Messaggi di Dicembre 2021

l'oscurità cala su di noi

Post n°1784 pubblicato il 23 Dicembre 2021 da ormalibera
 

L'Apocalisse ci assedia e pochi la vedono.

I prezzi sono aumentati senza alcuna spiegazione valida. No, carestia, no, esaurimento delle fonti energetiche.

E dove trovare la causa? nelle ragioni del lato oscuro dell'uomo.

I poveri moriranno di fame e i ricchi banchetteranno fino a scoppiare.

Devono portare a un miliardo gli umani, avrebbero potuto farlo in cento modi diversi, umani, amorevoli, rispettosi, sani. Invece, no.

Pietoso è anche un colpo di grazia non certo una morte per fame (senso letterale) e disperazione.

Recitano la parte dei buoni ma sono feroci sadici incapaci di emozioni. La droga del potere ormai li ha in pugno.

E interi popoli, ormai imbevuti di menzogne e fatti credere impotenti, assistono alla costruzione del loro patibolo.

Forse era già scritto che questo accadesse, come una gelatura che distrugge il raccolto, anche se c'era da raccogliere solo cicuta.

La speranza risiede in coloro che resteranno umani e lotteranno non solo per restare liberi e sani ma per alimentare la Luce.

Che l'Universo, la Grande Energia ci aiuti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

dove ci stanno portando?

Post n°1783 pubblicato il 21 Dicembre 2021 da ormalibera
 

L'ombra nera del Male è alla guida del carro. Dove ci sta portando? Sono in pochi a intuirlo. Troppo pochi per fermare il guidatore.


Dopo la terza dose è pronta la quarta, a distanza di massimo tre mesi, e i malati, i contagiati, seppure con l'elisir dell'immortalità, continuano ad aumentare insieme a morti senza causa. Si dovrebbe chiamare "morti senza correlazione". Una nuova tipologia di morte. E quanti sospettano la vera causa? ancora pochi per poter fare qualcosa.

Ma, a ben vendere, i loro i loro intenti malvagi si fondano su uno scopo ormai chiaro, e forse a madre natura sta pure bene.
Da otto miliardi ci vogliono portare a poco meno di uno. Stiamo distruggendo il pianeta intero, i ghiacciai dell'Himalaya si stanno sciogliendo rapidamente, (visto oggi in tv) e ancora l'umanità continua a picconare la nave sulla quale galleggia. Colpisce la mano che lo nutre.

Forse il Male sta facendo qualcosa di buono?
So di osare troppo, ma la verità va vista in faccia.

Di chi la colpa? Forse volevamo, come anime, fare questa esperienza? Ma di chi la responsabilità? Delle religioni, io direi quasi d'istinto. Ma poi dovrei mettere a pari merito il Dio Denaro, il Dio Potere, l'Inconsapevolezza.

La chiesa, o meglio le religioni hanno massacrato chiunque non si inginocchiava ai loro voleri, spacciati per voleri divini.

Come in Africa ormai si stanno riproducendo gli elefanti senza zanne, in quanto solo quelli senza zanne vengono risparmiati dai bracconieri, e gli infami che acquistano l'avorio, loro complici.

Allo stesso modo le religioni hanno tagliato le ali, per millenni, a chiunque intendesse volare, cercare, scoprire. E ora siamo nei casini.

La sovrappopolazione è stata causata dalle religioni e dalla povertà, che ne è una diretta conseguenza.

E ora? Ora non ci resta che aspettare la nave che affondi, e sperare in chi sta già pensando a una nuova spiaggia da raggiungere su di una nuova zattera, intrecciata con l'amore, la conoscenza, la consapevolezza, la volontà di rispettare la vita.

Auguri, un grande abbraccio a tutti chi mi segue e chi non mi segue. Perché siamo tutti figli della stessa Unità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

il tempo non è uguale per chi vive nella vita del presente

Post n°1781 pubblicato il 13 Dicembre 2021 da ormalibera
 

E così, di colpo, mi accorgo che è passato quasi un mese dall'ultimo post. Un lampo. Mi è parso solo un lampo. Sarà la vecchiaia? non lo so. 

Ma quando entri nel mondo della fantasia rischi di rimanere intrappolata. Scherzo! Ma non troppo.

In un mese ho scritto e pubblicato un racconto un po' futuristico e un po' attuale. E mi ci sono ficcata dentro, anima e corpo si direbbe in altri tempi. L'ho vissuto come presente, come parte di un mondo parallelo.

Ancora mi interrogo se ci sono libri scritti senza alcun narratore. Tutti in discorso diretto. Una volta ho letto che era lo scrivere più difficile. Non lo so. Per me è quello che mi viene più facile. Scrivo del presente, perché vivo nel presente della mia immaginazione.

Prima di scrivere questo racconto avevo trovato una esperta di scrittori in erba che poneva tre domande alle quali rispondere.
Perché scrivo? la mia risposta è stata:
perché io sono scrittura, per portare fuori di me quello che ho dentro, e vedermi.


Che cosa voglio dire?
risposta: trasmettere la mia conoscenza, le mie emozioni.
A chi mi sto rivolgendo, per chi sto scrivendo?
E qui la risposta mi è sembrata piuttosto azzardata: A chi vuole risvegliarsi.

Sto vivendo me stessa. Tutto qui. E il tempo oggi mi sembra sempre troppo poco. Da pensionata dovevo annoiarmi, ma invece non ho più tempo. Non mi basta mai.

Auguro a tutti coloro che vogliono vivere di risvegliarsi dal sonno della monotonia, dei falsi desideri, illusori piaceri per vivere. Semplicemente per vivere. Vi posso assicurare che quando vivi il presente nella consapevolezza (quasi) anche il mondo intorno a te cambia. Ne vale la pena.
Un abbraccio a tutti voi.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

Lavoro_Rinoamici.futuroierielyravQuartoProvvisoriomaresogno67alf.cosmosormaliberaSkinpopcassetta2il_tempo_che_verraSemidiluceeamoreEremoDelCuoreArianna1921Cherryslalphabethaa
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 129
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.