Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

« La pizza perfettaL'occhio del coniglio c... »

Che divertimento

Post n°988 pubblicato il 27 Luglio 2015 da LaDonnaCamel
 

Ho letto nei giorni scorsi che hanno festeggiato i 60 anni di disneyland, il parco dei divertimenti a tema creato Walt Disney, primo di una lunga serie che è stata riprodotta e poi copiata in tutto il mondo.
Io detesto i parchi dei divertimenti. Ecco. L'ho detto. Odio per primo il luna park e sono felice che alle Varesine al posto di quelle squallide baracche da quattro soldi abbiano messo elegantissimi grattacieli a forma di formaggino, camminate di legno di teak con pennacchi ornamentali, corrimano e tiranti in acciao inox e un polo alla moda della moda e per la moda, di cui nulla mi importa ma almeno è bello da vedere quando passo di lì.
Odio le montagne russe, gli otti volanti e tutte quelle attrazione che sollecitano in maniera abnorme il labirinto delle mie orecchie, provocandomi il vomito senza motivo.
Ma sto divagando. Volevo parlare di Disneyland. Quello di Parigi è stato fondato nell'aprile del 1992, sono passata di lì in agosto del 1994, è stata l'unica volta in cui sono entrata in un postaccio del genere: non sono mai stata nemmeno a Gardaland, pure lui 40 anni in questi giorni.

 

disneyland

 

Mi dicono che siano posti bellissimi, c'è gente che si sottopone a ore di coda per dieci minuti di paura. Un po' come all'Expo. Sì, lo so, non ci sono solo attrazioni spaventose, si possono vedere anche altre cose, tanti mondi artificiali, riproduzioni di città di fantasia, castelli, magie, tecnologia, tunnel dell'amore, spruzzi d'acqua e urla dei passeggeri. Un po' come in barca a vela. Ma io sono dieci anni che non ci metto piede, e in quel caso almeno si andava da qualche parte. Il tempo vola, signora mia, non mi ero accorta che ne fosse passato tanto da quella volta. Dopo la prima vertiginosa discesa avevo chiuso gli occhi, appesa al braccio del mio professore di matematica, un giovane laureando che assomigliava a quello che sarebbe stato poi Natalino Balasso, guance rubiconde, capelli già radi, pancetta incipiente, non mi ricordo più come si chiamasse del resto l'ho avuto solo per l'ultimo anno, quello del biennio nella scuola privata dove avrei dovuto studiare il doppio visto che portavo quarta e quinta e invece avevo studiato la metà ma questa è un'altra storia e sono stata promossa, comunque attaccata al professorino avevo pensato sì! ho capito, ho capito cos'è! va bene, tutti i gusti sono gusti e se a voi piace non discuto ma io non ci voglio stare un minuto di più, fatemi scendere!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Area personale

 

Calendario

blocco dello scrittore

 

Ultimi commenti

Ma grazie!
Inviato da: LaDonnaCamel
il 03/08/2018 alle 10:03
 
Tanti AUGURI baci
Inviato da: gattoselavatico
il 31/07/2018 alle 15:50
 
L'incontro con Paolo nel momento in cui lui era ancora...
Inviato da: LaDonnaCamel
il 08/07/2017 alle 11:52
 
Dieta e palestra anche io che bisogna :) ma talent scout...
Inviato da: Amico.Dario
il 07/07/2017 alle 17:53
 
Ma anche io ne dico poche e solo quelle inutili, che le...
Inviato da: LaDonnaCamel
il 26/04/2017 alle 21:34
 
 

Ultime visite al Blog

carloreomeo0vita.perezprefazione09kora69simona_77rmGUATAMELA1annamatrigianoblack.whaleletizia_arcurisurfinia60oranginellaFLORESDEUSTADnomadi50dolcesettembre.1Lady_SeleKta
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 


ias

 

Chi pu scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom