Nonostante una protezione vaccinale dell’80% la Gran Bretagna è sull’orlo di una forte ripresa del COVID – Si prevedono 100mila infezioni al giorno

 

COVID UK

Washington Post – COVID: gli Esperti di salute pubblica dell’Inghilterra premono sul Governo affinchè reintroduca le restrizioni. Si profila una grave crisi durante l’inverno

 

Gli Esperti di salute pubblica nel Regno Unito hanno chiesto al Governo di reintrodurre alcune restrizioni sul coronavirus con l’aumentare dei casi di COVID. Il numero di casi nel Regno Unito stanno superando di gran lunga quelli dei Paesi dell’Europa occidentale, nonostante l’elevata copertura vaccinale ( 80% ).

Il numero di casi di coronavirus nel Regno Unito potrebbe salire fino a 100.000 al giorno, ha comunicato il segretario alla salute Sajid Javid. Tuttavia il Governo non ritiene di abbandonare il suo “Piano A”, e imporre ulteriori restrizioni, almeno per ora.

Altri Esperti di salute pubblica hanno sottolineato che la Gran Bretagna, ancora una volta, sta affrontando un momento critico: imporre restrizioni prima che questa ondata diventi troppo grande per essere contenuta.

“Siamo proprio al limite – e siamo solamente alla metà di ottobre”, ha detto al quotidiano Guardian Matthew Taylor, chairman della Confederazione del Servizio sanitario nazionale, NHS, che rappresenta i Sistemi sanitari di Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. ” Ci vorrebbe un’incredibile quantità di fortuna per non trovarci nel bel mezzo di una profonda crisi nei prossimi tre mesi “.

Il primo ministro Boris Johnson ha posto fine al lockdown in Inghilterra il 19 luglio, definendolo la “Giornata della libertà”. Da allora, il Paese ha revocato la maggior parte delle restrizioni, senza alcun obbligo di mascherina nella maggior parte degli ambienti, in netto contrasto con alcuni altri Paesi europei.

In un discorso a settembre, esponendo il piano del suo Governo per l’autunno e l’inverno, Johnson ha affermato che vorrebbe che le cose continuassero in questo modo, con un’enfasi sulla promozione delle vaccinazioni, delle dosi di richiamo e dei test frequenti, piuttosto che sulla reintroduzione delle restrizioni.

Tuttavia, ha delineato un “Piano B” pandemico che potrebbe essere necessario se il Servizio sanitario nazionale venisse sopraffatto. Potrebbero quindi essere introdotte alcune restrizioni, tra cui consigliare alle persone di lavorare da casa, imporre nuovamente la copertura del viso in determinati contesti e imporre passaporti COVID obbligatori.

Ora, poiché il Regno Unito questa settimana ha registrato il maggior numero di decessi per coronavirus da marzo, gli Esperti sanitari avvertono di una possibile “crisi invernale” e hanno iniziato a sollecitare il governo non solo ad attuare il “Piano B”, ma ad andare oltre con il “Piano B Plus.”

Il numero di casi giornalieri è il più alto da luglio: lunedì è stato riferito che 49.156 persone sono risultate positive al coronavirus in Gran Bretagna. E “il problema è peggiore di quanto suggeriscano le cifre quotidiane”, ha affermato Robert West, professore di Psicologia della salute presso l’University College di Londra, che fa parte dello Scientific Pandemic Insights Group on Behaviors del Governo.

Questo perché non tutti coloro che hanno contratto il virus ne sono consapevoli, in particolare se non hanno sintomi, e alcune persone potrebbero risultare positive ma non segnalare il proprio stato agli organismi di Sanità pubblica.

Gli Esperti affermano che le ragioni dell’incremento dei casi potrebbe essere dovuto a 3 cause: l’allentamento delle restrizioni sulla salute pubblica, il successo relativo delle campagne di vaccinazione e l’evoluzione naturale del virus.

Il governo è entrato in “una modalità esplicitamente post-pandemia” e non ha fatto abbastanza per mitigare i rischi dopo che Johnson ha terminato il blocco, ha affermato Danny Altmann, professore di immunologia all’Imperial College di Londra. Ciò ha creato una “tempesta perfetta” una volta che la variante delta più contagiosa ha iniziato a diffondersi, mentre le scuole hanno riaperto, l’immunità dai vaccini contro il coronavirus ha iniziato a diminuire, e il clima si è fatto più fresco.

Il successo del Programma di vaccinazione del Paese potrebbe anche essere un fattore nell’aumento del numero di casi in questo momento. Sebbene molto sia ancora sconosciuto su come funzionano i vaccini contro il coronavirus, gli studi hanno suggerito che la loro efficacia potrebbe ridursi nel tempo. Poiché molte persone sono state vaccinate precocemente, l’immunità alle infezioni potrebbe diminuire ora, ha detto West, dell’University College di Londra, proprio mentre le persone iniziano a trascorrere più tempo in casa, aumentando potenzialmente la trasmissione.

Il virus muta naturalmente nel tempo. Ora in Gran Bretagna si sta propagando la variante AY4.2, anche chiamata variante “Delta plus”.

Quasi il 79% di quelli di età superiore ai 12 anni è stato completamente vaccinato, gli sforzi per vaccinare i bambini in età scolare sono progrediti più lentamente, anche se le infezioni sono in aumento in quella fascia di età. Gli ultimi dati ufficiali hanno mostrato che circa l’8.9% dei bambini in Inghilterra sono stati infettati.

Fonte: Washington Post

LINK: https://www.washingtonpost.com/world/2021/10/20/british-government-plan-b-covid/

Nonostante una protezione vaccinale dell’80% la Gran Bretagna è sull’orlo di una forte ripresa del COVID – Si prevedono 100mila infezioni al giornoultima modifica: 2021-10-21T13:43:04+02:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.