the narrow forest of time.
That is why, sick of their military grandiloquence,
I turn my back on the tin gods who, emboldened by an awkward trident,
forget that it is the mangy dog that sometimes kills the leopard
-Syl Cheney-Coker-

Intanto dal balcone "del nulla"

 sfiori

i bambini di pietra

Si salterà la Rayuela

sulla

Pietra

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIMI COMMENTI

Benvenuta Gioh alla rayuela più trascurata al...
Inviato da: IlGiocoDellePerle8
il 03/11/2013 alle 23:12
 
E' stimolante poter scrivere qui, fra tante altre...
Inviato da: gioh87
il 13/10/2013 alle 09:47
 
ush!
Inviato da: Perturbabile
il 23/09/2013 alle 09:10
 
sei sempre pastaMadre quando scrivi Ush...
Inviato da: claudia.sogno
il 21/09/2013 alle 14:30
 
ti abbraccio Gioè...da quantotroppo non passo da qui..
Inviato da: claudia.sogno
il 21/09/2013 alle 14:29
 
 

Ideatore&Autore del blog

claudia.sogno

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova