Novità nella Terapia dei Linfomi – Terapia CAR-T: Breyanzi

Breyanzi

Breyanzi, una terapia CAR-T per il trattamento dei pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivato o refrattario, linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B e linfoma follicolare di grado 3B dopo due o più linee di terapia sistemica

Breyanzi rappresenta una terapia differenziata con cellule CAR-T con risposte complete dimostrate rapide e durature e un profilo di sicurezza gestibile

L’approvazione di Breyanzi si basa sui risultati di TRANSCEND WORLD e TRANSCEND NHL 001, il più ampio studio cardine su pazienti con linfoma a grandi cellule B recidivante o refrattario dopo almeno due precedenti terapie, comprese quelle con un’ampia gamma di istologie e ad alto rischio patologia.

Nel linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ), l’obiettivo del trattamento è fornire ai pazienti una remissione duratura. Tuttavia, per i pazienti la cui malattia recidiva o non-risponde alla terapia iniziale, ci sono opzioni di trattamento limitate che forniscono un controllo della malattia a lungo termine. Breyanzi è un’interessante opzione nuova e differenziata per i pazienti in Europa con linfoma a grandi cellule B recidivante o refrattario, offrendo a quelli con una prognosi storicamente sfavorevole un’opzione di trattamento potenzialmente curativo, e i risultati di TRANSCEND NHL 001 e TRANSCEND WORLD rafforzano Breyanzi come trattamento prezioso per un’ampia gamma di pazienti con linfoma DLBCL che hanno ricevuto almeno due terapie precedenti.

Linfomi

Il linfoma diffuso a grandi cellule B è una malattia aggressiva in rapida crescita e la forma più comune di linfoma non-Hodgkin ( NHL ), che rappresenta un caso su tre diagnosticato. Più di due terzi dei pazienti con linfoma DLBCL non risponderanno o ricadranno dopo il trattamento di seconda linea. Per i pazienti che ricadono o non rispondono alle terapie iniziali, le opzioni di trattamento convenzionali che forniscono una remissione duratura sono limitate e l’aspettativa di vita mediana è di circa 6 mesi.

Il linfoma follicolare ( FL ) è il linfoma indolente più comune e rappresenta circa il 20% dei casi di linfoma NHL. Sebbene la maggior parte dei pazienti risponda al trattamento iniziale, il linfoma follicolare in genere si ripresenta e diventa più difficile da trattare dopo ogni ricaduta. In alcuni casi, il linfoma follicolare può essere aggressivo, noto come FL3B, o trasformarsi in linfoma DLBCL.

Il linfoma primitivo mediastinico a grandi cellule B ( PMBCL ) è un raro sottotipo di linfoma NHL che si verifica più spesso negli adolescenti e nei giovani adulti, con scarsi risultati per i pazienti con malattia recidivante o refrattaria.

Breyanzi

Breyanzi ( Lisocabtagene maraleucel; Liso-cel ) è una terapia con cellule T del recettore dell’antigene chimerico ( CAR ) [ cellule CAR-T ]diretto contro CD19 con una composizione definita e un dominio di costimolazione 4-1BB. Breyanzi viene somministrato come composizione definita per ridurre la variabilità della dose dei componenti CD8 e CD4. Il dominio di segnalazione 4-1BB migliora l’espansione e la persistenza delle cellule CAR-T.

Nell’Unione Europea, Breyanzi viene somministrato tramite una singola infusione contenente 100 × 10(6) cellule T CAR+ vitali ( costituite da un rapporto target 1:1 di componenti cellulari CD8+ e CD4+ ) in un intervallo da 44 a 120 × 10(6) linfociti T CAR+ vitali.

ENGLISH VERSION

Breyanzi represents a differentiated CAR T cell therapy with demonstrated rapid and durable complete responses and a manageable safety profile

Approval of Breyanzi is based on results from TRANSCEND WORLD, and TRANSCEND NHL 001, the largest pivotal trial of patients with relapsed or refractory large B-cell lymphoma after at least two prior therapies,including those with a broad range of histologies and high-risk disease.

Approval marks Bristol Myers Squibb’s second CAR T cell therapy approved in the EU, underscoring commitment to bringing the transformative potential of CAR T cell therapies to more patients

In diffuse large B-cell lymphoma ( DLBCL ), the goal of treatment is to provide patients with durable remission. However, for patients whose disease relapses or doesn’t respond to initial therapy, there are limited treatment options that provide long-term disease control. Breyanzi is an exciting new and differentiated option for patients in Europe with relapsed or refractory large B-cell lymphoma, offering those with a historically poor prognosis a potentially curative treatment option, and results from TRANSCEND NHL 001 and TRANSCEND WORLD reinforce Breyanzi as a valuable treatment for a broad range of patients with DLBCL who have received at least two prior therapies.

Lymphomas

Diffuse large B-cell lymphoma is a rapidly growing, aggressive disease and the most common form of non-Hodgkin lymphoma ( NHL ), accounting for one out of every three cases diagnosed. More than two-thirds of patients with DLBCL will not respond to or will relapse following second-line treatment. For patients who relapse or do not respond to initial therapies, conventional treatment options that provide durable remission are limited and median life expectancy is about six months, leaving a critical need for new therapies.

Follicular lymphoma ( FL ) is the most common indolent lymphoma accounting for approximately 20% of NHL cases. Although most patients respond to initial treatment, follicular lymphoma typically recurs and becomes more difficult to treat after each relapse. In some cases, follicular lymphoma can be aggressive – known as FL3B – or change into DLBCL.

Primary mediastinal large B-cell lymphoma ( PMBCL ) is a rare subtype of NHL that occurs most often in adolescents and young adults, with poor outcomes for patients with relapsed or refractory disease.

Breyanzi

Breyanzi ( Lisocabtagene maraleucel; Liso-cel ) is a CD19-directed chimeric antigen receptor ( CAR ) T cell therapy with a defined composition and 4-1BB costimulatory domain. Breyanzi is administered as a defined composition to reduce variability of the CD8 and CD4 component dose. The 4-1BB signaling domain enhances the expansion and persistence of the CAR T cells. In the EU, Breyanzi is administered via a single infusion containing 100 × 10(6) CAR+ viable T cells ( consisting of a target 1:1 ratio of CD8+ and CD4+ cell components ) within a range of 44 to 120 × 10(6) CAR+ viable T cells.

 

Ematologia.it

Ematologia News

https://www.ematologia.it
Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia delle Malattie ematologiche.

Ematologia News

Il trapianto autologo di sangue o di midollo ( BMT ) è una opzione …

Farmaci

Gli esiti per i pazienti con leucemia mieloide cronica in fase blastica …

Ematologia Focus

L’aggiunta di Venetoclax ( Venclyxto ) all’Azacitidina …

Venclexta

La delezione del cromosoma 17p ( del17p ) nei pazienti con …

OncoEmatologia:novità ed aggiornamenti da Xagena.it

Ematologia: Novità e Aggiornamenti da Xagena.it

OncoEmatologia: Novità e Aggiornamenti sui Farmaci da Xagena.it

OncoEmatologia:novità ed aggiornamenti su Xagena.it

LEUCEMIA

OncoEmatologia:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Nilotinib dopo Imatinib in prima linea per la leucemia mieloide cronica in fase cronica

Uno studio prospettico osservazionale ha arruolato 150 pazienti adulti con leucemia mieloide cronica ( LMC ) in fase cronica ( CP ) trattati con Nilotinib ( Tasigna ) come seconda linea dopo Imatinib …


Vantaggi del trapianto di cellule staminali allogeniche nei pazienti di età uguale o superiore a 60 anni con leucemia mieloide acuta e duplicazione tandem interna di FLT3

La leucemia mieloide acuta citogenetica a rischio intermedio con duplicazione tandem interna di FLT3 ( FLT3 -ITD ) è associata ad alto rischio di recidiva ed è ora una indicazione stand …

Tumori GenitoUrinari


Tromboembolismo nella leucemia linfoblastica acuta: risultati del trattamento con protocollo NOPHO ALL2008 nei pazienti di età compresa tra 1 e 45 anni

Il tromboembolismo si verifica frequentemente durante la terapia della leucemia linfoblastica acuta ( ALL ). Sono stati registrati in modo prospettico eventi tromboembolici durante il trattamento di …


Lenalidomide continuativa ad alti dosaggi, Azacitidina sequenziale e Lenalidomide o Azacitidina negli anziani con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi

La terapia per la leucemia mieloide acuta nelle persone anziane è associata a esiti negativi a causa dell’intolleranza alla terapia intensiva, alle malattie resistenti e alle comorbilità. Uno studi …


La combinazione Obinutuzumab e Venetoclax è attiva nella leucemia linfatica cronica

Lo studio di fase 2, CLL2-BAG, in aperto, ha mostrato che la Bendamustina ( Levact ) seguita da Obinutuzumab ( Gazyvaro ) e Venetoclax ( Venclyxto ) è apparsa sicura ed efficace nel trattamento dei pa …

Nuovi farmaci in oncologiaXapedia.it


Quizartinib o placebo con la chemioterapia di induzione e consolidamento e mantenimento nei pazienti con nuova diagnosi di leucemia mieloide acuta FLT3-ITD-positiva

Duplicazioni in tandem interne ( ITD ) sono mutazioni FLT3 comunemente osservate nella leucemia mieloide acuta ( AML ) e sono un fattore prognostico molto negativo per la durata della risposta e la so …


Inotuzumab ozogamicina per la leucemia linfoblastica acuta recidivata / refrattaria: efficacia e sicurezza in base alla precedente terapia

Inotuzumab ozogamicina, un coniugato anticorpo-calicheamicina anti-CD22, ha mostrato risposta superiore rispetto alla cura standard per leucemia linfoblastica acuta recidivata / refrattaria ( ALL R/R …

Oncologi – OncoBase.it: Motore di Ricerca in Oncologia – Un modo EASY & FAST per la ricerca di Informazioni validate

 OncoBase.Rid

OncoBase.it: Motore di Ricerca in Oncologia

https://oncobase.it/

Xagena ha realizzato un database, che può essere interrogato come un motore di ricerca, sulle Novità in Oncologia, facile da utilizzare e rapido nella ricerca.

Hai visitato questa pagina 4 volte. Ultima visita: 19/08/18

Motore di Ricerca in Oncologia …

… può essere interrogato come un motore di ricerca, sulle Novità in …