Community
 
francy_62
   
Creato da francy_62 il 23/10/2008
pensieri in libertà

AMICI PRESENTI AL PRANZO DI DOMENICA 15-4-12

Francy_62
nuovavita2011
vogliorivivere1
gattoficcanaso (e gentile signora)
pennydog
bionda66
dolceelfa75
germano.capoverde

 

BRAZIR

Haiku:

occhi al cielo
cercando una strega
vidi la rana

 

ISRY

Parodia:

 occhi al letto
cercando una rana
vidi un pi ci

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2009 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 76
 

TRAFFICO

 

 

RADIO DG.VOICE

 

Messaggi di Aprile 2009

NUMERI....

Post n°51 pubblicato il 29 Aprile 2009 da francy_62

51 - 54 - 10 - 89 - 70 - 58 - 65

Indovinate un po' cosa indicano?

Naaaaaaaaaa.... non sono le mie misure di seno, vita e fianchi. Anche perchè, dovrei averne il doppio di tutto, più un pezzettino.... vi pare? Ed anche se ritengo di essere fatta molto a modo mio, in quello sono fatta molto a modo... di tutte le donne! E non sono nemmeno gli anni degli uomini che ho avuto! Ah ah ah! Anzi... sigh!

Su... dai... avanti!!! Scervellatevi un pochino! Cosa poltrite! Mettete in circolo i/il neuroni/e che avete!

Chi ci piglia, ovviamente, avrà un premio... Potrei anche mettermi in palio io stessa, tanto conto sul fatto che per voi tutti sia impossibile indovinare. Forse aveva più possibilità di riuscita chi telefonava a Raffaella Carrà per indovinare il numero di fagioli contenuto in un barattolo.... Ricordate?

Però giuro, che se qualcuno indovina, sarò onesta con lui e in pvt (si abbrevia così?) ne avrà conferma.

Agli altri resterà sempre questo dubbio che non lo farà dormire di notte. Ma non mi venite poi a chiedere i danni, o la sovvenzione a vita per acquistare dei sonniferi! Non ce n'è per nessuno! Eh eh eh !

Bacioni affettuosi a tutti voi che passate di qua. Cra cra cra!

PS: mmmmmm...... mi sa che io non abbia ancora capito proprio niente della vita. La prossima volta metterò un quesito dove almeno uno possa indovinare! Ah ah ah ! O tutti, perchè no? No... ok... i numeri li ho già dati in partenza. Ora non è più il caso.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A R C O B A L E N O

Post n°50 pubblicato il 28 Aprile 2009 da francy_62

Considerando che qualcuno . . .

mi ha richiamato all'ordine . . .

in quanto i miei post . . .

mancano di colore . . .

penso di fargli cosa gradita . . .

pubblicando questo post ! ! !

Buon cra cra cra a tutti .

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GEOMETRIA BIZZARRA!

Post n°49 pubblicato il 26 Aprile 2009 da francy_62

Ho un problema.... mi aiutate a risolverlo?

Dovrei eseguire la quadratura del cerchio e, cosa ancora pià complessa, l'arrotondamento del quadrato. Eh eh eh ! Ma, con la memoria che mi ritrovo, mi sono dimenticata quali formule devo applicare. Mi potete aiutare voi? Grassssssssssssssssie!

Comunque, sentite questa bella definizione, data da una mia collega pochi giorni fa, mentre spiegava geometria: "Il rombo è un quadrato messo un po' di traverso".

Quindi, la logica mi fa supporre che la definizione di quadrato sia: "Il quadrato è un rombo messo dritto". Ah.... povera scuola!

A questo punto, meglio cosa mi rispose un alunno, parecchi anni fa, quando alla domanda "Come si formano le montagne?" mi rispose beato: "Scavando!".  Alla risata generale che ne scaturì, lui disse: "Ma perchè ridete? Quando in spiaggia scavo per fare un buco, si forma un mucchio di sabbia. Se faccio un buco molto profondo, tiro fuori una montagna di sabbia..." Già... come dargli torto? Forse ho sbagliato io a porre la domanda, non specificando di quali montagne stessi parlando!

Baci a tutti. Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CANCELLARE LA LAVAGNA

Post n°48 pubblicato il 25 Aprile 2009 da francy_62

Tutti siano stati a scuola... tutti abbiamo avuto in classe una lavagna. A fine mattinata, su di essa ci sono i segni della cultura, ma anche dell'ignoranza (spesso degli alunni, ma talvolta, ahimè, anche degli insegnanti!!! Sob!). Se le lavagne fossero dotate di memoria e potessero parlare, quante ce ne racconterebbero!!! Di cose giuste e di strafalcionate. Alla fine delle lezioni il loro colore originario è celato da una coltre di gesso. Il mattino seguente, invece tutto è stato cancellato e la lavagna pulita è pronta per affrontare una nuova giornata.

Io insegno e tante volte ho scritto e fatto scrivere alla lavagna e altrettante volte ho cancellato. Dopo la passata della cimosa (= il più famoso cancellino! che non è affatto un cancello di piccole dimensioni....) la lavagna non è propriamente pulita, ma ci può scrivere nuovamente di altri argomenti.

Ebbene, io da qualche tempo, agisco su di me, come se la mia mente fosse una lavagna. Quando i pensieri sono tanti, quando le preoccupazioni aumentano, quando gli impegni sembrano essere troppi, quando sento su di me un carico eccessivo da sopportate, quando mi pare di impazzire.... è come se la mia lavagna fosse tutta scritta e non ci sia più nemmeno lo spazio per fare un puntino con il gesso.

Ecco, in quei momenti, faccio come a scuola: prendo il cancellino, pulisco la lavagna e ricomincio a scrivere una cosa alla volta.... Allo stesso modo, tolgo tutto dalla mia mente e ricomincio a pensare e ad affrontare un problema alla volta. Se penso contemporaneamente a tutto quanto, vado in tilt e non ne vengo a capo di nulla... affrontandone uno alla volta, ce la posso fare. Ho anche imparato a pensare solo al problema più urgente per primo e ad accantonare gli altri.... Un po' alla volta si risolve tutto. Forse.... uff....

Buon fine settimana a tutti voi che avete la costanza di venirmi a trovare.....

Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MESSAGGERIA INAFFIDABILE

Post n°47 pubblicato il 24 Aprile 2009 da francy_62

Purtroppo ho verificato che più di una volta, dopo aver scritto un messaggio ed averlo inviato, era andato perso... svanito nel nulla. Oltre al nervoso per dover riscrivere tutto (che a me, la seconda volta non viene mai bene come la prima stesura....) c'è il rischio che se uno non se ne accorge, è convinto di aver scritto a qualcuno e non ricevendo risposta, chissà cosa può pensare.... A me è successo questa mattina: mi sono accorta che un primo messaggio non mi era arrivato, ma solo perchè il secondo era chiaramente la conclusione di un discorso che mancava. Ma se si fosse trattato di un messaggio unico, mai avrei capito che mi era stato scritto, e il mittente probabilmente si sarebbe anche risentito di non aver avuto risposta.

La cosa, francamente mi scoccia un po'... e ripensandoci, chissà quante volte può essere successo che io abbia scritto ma non sia arrivato nulla o viceversa.

Al di là del fatto di verificare sempre nei messaggi inviati se c'è ciò che abbiamo scritto, come si può ovviare al problema? Come lo si può segnalare a Libero? Credo sia più importante che risolvano questo problema, piuttosto che perdere tempo a cambiare la grafica o la fotogallery o che altro.... o no?

Ah.... spesso mi capita anche che salvando un post nelle bozze, il salvataggio non avvenga e si perda tutto. Grrrrrrrrr! Anche questo mi fa imbestialire, perchè la spontaneità di ciò che avevo scritto va persa....

Buona cra-giornata a tutti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COCCOLE E CAREZZE

Post n°46 pubblicato il 23 Aprile 2009 da francy_62

Da sempre noi ranocchie siamo considerate romantiche, coccolone, amanti della dolcezza... mentre voi rospi, che siete il sesso forte, impersonate l'uomo rude, il macho, colui che va per le spicce e poche manfrine.

Non penso sia proprio così. Credo che in fondo in fondo, anche l'uomo più rude, abbia bisogno di coccole, carezze e tanta dolcezza. Solo che difficilmente lo ammette.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DEDICATO AI GIOVINASTRI....

Post n°45 pubblicato il 21 Aprile 2009 da francy_62

..... che sicuramente non saranno qui a leggere.

Leggendo in qualche blog, mi è sovvenuta alla mente una scena vista qualche tempo fa. Un adolescente camminava davanti a me con un pallone da basket in mano. Oddio, camminava.... deambulava a gambe storte, come fosse uno di quei finti storpi che si incontrano ai semafori che fanno finta di pulirti un vetro (a dir la verità, ora non fanno più nemmeno la mossa di allungare il braccio per sporcarti il vetro... l'allungano direttamente per chiedere la carità. Ma questo è un altro discorso.). Dicevo che deambulava nel tentativo di non far stramazzare al suolo i propri jeans. Che... se si vedesse con occhi normali, non avrebbe il coraggio di vestirsi così nemmeno per andare in bagno di notte alzandosi al buio dalla propria camera...

Comunque, pareva tutto normale (se si può mai parlare di normalità in casi del genere), finchè non ha incontrato un amico col quale ha iniziato a palleggiare. Bene il primo passaggio, bene il secondo....finchè ha dovuto alzare al cielo entrambe le braccia per afferrare la palla. Che spattacolo si è parato davanti ai mei occhi! A scendere: giubbotto, qualche centimeto di maglia, fondoschiena con principio di natiche, boxer neri, tre dita di coscia, cintura dei pantaloni. Wow! Che libidine!

Non mi dite che sono antiquata e troppo moralista! Io parlo solo da un punto di vista estetico. Se è vero che non è bello ciò che è bello, ma che è bello ciò che piace.... posso permettermi di dire che è brutto ciò che è brutto? Punto.

Comunque ho pensato che lancerò una nuova moda, in due versioni:

1- boxer sopra i jeans. Poichè se è vero che uno li acquista e li indossa, avrà pure il diritto di farli vedere, specie se sono firmati. O no? Solo che dopo i pantaloni andrebbero ribattezzati, nel senso che se le mutande si chiamano così perchè il termine deriva dal latino mutandum (più o meno) che vuol dire cambiare (e spesso, spero!).... i pantaloni.... mmmmm.... vediamo.... potremmo chiamarli..... pantandum (tanto prima o poi, qualcuno finisce anche nel pantano). La versione femminile, prevede invece di portare il reggiseno sopra la maglietta o la camicia. Carina come idea, vero? Beh, non vedo perchè no, dal momento che qualcuno porta l'orologio sopra al polsino....

2- continuare a portare i pantaloni a mezza gamba (ma come cambiano i termini! Una volta si indicavano i pantaloni corti al ginocchio... ora sono lunghi, ma quasi quasi partono dal ginocchio! Ah ah ah !) ma SENZA boxer! Così, se uno alza le mani per prendere una palla al volo o sotto minaccia di un bandito....oplà! ecco tutta la mercanzia esposta al vento.... così uno poi si regola e sa già cosa scegliere!

Però prima di lanciare sta moda, mi tocca aspettare che il mio girino cresca un po'. Nel frattempo, acqua in bocca, o vi vengo a prendere tutti, uno per uno (=uno)... o due per due (=quattro)... o tre per tre (=nove)....dipende da quanti siete!!!!!

Buona cra cra a tutti!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MAL COMUNE, MEZZO GAUDIO... SARA' VERO?

Post n°44 pubblicato il 18 Aprile 2009 da francy_62

Se io mi do una martellata su di un dito, ho un gran male.... Se ve la date anche voi, avete un gran male.... ma io non ne sento di meno. Soffriamo assieme, il che è un'altra cosa... Ci possiamo consolare a vicenda, il che ci fa sentire meno soli e ci conforta. Ma il male che proviamo non cala di intensità, purtroppo.

Se io sono su di una barca che affonda, non mi salvo se con me stanno affogando anche altre persone.

Mal comune , mezzo gaudio?

Non credo..... Non credo proprio.

Mal comune, è male e basta, anche se coinvolge più persone. Uffa!

Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

???????????????????????????????

Post n°43 pubblicato il 17 Aprile 2009 da francy_62

Perchè mi è sparita la foto nel profilo e mi si è creato un album fotografico vuoto che io non ho fatto?

E perchè l'album non lo posso eliminare anche se vi è l'opzione per farlo?

E perchè non mi si inserisce più la foto? Anzi, perchè pur risultando inserita nella sezione "gestione profilo" non si vede?

E perchè se clicco sulla sagoma di donna nel mio profilo, si apre la foto della ranocchia?

E perchè.....  uffa?

Oh Libero! Che cacchio mi combini?

Ci sto litigando da un tot di tempo....  Grrrrrrrrrrrrrrrrr!

Meglio andare a letto, vero?

Ok..... notte nottina a tutti!

Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PILLOLA DI SAGGEZZA

Post n°42 pubblicato il 16 Aprile 2009 da francy_62

E se son rose.... ti pungeranno!

Quindi, meglio una margherita!!

Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MATRIMONIO ALLA SABBIA DI MARE.

Post n°41 pubblicato il 16 Aprile 2009 da francy_62

Purtroppo ho appreso che la sabbia di mare, col tempo corrode il cemento armato e che palazzi anche apparentemente solidi, si sgretolano come castelli di sabbia se tira un terremoto.

Forse la stessa cosa accade nei matrimoni: se l'unione è cementata male, forse resiste a qualche scossone, ma poi le crepe aumentano e alla prima scossa un po' grossa, il matrimonio frana.

Io mi sono ritrovata sotto le macerie del mio matrimonio... che di fronte alla tragedia degli aquilani, devo ammettere sia ben poca cosa.

Però non è piacevole nemmeno questa situazione, perchè la vita, anche se in modo diverso, viene distrutta. Si muore in altro modo, ma si muore ugualmente dentro. Forse una casa la si può ristrutturare o ricostruire più bella di prima. Un matrimonio no.

Però, che razza di oca sono stata!!!! Una vera oca, altro che rana!!!! Potevo ben pensarci prima! Dunque.... considerando che abito in una zona di mare, era logico prevedere che ci potesse finire in mezzo della sabbia. Eh, già... questo lo avevo anche considerato..... ma non avevo calcolato che la sabbia finisse tutta nella scatola cranica di chi so io! Ah ah ah !

Va beh... ora con i detriti che mi ritrovo non posso far altro che sedermi sul molo, lanciarli in mare e vedere le grandi onde concentriche che fanno mentre i gabbiani mi volano attorno....

Buona giornata. Cra cra cra!

PS: spero di non urtare la sensibilità di nessuno.... non volevo essere assolutamente irriverente nei confronti di chi sotto le macerie ha lasciato non solo la casa, ma anche gli affetti più cari....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CAVARE UN RAGNO DA UN BUCO.....

Post n°40 pubblicato il 15 Aprile 2009 da francy_62

Per noi rane dovrebbe essere abbastanza facile, dal momento che ce ne cibiamo e che la nostra lingua è lunga e saettante. Ma per i maschi non lo è altrettanto.

Rincasando ho appena assistito ad una scena che mi ha riportato alla memoria un fatto che mi è accaduto una decina d'anni fa. Stamattina un papà stava attraversando la strada con la sua piccolina di pochi anni: lei con zainetto per la scuola materna in spalla, un sacchettino in mano, oltre ad un peluches e un giubbottino, mentre mangiava qualcosa. Il padre con in mano.... le chiavi della macchina! Eh, scusate.... mica può rischiare che gli venga un attacco di ernia, poveretto!

Allora.... io, una decina d'anni fa, ebbi la bella idea di rompermi la zampetta anteriore destra (su... dai... il braccio destro!) proprio a metà luglio. Stagione stupenda, considerando che io d'estate non lavoro... ma pessima se si pensa che abito al mare e che non volevo rovinare tutta l'estate a mio figlio che all'epoca aveva pochi anni. Per cui, tutte le mattine un nonno disponibile al sacrificio (cosa non si fa per un nipote!!!) veniva a prelevarci alle 8,30 ci scaricava in strada davanti allo stabilimento balneare e tornava a riprenderci un paio d'orette dopo.

Considerate che il gesso lo dovetti portare per 35 gg.... praticamente quasi tutta l'estate.

Per cui, chi era lì in quel momento, avrebbe visto una rana con la zampa ingessata che portava al mare il suo girino con tanto di passeggino, borsona con i teli e quant'altro, borsona con i giochi, salvagente già gonfiato (per far prima), borsa classica del passeggino con tutto l'occorrente per il bebè (cambi, cremine, biberon, ciucci, acqua ecc ecc) e che arrancava fin sotto l'ombrellone. Da lì iniziava il bello.

Bisognava sistemare i teli, i vestiti, i giochi, spogliare il piccolo, mettergli la crema solare, berretto ed occhiali (per le pinne e il fucile, c'era tempo...), portarlo a riva a cercare le conchiglie, sedersi sulla sabbia a fare castelli e piste per giocare con le biglie, nonchè fargli fare il bagnetto (il tempo doveva pur passare in qualche modo!). E poi tornare sotto l'ombrellone, cambiarlo, vestirlo, fargli far merenda.... E vuoi che non dovesse mai andare al bagno? E come no! E ve le raccomando le toilette della spiaggia, ad entrarci con un braccio rotto ed un bambino. No... dai... ve le risparmio! Poi  riordina tutto... che già lo odio adesso, figuriamoci all'epoca! Poi, sistemato di nuovo tutto e carica come un mulo, senza contare gli eventuali capricci, attendere l'arrivo del nonno-angelo della salvezza, che ci riportava a casa. Dove non era poi finita: doccia, pranzo ecc ecc.

Questo 5 giorni a settimana, perchè nei week end il rospo consorte era a casa. Meno male, penserete, così almeno qualcuno che dava una mano. Mica tanto, perchè lui di mani all'epoca, ne aveva SOLO due, e se in una teneva il suo libro e nell'altra il salvagente e sentiva la sottoscritta che urlava: "Prendi xy che sta scappando in stradaaaaaaaaaaaaaa!" lui rispondeva flemmatico: " E come faccio? Ho le mani impegnate!" Grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!

Beh.... vi garantisco che in quel momento ho avuto la tentazione di spezzargli entrambe le zampette!

Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

STORIELLINA PER RIDERE UN PO' (non è da me.... ma la devo ad un amico)

Post n°39 pubblicato il 13 Aprile 2009 da francy_62

Pessima giornata di pioggia.

Una passerotta bagnata ed infreddolita, cerca un riparo. Vede un grande albero con foglie molto grandi e si posa su di un ramo, al riparo di una fogliolona.

Passa un po' di tempo e vola da quelle parti un merlo, anch'esso infreddolito, che vedendo la passerotta, decide di andarsi a riparare sotto la stessa foglia. Si appoggia sul ramo, spingendo un po' la passerotta, sulla quale arriva qualche goccia di pioggia.

Dopo un po', vola nel cielo un bel falco che vedendo i due pennuti al riparo e pensando di non essere più fesso di loro, decide di planare sullo stesso ramo a ripararsi. Così facendo, spintona il merlo che a sua volta spintona la passerotta che finisce ancora di più sotto l'acqua.

Infine si vede volteggiare in cielo una stupenda aquila. Anch'essa fradicia, vede i tre uccelli al riparo sul ramo e pensando di aver più diritto di loro di ripararsi, essendo la regina dei cieli, si catapulta sul ramo con foga e urta il falco, che piange il merlo che manda la passerotta completamente al di fuori della foglia che fungeva da riparo.

Morale: più l'uccello è grosso, più la passerotta si bagna.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RICORDI DI PAURA

Post n°38 pubblicato il 12 Aprile 2009 da francy_62

E quali ricordi paurosi potrà mai avere una ranocchia? Vero... ma ora son rana... un tempo ero umana.Eh eh eh! Pure la rima!

Il primo ricordo risale a quando ero bambina. Mi ruppi il naso cadendo dall'altalena (che fessa!) e fui operata. Il guaio fu che gli anestesisti sbagliarono i conti e l'effetto finì un po' troppo presto, mentre ancora ero sotto i ferri. Mi ero addormentata serena, con la mascherina dell'anestetico. Mi svegliai in un incubo: mani e piedi legati ai lati del tavolo operatorio... faro accecante sopra di me.... medici e infermieri che mi stavano tamponando con ferri e garze.... un male infernale. Il mio naso non è venuto sottile come prima. Mi fu detto che da grande avrei potuto fare un intervento estetico. Beh, non sono ancora diventata grande abbastanza! Col cavolo che mi rimetto sotto i ferri volontariamente!!!

Il secondo episodio risale a quando ero ancora abbastanza giovane. Avevo circa 25 anni e con una bella comitiva andammo a passare una giornata in montagna. All'epoca vivevo in Lombardia e mi pare andammo a Livigno. Era ottobre, il tempo era splendido e nessuno era attrezzato con le catene. Dopo cena ci accingemmo a tornare, ma sulla via del ritorno, iniziò a nevicare ed in breve la strada, tutta a tornanti, diventò una lastra di ghiaccio. Si creò un serpentone di auto che andavano a passo d'uomo, con i ragazzi che camminavano a fianco delle macchine, per bloccarle con pietre e col loro corpo quando stavano scivolando verso il costone della montagna da un lato o verso il dirupo dall'altro. Io ero sui sedili posteriori di una Renault 4, e mi sentivo in trappola: ogni volta che sentivo la macchina scivolare di lato, mi immaginavo di precipitare nel vuoto. Finchè non scesi pure io a fianco dell'auto. Fu quella la prima volta che mi venne un attacco di cistite con i fiocchi! Impiegammo ore a tornare a valle... Mi è rimasta la fobia della neve e faccio ancora fatica ad andare in montagna in inverno. Fortunatamente, nel mio stagno non ci sono dirupi e burroni. Al massimo, ghiaccia l'acqua e mi becco un raffreddore.

L'altro episodio risale anch'esso a vari anni fa, quando per lavoro dovevo viaggiare tra Lombardia e Romagna. Tra una festività  ed un'altra (tipo 25 aprile e 1° maggio) da qui dovetti tornar su per un impegno pomeridiano. Al mattino parto, ma in un tratto dell'autostrada, dove vi erano tre corsie, mentre mi trovo su quella di sorpasso, un tir con rimorchio sulla corsia lenta sbanda e l'auto che viaggiava in quella centrale, d'istinto sterza a sinistra e mi viene addosso.... mi si accosta lateralmente e mi spinge contro il gard-rail di cemento. Il fracasso delle lamiere è tremendo... la mia auto viaggia per un tratto con le ruote sinistre sul New Jersey... lo sguardo corre allo specchietto retrovisore e vedo una fiumana di auto e tir che stanno arrivando. In quei momenti, davvero si ha la percezione che tutto sia finitpo, si rivive tutta la vita passata, si rivede tutto, si pensa tutto, si immagiana tutto, anche il futuro, i propri cari.... E' incredibile come la mente possa fare tutto così in fretta. Evidentemente mi è andata bene (o male... non so) perchè sono qui a raccontarlo. Non so come fu, ma mi ritrovai sulla corsia d'emergenza, io e l'autista dell'altra macchina, incolumi entrambi. Tutte e due le vetture riportarono solo una lieve ammaccatura dove si erano toccate, viaggiando "vicine-vicine" per qualche centinaia di metri.

Nonostante io dimentichi quasi tutto (e proprio con un enorme sforzo, riesca a ricordare i nomi dei miei parenti !!!), queste sono cose che mai dimenticherò e che ripensandoci, sto ancora maluccio.

Ora mi chiedo: ma quei bambini e tutte quelle persone che hanno vissuto il terremoto, che si sono visti crollare la casa addosso, che sono stati ore sotto le macerie.... come faranno a dimenticare? Come faranno ad addormentarsi serenamente?

Spero che oltre a ricostruir loro le case, continuino ad essere seguiti da psicologi e psicoterapeuti, perchè vanno ricostruite anche le loro esistenze serene.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AVER FEDE?

Post n°37 pubblicato il 10 Aprile 2009 da francy_62

Perchè c'è chi ha fede e chi no?

La fede è un dono (mi è stato insegnato fin da bambina).

Quindi:

- chi ha fede, l'ha avuta in dono;

- chi non ha fede, non ha avuto la fortuna di ricevere tale dono.

A chi non ha fede non se ne può dare colpa, a chi ha fede non se ne può dare merito.

Solleverò un vespaio... lo so.

Smentitemi e convincetemi del contrario.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DOVEROSO MOMENTO DI RACCOGLIMENTO

Post n°36 pubblicato il 10 Aprile 2009 da francy_62

Qualsiasi cosa si tenti di dire in questi monemti, si rischia di essere banali.

Parole e commenti ne sono stati fatti tanti.... e il mio è solo un piccolo pensiero.

In questa ed altre situazioni del genere, mi immedesimo nei sopravvissuti e mi chiedo come si faccia a trovare la forza per andare avanti quando si è perso tutto e si piange la morte dei propri cari. Mi guardo attorno e credo che io non sarei in grado di farlo. Per assurdo, potento scegliere (ma in quei casi non si può), preferirei essere tra le vittime che non tra i superstiti: non sarei capace di dare conforto e sostegno a chi mi sta vicino.

Quotidianamente mi capita di lamentarmi per mille cose, ma di fronte a così grandi tragedie, tutto ciò che sto vivendo, appare molto piccolo e insignificante.

Tuttavia, cerco il più possibile di rimuovere il pensiero di ciò che stanno passando quelle persone. Non è menefreghismo, indifferenza, cinismo... Credo sia un mio modo per tirare avanti e non angosciarmi più di quanto non sarei in grado di sopportare.

E continuo a fare cose che hanno poco senso: organizzare il pranzo di Pasqua, sistemare il giardino, stare qui al pc... mentre tra poco ci saranno i funerali di stato per le vittime del terremoto. A loro e ai loro familiari, va la mia preghiera.

Nonostante ciò, buona giornata e tutti voi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TECNOLOGIA MALEFICA!

Post n°35 pubblicato il 09 Aprile 2009 da francy_62

Se c'è una cosa che proprio non sopporto, è quando il mio pc si ribella ai miei voleri e decide, con una propria volontà, di fare ciò che vuole e non ciò che voglio io!

Fino ad un certo punto, tutto funziona benissimo: è docile e mansueto, si fa accarezzare e coccolare come un cucciolo, mi asseconda ed esegue i mei ordini diligentemente. Scodinzola quando mi vede, consuma poco e non sporca per casa.

Poi, al pari di alcuni pitbull e rotweiler che, impazziti,  azzannano i loro padroni, si ribella, ringhia e morde! Si impunta come un mulo e non c'è verso di fargli fare ciò che eseguiva prima!

Quando fa così, mi verrebbe di prenderlo e buttarlo fuori dalla finestra!!! Poi desisto.... sia perchè dovrei ricomprarlo.... sia, soprattutto perchè ho le inferriate alle finestre!!! Ih ih ih !

Beh.... buona giornata... anche se qui c'è un po' di nebbia. Ma in che cavolo di stagione siamo? Va beh.... mi immergo nel mio stagno e così non la vedo più.

Cra cra  a tutti voi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

HOW OLD ARE YOU?

Post n°34 pubblicato il 06 Aprile 2009 da francy_62

Già.... quanti anni avete voi?

Io.... dipende. Un conto sono quelli anagrafici.... ma quelli sono gli unici che li contano gli altri e non sono affatto quelli che mi sento.

Talvolta mi sento giovane, fisicamente in forma, serena e con l'entusiasmo e lo spirito di una ragazzina. Apro l'armadio e mi vesto in 5 minuti, riuscendo ad essere soddisfatta del mio look. I capelli mi stanno a posto, mi trucco un po' e guardandomi allo specchio sono soddisfatta di me... quasi quasi mi piaccio.

Altre volte mi sento stanca, demotivata e con lo spirito di un'ottantenne chiusa in un ospizio. Apro l'armadio e, pur essendo pieno di panni che ormai mi si rovesciano addosso, lo vedo vuoto. Non c'è nulla che mi vada a genio... provo una marea di vestiti e li accatasto sul letto invano... Un pigiama sarebbe il look adatto al mio stato d'animo e il letto l'unico posto in cui stare. Mi trucco il viso, ma lo specchio del bagno mi rimanda un'immagine che non conosco e che soprattutto, non mi piace.

Quanti anni ho? Dipende. La mia età non è sempre quella anagrafica.... Anzi, quasi mai.

E se me lo chiedono, generalmente dico: una cinquantina. Non è esatto, perchè ne ho qualcuno in meno, ma che cambia? Tre in più o in meno non fanno la differenza, se a volte il mio escursus mentale viaggia di decine di anni alla volta.

E poi non capisco chi si toglie gli anni per apparire più giovane.

Ad essere sincera, io tenderei a fare il contrario. Dovendo scegliere, preferirei dire che ne ho 55 piuttosto che 40. Volete mettere i commenti della gente? Se dico 40, potrebbero pensare: "Però, come li porta male! Ne dimostra sicuramente di più". Se dico 55, è più probabile che mi dicano: "Caspita! Non li dimostri proprio! Ma quanto sei giovanile!"

Ecco, per cui io ho 55 anni e li porto benissimo, vero? Ah, no.... voi sapete quanti ne ho realmente (accidenti al mio profilo!).... e non mi conoscete personalmente.... Uffa!

Buona cra-notte a tutti!

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

50 UGUALE A 50 ?

Post n°33 pubblicato il 05 Aprile 2009 da francy_62
 

In genere se c'è una cosa che non falla, questa è la matematica. Per cui, 1=1 , 2=2 , 3=3 e via di questo passo. Ma non è sempre così. Per esempio: 50 non è uguale a 50, se 50 sono gli anni. Gli anni delle rane e quelli dei rospi.

Non mi venite a dire che in questo caso la natura sa fare bene i conti!

Volete mettere il fascino di un uomo a quell'età? Pare che l'uomo, sia come il vino: con gli anni migliora. La donna, invece, spesso diventa aceto.

Su, dai non vi rivoltate in massa!!! Non sto dicendo che tutte le donne inacidiscano nel fisico e nel carattere, ma che è più facile trovare uomini con un gran fascino nonostante l'età, che non donne.

Pensate solo ad alcuni attori, che anche a 60 o 70 anni, sono ancora molto affascinanti e fanno ancora nascere parecchi desideri nell'immaginario femminile, rivestendo ruoli da playboy attorniati da donne stupende.

Vi sono anche attrici altrettanto in su con gli anni, stupende per la loro età, ma che recitano ruoli decisamente diversi e consoni, appunto, alla loro età (madri, nonne, vedove...).

Un uomo a 50 anni, può procreare per altri 30 se vuole. La donna, ormai, ha già dato... e se non ha già dato, difficile che diventi mamma di nuovo. Fa prima a diventar nonna!

Ultima considerazione: il passare degli anni sui capelli. Nell'uomo, il capello brizzolato dà un tocco di fascino in più. Nella donna, dà un tocco.... al portafoglio, per pagare la parrucchiera che ci fa la tinta! Da me, veramente, per ora non hanno beccato un quattrino: mi mantengo ancora intatto il mio bel verde ramarro!

Ribadisco: 50 non è uguale a 50.

Parola di una rana quasi cinquantenne!

Cra cra cra!

PS: temo di scatenare la rivolta delle rane! Per precauzione mi ritirerò nel mio stagno ma se non mi sentite per un po', vuol dire che mi hanno già fatto la pelle!!!!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FRANCY CRA CRA

 

IN QUANTI SIETE ORA?

 

 

ARCHIVIO POST 2008

ARCHIVIO POST 2009

 

ARCHIVIO POST 2010

LE MIE RICETTE

fOCACCIA RIPIENA DI
SCAROLA E PORRI
post n° 696

QUADRUCCIOLI AGLI SPINACI
post n° 645

TAGLIATELLE, CIPOLLA, PANNA
E SPECK
post n° 645

OLIVE VERDI SOTT'OLIO
post n° 628

OLIVE VERDI IN SALAMOIA
post n° 626

STINCO DI MAIALE AL FORNO
post n° 617

INVOLTINI
post n° 607

CROSTINO TOSCANO
post n°  599

YOGURT ALLA CANNELLA
(per regolarizzare la glicemia)
post n°  597

FRIGGIONE
post n°  591

RAGU' BIANCO ALLA UMBRA
post n° 588

TORTA DI ALBUMI
post n°  581

ZUPPA INGLESE
post n° 544

STROZZAPRETI VONGOLE E ASPARAGI
post n° 544

CIABATTE VELOCI
post n° 523

PANINI DI PASTA DURA
post n° 519

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA
post n° 516

 

...segue...

CANTUCCI
post n°  493

PASTA E BROCCOLETTI
post n°  475

PEPERONI RIPIENI
post n°  459

SALE AROMATIZZATO
post n°  430

FICHI CARAMELLATI
post n°  427

VERDURE GRATINATE AL FORNO
post n° 423

BARCHETTE DI MELANZANE
post n° 408

FUNGHI E RUCOLA
post n° 390

IL MIO RISOTTINO PRIMAVERA
post n° 369

RISOTTO AGLI ASPARAGI SELVATICI
post n° 354

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
post n° 336

GATTEAU DI PATATE
post n° 322

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA
post n° 304

 

...segue...

TORTA PAESANA
post n°  288

MARMELLATA DI MELONE BIANCO
post n°  266

SEMIFREDDO DI CACHI
post n°  263

MARMELLATA DI CASTAGNE
post n° 263

FICHI CARAMELLATI
post n° 217

VERDURE PASTELLATE 
post n° 237

PASSATA DI POMODORO
post n° 224

CIAMBELLA
post n° 228

DOLCE AL CAFFE'
post n° 196

AGNOLOTTI
post n 130

CHIACCHIERE DI CARNEVALE
post n° 142

ANGUILLA IN FOGLIE DI VITE
post n°242

PIADINA
post n° 132

 

Ultime visite al Blog

francy_62tiffany2021nonsonperfettoesetidicessi_cheodio_via_col_ventoRospo_Brianzolodaniela_elacheg59lacey_munrocall.me.IshmaelmaandraxstallalpinaPhoenix_from_MarsRicamiAmoisry
 
 

MIA MARTINI

Il video di una canzone che amo a ricordo della stupenda artista che era e dei 15 anni trascorsi dalla sua scomparsa:

 

 

ALLELUIA

  

 

Ultimi commenti

Dici? Uhmmmmmm..... mica ne sono convinta. Cra cra
Inviato da: francy_62
il 01/08/2014 alle 01:47
 
Magari era un bidè dell'epoca
Inviato da: odio_via_col_vento
il 31/07/2014 alle 22:31
 
Sì, sì... come no! Indovinavi ancora prima che pubblicassi...
Inviato da: francy_62
il 31/07/2014 alle 21:08
 
Azzo sono arrivato tardi, se no lo indovinavo subito Rana...
Inviato da: Rospo_Brianzolo
il 31/07/2014 alle 20:07
 
Ciao Francy :-) bacioneeee
Inviato da: cheg59
il 31/07/2014 alle 17:56
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova