Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

AGOSTO




ITACA

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze...

Che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti finalmente e con che gioia
toccherai terra tu per la prima volta..

Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni e che da vecchio
metta piede sull'isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos'altro ti aspetti?

Kostantin Kavafis

 

 

a c' est tout




musica per l'amicizia




 

Ultimi libri letti...




Vittorio Arrigoni

"Gaza.
Restiamo umani"

diario quotidiano
da una tragedia




David Grossman

"Che tu sia per me
il coltello"

le parole scritte
per raccontarsi, conoscersi,
amarsi


ci sono i libri precedenti
 

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 73
 

Ultimi commenti

 

Ultime visite al Blog

f.loguercioelyravba.vi60exiettoatapolicsi35pearw3n63la.cozzaartemisia_gentlacky.procinomassimocoppapinocosta1972brunodettorigiacarnisrl
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Et: 66
Prov: FI
 

ARRIVEDERCI




 

 

« COMPLEANNOFERRAGOSTO »

MISSING

Post n°1457 pubblicato il 11 Agosto 2017 da atapo
 

AVVILITA

Io non so più che pensare... "Mai 'na gioia" è un modo di dire alla moda ultimamente e ora lo faccio mio! Le cose si ingarbugliano sempre...
In pochi giorni la sostituzione della lavatrice rotta sembrava cosa fatta: trovato rapidamente il modello che ci soddisfaceva, possibilità di acquistarlo on-line in un sito di cui mio marito si era già servito altre volte senza problemi, il prezzo buono e con un'offerta abbinata che ci aveva convinto ad acquistare anche, e finalmente, l'asciugatrice, così avremmo risolto una buona volta i problemi invernali del bucato.
Questione di giorni all'arrivo dei due elettrodomestici, così la biancheria da lavare si accumulava a vista d'occhio, ma si trattava di avere ancora un po' di pazienza... a ferragosto tutto sarebbe stato pulito, per fare le valigie e partire il 16 per l'agognato viaggio, il primo dal gennaio 2014!
Tanto che mi ero calata nel mio ruolo familiare di tour operator e avevo cominciato a cercare itinerari e soste...
Venerdì 5 doveva essere il giorno della consegna, non si è visto nessuno. Fine settimana, diamogli tempo, arriverà lunedì...

Infatti lunedì 7 alle ore 14,30 ecco la sgraziata scampanellata che hanno di solito i corrieri, il cui senso è: "Fate veloci che non ho tempo da perdere, se entro due secondi non aprite me ne vado"
Naturalmente ci precipitiamo: costui scarica sul marciapiede UNO scatolone, risale sul camion, rimette in moto.
-E l'altro?-
-Io non so nulla, io devo consegnare questo.-
E riparte.
Nello scatolone c'è l'asciugatrice. Non siamo molto convinti che arriverà un altro camion con la lavatrice... quindi mio marito si precipita al telefono.
E comincia la solita odissea di questi casi disgraziati: call center... attese eterne... rimandi... linea caduta... conversazioni che no chiariscono nulla, anzi!

Dopo un giorno e mezzo di questa tiritera la situazione si era così definita: la ditta che fornisce la merce ci ha mandato un documento in cui risultano affidati regolarmente per il trasporto i due elettrodomestici ordinati, la ditta per il trasporto ha un documento in cui dice che ci deve consegnare UN SOLO COLLO DA 4 CHILI (quindi non si riferisce nemmeno all'asciugatrice che ci ha portato). Da entrambe le ditte è inoltre velocemente arrivata la notifica di "CONSEGNATO": della lavatrice nemmeno l'ombra a casa nostra!!!
Così sono cominciate le mail di reclamo: la prima non andava bene, si doveva inviare ad un altro indirizzo... devono dare risposte entro 48 ore indicando il da farsi...
Le 48 ore sono ampiamente passate, non è arrivata ancora nessuna risposta. Ora poi c'è ferragosto, figuriamoci...
Che fare? Io già temo una vicenda come quella per il mobile della sala, che ci volle più di un anno per risolverla e l'intervento dell'avvocato. Almeno fosse arrivata la lavatrice anzichè l'asciugatrice, che con questo caldo è proprio inutile!
Invece la biancheria che gridava pietà ci ha già costretto ad un giro alla lavanderia pubblica che è abbastanza distante e occorre andarci in auto perchè non posso certo portare in giro nel carrello della spesa 8 chili di roba! E ci costringerà a parecchi altri giri... Sono lavatrici industriali, hanno un solo programma con l'unica scelta dell'acqua fredda-media-calda: temo che certe cose si sciuperanno... perchè mi sa che di giri alla lavanderia pubblica ne dovremo fare parecchi prima di risolvere! Io credo che se andrà per le lunghe sarà meglio comperare una lavatrice, anche da poco, anche usata, mica si potrà andare avanti così fino a non si sa quando.
Non credo che dopo ferragosto potremo partire: volevamo tornare in Francia, dopo tanti anni, ma se c'è da star dietro a questa grana come è possibile dall'estero? E se restiamo in Italia sai che bella vacanza rilassante attaccati al telefono e alle mail per sollecitare la soluzione!
Salterà la vacanza anche stavolta!!!
Io intanto dal nervoso sono stata male, ma proprio male, per alcuni giorni, non è più solo questione di attacchi di depressione, ma mi vengono disturbi fisici reali e seri... NON NE POSSO PIU'!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog